Notizie » Società Civile Sabato 16 gennaio al via la stagione teatrale ai Riuniti, si parte con la commedia “Plaza, suite 719

Sabato 16 gennaio si alza il sipario sulla stagione 2016 del Teatro dei Riuniti. Sarà il Laboratorio Teatrale Terzo Millennio di Cengio ad inaugurare l'anno con “Plaza, suite 719”, di Neil Simon per la regia di Carlo De Prati, commedia divertente dove il ritmo delle battute, la vivacità dei dialoghi, le situazioni paradossali ma allo stesso tempo attinte dalla quotidianità, rendono il testo estremamente adatto al linguaggio ed a una recitazione di tipo cinematografico. E’ una simpatica cameriera a fine carriera a guidare gli spettatori attraverso i quattro decenni in cui sono state ambientate le tragicommedie da camera uscite dalla penna del portentoso Neil Simon. A metà degli anni Settanta, alla suite 179 alloggia una coppia di mezza età: lei sembra un po’ svampita, lui è un uomo in carriera; lei ha slanci di tenerezza, quasi di passione, lui è molto concentrato su se stesso; insomma, ci sono tutte le premesse perché una scintilla scateni una vera e propria esplosione. Negli effervescenti anni Ottanta, gli spettatori incontreranno un giovane e affermato produttore cinematografico, forse non così soddisfatto della sua vita, se l’unica cosa che sembra importargli è sedurre la “fidanzatina” del liceo che non vede da diciassette anni. In pieni anni Novanta, viviamo il “dramma” di una coppia di parvenus che hanno investito tutto sul matrimonio della figlia al Plaza; peccato che la sposa sia barricata in bagno e non sembra abbia intenzione di uscire. Fino ad arrivare al primo decennio del nuovo secolo: qui l'apparire trionfa sull'essere, le persone fanno un passo indietro e i personaggi prendono il sopravvento per scatenarsi in una vera e propria comica finale. Per prenotare è possibile rivolgersi al botteghino del teatro nei due giorni precedenti lo spettacolo dalle ore 17 alle ore 19 o contattare il numero 075 9412697.

13/01/2016 09:09:03 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile La troupe di “Don Matteo” in città per girare uno spot promozionale su Umbertide

Ha fatto tappa in città la troupe della seguitissima fiction televisiva “Don Matteo” che sabato scorso ha girato un breve spot promozionale tra piazza Matteotti e piazza del Mercato dedicato proprio ad Umbertide. Presenti alcuni degli attori protagonisti della fortunata serie tv prodotta dalla Lux Vide e giunta quest'anno alla decima edizione in onda tutti i giovedì sera su Raiuno: Nino Frassica, alias il maresciallo Cecchini, Simone Montedoro, il capitano dei carabinieri Giulio Tommasi e Francesco Scali, alias Pippo, il simpatico sagrestano di Don Matteo. Nonostante l'assenza del protagonista della fiction, il prete detective Don Matteo, al secolo Terence Hill, la troupe televisiva ha attirato la curiosità di molti umbertidesi che hanno assistito con piacere alle riprese mentre alcuni di loro hanno partecipato allo spot come comparse. Una prima parte del video è ambientata in piazza Matteotti in occasione del Mercato della terra con Nino Frassica che, accompagnato da Montedoro e Scali, chiede di assaggiare la gustosa imbrecciata, poi la scena si sposta in piazza del Mercato, dove sempre Frassica esalta la maestosità della Rocca. La “pillola” su Umbertide rientra tra i 13 spot televisivi commissionati dalla Regione Umbria alla Lux Vide finalizzati a promuovere e valorizzare le bellezze della regione che da oramai dieci anni fa da location alla fortunata fiction televisiva, che verranno mandati in onda il giovedì sera su Raiuno, prima dell'inizio della puntata di “Don Matteo”.  “Si tratta di una vetrina mediatica importante per la nostra città – hanno affermato il sindaco Marco Locchi e l'assessore al Turismo Paolo Leonardi che hanno assistito alle riprese – Grazie a questa iniziativa Umbertide potrà mostrare, anche se per pochi secondi, le sue bellezze e alcuni dei suoi scorci più suggestivi ad un pubblico numerosissimo, se si considera che la prima puntata è stata vista da quasi dieci milioni di telespettatori”.

12/01/2016 09:45:41 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Tosti traccia il bilancio del 2015: nessun aumento di imposte e investimenti sui poli sportivi

Il 2015 è stato un anno significativo per la gestione del bilancio comunale, sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista politico, con la scelta di non aumentare le imposte. L’introduzione del nuovo modello di contabilità previsto dalla legge ha richiesto infatti un importante lavoro di adeguamento della struttura di bilancio e una serie di adempimenti che hanno impegnato l’Amministrazione e gli uffici competenti, come sempre precisi ed efficienti. E’ entrata a regime anche la fatturazione elettronica, che consente di rendere più snelli e celeri i rapporti economici tra Amministrazione e altri soggetti. Inoltre l'indicatore di tempestività dei pagamenti per il 2015 è stato pari a – 2,41, ovvero l'Ente ha pagato i fornitori di beni e servizi con due giorni di anticipo rispetto alle scadenze. La legge di stabilità 2016 ci consentirà di andare ad una approvazione del bilancio in tempi brevi e la situazione complessiva del bilancio ci permetterà di mettere in campo investimenti importanti, mantenere i servizi e, anche alla luce delle decisioni assunte dal Governo centrale, ridurre la pressione fiscale. Sul versante dello sport, per il 2015 l’attenzione si era concentrata sull’implementazione del polo sportivo di via Morandi e nel corso dell'anno sono stati messi alcuni importanti tasselli e gettate le basi per concretizzare altri interventi nel prossimo futuro. La realizzazione del campo da beach volley illuminato all’interno della piscina comunale, resa possibile dalla sinergia tra Amministrazione e gestore dell’impianto, ha fornito un nuovo servizio all’interno della struttura e arricchito l’area. Il rinnovo delle convenzioni per la gestione degli impianti ci ha inoltre consentito di pianificare, insieme ai gestori, interventi che sono stati o che saranno eseguiti dai suddetti o dall’Amministrazione; in quest’ottica, ad esempio, lo stadio Morandi ha visto una manutenzione straordinaria del manto erboso e delle gradinate ed altri piccoli interventi che hanno reso fruibili ed utilizzabili ulteriori spazi. Inoltre il nostro Comune è stato inserito nel progetto “500 impianti sportivi di base” che ci consentirà di investire 120.000 euro sul palazzetto dello sport. Ovviamente l’attenzione è orientata su tutti gli impianti sportivi del territorio, dal centro alle frazioni, che sono stati, e saranno ancora, oggetto di interventi per garantirne la massima sicurezza e fruibilità, tra cui la recente omologazione della palestra delle scuole medie per partite ufficiali di basket e l’ormai prossimo completamento della sostituzione della copertura sulla palestra scolastica di Pierantonio. Nel 2016 l’Amministrazione sarà ancora al fianco delle società sportive e dei gestori per rendere tutti gli impianti cardioprotetti e quindi dotati di defibrillatore e ci impegneremo in maniera particolare a contribuire affinchè all’interno delle strutture vi siano persone idonee all’utilizzo di tali apparecchi. Impianti sicuri e ammodernati quindi, ma non solo, il 2015 è stato un anno come sempre proficuo per lo sport in città; passione ed impegno delle numerose società sportive hanno consentito la partecipazione ad importanti competizioni e l’organizzazione di eventi molto rilevanti. Sarà nostro compito costruire momenti di confronto e condivisione per rendere più organica, omogenea e competitiva in ogni senso l’offerta sportiva del nostro territorio.

12/01/2016 09:40:06 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S: LE OSSERVAZIONI MAI OSSERVATE

Riceviamo e pubblichiamo Nel Consiglio comunale del 24 marzo 2015 è stato approvato, con voto favorevole del Partito Democratico e di Umbertide Cambia, il Piano Energetico Ambientale Comunale (PEAC). Teniamo a precisare che un Piano energetico comunale, per chi come noi crede fermamente che non si possono più rimandare delle politiche ambientali serie, è un sogno, purché sia fatto bene. Oggi un piano energetico serio deve partire da una consistente riduzione dei consumi e deve continuare con l’incentivare la produzione ed il consumo di energie realmente rinnovabili e non inquinanti. Purtroppo così non era, e quindi l’adozione del Peac aveva visto la nostra opposizione. Il motivo veniva dal fatto che il Piano sarebbe dovuto partire da un’analisi della situazione attuale, ma in realtà si rifaceva a dati ormai vecchi, a dati del Piano Energetico regionale del 2004 e quindi riferiti al 2002. Oltre a questo avevamo contestato che il capitolo riguardante i rifiuti era stato redatto senza tenere conto della pianificazione regionale. Era illogico parlare di incenerimento dei rifiuti quando il Piano Regionale escludeva il Comune di Umbertide dai Comuni dove i rifiuti si potevano bruciare. Era ancora più illogico parlare di incenerimento dei rifiuti quando la Giunta regionale aveva preadottato un adeguamento del Piano regionale che andava verso il superamento dell’incenerimento dei rifiuti in Umbria. Quindi quello che era stato approvato era un Piano vecchio e che andava contro la normativa regionale. Le procedure prevedono che al piano possano essere fatte delle osservazioni e quindi il Movimento 5 Stelle le ha fatte. La cosa strana è che a nove mesi dalla loro presentazione le nostre osservazioni al Piano non hanno ancora avuto risposta. Saranno state troppo difficili da capire?

11/01/2016 11:43:10 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Nuove strumentazioni per la Municipale

Il Corpo di Polizia Municipale di Umbertide, al fine di potenziare i controlli su strada, si è dotato di una strumentazione in grado di accertare, tramite controllo delle targhe dei veicoli in transito, la copertura assicurativa, lo stato di revisione e l’eventuale denuncia di furto pendente sul mezzo. Tale apparecchiatura è divenuta fondamentale nel controllo dei veicoli soprattutto a seguito dell’abrogazione dell’obbligo di esporre il tagliando assicurativo sul parabrezza dell’auto con il rischio di una moltiplicazione dei casi di veicoli in circolazione senza assicurazione e con conseguente pericolo per gli utenti della strada di restare vittime di automobilisti senza scrupoli. La strumentazione, che è stata presentata dal sindaco Marco Locchi e dall'assessore alla Polizia Municipale Paolo Leonardi insieme al Comandante Gabriele Tacchia, consiste in un complesso sistema che, dopo aver ripreso il transito del veicolo tramite telecamera, interroga in frazioni di secondo varie banche dati informatiche ministeriali, che consentono di verificare non solo se il veicolo sia coperto da assicurazione e in regola con la revisione, ma anche se il mezzo sia stato oggetto di furto, favorendo anche la lotta alla criminalità. Con altrettanto rapidità i dati vengono inviati su un palmare alla pattuglia operante su strada che provvederà a fermare il veicolo e a contestare gli illeciti o a sequestrare il veicolo nell’immediatezza. “Tale strumentazione - sottolinea l’Assessore Paolo Leonardi - è di particolare interesse anche a livello ministeriale dove è in discussione la possibilità di accertamento delle infrazioni da remoto e non solo su strada dagli agenti della polizia municipale. Nel primo periodo di utilizzo sono stati controllati 4.724 veicoli che hanno permesso di individuare varie irregolarità”. La possibilità di accertamento da remoto consentirebbe inoltre di reprimere anche le violazioni accertate dall’apparecchiatura ma non immediatamente sanzionabili dagli operatori in quanto già impegnati in altre contestazioni e permetterebbe di garantire con maggior efficacia il controllo dei veicoli in circolazione soprattutto in orario notturno.

11/01/2016 09:38:05 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy