Attualità » Primo piano Presentato il libro “Dalla candela alla lampadina”, si chiude il centenario per l'elettrificazione

Con la presentazione del libro “Dalla candela alla lampadina” si sono ufficialmente concluse le celebrazioni per il centenario dell'elettrificazione di Umbertide. Il 21 dicembre scorso, a 100 anni esatti dall'entrata in funzione del primo impianto di illuminazione pubblica della città, il Comitato per il centenario dell'elettrificazione ha presentato la pubblicazione che racconta gli anni in cui anche ad Umbertide fece il suo ingresso l'energia elettrica, opera di Amedeo Massetti, promotore dell'iniziativa editoriale che però purtroppo non ha potuto portare a compimento perché prematuramente scomparso, e di Mario Tosti che ha tirato le fila e ha consentito di dare alla stampa la pubblicazione. Così, in un museo Santa Croce gremito e rischiarato soltanto dalla fioca luce delle candele, Umbertide è stata catapultata come per magia nel 2115 quando, a causa dell'eccessivo sfruttamento delle fonti fossili e dell'incessante inquinamento, la città si ritroverà di nuovo al buio e costretta a fare a meno dell'energia elettrica. Da qui gli spettatori sono stati trasportati indietro di due secoli, al 21 dicembre 1915, quando l'energia elettrica fece il suo arrivo con la messa in funzione dell'impianto di pubblica illuminazione, attraverso la proiezione di un video realizzato dagli studenti della scuola media Mavarelli Pascoli sulla vita ad Umbertide a cavallo tra Ottocento e Novecento. Per poi arrivare finalmente al 2015, con l'energia elettrica oramai motore della nostra vita quotidiana. Alla presentazione hanno preso parte il sindaco Marco Locchi che ha ringraziato i volontari del Comitato che hanno lavorato all'organizzazione di eventi ed iniziative commemorative dell'importante ricorrenza, il presidente del Comitato Federico Rondoni e l'autore del libro Mario Tosti. Grazie al contributo di tanti, e soprattutto delle scuole del territorio, il libro racconta  come le fonti di luce dell’uomo si siano trasformate in una lentissima sequenza nei millenni: dal sole ai fulmini, dai falò alle torce. In tempi di cui è rimasta la memoria collettiva, le fonti di luce domestica sono diventate le candele, i lumi a petrolio, ad acetilene e soprattutto, in inverno, il focolare. Poi, un secolo fa, la rivoluzione della lampadina, con il libro che racconta come e quando è arrivata in Italia, in Umbria, a Perugia, a Città di Castello, ad Umbertide e nelle campagne. La pubblicazione è inoltre arricchita da tanti personaggi umbertidesi, come Caino a cui era affidato il compito di accendere e spegnere i lampioni, e da dati e numeri che danno la misura di cosa significò l'arrivo dell'elettricità ad Umbertide. Nel corso della presentazione sono inoltre intervenuti Cristiano Schiavolini che ha realizzato due fumetti su Caino e l'elettricità ad Umbertide e il presidente onorario del Comitato ing. Egino Villarini.

28/12/2015 11:29:57 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica PD: PROPOSTA PER SEMPLIFICARE LE PROCEDURE BUROCRATICHE PER ORGANIZZARE EVENTI E SPETTACOLI

Riceviamo e pubblichiamo Mira a semplificare le procedure burocratiche per il rilascio delle autorizzazioni necessarie allo svolgimento di una manifestazione temporanea di pubblico spettacolo la proposta che il gruppo consiliare del Pd ha avanzato al sindaco e alla giunta comunale di Umbertide. In un ordine del giorno a firma del consigliere comunale Lucia Ranuncoli, il Pd invita infatti l'Amministrazione comunale a creare un modello semplificato, come un’autocertificazione, che consenta di organizzare piccoli spettacoli artistici ed eventi collettivi di numero contenuto, abbattendo i costi necessari per la richiesta di certificazioni, anche attraverso tabelle di riferimento con parametri minimi standardizzati, e adottando tariffe ridotte o addirittura esenzioni nel caso in cui lo spettacolo sia promosso da una associazione per la raccolta di fondi per beneficenza. L'ordine del giorno intende infatti dare una risposta alle tante associazioni presenti nel territorio umbertidese che periodicamente organizzano eventi in grado di promuovere il talento dei giovani e valorizzare la realtà locale, ed in particolare le associazioni a scopo benefico, che spesso raccolgono fondi proprio attraverso eventi e spettacoli. La proposta avanzata dal gruppo consiliare del Pd, che mira quindi a semplificare la burocrazia oggi esistente per l'organizzazione di eventi e spettacoli senza per questo compromettere il diritto d'autore, è il risultato di un lavoro corale che ha coinvolto, oltre alla proponente Lucia Ranuncoli, anche Federico Peverini in qualità di Coordinatore della Commissione Arte, Cultura e Spettacolo del PD di Umbertide, Luca Minelli, Marco Bagnini e Matteo Ventanni.  

28/12/2015 11:11:34 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Firmato l'accordo per la stipula di contratti di affitto a canone agevolato

E' stato sottoscritto questa mattina presso la Residenza comunale l'Accordo territoriale per la stipula di contratti di locazione a canone concordato. Tale accordo nasce dall'esigenza di rispondere alla perdurante crisi del settore immobiliare e alla crescente difficoltà delle famiglie di far fronte alle normali esigenze quotidiane e spesso anche al pagamento dei canoni di locazione, prevedendo la possibilità di sottoscrivere contratti di affitto con agevolazioni sia per gli inquilini che per i proprietari. Grazie al canone concordato infatti locatario e locatore possono stipulare, in attuazione della legge n. 431 del 1998, un accordo che prevede per l'inquilino il pagamento di un canone di affitto agevolato e per il proprietario agevolazioni fiscali come la cedolare secca al 10% e la riduzione, fino all'azzeramento, dell'Imu. L'accordo è stato sottoscritto dai rappresentati delle organizzazioni sindacali dei proprietari (Armando Fronduti per Confedelizia, Enzo Tonzani e Giacomo Iucci per A.S.P.P.I., Claudio Moretti per A.P.P.C. e Giuseppe Macchione e Giuseppina Balducci  per U.P.P.I.) e dai rappresentanti delle organizzazioni sindacali degli inquilini (Cristina Piastrelli per S.U.N.I.A., Angelo Garofalo per U.N.I.A.T., Aurel Ribac per Unione Inquilini e Carmien Camicia per Feder.Casa). Presenti anche il sindaco Marco Locchi e l'assessore Paolo Leonardi. “E' un accordo molto importante – hanno affermato - che mira ad agevolare sia gli inquilini, che potranno usufruire di locazioni a prezzi calmierati oltre a detrazioni in dichiarazione dei redditi, che i proprietari che gioveranno della cedolare secca al 10% e di riduzioni, fino anche all'azzeramento, dell'Imu. Questo è stato possibile grazie alla collaborazione delle organizzazioni sindacali dei proprietari e degli inquilini e all'impegno dell'Amministrazione Comunale che ha stabilito di stanziare allo scopo risorse in bilancio che per l'anno in corso, ormai al termine, ammontano a 1.000 euro complessivi”. Dal canto loro le organizzazioni sindacali hanno ringraziato l'Amministrazione comunale per la disponibilità e l'impegno profusi nel contribuire a sottoscrivere un accordo importante per i cittadini umbertidesi. Lo strumento del canone agevolato, oltre a prevedere agevolazioni per proprietari ed inquilini, mira anche a favorire l'allargamento del mercato delle locazioni agli immobili attualmente sfitti, rimuovere il problema degli sfratti specie quelli dovuti a morosità incolpevole e contrastare il mercato degli affitti in nero e irregolari. In base a quanto stabilito dall'accordo, il territorio comunale di Umbertide è stato suddiviso in quattro fasce (centro storico, periferia, frazioni e zone agricole marginali) e per ciascuna zona sono stati individuati un prezzo minimo e un prezzo massimo, entro i quali proprietario e inquilino possono determinare il canone di locazione. La domanda per l’accesso al canone concordato va presentata al Comune e deve essere sottoscritta sia dal proprietario che dall'inquilino.

20/12/2015 15:09:51 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy