Attualità » Primo piano Struttura ex tabacchi: Nota dell'Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo In merito alle dichiarazioni delle opposizioni relative all'episodio accaduto sabato sera all'edificio ex tabacchi, l'Amministrazione Comunale precisa quanto segue: Ci sembra alquanto ridicolo collegare in un improbabile rapporto di causa- effetto l'episodio – seppur grave, dal quale dovrebbe scaturire una seria riflessione da parte di tutti sulla diffusione di sostanze stupefacenti tra i giovani - accaduto presso l'edificio ex tabacchi e le modalità di gestione della struttura stessa. Innanzitutto la struttura risulta agibile per effetto del certificato di collaudo conseguito a norma di legge a seguito del completamento dei lavori. Inoltre, con apposita delibera di Giunta n. 324/2015, è stato approvato un regolamento transitorio che disciplina l'uso della struttura, in attesa dell'affidamento in gestione ad un soggetto terzo della stessa, che avverrà non appena verranno messi a punto alcuni interventi migliorativi emersi durante il percorso di valutazione partecipata dell'immobile basato sulla metodologia P.O.E. (pre occupancy evaluation) che ha coinvolto numerosi soggetti interessati a contribuire ad ottimizzare e potenziare le opportunità offerte dalla struttura. Il regolamento prevede un utilizzo temporaneo e non continuativo dell'edificio ex-tabacchi, al fine di garantire un'adeguata rotazione delle presenze per l'organizzazione di manifestazioni di pubblico spettacolo, attività didattiche e formative, convegni e seminari ed attività ludico-ricreative. E' stabilito inoltre un tariffario che prevede costi di affitto, comprensivi di utenze, e, in caso di manifestazioni di pubblico spettacolo e attività ludico-ricreative, è prevista anche la stipula di una polizza di cauzione per eventuali danni arrecati alla struttura. Tale regolamento è stato rispettato anche nel caso dell'iniziativa organizzata sabato sera e riteniamo alquanto strumentali le dichiarazioni dell'opposizione che, oramai è palese, non perde occasione per denigrare, a prescindere, l'attività dell'Amministrazione Comunale e, in questo caso specifico, una struttura inserita in un contesto urbano completamente riqualificato e molto apprezzato dai cittadini come dimostra la continua affluenza di famiglie, bambini, giovani, anziani e sportivi nell'area del Puc 2. 

15/04/2016 16:43:47

Attualità » Primo piano Impianto a biomasse: nota dell'Amministrazione comunale

Riceviamo e pubblichiamo In merito agli articoli apparsi sulla stampa a firma del Comitato Verde Pian d'Assino riguardanti il ricorso al TAR dell’Umbria da questo promosso contro il provvedimento che ha autorizzato la realizzazione dell’impianto a biomasse presentato dalla impresa GMP Bioenergy, l'Amministrazione Comunale di Umbertide intende fornire i seguenti chiarimenti sugli aspetti fondamentali della vertenza. Occorre innanzitutto premettere che il TAR ha estromesso dal giudizio il “Comitato Verde Pian d’Assino” per difetto di legittimazione ad agire, in quanto lo stesso si è costituito esclusivamente in funzione della impugnazione degli atti del procedimento autorizzatorio, essendo quindi privo del grado di rappresentatività e stabilità adeguato a perseguire in modo non occasionale gli obiettivi di tutela ambientale. Viceversa il TAR ha ritenuto legittimato ad agire il ricorrente sig. Francesco Cancian, in quanto proprietario di compendi immobiliari presenti nella zona. Nel merito il TAR ha poi accolto soltanto uno degli otto motivi presentati dal sig. Cancian riconoscendo il solo motivo, riguardo al procedimento in questione, dell’applicabilità della direttiva comunitaria 2011/092/CE, secondo la quale non può essere escluso l'obbligo di sottoposizione a VIA per gli impianti a biomasse soltanto perché di potenza inferiore ad 1 MW, così come invece previsto dal R.R. n. 7/2011 che richiede per tali impianti solo la Procedura abilitativa semplificata (PAS ). Il TAR ha poi riconosciuto che il Comune di Umbertide non è affatto venuto meno all’obbligo di valutare le memorie e i documenti del Comitato e in particolare la relazione tecnica del consulente esperto del Comitato, dott. Valerio, così come pure si è comportato correttamente e legittimamente nel convocare la conferenza dii servizi tra tutti gli enti competenti al rilascio dei pareri ai fini della PAS da parte degli enti competenti (Regione, Provincia, Arpa, Vigili del Fuoco). Dal momento che i rilievi del TAR si riferiscono alla circostanza che il Regolamento regionale n. 7/2011 non ha recepito di fatto i principi della direttiva comunitaria 2011/092/CE in materia di VIA, mentre non riguardano la correttezza formale e sostanziale del procedimento amministrativo condotto dal SUAPE del Comune di Umbertide, la Giunta ha deliberato di non proporre appello alla sentenza del TAR dell’Umbria innanzi al Consiglio di Stato. Si ricorda infine che, sinora, l’impresa GMP Bioenergy non ha iniziato i lavori di realizzazione dell'impianto la cui autorizzazione di PAS è ora venuta meno a seguito della sentenza del TAR n. 266/2016.

15/04/2016 16:31:13

Attualità » Primo piano Comunicato dell'Amministrazione comunale in merito alla manutenzione stradale

In riferimento alle dichiarazioni del Movimento Cinque Stelle relativamente alla manutenzione stradale, l'Amministrazione Comunale precisa che, a seguito degli interventi di rifacimento del manto stradale della viabilità cittadina effettuati nel 2014, si è registrato un netto calo delle richieste di risarcimento danni causati da buche ed asfalto sconnesso. Ad esempio, nel corso del 2015, sono state soltanto 16 le richieste di indennizzo presentate e peraltro non tutte riconducibili a cattive condizioni del manto stradale e in un paio di casi addirittura non imputabili all'Amministrazione Comunale. Tale trend positivo è il risultato della politica adottata dall'Amministrazione Comunale di procedere, anche per il futuro, con interventi programmati sulla viabilità, risparmiando sia dal punto di vista finanziario che da quello delle risorse del personale impegnato ed evitando maggiori costi derivanti da lunghi contenziosi con gli utenti. In merito allo stato dei parchi e delle aree verdi inoltre, si precisa che l'Amministrazione comunale effettua periodicamente la manutenzione ordinaria, che, normalmente, si concentra nel periodo primaverile quando è fisiologico provvedere al taglio dell'erba e alla potatura delle piante. E, guarda caso, il Movimento Cinque Stelle torna a farsi sentire, puntualmente, non appena spunta il primo filo d'erba e questo ci sembra alquanto ridicolo dal momento che il Comune provvede alla gestione e manutenzione del verde nel tempi e nei modi più idonei ed opportuni, e non ha certo bisogno di qualcuno che glielo ricordi. 

12/04/2016 19:10:47

Attualità » Primo piano Umbertide Cambia: ex magazzino tabacchi un non luogo senza controllo

Riceviamo e pubblichiamo L’overdose di un giovane, più che un fatto di cronaca, dovrebbe essere motivo per aprire una riflessione seria su come e quanto impatta l’uso di sostanze anche nella società umbertidese, su come e quanto molti ragazzi siano coinvolti, su come e quanto sia importante una azione preventiva, di controllo, ma anche di supporto ai giovani stessi ed alle famiglie per consentire percorsi di recupero.  Su questo tema, colpevolmente lasciato nell’oblio, torneremo. Oggi ci interessa sottolineare come il non luogo ex magazzino tabacchi sia effettivamente un problema e non un oggetto di polemica strumentale.  Proprio la mancanza di identità che lo caratterizza non ne consente infatti un utilizzo ed una gestione efficace. Per giustificarne l’esistenza, ed il costo, il non luogo continua ad essere impropriamente affittato dall’Amministrazione comunale per feste private senza alcun fine sociale, e questo contrasta con la natura pubblica del contenitore, tra l’altro senza la possibilità di garantire alcun controllo, nemmeno del rispetto delle condizioni di agibilità. Occorre secondo noi avere innanzitutto il coraggio di ammettere l’errore ed eliminare la rigidità architettonica che caratterizza negativamente la struttura, recuperando quella dimensione di open space che probabilmente ne consentirebbe un utilizzo migliore. Quindi definire al più presto una formale modalità di gestione che dia al non luogo una funzione e ne assicuri al tempo stesso l’utilità sociale.

12/04/2016 14:09:46

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy