Notizie » Economia Montone: pubblicato il rendiconto finanziario 2014

Riceviamo e pubblichiamo Il Consiglio comunale di Montone in data 29/4/2015 con il voto favorevole della maggioranza ha approvato il Rendiconto dell’esercizio finanziario 2014, che nonostante i rilevanti tagli dei trasferimenti dello stato (per l’anno 2014 circa 70.000 euro) si è chiuso con un avanzo della gestione di competenza di circa 4.000 euro ed un avanzo di amministrazione di circa 44.000 euro. È stata quanto mai necessaria un’attenta valutazione, per poter reperire le risorse necessarie a compensazione del minor gettito; l’azione si è sviluppata e realizzata attraverso i tagli alla spesa (riduzione delle spese per l’acquisto di beni e servizi), l’introduzione della TASI, la revisione di alcune tariffe locali ed il recupero dell’evasione fiscale. In particolare sono state ridotte le spese per la telefonia mobile mediante revisione dei contratti in essere, i contributi sono stati assegnati alle sole associazioni che svolgono in maniera continuativa la loro attività per la comunità montonese ed  è stata ottimizzata la gestione della mensa e del trasporto scolastico. E’ stato inoltre rispettato il patto di stabilità evitando quindi le sanzioni conseguenti ad un eventuale sforamento dello stesso. Sono state adottate misure organizzative atte a garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per acquisti di beni servizi e forniture che hanno permesso  di realizzare un indicatore dei tempi medi di pagamento pari a -7,16 giorni (90 giorni limite massimo per l’anno 2014). Il limite di indebitamento per mutui o prestiti si è ridotto al 2,88%  contro un limite massimo previsto dalla normativa vigente pari all’8%. “In previsione di ulteriori tagli che saranno operati  dal governo centrale, abbiamo agito con particolare prudenza ed oculatezza, soprattutto riguardo alle spese di gestione” commenta Mirco Rinaldi, sindaco di Montone. “Abbiamo creduto necessario agire con estrema essenzialità e ciò ci ha  permesso di ottenere un avanzo di gestione di € 44.000,00” conclude.   Il Sindaco (Mirco Rinaldi)

07/05/2015 18:55:05

Cultura Gran finale per la rassegna Raccordi

Si è conclusa con un omaggio ai trent'anni di storia del Centro Studi Danza la rassegna “Raccordi” che al Teatro dei Riuniti ha proposto quattro serate dedicate alla danza contemporanea con l'esibizione di maestri e compagnie di fama nazionale ed internazionale. Sabato 2 e domenica 3 maggio è andato in scena il gran finale con uno spettacolo innovativo e affascinante che ha visto il pubblico percorrere i sotterranei della Rocca per ammirare oggetti e costumi che raccontavano i trent'anni di storia del Centro Studi Danza, fino ad arrivare al Teatro dei Riuniti dove si sono esibiti maestri e ballerini professionisti. Il viaggio nella storia della danza umbertidese è iniziato dalla Rocca, dove era stata allestita una mostra celebrativa dei trent'anni della scuola diretta da Maria Paola Fiorucci; tra costumi, tutù e oggetti di scena, la storia del Centro Studi Danza ha preso letteralmente vita, con le ballerine del laboratorio “Il Corpo” diretto dalla coreografa internazionale Alessia Gatta che hanno messo in scena una performance live itinerante, danzando tra gli oggetti in mostra e accompagnando, passo dopo passo, il pubblico verso il “passaggio segreto” che lo ha condotto all'interno del Teatro dei Riuniti. A teatro gli spettatori sono stati accolti con un aperitivo e la proiezione del video “Trentennitudine” realizzato da Fabio Galeotti ha fatto loro compagnia in attesa della seconda parte dello spettacolo che ha visto salire sul palco ballerini professionisti e maestri di fama internazionale, tra cui Roberto Costa Augusto, Mattia Maiotti e Jenny Mattaioli, che con la loro esibizione hanno reso omaggio ai trent'anni di storia del Centro Studi Danza.

06/05/2015 18:00:57

Notizie » SLIDER Il 24 maggio in marcia per dire no alla guerra

L'Anpi e il Coordinamento per la pace Umbertide- Montone -Lisciano Niccone hanno organizzato per domenica 24 maggio la seconda edizione della Marcia per la Pace “La memoria cammina con noi”. Dopo la marcia del 29 giugno 2014 con la quale sono state commemorate le vittime degli eccidi di Serra Partucci e Penetola, a cent'anni dallo scoppio della prima guerra mondiale e a 70 anni dalla liberazione dell'Italia dall'occupazione nazifascista, il 24 maggio prossimo, anniversario dell'entrata in guerra dell'Italia, si tornerà a marciare per dire “basta” ai conflitti e alle violenze che purtroppo interessano ancora gran parte del mondo. L'iniziativa, che gode del patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comuni di Umbertide, Montone, Lisciano Niccone e Pietralunga, è stata accreditata dalla Presidenza del Consiglio del Ministri – Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale ed è inserita nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima guerra mondiale. Domenica 24 maggio quindi la memoria della prima guerra mondiale e della lotta di liberazione si unirà alla memoria di tutte le guerre che si sono succedute in questi cent'anni; la marcia sarà l'occasione per riflettere sui tanti conflitti ancora in essere in molte parti del mondo, per denunciare il “silenzio complice” della comunità internazionale, per chiedere a gran voce il riconoscimento del diritto umano alla pace, per gettare le basi per una nuova cultura basata sul dialogo e sulla fraternità. Il percorso della seconda edizione della marcia “La Memoria cammina con noi” collegherà simboli importanti per Umbertide; si partirà alle ore 9 da San Faustino, scendendo per San Benedetto e percorrendo via dei Patrioti fino a raggiungere intorno alle ore 12 il Club Cremona, dove verranno inaugurati il Parco Cremona e il monumento eretto al centro dell'area verde in memoria dei caduti umbertidesi nella prima guerra mondiale. Si collegheranno quindi le storie dei partigiani della Brigata proletaria d'urto “San Faustino” e del gruppo di San Benedetto con la via che ad Umbertide ricorda i caduti della Grande Guerra e il Club Cremona, fondato dai volontari umbertidesi che combatterono nel Gruppo Cremona. Una marcia di 9,6 km, immersa nel verde delle campagne fino ad arrivare al cuore di Umbertide, per ricordare le vittime di quella che fu “un'inutile strage” e, attraverso loro, ribadire la necessità e il dovere di salvare le future generazioni dal flagello della guerra, nella consapevolezza che i conflitti non iniziano subito con le armi, ma camminano nell'indifferenza, nell'intolleranza, nella disuguaglianza e in tutte quelle azioni e parole che cancellano la dignità umana e i diritti fondamentali della persona e che minano la pace.

06/05/2015 17:48:34

Cultura Alla biblioteca comunale di Umbertide incontro con la scrittrice Valeria Di Felice

Sabato 16 maggio alle ore 18 presso la biblioteca comunale di Umbertide, nell’ambito della nuova programmazione di appuntamenti per promuovere la lettura e i libri, si terrà un incontro con Valeria Di Felice, scrittrice ed editrice. “L’Antiriva” è il suggestivo titolo scelto per l’evento (titolo ripreso dal recente libro di poesie della Di Felice); poesia, letteratura, attività editoriale, ricchezza letteraria di altri paesi saranno i temi dell’incontro. L’appuntamento è stato promosso dagli Amici della Biblioteca di Umbertide, dall’Assessorato alla cultura del Comune di Umbertide e dall’associazione ANOLF – Associazione nazionale oltre le frontiere – UMBRIA. Valeria Di Felice nel 2010 fonda la Di Felice Edizioni con sede a Martinsicuro (Teramo), casa editrice che vince il Premio Impresa Rosa d’Abruzzo nel 2012, il Premio dell’Editoria Abruzzese “Città di Roccamorice” e il Premio all’Alto Merito Sociale dell’AICS e del Consolato di El Salvador nel 2013. Nell’ambito dell’attività editoriale collabora anche con altre case editrici come prefatrice. È ideatrice del Martinbook Festival, di cui ha curato le prime quattro edizioni, e del Premio Letterario Internazionale “Città di Martinsicuro”. Nel 2011 è stata Presidente dell’Associazione Culturale Martinbook. Nel 2012 è stata nominata Presidente Regionale della Universum Abruzzo e Membro del Consiglio Federale della Universum Switzerland. Dal 2012 è membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Editori Abruzzesi. Ha pubblicato il saggio Uomini tra realtà e immaterialità (2007), l’audiolibro Nudi abissi (2011) e la silloge L’antiriva (2014). Le sue poesie sono state tradotte in arabo a cura del prof. Reddad Cherrati e pubblicate in Marocco e nel Kuwait.

06/05/2015 17:42:47

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy