Notizie » SLIDER Fate i Secchioni: premiati i vincitori

Sono state premiate questa mattina presso il Centro socio-culturale San Francesco le scuole umbertidesi che hanno partecipato al progetto didattico “Fate i secchioni! L'arte del riciclo” promosso da Gesenu spa in collaborazione con il Comune di Umbertide. Sono stati oltre 2.000 gli studenti che hanno preso parte al concorso che ha coinvolto le scuole di ogni ordine e grado, dall'infanzia all'istituto di istruzione superiore. Il progetto didattico consisteva nel personalizzare e graficizzare i contenitori in cartone per la raccolta della carta e della plastica consegnati alle varie classi, consentendo agli studenti di dare libero sfogo alla propria fantasia e creatività, ma soprattutto sensibilizzando le nuove generazioni alla differenziazione e al riciclo dei rifiuti. Così questa mattina Laura Marconi, responsabile del progetto di Gesenu, alla presenza del sindaco e dell'assessore all'Ambiente del Comune di Umbertide, ha provveduto a consegnare i premi, congratulandosi con gli studenti per i lavori svolti. Armati di pennarelli, matite, tempere e bombolette spray, bambini e ragazzi hanno infatti colorato e decorato i contenitori in cartone, dando vita a vere e proprie opere d'arte che porteranno un'ondata di colore e di allegria in classe, lanciando al contempo un chiaro messaggio: riciclare è fondamentale per rispettare l'ambiente e consegnare un mondo più pulito alle generazioni future. Per le scuole primarie, al primo posto si è classificata la scuola “Garibaldi”, seguita dalla “Di Vittorio” mentre sul gradino più basso del podio è salita la scuola primaria di Lisciano Niccone. Un premio speciale è stato poi consegnato alle scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Pierantonio che hanno deciso di lavorare insieme e presentare un unico progetto. Per la scuola secondaria di primo grado, è stato premiato l'istituto comprensivo Umbertide – Montone – Pietralunga mentre per le scuole superiori sono stati premiati gli studenti dell'Istituto “Leonardo Da Vinci”.

13/05/2015 15:05:40

Cultura Umbertide: successo per la rassegna di cori giovanili

Sabato 9 maggio presso la chiesa di Cristo Risorto si è svolta la quarta rassegna di cori giovanili “Città di Umbertide”, organizzata dal Piccolo Coro Ebe Igi. La rassegna è un momento di scambio ed ascolto reciproco, un’occasione per mostrare come ciascuno degli intervenuti coltivi la passione per il canto e la musica accostandosi a repertori articolati e differenziati. Il concerto è stato introdotto dalla ormai esperta Cinzia Santarelli. Il Piccolo Coro Ebe Igi, composto da bambini tra i 7 e i 12 anni che si riunisce una volta alla settimana nei locali del nuovo spazio per la musica del Centro San Francesco, ha presentato un applaudito programma, eseguendo brani tratti dal film d’animazione “Frozen” e dalla commedia musicale  “Forza venite gente”; inoltre nel brano “Ninna nanna” di J. Brahms è stato possibile vedere all’opera due giovani flautiste, Anna Cacchiata ed Elena Sonaglia, insieme al maestro Fiorucci alla fisarmonica e sotto la direzione di Ilaria Santarelli. A seguire si sono esibiti i “Piccoli Cantores del Convitto Nazionale Principe di Napoli”  di Assisi, guidati dal maestro Francesca Maria Saracchini. Il coro ha assunto questo nome quattro anni fa ed è molto attivo e presente nella vita musicale della città di Assisi, in particolare nel periodo natalizio. Il repertorio presentato, anche questo molto applaudito dal pubblico presente, era basato sul materiale educativo elaborato dal maestro Maurizio Spaccazocchi e dal maestro Lanfranco Perini; particolarmente apprezzati sono risultati i brani “Joe lo scoiattolo”,  “Il singhiozzo” e “Mi burrito sabanero”. Ultimo ospite il coro dei “Piccoli Cantori del Millennio” di Sansepolcro, legati al Piccolo Coro Ebe Igi da uno spirito di amicizia e collaborazione nel tempo. Nati nel 2012, nell'anno del millenario della fondazione della città di Sansepolcro, sotto l’appassionata e valente guida del maestro Mirko Alessio Umani, i “Piccoli Cantori” hanno eseguito otto brani, tra i quali il più graditi sono risultati un medley tra un canto tradizionale irlandese e un canto della tradizione sarda, Amazing Grace e Ai Ninnora, una melodia tradizionale Yddish intitolata Tshiribim e due brani tratti dal film Les Choristes di Christophe Barratier per le musiche di Bruno Coulais. Al termine i giovanissimi coristi si sono uniti tutti in un piccolo grande coro eseguendo insieme l’Inno nazionale “Fratelli d’Italia”. Un bel pomeriggio in musica ed amicizia, valori che è importante trasmettere ai giovani insieme al senso di costruire insieme qualcosa, e in questo il Piccolo Coro Ebe Igi sembra stia conseguendo degli obiettivi importanti.

13/05/2015 14:58:41

Attualità » Primo piano Il campione Carlos Checa al Campionato italiano motorally di Umbertide

La disciplina della navigazione strega anche la velocità. Carlos Checa, campione del mondo Superbike 2011 con Ducati, sarà la stella della 4° e 5° prova del Campionato Italiano Motorally, valevole anche per il Raid TT. Un'edizione 2015 a dir poco pirotecnica quella che si sta profilando nella disciplina del roadbook. Ad Umbertide a tagliare i nastri di partenza sarà il catalano, pluricampione, fuoriclasse della velocità Carlos Checa. Vent'anni di carriera, idolo degli spagnoli, icona di tutto il mondo per la sua velocità, più volte davanti a nomi del calibro di Valentino Rossi e Max Biagi, Carlos Checa dalle piste del MotoMondiale lanciato su quelle del Moto GP e campione su quelle di Superbike si misurerà con quelle offroad di Umbertide il prossimo 16 e 17 maggio. Motivo di vanto ed orgoglio per il Coordinatore Nazionale Motorally Antonio Assirelli e per tutto lo staff avere in competizione un nome di questa caratura; incredulo il presidente del Moto Club Fratta Off Road, Giovanni Montanucci, onorato Andrea Mancini, campione in carica della specialità di cedere la tabella fregiata del numero 1 al boss della velocità. Oltre 200 i piloti iscritti per il 4° Motorally dell'Alta Valle Del Tevere, con due prove in linea di 22 e 52 chilometri cronometrati, per un totale comprensivo di trasferimenti di 170 chilometri nella giornata del sabato. Altrettanto spettacolare e dura la prova della domenica con 190 chilometri da percorrere per i riders e due PS di 26 e 36 chilometri. Occhi puntati quindi sulla Beta numero 1 guidata da Carlos Checa ma attenzione anche ai fuoriclasse del CIMR, dove la battaglia rimane ancora aperta e i colpi di scena imperversano dietro l’angolo. Jacopo Cerutti portacolori Honda, fresco di vittoria all’Hellas Rally Raid, rivelazione motorally 2015, rimane in testa alla classifica, con cinque punti di vantaggio su Alessandro Botturi e la sua Yamaha WR 450. Al terzo posto troviamo Jonathan Zecchin in sella ad Husqwarna 250, che ha migliorato la propria performance in prova. Un Motorally che piace sempre di più, che stupisce e strega, che aggancia gli enduristi e che vanta un nome come Carlos Checa."Insieme per passione" è lo slogan che sostiene l'appuntamento di Umbertide e che vede la collaborazione di due grandi realtà: il Moto Club Fratta off Road e l'Associazione Culturale Motociclisti Non Agitati coordinata da Osvaldo Pedana, che opera nel panorama del mototurismo.

13/05/2015 14:06:37

Attualità » Primo piano Una mostra per il centenario dell'elettrificazione di Umbertide

Aprirà i battenti sabato 16 maggio alle ore 10 “Dalla candela alla lampadina”, la mostra dedicata al centenario dell'avvento dell'energia elettrica ad Umbertide allestita nelle sale della Rocca – Centro per l'arte contemporanea. L'iniziativa è stata promossa dal Comitato per il centenario dell'elettrificazione, nato proprio con lo scopo di organizzare eventi celebrativi dell'importante anniversario, ed è patrocinata dal Comune di Umbertide. In mostra l'evoluzione delle varie tecnologie a seguito dell'avvento dell'energia elettrica attraverso storie ed oggetti che ripercorrono il XX secolo, dai primi anni del Novecento al dopoguerra. Era infatti il 20 dicembre 1915 quando entrò in funzione il primo impianto di illuminazione ad energia elettrica di Umbertide; da allora la vita di tutti i giorni è drasticamente cambiata e l'esposizione alla Rocca intende mettere in mostra questa evoluzione, attraverso una ricca collezione di oggetti di uso quotidiano, messi a disposizione da privati cittadini, oltre a materiali del Comune di Umbertide, della farmacia comunale, del cinema e della Ferrovia Centrale Umbra, che danno conto del cambiamento epocale dettato dall'avvento dell'elettricità. Ma le vere protagoniste della mostra saranno le scuole di Umbertide che durante l'anno scolastico hanno portato avanti progetti e laboratori dedicati proprio all'energia, mettendo in evidenza quanto e come la vita sia cambiata prima e dopo il 1915. La scuola primaria Garibaldi ha posto l'attenzione sul passaggio dal buio alla luce, ripercorrendo attraverso il racconto di nonni e bisnonni come si viveva un tempo con la sola luce delle candele, quando era Caino ad accendere le lampade della pubblica illuminazione; la scuola primaria Di Vittorio ha fatto un vero e proprio excursus temporale dalla preistoria con il fuoco come fonte di luce e calore, fino all'avvento dell'elettricità; la scuola media Mavarelli-Pascoli ha realizzato un plastico del centro storico di Umbertide per riprodurre il funzionamento della pubblica illuminazione subito dopo l'avvento dell'elettricità; l'istituto superiore “Leonardo Da Vinci” ha prodotto una ricerca storica sui primi anni del Novecento e realizzato un apparecchio in grado di trasformare l'energia luminosa in energia elettrica. “Siamo soddisfatti di aver potuto dare la possibilità alla cittadinanza di scoprire e riscoprire una pagina importante della storia di Umbertide – ha affermato Federico Rondoni, presidente del Comitato – grazie al lavoro dei volontari e alla collaborazione delle scuole abbiamo allestito questa mostra che ci fa capire come tutto quello che abbiamo oggi sia il frutto di un'evoluzione avvenuta in tempi non molto lontani da noi ma che ci ha letteralmente rivoluzionato la vita”. La mostra verrà inaugurata sabato 16 maggio alle ore 10 con la presentazione presso il Teatro dei Riuniti a cui seguirà il taglio del nastro e resterà aperta fino al 7 giugno, tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30. Inoltre per l'occasione, domenica 17 maggio e domenica 7 giugno, il Gruppo ferromodellistico Valtiberino allestirà in piazza del Mercato un circuito su cui viaggeranno locomotive a vapore riprodotte in scala, sulle sarà possibile salire e provare l'emozione di viaggiare su un mezzo di trasporto di tanti anni fa.

12/05/2015 19:04:44

Notizie » Politica Umbertide Cambia non partecipa alle elezioni regionali

Riceviamo e pubblichiamo da Umbertide Cambia La chiarezza politica, la concretezza dei programmi e il rispetto per i cittadini stanno alla base di Umbertide cambia. Per questo ci corre il dovere di evidenziare la nostra posizione rispetto alle prossime elezioni regionali, un vero banco di prova per i territori e per il rinnovamento del modello di Regione. Purtroppo, però, né i territori né tantomeno il cambiamento regionale sono i protagonisti di tali elezioni, strette tra conservazione dell’esistente e ristretta partecipazione. In realtà, abbiamo promosso da un anno a questa parte la costruzione, in coerenza con la nostra lista civica, di un’Alleanza dei territori formata dalle liste civiche comunali di tutta la Regione.  Il risultato è stata la denuncia dell’incostituzionalità della legge regionale umbra (che ancora rimane tale) e la presentazione, discussa in Consiglio regionale, di una nostra proposta di legge elettorale che vedeva come primo attore il territorio. Tale proposta è stata bocciata sia dalla destra che dalla sinistra, entrambi d’accordo sulla conservazione delle attuali posizioni di potere. Mancando un minimo di legittimità e garanzia politica, Umbertide cambia ha deciso di non partecipare alla competizione elettorale, che ha già stabilito il risultato, e conseguentemente di non appoggiare alcuna lista e/o candidato, che si sono resi responsabili di una “legge truffa”. Per questo non facciamo accordi con nessuno e non negoziamo con chicchessia. Peraltro, i candidati territoriali non sembrano avere alcun appeal, rappresentando un passato che non passa. Pertanto, Umbertide cambia continuerà la propria battaglia sulla democrazia nei territori e in città, tenendo presente i suoi due punti fondamentali: l’Umbria come parte della macroregione dell’Italia mediana (la sola che ci può togliere dall’isolamento nazionale) e la lotta alla partitocrazia. Non vogliamo essere corresponsabili dell’accordo di potere di questa sinistra e di questa destra, che ha già dato la “vittoria mutilata” al partito dell’astensione. Gianni Codovini, Presidente dell’Associazione Umbertide cambia.

12/05/2015 18:20:02

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy