Attualità » Primo piano Progetto Energy Door: premiati i primi tre classificati

Sono stati premiati gli spot più cliccati sul web realizzati dagli studenti degli istituti superiori dell'Altotevere nell'ambito del progetto “Energy Door”. Scopo dell'iniziativa, promossa dal Centro di educazione ambientale Mola Casanova e finanziata dalla Regione Umbria con fondi Por- Fesr, invitare studenti e cittadini a varcare la porta dell’energia per lasciarsi alle spalle abitudini errate e vecchie concezioni e farsi proprie tematiche quali il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. Così durante lo scorso anno scolastico, i ragazzi dei sei istituti superiori che hanno partecipato al progetto (Agraria e Ipsia del “Patrizi-Baldelli-Cavallotti” di Città di Castello, Geometri del “Franchetti Salviani” di Città di Castello, Itis e liceo scientifico del “Campus Leonardo Da Vinci” di Umbertide e liceo “Plinio il Giovane” di Città di Castello) hanno realizzato spot sul risparmio energetico, pubblicati poi su youtube e votati sia dal pubblico della rete che da un'apposita giuria e ieri presso il Palazzo comunale di Umbertide si è tenuta la cerimonia di consegna dei premi ai primi tre classificati. In palio c'erano buoni per l'acquisto di materiale didattico ed ognuna delle scuole vincitrici ha scelto cosa acquistare in base alle proprie esigenze. Il primo posto se lo è aggiudicato l'indirizzo Itis del Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide, al quale è stato assegnato un plotter, al secondo posto l'indirizzo Geometri del “Franchetti-Salviani” di Città di Castello che ha optato sempre per un plotter e al terzo posto si è classificato il liceo tifernate “Plinio il giovane” che ha invece vinto un computer. Alla cerimonia di premiazione erano presenti, oltre ad una rappresentanza degli studenti dei tre istituti, accompagnati da dirigenti scolastici e docenti, anche il sindaco Marco Locchi, l'assessore all'Istruzione Cinzia Montanucci, l'ing. Fabrizio Bonucci responsabile dei Lavori pubblici del Comune di Umbertide che ha seguito da vicino il progetto e Tatiana Roscini, responsabile del Centro Mola Casanova. “E' un'iniziativa importante che l'Amministrazione ha condiviso con piacere perché prosegue il cammino verso le fonti rinnovabili che costituiranno il nostro futuro”, ha detto l'assessore Montanucci. “Abbiamo aderito a questa iniziativa perché appartiene ad un filone che il Comune segue da anni, quello di creare una cultura del risparmio energetico e delle energie rinnovabili– ha aggiunto l'ing. Bonucci – In tempi non sospetti, il Comune ha avuto il coraggio di investire nelle rinnovabili realizzando una centrale idroelettrica sul fiume Tevere e un centro di educazione ambientale ed intendiamo proseguire su questa strada”. “L'Amministrazione Comunale punta molto sulle energie rinnovabili ed è impegnata a diffondere una nuova cultura, che parta dai giovani, e che ci consenta di adottare un approccio nuovo verso l'ambiente – ha aggiunto il sindaco Locchi – E' per questo che abbiamo approvato il nuovo Piano Energetico Ambientale Comunale che contiene le misure da intraprendere per ridurre le emissioni di Co2 in atmosfera ed incrementare il ricorso alle rinnovabili”. Il progetto “Energy Door” entrerà ora nel vivo della sua seconda ed ultima fase, che prevede la creazione da parte degli studenti di prototipi di macchine per il risparmio energetico che saranno poi oggetto di una mostra itinerante.

27/03/2015 14:13:14

Notizie » SLIDER Umbertide, successo per le Giornate Fai di Primavera

E' stata un successo l'edizione 2015 delle Giornate Fai di Primavera che ad Umbertide, grazie all'impegno del Gruppo Fai locale e di tanti volontari, ha visto aprire le porte del Castello di Civitella Ranieri e della badia di San Cassiano. Proprio il Castello, antica residenza dei nobili Ranieri, è stato letteralmente preso d'assalto, sfiorando i 1.900 ingressi; un vero e proprio boom si è registrato la domenica pomeriggio quando le visite sono state 1.179 con tanto di umbertidesi e turisti in coda per entrare al castello dove è stato possibile ammirare anche la collezione di antichi libri del conte Roberto Ranieri. Alla Badia di San Cassiano, piccolo gioiello di solito chiuso al pubblico, i visitatori sono stati invece 517. In totale nelle due Giornate di primavera sono state ben 2.386 le persone che hanno deciso di approfittare dell'iniziativa promossa dal Fondo Ambiente Italia e giunta quest'anno alla 23esima edizione che ha permesso di scoprire e riscoprire monumenti del territorio umbertidese spesso sconosciuti ai più. Come sempre le visite guidate sono state curate dagli studenti dell'istituto di istruzione superiore “Leonardo Da Vinci” che nelle vesti di apprendisti ciceroni hanno dimostrato di avere a cuore le bellezze di Umbertide e il patrimonio culturale del nostro Paese, che ha il diritto di essere difeso e salvaguardato. Quello con le Giornate Fai di Primavera è dunque un appuntamento che si rinnova, anno dopo anno, con sempre maggiore successo e che è reso possibile grazie all'impegno di tanti volontari. Il Gruppo Fai di Umbertide intende quindi ringraziare tutti i ragazzi ed i volontari che hanno contribuito alla riuscita dell'iniziativa, le docenti dell'Istituto superiore “Leonado da Vinci” Valentina Ricci Vitiani, Birghitta Roselletti e Catia Biscarini che hanno gestito e preparato oltre 80 ragazzi fra ciceroni ed accompagnatori, gli studenti del “Leonardo Da Vinci”, la famiglia Ranieri, la Civitella Ranieri Foundation insieme alla sua direttrice Dana Grace Prescott, che ha permesso di aprire le porte del Castello di Civitella ai visitatori, al coordinatore di programma Diego Mencaroni,  a Paola Serpolini e a Maurizio Bastianoni, la Diocesi di Città di Castello, il parroco don Gesualdo di Bernardo che ha aperto le porte della Badia di San Cassiano, Giorgio Veschi, Martina Pazzi, la Polizia Municipale e la Polizia Provinciale di Umbertide. 

27/03/2015 14:04:40

Cultura Pasqua in Altotevere: visite guidate al Museo di Santa Croce

C’è anche la visita guidata al Museo Santa Croce di Umbertide nel programma di “Pasqua in Altotevere”, iniziativa promossa dal Museo Diocesano di Città di Castello  che vede coinvolti i comuni di Città di Castello, Umbertide, Montone e Citerna, che è stata presentata questa mattina a Città di Castello.  Nel corso della conferenza stampa, a cui ha partecipato anche il sindaco di Umbertide Marco Locchi insieme ai colleghi di Montone Mirco Rinaldi e di Citerna Giuliana Falaschi, al vicesindaco di Città di Castello Michele Bettarelli, al vescovo della diocesi tifernate mons. Domenico Cancian e alla coordinatrice dell’iniziativa Catia Cecchetti, sono stati illustrati gli appuntamenti che caratterizzeranno il periodo pasquale nei musei di Città di Castello, Umbertide, Montone e Citerna attraverso visite guidate ed eventi culturali. “Pasqua in Altotevere” farà tappa al Museo Santa Croce domenica 26 aprile alle ore 16 con l’iniziativa “Tra arte e melodie”, visita guidata alla scoperta delle opere di Luca Signorelli, promossa in collaborazione con il Comune di Umbertide e Sistema Museo. “’Pasqua in Altotevere’ dimostra che grazie all’unione di intenti e alla collaborazione tra più comuni è possibile promuovere iniziative di spessore che sapranno valorizzare e promuovere ancora di più l’importante patrimonio culturale ed artistico di cui è ricco il territorio dell’Altotevere – ha affermato il sindaco Marco Locchi – Nello specifico al Museo Santa Croce sarà possibile ammirare le opere di artisti quali Luca Signorelli e il Pomarancio, ma per il 26 aprile sarà completata anche la sezione archeologica del museo, che verrà inaugurata l’11 aprile, e che conserva i bronzetti risalenti al VI-IV secolo rinvenuti a Monte Acuto, oltre a monete, ceramiche ed altri reperti di epoca romana e dell’antica civiltà degli Umbri”. La visita guidata è gratuita e per partecipare è necessaria la prenotazione.  

26/03/2015 18:09:10

Notizie » Società Civile Ritornano a Preggio i bambini della colonia Madonna delle Grazie

Anche se soltanto per un giorno, Preggio riavrà il collegio maschile della Colonia “Madonna delle Grazie” dove, nel periodo compreso tra il 1949 e il 1963, furono ospitatati tanti bambini poveri, disagiati, orfani, provenienti dall’Umbria ma anche da altre regioni italiane. L'occasione è il 30 maggio, anniversario della storica visita a Preggio dell'allora patriarca di Venezia Angelo Roncalli, poi diventato Papa ed oggi Santo, a cui è stata intitolata la piazza principale del borgo. Alla Colonia “Madonna delle Grazie”, di proprietà dell’Arcivescovato di Perugia, i bambini venivano ospitati per circa cinque anni, il tempo necessario a frequentare la locale scuola elementare. La gestione della Colonia era affidata alle “Suore della Provvidenza e dell’Immacolata Concezione”, aiutate da alcune signorine, giovani insegnanti anche di Umbertide. I bambini ospiti erano circa 80/85 con un'età compresa tra 6 e 12/14 anni e, insieme ai bambini di Preggio e dintorni, formavano le cinque classi elementari. Nel periodo estivo, terminata la scuola, chi non poteva tornare a casa restava nel collegio e l'unica vacanza era costituita da qualche giorno al mare alla “Colonia Stella Maris” di Senigallia, sempre di proprietà dell’Arcivescovato di Perugia. Quelli alla colonia sono stati anni difficili, lontano da casa e dagli affetti familiari ma la  durezza e la disciplina del collegio sono state superate grazie al sentimento di fratellanza che si era creato tra gli ospiti e all'accoglienza degli abitanti di Preggio. Una data importante per tutti i bambini della colonia è stata il 30 maggio del 1955 quando venne a Preggio l’allora Patriarca di Venezia, Angelo Roncalli per ringraziare la popolazione locale e le maestranze del collegio per aver ospitato alcuni bambini di Adria, trasferitisi lì dopo l’alluvione del Polesine del 1951. È proprio per celebrare il 60 anniversario di questo storico evento che si è formato un Comitato degli ex bambini della Colonia, oggi persone di settant'anni e più, che sta organizzando insieme alla Proloco di Preggio un raduno degli ex bambini della Colonia. L'appuntamento sarà per il prossimo 30 maggio quando gli “ex bambini” della colonia si rivedranno dopo tanti anni, magari senza riconoscersi nell'aspetto, ma  sicuramente riconoscendosi nei racconti di ciascuno di loro. Per l'occasione, nella piazza centrale di Preggio, piazza San Giovanni XXIII, verrà anche apposta una targa a ricordo della presenza in paese dei bambini e come ringraziamento per l’ospitalità ricevuta. Sarà quindi una giornata importante per tutta la comunità di Preggio e soprattutto per gli ex bambini della colonia che hanno invitato a partecipare all'evento anche il cardinale Gualtiero Bassetti e Papa Francesco. Per informazioni è possibile contattare il Comitato nella persona di Oscar Marta 330924325, Pierini Monaldi 3386428517 oppure il presidente della Pro Loco Alberto Bufali 3483004785 o proloco@preggio.info. 

26/03/2015 10:41:01

Cultura Al via la prima edizione di Biennart

Sabato 28 marzo si inaugura alle ore 10.30 ad Umbertide presso la Rocca-Centro per l’arte contemporanea, alle ore 15.30 a Montone presso il centro museale San Francesco e alle ore 18 a Pietralunga presso il centro espositivo Sant’Agostino la prima edizione della biennale internazionale d’arte in Umbria “Biennart: arte e territorio”. In mostra 160 opere di artisti provenienti da 20 nazioni, ospitate a Umbertide, Montone e Pietralunga in ben 5 location diverse, per quello che sarà l'evento culturale più importante del 2015 nel nostro territorio. L'iniziativa nasce dall’incontro di idee e comuni intenti tra l'art director Roberto Guccione con l’artista Emanuele Ventanni. L’intento e il fine della biennale sono quelli tesi a creare una rete di opportunità, attraverso cui l’artista abbia visibilità, verifiche e possibilità di incontro con altri artisti. La biennale auspica inoltre una rinascita dei movimenti artistici attraverso sollecitazioni sostenute dalla volontà nel ridare dignità e giusto valore a questo ambito che tanto nobilita l’uomo. L'iniziativa è stata voluta dai sindaci di Umbertide Marco Locchi, di Pietralunga Mirko Ceci e di Montone Mirco Rinaldi, col supporto della Provincia di Perugia, che hanno creduto nel progetto mettendo a disposizione dei siti di particolare bellezza e storia. Molto importante la collaborazione con il Comune siciliano di Modica, che è partner della manifestazione, per volontà del sindaco Ignazio Abbate e dell’assessore Rita Floridia. Una collaborazione che sfocerà in un gemellaggio con i 3 Comuni umbri per quanto riguarda la cultura e i prodotti di eccellenza del comparto agroalimentare. L'iniziativa gode della collaborazione di tutti gli ambasciatori che rappresentano le nazioni ospiti. Nomi importanti della culturale italiana hanno dato il proprio apporto. Tra questi artisti di calibro nazionale come Luca Alinari e Riccardo Benvenuti; il maestro Emanuele Ventanni, che ha curato i rapporti con le istituzioni; Andrea Baffoni, critico ufficiale della Biennale; il critico d’arte Stefania Maggiulli Alfieri, che ha collaborato nel curare le note critiche degli artisti; Maria Horvatova, critico e storico dell’arte, segretario generale degli artisti slovacchi; Mariagrazia Cianciulli, dirigente del ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, che ha contribuito alla progettazione dell’evento; Luigi Corteggi (Bonelli editore), che con la sua autorevole presenza onora gli artisti; la gallerista Lucia Rocca, persona di cultura che aiuterà gli artisti nella pubblicizzazione delle opere; Marco Guccione, che ha curato l’organizzazione informatica e i rapporti con tutti gli artisti. Numerosi sponsor hanno contribuito all’evento di “Biennart”, definita da Andrea Baffoni “una scommessa, un’utopia possibile, un piccolo sogno che si realizza. Una volontà che unisce venti nazioni, due regioni, quattro comuni, centosessanta artisti, e una mostra d’arte che non si preoccupa degli stereotipi”. La biennale presenta un ricco catalogo di 255 pagine che contiene le opere in mostra con le schede degli artisti.

26/03/2015 10:31:23

Sport Ultimo impegno casalingo della regular season per Acqua&Sapone Umbertide

Dopo la débâcle di Schio, il cammino del campionato riprende subito con il turno infrasettimanale valido per la 25^ giornata di campionato. Sarà l’ultima uscita di fronte al pubblico amico per quanto concerne la regular season per Acqua&Sapone Umbertide e l’avversaria che scenderà al PalaMorandi non sarà certo delle più semplici. Con Gesam Gas Lucca sarà infatti un vero e proprio spareggio determinare le posizioni tra la 5^ e la 7^ della griglia play-off. Le toscane, che al momento seguono Umbertide di 2 punti in classifica ma hanno il vantaggio dello scontro diretto in virtù del 63-57 dell’andata, sono una squadra ostica e molto difficile da affrontare, che fa della difesa e dell’intensità nella propria metà campo il suo marchio di fabbrica. Il capitano Martina Crippa è stata anche fin qui la trascinatrice della squadra, autrice di una stagione di altissimo livello, tra le migliori se non la migliore italiana del campionato fin qui. Le tre straniere sono la lunga statunitense Kayla Pedersen, mano morbida, anche se nelle ultime stagioni ha subito un’evoluzione che l’ha portata a diventare sempre più interna nel suo gioco, il pivot bosniaco Nikolina Milic, classe 1994, che è cresciuta notevolmente nel corso della stagione aggiungendo solidità al suo talento, e la slovena Eva Komplet, giocatrice che spesso passa sotto traccia ma è sempre autrice di molte giocate utili per la squadra. In cabina di regia si alternano la giovane Erica Reggiani ed Elisa Templari, cui si aggiunge Veronica Perini, arrivata a gennaio da La Spezia. Nel settore lunghe dalla panchina escono l’umbra Elisa Ercoli, a pochi chilometri dalla sua natia Gualdo, e Alice Richter. Per Umbertide sarà importantissimo riuscire a far girare bene palla, ad avere pazienza nell’attaccare la difesa lucchese, che spesso si schiererà anche a zona, senza perdere palle banali, e al contrario cercare di mettere quanta più intensità possibile nella propria metà campo, per riuscire a sfruttare le poche occasioni di correre che i ritmi lenti di Lucca possono concedere. La palla a due sarà alzata alle ore 20,30 al PalaMorandi. Arbitri Gianluca Gagliari di Frosinone, Giampaolo Marota di Ascoli Piceno e Silvia Marziali.

25/03/2015 11:24:42

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy