Notizie » Società Civile Torna la raccolta di occhiali usati promossa dal Lions Club, un impegno concreto nella lotta ai disturbi della vista

Helen Keller, un nome importantissimo per la lotta alla cecità ed alle disabilità visive. Una bandiera per tutti i Lions del mondo. Ma chi era Helen Keller? Nata nel 1880 negli USA, all’età di diciotto mesi la Keller contrasse una febbre che la rese sordo-cieca; tuttavia con l’aiuto di un’insegnante eccezionale imparò il linguaggio dei segni e il sistema Braille e pochi anni dopo imparò a parlare. Da adulta, divenne un’infaticabile sostenitrice delle persone disabili. Nel 1925 partecipò alla prima Convention di Lions Clubs International proponendo ai soci Lions di diventare “cavalieri dei non vedenti nella crociata contro le tenebre”. I Lions accettarono la sua proposta e da allora il loro lavoro ha sempre incluso programmi per la vista, mirati alla lotta contro la cecità prevenibile e le disabilità visive di ogni genere. L’attività principale in questo senso si svolge mediante le campagne di raccolta degli occhiali usati. Forse può sembrare scontato, ma nelle zone più depresse e povere l’acquisto o anche solo la disponibilità di un paio di occhiali da vista diventa un ostacolo insormontabile per la realizzazione di una parte fondamentale del diritto alla salute. Così il Programma Lions di Raccolta e Riciclaggio di Occhiali da Vista è stato adottato quale attività ufficiale di servizio del Lions Clubs International nell’ottobre 1994, anche se i Lions sono impegnati nel riciclaggio degli occhiali da vista usati da oltre 70 anni. La raccolta degli occhiali usati è infatti un’attività di servizio molto semplice con la quale si riesce facilmente a raggiungere la popolazione, che ha l’occasione di donare e di aiutare gli altri senza spese aggiuntive. Tutti coloro che portano gli occhiali, ne hanno infatti un paio o più che non usano depositati in cassetti e armadietti nelle loro case ed esitano a buttarli via. Gli occhiali usati raccolti dai Lions vengono poi riciclati in uno dei diciassette Centri Lions per il riciclaggio degli occhiali da vista esistenti nel mondo che, tanto per fare qualche numero, nel corso dell’anno scorso hanno radunato circa 5 milioni di paia di occhiali da vista e ne hanno distribuito oltre 2,5 milioni nelle nazioni in via di sviluppo. Gli occhiali vengono infatti puliti, riparati e classificati a seconda della gradazione, quindi vengono distribuiti dai volontari Lions e da altre organizzazioni che si occupano della protezione della vista nei paesi in via di sviluppo. Già in passato il Club Umbertide ha avuto modo di organizzare la raccolta degli occhiali usati, precisamente nell’anno 2012 sono stati raccolti 415 paia di occhiali ed il Club è stato socio sostenitore del Centro Italiano Lions per la raccolta occhiali usati. Nell’anno sociale in corso, con la presidenza del Club affidata a Anna Paola Giacchè,  con la collaborazione del socio Mauro Tarragoni Alunni e con il patrocinio del Comune di Umbertide, il Lions Club Umbertide ha riproposto l’iniziativa fino al 1° dicembre, con la distribuzione dei contenitori di raccolta presso gli ottici ed i supermercati di Umbertide. La raccolta sta già dando buoni frutti e, dunque, è proprio il caso di dire: non gettate i vostri occhiali usati, ma date un aiuto a chi è meno fortunato di voi.  

31/08/2015 17:47:09

Attualità » Primo piano Da venerdì 4 a domenica 6 tornano le tradizionali Fiere di Settembre

E' iniziato il conto alla rovescia per le tradizionali Fiere di Settembre che quest'anno si terranno nei giorni di venerdì 4, sabato 5 e domenica 6 settembre lungo l'oramai consueto percorso di via Unità d'Italia, piazza Marx, via Morandi e via Tusicum. Tanti i visitatori attesi che popoleranno le vie di Umbertide nei giorni della manifestazione, giunta alla 31esima edizione, per conoscere e cogliere le numerose proposte degli oltre 200 tra operatori commerciali, hobbisti ed artigiani del fai da te, che, unitamente ai 44 operatori degli stand e agli espositori delle aree libere, offriranno nuove opportunità di acquisto. Non mancherà poi la musica con gruppi del territorio che allieteranno i visitatori in tutte e tre le serate della manifestazione. “L’organizzazione delle Fiere di Settembre richiede importanti investimenti sia in termini economici che di personale da parte dell’Amministrazione comunale e degli Uffici Polizia Municipale e Commercio al fine di garantire la buona riuscita della manifestazione ma garantisce anche un ottimo riscontro economico e un'importante occasione di sviluppo e promozione del nostro territorio – hanno affermato il sindaco Marco Locchi e l'assessore al Commercio Paolo Leonardi – Per tre giorni oltre 200 operatori animeranno le vie di Umbertide, tra cui anche artigiani ed hobbisti ai quali verrà riservata una specifica collocazione lungo via Morandi. Ampio spazio sarà poi riservato alle associazioni del territorio che avranno la possibilità di far conoscere l’importante ruolo svolto ad Umbertide nei settori del volontariato e dei servizi alla persona. Un ringraziamento particolare va al personale degli uffici Polizia Municipale e Commercio per l'impegno profuso nell'organizzazione dell'evento e al signor Gianfranco Rossi che anche quest'anno ha realizzato il manifesto delle Fiere di Settembre, riproducendo con maestria e semplicità i principali monumenti della nostra città”.

31/08/2015 17:39:44

Notizie » Politica Movimento 5 stelle: solo alle zanzare conviene vivere nelle frazioni del Comune di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo il nuovo comunicato del Movimento 5 Stelle di Umbertide: "Nella notte tra il 18 ed il 19 agosto in una parte del territorio comunale di Umbertide è stata fatta la disinfestazione contro mosche, zanzare ed altri insetti molesti, da parte di una ditta specializzata incaricata dal Comune. Il territorio interessato dall’intervento è stato quello di Umbertide, Borgo Baraglia e Montecorona (zona stazione). In un anno così caldo che ha fatto proliferare tante zanzare ci sembra un intervento opportuno anche se tardivo. Ma perché solo in quelle zone? Il M5S si chiede se a Calzolaro, Verna, Montecastelli, Niccone, Spedalicchio, Molino Vitelli, Polgeto, Preggio, Fontanelle, Pian d’Assino, Palazzetto Nese e Pierantonio le zanzare sono già state debellate o hanno ricevuto un salvacondotto dal nostro Sindaco. I cittadini delle frazioni hanno meno diritti di quelli del capoluogo o sono le zanzare ad avere più diritti? Stando a quanto ci dicono alcune persone, anche Umbertide non è stata completamente disinfestata. Per esempio anche alle Fontanelle le zanzare hanno avuto un lasciapassare. Ora il dubbio che ci sorge è: ad essere disinfestate sono state solo le zone vicine a Parco Ranieri dove due giorni dopo la disinfestazione è iniziata la Festa dell’Unità? Se il motivo della disinfestazione fosse questo le spese dovrebbero essere a carico di un partito e non di tutti i contribuenti."

28/08/2015 11:11:39

Notizie » Politica Movimento 5 stelle: continua il dibattito politico ad Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo SI SMENTISCONO DA SOLI In questi giorni sulla stampa si assiste ad un botta e risposta tra il partito di maggioranza e l’opposizione, con un PD che accusa continuamente di demagogia e strumentalizzazione la minoranza. Proprio perché tali caratteristiche non ci appartengo, le nostre domande, fatte sia prima che in fase di approvazione di bilancio, sono molto semplici e dirette, anche se ancora oggi non ci sono state date delle risposte. Si continua ad affermare che “nonostante i tagli consistenti subiti dal Comune (e per questo esercizio si parla di 757.000,00 euro), la nostra Amministrazione è riuscita a mantenere un buon livello dei servizi senza attivare alcuna manovra fiscale”. A fronte di ciò insistiamo nel voler sapere (e non risulteremo certamente demagogici, semmai noiosi): se non sono state aumentate le tasse, sono stati mantenuti invariati i servizi, e ci sono 757.000,00 di euro in meno rispetto allo scorso anno di trasferimenti da parte dello Stato centrale, come si è riusciti a far fronte ad una simile minor entrata? Viene da chiedersi allora se l’anno scorso non siano stati “sprecati” 757.000,00 euro. La storia poi delle tariffe Tasi-Tari-Imu  fa sorridere, considerando che quelle applicate sono già le aliquote massime, si voleva elevarle oltre gli indicatori stabiliti dalla legge? Se scendiamo ad analizzare i vari capitoli del bilancio e le singole voci è interessante  vedere come per il turismo, ad esempio, non sia stato stanziato neppure un euro, (così come nello scorso bilancio), nonostante l’Amministrazione abbia detto più volte di voler investire in questo settore (per chi ha la memoria corta: http://www.comune.umbertide.pg.it/Altre-news/Umbertide-centro-strategico-per-il-turismo-dell-Umbria). Sull’affermazione, poi,  del capogruppo Pd, che la costituzione di nuove commissioni permanenti possa rallentare le procedure amministrative, vogliamo sapere come ciò possa accadere; la commissione di controllo e garanzia che noi abbiamo chiesto di istituire e che è stata bocciata dalla maggioranza avrebbe anzi velocizzato molte attività dell’opposizione, che si trova a discutere i propri atti in tempi risicati. Ciò non avrebbe minimamente influito sulla spesa pubblica perché noi del M5S avremmo certamente rinunciato al gettone di presenza pur di vederla costituita, sempre che il problema sia questo. Perché l’Amministrazione ha paura della Commissione Controllo e Garanzia? Cosa vuole nascondere?

27/08/2015 17:49:49

Notizie » Società Civile Il nuovo mercato della terra di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo Non un mercato qualunque. Sabato 29 Agosto 2015, in Piazza Matteotti ad Umbertide, verrà ufficialmente inaugurato il “Mercato della Terra” di Umbertide, dal look completamente rinnovato, con piccoli omaggi per i clienti. Il Progetto   denominato “L’ Alto Tevere  :tradizioni, cultura e prodotti della Valle delle genti”, è promosso dal Comune di Umbertide, in stretta collaborazione con il Gal Alta Umbria che ha finanziato per intero lo stesso e prevede , al fine di rendere più funzionale il “Mercato della Terra di Umbertide” la fornitura di gazebo professionali ed una serie di arredi e segnaletiche specifiche del Mercato; l’obiettivo è sicuramente quello di rendere il più omogeneo, radicato e continuativo possibile il rapporto tra produttori locali e coproduttori ovvero consumatori, a testimonianza che il Comune di Umbertide è intenzionato a portare avanti il progetto dei “Mercati della Terra” Slow Food e valorizzarne le potenzialità. Insomma, sabato 29 Agosto verrà inaugurata una nuova stagione che unisce tutto il territorio per promuovere l’economia locale ed insieme la nostra tradizione agroalimentare. In generale, il progetto dei “Mercati della Terra” nasce in relazione all'esigenza sempre più pressante di avvicinare la terra alla tavola, i consumatori ai produttori e di creare una rete di mercati contadini organizzati nello spirito Slow Food; essi sono riservati solo a produttori selezionati, in particolare i piccoli agricoltori e i produttori artigianali, quelli che fanno più fatica a confrontarsi con il circuito della grande distribuzione, ma la cui dimensione aziendale permette spesso di presentare prodotti di qualità, laddove il presupposto principale è che presentino solo i loro prodotti, frutto del loro impegno e della loro esperienza. Con la presenza diretta, possono creare un legame con i consumatori, raccontando i prodotti dei quali si assumono la responsabilità, il lavoro che ne è alla base, cosa definisce la loro qualità, cosa giustifica il prezzo praticato.   “Un Mercato della Terra nasce e funziona quando una comunità consapevole, produttori, enti pubblici, cittadini, condotte Slow Food e altri soggetti interessati come i ristoratori, crea un nuovo spazio di incontro fra consumatori e produttori alimentari; credo molto nella valorizzazione dei prodotti biologici, comparto regionale sicuramente in crescita esponenziale, capace di calamitare l’interesse di un pubblico sempre più attento e consapevole. Il progetto che andiamo a presentare sabato, quello del rinnovo completo del look del nostro mercato della Terra di Umbertide con stand completamente rinnovati ed omogenei, all’insegna della ricercatezza dei dettagli, è stato da me fortemente voluto proprio perché credo che possa connotare Umbertide con un’identità unica, laddove la differenza la fanno anche la selezione dei produttori, la promozione del mercato stesso, il rispetto delle sue regole ed anche il funzionamento del mercato con un occhio di riguardo per l’ambiente. Colgo l’occasione per ringraziare il Gal Alta Umbria che ci ha permesso di realizzare il progetto, nonché tutti coloro i quali, credendo nella valenza del progetto stesso, hanno collaborato per la sua riuscita”  L’ Amministrazione Comunale di Umbertide

27/08/2015 15:36:52

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy