Attualità » Primo piano Marcia per la Pace da San Faustino a Umbertide: il programma

Riceviamo e pubblichiamo A cento anni dall’entrata in guerra dell’Italia   A 70 anni dalla Liberazione   LA MEMORIA CAMMINA CON NOI MARCIA PER LA PACE da San Faustino a Umbertide   DOMENICA 24 maggio 2015   Programma   Ore 9,00 Abbazia di San Faustino (Pietralunga) Saluto delle autorità Le ragioni della Marcia Intervento del Comitato promotore   Ore 9,15 Partenza della Marcia   Percorso: Abbazia di San Faustino - Strada Provinciale 203 di San Benedetto I e II tratto direzione Umbertide – Via Dei Patrioti – Club Cremona   Con la partecipazione della Banda Cittadina di Umbertide   Ore 12,00 - Arrivo a Umbertide presso il Club Cremona   Inaugurazione del Monumento per la pace e del giardino Cremona. Commemorazione delle vittime di tutte le guerre - Ricordo dei caduti Umbertidesi della prima guerra mondiale Intervento del Sindaco di Umbertide e del Coordinamento per la Pace Umbertide – Montone – Lisciano Niccone Riflessioni sulla Guerra e sulla Pace a cura dei ragazzi del Campus Leonardo Da Vinci   Pomeriggio al Club Cremona   Dalle Ore 16,00 fino alle ore 24,00 – Musica per la Pace   Ore 17,30 – L’Amministrazione Comunale consegnerà pergamene ricordo ai familiari delle vittime della seconda guerra mondiale         Informazioni utili per partecipare alla marcia   Per raggiungere il luogo di partenza della Marcia (Abbazia di San Faustino) i partecipanti sono invitati ad utilizzare il servizio di trasporto gratuito predisposto dal comitato organizzatore.   La partenza è prevista alle ore 8.00 dal parcheggio di Piazza Caduti del Lavoro di Umbertide (difronte al Club Cremona e alla Rocca). Ringraziamo i proprietari dei pulmini che si sono resi disponibili.   Chi non riuscirà ad essere presente alle ore 8.00 potrà organizzarsi per proprio conto tenendo presente che: potrà raggiungere il luogo di partenza facendosi accompagnare e riportando via le auto. Vi preghiamo di organizzarvi in modo che ogni auto sia al completo, la strada per raggiungere San Faustino è stretta quindi meno mezzi transitano e meglio è. potrà andare incontro alla marcia passando per la strada Provinciale 203 di San Benedetto e parcheggiare in località San Leo, considerando che dalle ore 9,40 circa non ci sarà più possibilità di raggiungere San Leo in quanto è previsto per quell’ora l’arrivo della marcia San Leo. (circa 15 minuti di auto da Umbertide).   Chiediamo a tutti la massima collaborazione! GRAZIE!   Per il pranzo sarà possibile usufruire, al prezzo di € 15.00, dei seguenti ristoranti (si consiglia ai partecipanti di prenotare entro giovedì 21 maggio onde evitare di non trovare posto)     Locanda Appennino – Umbertide Via L. Grilli 19/21 Tel. 334.3536585 e.mail locanda333@hotmail.it   Locanda di Nonna Gelsa – Niccone Via Caduti di Penentola, 31 Tel. 349.0846668 -  075.9410699  e.mail info@locandadinonnagelsa.com   Ristorante Bar La Rocca – Umbertide Piazza Caduti del Lavoro, 4 Tel. 075.9411828 – 346.3644580   Ristorante Il Capponi – Umbertide Piazza XXV Aprile, 19 Tel. 329.0172127 e.mail info@ristorantecapponi.com   Ristorante Cacio e Pepe – Umbertide Via Palmiro Togliatti, 2 Tel. 340.2450891   Ristorante – Pizzeria – Bisteccheria – Casagrande – Umbertide Via Madonna del Moro, 30/B Tel. 075.9413014 – 339.5281998 e.mail vale.capecci@alice.it   Ristorante – Pizzeria – Pomarancio – Umbertide Via Gabbiotti, 14 Tel. 075.9415886 – 3382528584 e.mail info@ristorantepomarancio.it   Ristorante San Giorgio – Umbertide Via Mancini 3 Tel. 075.9412944 e.mail info@ristorante-sangiorgio.it   Ristorante – Vineria  - C’era una Volta – Umbertide Via Martiri dei Lager, 2 Tel. 075.9412641 – 3475174651 e.mail ceraunavoltaumbertide@gmail.com   Ristorante Zibù – Umbertide Via L. Grilli, 63 Tel. 075.9412008 e.mail ristorantezibu@outlook.com   In occasione della Marcia anche gli agriturismi della zona hanno aderito facendo prezzi speciali, compreso il Resort San Faustino luogo della partenza, si possono trovare le offerte collegandosi alla pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Coordinamento-per-la-Pace-Umbertide-Montone-Lisciano-Niccone/253376291495902

09/05/2015 14:04:26

Attualità » Primo piano Gli studenti del Da Vinci di Umbertide incontrano l'Avis

Mercoledì 29 aprile si è tenuto presso l’aula magna “Marcella Monini” del Campus “Leonardo da  Vinci”  un importante incontro tra gli studenti e la sezione Avis di Umbertide. L’incontro è inserito nell’ambito dell’attività di promozione della salute e del ben-essere che è da sempre parte integrante della Offerta formativa dell’Istituto attraverso la Commissione educazione alla salute. Questo appuntamento è stato l’ultimo di una serie che tutte le classi IV hanno avuto con le associazioni di volontariato del territorio per la sensibilizzazione e la promozione della cittadinanza attiva nei suoi vari aspetti. La conoscenza della attività dell’Avis è annualmente proposta ed attivata proprio nella consapevolezza dell’importanza della promozione del senso della donazione in generale e del sangue in particolare.  Erano presenti Fiorella Belia, presidente della sezione Avis di Umbertide, la dott.ssa Elisabetta Agea del servizio trasfusionale, alcuni ex studenti donatori di sangue (Luca Minelli e Nazar Haliv), studenti  delle classi V dell’Istituto neo donatori , il prof. Guido Lamponi che da sempre ha promosso l’attività e docenti dell’Istituto. AI ragazzi delle classi IV, che ormai compiendo 18 anni sono tutti in età di possibile donazione, è stata fornita un'informazione a tutto campo: la dott.ssa Agea ha illustrato in modo chiaro ed esaustivo gli aspetti medici e clinici della donazione e i requisiti del donatore, la presidente Belia gli obiettivi e l’attività dell’Avis mentre i ragazzi hanno portato la loro personale testimonianza sul perché essere donatori e sui motivi delle loro scelte. Il prof. Lamponi (ormai da quest’anno ex docente dell’Istituto ma sempre valido aiuto nelle attività progettuali) ha evidenziato la valenza formativa dell’essere donatori che ha sempre promosso nel corso della sua attività di insegnamento. L’incontro è stato davvero coinvolgente con ottimo riscontro da parte dei ragazzi che, oltre a partecipare attivamente con le loro domande, hanno poi richiesto molti moduli per la possibile iscrizione all’Avis. L’attività dell’ Avis è infatti radicatissima nel territorio umbertidese dove a livello familiare quasi tutti hanno un donatore; l’obiettivo costante è quello di raggiungere sempre un maggior numero di donatori specialmente di plasma per coprire tutte le richieste. La sinergia con la scuola è in questo senso importantissima perché è anche e soprattutto in questa sede che si può fare formazione per le giovani generazioni, sensibilizzare ed illustrare sempre più l’importanza di questo gesto che nella totale gratuità diventa vitale per chi sta soffrendo. Riuscire a far riflettere i giovani sulla bellezza del donare, riuscire a calarsi “nei panni” di chi soffre nella consapevolezza della nostra interdipendenza, promuovere l’aiuto reciproco, è quello che la scuola e l’Avis stessa cercano di trasmettere ai ragazzi. E dalle loro risposte ed entusiasmo il messaggio è davvero arrivato.

08/05/2015 15:27:14

Notizie » Politica Umbertide Cambia: nuovo ruolo per i Consigli di Quartiere

Riceviamo e pubblichiamo da Umbertide Cambia Non un voto contro le persone candidate, ma una astensione che ha un duplice significato: contestare le modalità di nomina dei consigli di quartiere e sollecitare una immediata modifica del regolamento che ne organizza il funzionamento, dando loro maggiore peso ed incisività. Umbertide cambia sintetizza così la posizione assunta in Consiglio Comunale rispetto alla nomina dei nuovi Consigli di Quartiere. “Occorre – ha detto Stefano Conti, consigliere comunale del movimento civico - uscire dall’idea dei consigli di quartiere intesi come proiezione dell’Amministrazione e dei partiti sul territorio, cioè come una sorta di rete di controllo, per farne invece un reale strumento di partecipazione, responsabilità sociale ed impegno civico. In questo senso abbiamo proposto di dotare questi organismi di maggiori funzioni e specifiche disponibilità finanziarie. Se dunque si intende veramente investire su questo strumento – ha aggiunto il consigliere di Umbertide cambia - è necessaria una modifica del regolamento, prevedendo anche la partecipazione di minori (16 anni), che avrebbero così la possibilità di fare una importante esperienza civica, e di cittadini stranieri, che potrebbero in tal modo dimostrare concretamente la loro intenzione di condividere una responsabilità nella organizzazione della comunità. Infine, è necessario consentire la partecipazione dei consiglieri comunali alle riunioni dei consigli nonchè prevedere un incontro periodico, almeno semestrale, tra i consigli di quartiere ed il consiglio comunale al fine di evidenziare le specifiche problematiche e le proposte operative”.

08/05/2015 14:07:42

Notizie » SLIDER Ospedale: attivata la nuova Rsa

Il 4 maggio è stata attivata la nuova RSA (Residenza Sanitaria Assistita) dell’ospedale di Umbertide con dieci posti letto, di cui tre già occupati, dedicati a quei pazienti per i quali non c’è la necessità di prolungare il ricovero ospedaliero ma che non sono ancora pronti per tornare al domicilio in quanto clinicamente complessi, con necessità di valutazioni multidisciplinari, di ulteriori cure o controlli clinici, di riabilitazione per il ripristino dei livelli di autosufficienza, di assistenza infermieristica estensiva non domiciliare o anche di riorganizzazione del contesto familiare. Venerdì 8 maggio il direttore generale della USL Umbria 1 ha visitato la nuova RSA insieme al sindaco di Umbertide, che ha sempre seguito attivamente ogni fase della sua realizzazione, dai lavori di manutenzione e strutturali fino all’arrivo degli arredi. Collocata al secondo piano nella parte antica dell’ospedale, la struttura si compone di 5 confortevoli camere con bagno e di un’ampia sala ristoro con televisore. Tutte le camere sono dotate di tv e di letti evoluti, con movimentazione elettrica a tre snodi. Nell’ambito della RSA l’azienda sanitaria si fa carico del comfort alberghiero e del personale infermieristico e socio-sanitario dedicato che è stato incrementato di 7 unità (4 OSS e 3 infermieri, mentre la coordinatrice è in comune con l’unità operativa di medicina), garantendo anche la consulenza dei medici ospedalieri specialisti e l’attività diagnostico-terapeutica che si avvale dei servizi esistenti nell’ospedale. La gestione clinica dei pazienti è invece affidata ai medici di medicina generale, che si sono già confrontati con la direttrice del Distretto Alto Tevere, Daniela Felicioni, apprezzando, anche sulla base delle prime esperienze di Città di Castello, questo tipo di offerta assistenziale intermedia e flessibile con accesso ai medici di famiglia e ai familiari. Questi nuovi 10 posti letto vanno ad ampliare l’offerta assistenziale intermedia della USL Umbria 1 che così comprende complessivamente 134 posti letto in tutta l’azienda: 44 posti letto a Perugia nella residenza Seppilli (ex Grocco), 20 nella Casa della Salute di Marsciano, 8 all’ospedale a Pantalla, 10 all’ospedale di Città della Pieve, 12 all’ospedale di Assisi, 16 all’ospedale di Città di Castello, 14 all’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino e gli ultimi 10 all’ospedale di Umbertide. “La RSA – ricorda il direttore Giuseppe Legato - è un servizio di livello e intensità assistenziale intermedia, capace  di garantire l’integrazione e la continuità delle cure tra il livello ospedaliero, territoriale e domiciliare e al tempo stesso una maggiore appropriatezza del ricovero ospedaliero, con riduzione dei tempi di degenza e dei posti letto che devono restare riservati ai pazienti acuti”. Il ricovero in RSA ha come obiettivo finale il recupero dell’indipendenza del paziente e il rientro al proprio domicilio, ed ha una durata che va dai 30 ai 60 giorni.

08/05/2015 13:54:38

Attualità » Primo piano Save Energy: la scuola primaria di Riosecco si aggiudica l'edizione 2015

E' stata la scuola primaria di Riosecco (Città di Castello) ad aggiudicarsi la seconda edizione di “Save Energy”, il concorso per le scuole promosso da AIMET – Azienda Intercomunale Metano Energie del Territorio s.r.l. - e patrocinato dai Comuni di Umbertide, San Giustino, Montone e Corciano. Questa mattina presso il Centro socio culturale San Francesco si è tenuta la cerimonia di premiazione alla presenza del presidente di Aimet Matteo Baldelli, del vicepresidente Paolo Pompei e dell'amministratore delegato Patrizio Nonnato. Presenti anche il vicesindaco di Montone Roberto Persico, l'assessore comunale di Umbertide Cinzia Montanucci, l'assessore comunale di San Giustino Elisa Mancini e l'on. Giampiero Giulietti, ma soprattutto erano presenti le delegazioni delle scuole che hanno partecipato al concorso, che si poneva come obbiettivo principale quello di sensibilizzare le nuove generazioni ad un utilizzo più consapevole delle risorse energetiche. In tutto l'iniziativa ha coinvolto oltre 500 studenti provenienti da 28 classi di 11 scuole del comprensorio altotiberino, dalla primaria (plessi di Montone, Verna, Pierantonio, Riosecco e scuola “Di Vittorio” di Umbertide), alla secondaria di primo grado (Pierantonio, Mavarelli-Pascoli di Umbertide, Istituto comprensivo “Leonardo Da Vinci” di San Giustino, Istituto comprensivo “Burri” di Trestina), fino agli istituti superiori (Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide e Istituto Patrizi-Baldelli-Cavallotti di Città di Castello). “Tutti i lavori presentati meritavano di essere premiati – ha affermato il presidente di Aimet Baldelli – soprattutto perché ci hanno dimostrato quanto le nuove generazioni siano sensibili ai tempi ambientali. Dai progetti portati avanti a scuola si evince che i bambini ed i ragazzi hanno compreso, molto più degli adulti, l'importanza di un uso consapevole delle risorse energetiche”. “Quest'anno il concorso ha avuto un grande successo, con la partecipazione di ben 11 scuole e oltre 500 studenti che hanno avuto l'opportunità di riflettere su temi di stretta attualità come quelli del risparmio energetico e del consumo consapevole – ha aggiunto l'amministratore delegato Nonnato – Questo per Aimet significa stare vicino al territorio, contribuendo a sostenere le scuole e a sensibilizzare le giovani generazioni sulle tematiche energetiche”. Variegati e divertenti i lavori presentati dalle varie scuole, dalla realizzazione di giocattoli con materiali di recupero al fumetto sul fenomeno della combustione del metano, dai disegni agli slogan pubblicitari sull'energia pulita, dai filmati che denunciano le temperature troppo elevate in classe alla canzone rap sulle buone pratiche per risparmiare energia. Proprio la canzone rap cantata dai bambini del plesso di Riosecco del Secondo Circolo di Città di Castello, che si sono esibiti dal vivo con tanto di occhiali da sole e cappellino che Aimet ha distribuito a tutti gli studenti presenti, si è aggiudicata il primo posto, vincendo la seconda edizione di “Save Energy”. Al secondo posto si è invece classificata la scuola secondaria di primo grado dell'Istituto comprensivo “Leonardo Da Vinci” di San Giustino con il fumetto di Oxigen e Metanix che spiega come avviene la combustione del metano, mentre il terzo posto se lo sono aggiudicati gli studenti della III B della scuola media Mavarelli-Pascoli di Umbertide con il video “Estate in III B”, dove immaginano la classe trasformarsi in meta prediletta delle vacanze estive a causa del gran caldo, denunciando così lo spreco del consumo di metano. I ragazzi dell'indirizzo agraria dell'Istituto Patrizi-Baldelli Cavallotti di Città di Castello hanno invece individuato su una planimetria della città le possibili applicazioni di fonti di energia rinnovabili, conquistandosi così il quarto posto, mentre i bambini della scuola primaria “Di Vittorio” di Umbertide hanno sperimentato le varie forme di energia realizzando un elettroscopio, un generatore multiplo di corrente e un prototipo di casa ecosostenibile, chiudendo quindi la classifica al quinto posto Alle cinque scuole premiate sono stati consegnati buoni per l'acquisto di materiale didattico per un totale complessivo di 4.000 euro.

07/05/2015 21:18:41

Attualità » Primo piano Al Teatro dei Riuniti musica e live painting per l'associazione Avanti Tutta

Fa tappa al Teatro dei Riuniti lo spettacolo dell'Ensemble Almas che insieme a Massimo Moretti darà vita ad un live painting con un unico scopo, quello di raccogliere fondi a favore dell'associazione “Avanti tutta onlus” di Leonardo Cenci, da anni impegnata a promuovere l'affiancamento dell'attività sportiva e motoria alle terapie per la cura di malattie oncologiche che sembrano inguaribili ma che, fortunatamente, si possono anche sconfiggere. Sabato 9 maggio quindi alle ore 21.15, salirà sul palco dei Riuniti l'Ensemble Almas, nato nel 2013 dalla volontà di tre musicisti di diffondere l'amore per la musica; Daniele Marinelli alla chitarra classica, Manuel Magrini al pianoforte e la soprano Lavinia Pulci, accompagnati dal quintetto d'archi composto da Michele Tremamunno (primo violino), Elena Inei (secondo violino), Livia de Paolis (viola), Andrea Rellini (violoncello) e Federico Passaro (contrabbasso), proporranno un repertorio musicale di tradizione portoghese, sconosciuto a molti, chiamato Fado, musica in grado di toccare le corde più profonde dell'anima. Il cerchio di emozioni sensoriali suscitate dall'Ensemble Almas e dal riarrangiamento di alcuni brani del gruppo portoghese Madredeus e di standard di Bossa nova, sarà poi completato dall'inserimento del Live Painting, una forma di spettacolo arte visiva che vedrà un giovane artista umbro comporre dal vivo la propria opera d'arte seguendo solo le sensazioni ispirate dalla musica.  L'opera d'arte realizzata durante il live painting verrà poi messa all'asta e il ricavato  sarà devoluto all'associazione “Avanti tutta Onlus” di Leonardo Cenci; inoltre all'ingresso del teatro ci sarà un boxavantitutta! per chi volesse contribuire a sostenere l'associazione di Leonardo Cenci. Per informazioni e biglietti 340 5649375. 

07/05/2015 20:27:16

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy