Notizie » Società Civile Presentata la prima trasmissione radiofonica realizzata dai bambini

E' stata presentata venerdì 20 novembre, Giornata internazionale per i diritti dell'infanzia, presso la Sala consiliare del Comune di Umbertide la prima trasmissione radiofonica realizzata dai bambini in onda da ieri sull'emittente locale Rcc. “Il paese dei balocchi” è il titolo del progetto promosso dalla Cooperativa Asad e dai Comuni di Umbertide e Lisciano Niccone che ha coinvolto i bambini del Centro di aggregazione Lucignolo, del centro “Non Solo Compiti” di Verna e del laboratorio pomeridiano di Lisciano Niccone. Così circa 60 aspiranti speaker radiofonici si sono armati di cuffie e microfono e hanno dato vita ad un programma variegato e divertente che, tra musica, intrattenimento e informazione, è in grado di rispondere alle esigenze di un pubblico di giovanissimi dai 6 ai 10 anni di età. Attraverso il linguaggio del gioco e dell’animazione un personaggio fantastico, il signor Guglielmo, ha  condotto i bambini lungo un percorso di conoscenza del funzionamento della radio per poi passare alla fase tecnica della costruzione della trasmissione radiofonica, dalla composizione della redazione, alle rubriche, dalla registrazione, al montaggio fino alla messa in onda. Alla presentazione della puntata zero del programma sono intervenuti anche il sindaco di Umbertide Marco Locchi e l'assessore del Comune di Lisciano Niccone Concetta Ambra che hanno sottolineato l'importanza di iniziative che sanno dar voce ai bambini e rispondere ai loro bisogni ed esigenze.

27/11/2015 15:25:39 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile SABATO 28 NOVEMBRE ALL'EX TABACCHI ARTE, CULTURA E TRADIZIONE DEL MAROCCO

Sabato 28 novembre alle ore 16,30 presso l'edificio ex tabacchi l'associazione Culturale Metamorphosys, con il patrocinio del Comune di Umbertide, organizza l'iniziativa “Marocco: Arte, Eleganza, Cultura e Tradizione”, dove l'arte del caftano incontrerà la tradizione, l'artigianato, la musica e i prodotti tipici marocchini. In occasione della presentazione della nuova associazione culturale Metamorphosys, la presidente Majida Laaroubi insieme al vicepresidente Franco Reale, al segretario Youness Laaroubi e al tesoriere Stefano Bianchini e con la preziosa collaborazione di Miguel Salvador Porcaro (Eventos – Scoprendo l'Italia), ha organizzato ad Umbertide la prima manifestazione che racconta e mette in evidenza le bellezze e le meraviglie della cultura marocchina. Lo spirito dell'iniziativa è proprio quello di raccontare la storia e la cultura del Marocco, attraverso l'esaltazione dell'eleganza del caftano, le produzioni tradizionali dell'olio di Argan, dello zafferano, della terra raoul e del savon noir, senza dimenticare la cultura gastronomica con cous cous, tajine, pastilla e i tipici dolci di pasta di mandorle accompagnati da tè alla menta. La manifestazione avrà inizio con l'apertura degli stand alle ore 16,30 quando sarà possibile ammirare gli artigiani all'opera e gustare i prodotti marocchini, poi verrà presentato il libro scritto dal professor Stefano Fabei “Storia del Marocco moderno”, per proseguire con la sfilata di caftani ideata e curata da Majida. L'intero spettacolo sarà presentato da Franco Reale che, reduce dal suo ennesimo viaggio in Marocco, racconterà in costume tipico, Jellabah, la sua passione per la cultura marocchina. Ad allietare la giornata anche un gruppo di musica folkloristica e un gruppo di danza e musica contemporanea marocchina. All'iniziativa, ad ingresso gratuito, parteciperanno anche Corpi Diplomatici di vari Paesi accreditati presso la Santa Sede, il Console Generale del Marocco a Roma e il sindaco di Umbertide Marco Locchi.

25/11/2015 17:52:42 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Laboratori per bambini e corsi di formazione per genitori per promuovere l'importanza della lettura

Sabato 21 novembre genitori e bambini si sono ritrovati presso la biblioteca comunale di Umbertide dove è stato presentato “In Vitro”, progetto sperimentale nazionale di promozione della lettura ideato e finanziato dal Centro per il libro e attuato insieme ad Enti Locali ed associazioni dei bibliotecari. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco Marco Locchi, Leonella Zucchini, presidente dell'associazione “Genitori insieme per” che ha promosso l'incontro, il pedagogista Aldo Manuali e Olimpia Bartolucci, referente del progetto per la Regione Umbria. Durante la giornata i lettori volontari hanno narrato storie per i più piccoli che sono stati poi coinvolti in un laboratorio di creazione del libro; nel frattempo i genitori hanno partecipato ad incontri di formazione sulle tecniche di lettura e, grazie alla collaborazione con i medici pediatri, hanno appreso le ragioni scientifiche del perché leggere faccia bene ai bambini. “Si è trattato di un importante momento di confronto con i genitori -ha dichiarato il sindaco Locchi – Con questa iniziativa abbiamo provveduto a far conoscere il  progetto “In Vitro” e soprattutto a diffondere la consapevolezza che leggere ad alta voce ai bambini fin dalla più tenera età è un’attività fondamentale sotto vari punti di vista per la crescita e la formazione dei più piccoli”.

25/11/2015 17:35:48 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » SLIDER La banda di Umbertide suona per il Papa e dà spettacolo in Vaticano

La pioggia ha fermato la tradizionale sveglia di Santa Cecilia ma non l'entusiasmo della banda “Città di Umbertide” che domenica scorsa, nel giorno dedicato alla protettrice dei musicisti, ha avuto l'onore di suonare in Vaticano al cospetto di Papa Francesco. La banda di Umbertide è stata infatti una delle 34 bande musicali provenienti da tutta Italia che domenica mattina si sono ritrovate in Piazza San Pietro per le celebrazioni per il 60esimo anniversario dalla fondazione dell'Anbima – Associazione nazionale bande italiane musicali autonome. Così i musicisti della banda insieme al maestro Galliano Cerrini e al sindaco Marco Locchi che ha voluto partecipare all'evento, sono partiti alla volta di Roma dove sono stati accolti dalla banda Pontificia. Poi in Basilica oltre mille musicisti hanno accompagnato la santa messa officiata dal cardinale Angelo Comastri e il coro della Diocesi del Vaticano diretto da mons. Marco Frisina; divise per strumenti le 34 bande hanno formato un unico grande complesso musicale dando vita ad uno spettacolo unico ed emozionante. Terminata la santa messa, le bande hanno dato prova della loro bravura in piazza San Pietro, eseguendo ognuna alcuni brani, e come sempre la banda “Città di Umbertide” ha stupito e divertito i presenti presentando un repertorio ricco e variegato che ha visto anche la commovente esecuzione della Marsigliese, in omaggio alle vittime degli attentati di Parigi. Quindi la banda ha preso parte all'Angelus di Papa Francesco per poi riprendere la strada per Umbertide dove ha terminato in bellezza la giornata sfilando per le vie della città e proponendo una sorta di versione pomeridiana della sveglia di Santa Cecilia che, sia per i concomitanti impegni in Vaticano che per il maltempo, quest'anno non è stato possibile eseguire.

25/11/2015 17:25:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: POTENZIAMO I DIRITTI – IL TESTAMENTO BIOLOGICO

Riceviamo e pubblichiamo Istituire il Registro dei Testamenti biologici. La proposta del movimento civico Umbertide cambia è stata formalizzata in un ordine del giorno da discutere in Consiglio Comunale. “Riprendiamo la campagna sui diritti dell’uomo e del cittadino”, affermano congiuntamente il Presidente dell’Associazione Umbertide cambia Gianni Codovini ed il capogruppo consiliare del movimento civico Claudio Faloci, che aggiungono: “Dopo le nostre prese di posizione sul diritto allo studio (borse di studio per studenti universitari), sul diritto ad un dignitoso percorso di fine vita (sistema delle cure palliative e hospice), sui diritti ambientali (per la sostenibilità contro le centrali a biomasse nel territorio, per la difesa dei cittadini di Calzolaro, la battaglia sulla gestione rifiuti e della discarica di Pietramelina), sul diritto alla trasparenza e alla partecipazione, sul diritto alla sicurezza dei cittadini e sulla legalità, riproponiamo uno dei capisaldi del nostro programma elettorale: i diritti civili. In attesa della legge sulle unioni civili teniamo ancora ferma la proposta del Registro comunale delle coppie di fatto, ma ci concentriamo sui diritti del cittadino e del malato. In particolare su una questione che interessa ognuno di noi: il testamento biologico. Con il Testamento Biologico o Dichiarazione Anticipata di Volontà si fa riferimento ad un documento scritto contenente la manifestazione di una persona che, capace di intendere e di volere, indica in anticipo i trattamenti medici-sanitari cui essere o non essere sottoposto nel caso in cui si trovasse nella condizione di incapacità temporanea e permanente, nonché stabilisce la disposizione del proprio corpo dopo il decesso. Si tratta dunque di una questione che ha a che fare con la parte più profonda di noi: le scelte sul proprio corpo. Molti Comuni in Italia hanno già istituito il Registro per la raccolta delle Dichiarazioni di volontà anticipata e, se vogliamo allargare il campo della tutela della persona, anche Umbertide deve farsi modello di questo potenziamento dei diritti. Del resto, la sua tradizione civica e umanitaria è stata sempre espressa in modo chiaro, tanto che lo stesso Statuto comunale afferma all’art. 4 che l'azione del Comune è ordinata alla promozione integrale della persona e ad assicurarne la libera esplicazione. La necessità di un Registro comunale dei Testamenti biologici si connette con l’azione già intrapresa dalla “Fondazione Veronesi” ed esprime il carattere riformatore e libertario di “Umbertide Cambia”. La nostra proposta in Consiglio comunale dovrà essere naturalmente accompagnata da un dibattito pubblico, nel quale il mondo della sanità, del volontariato e dell’associazionismo saranno i protagonisti”.  

24/11/2015 16:03:16 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica NUOVA PROPOSTA DAL M5S

Riceviamo e pubblichiamo Il Movimento 5 Stelle ha presentato una mozione sull'illuminazione pubblica e sulla riqualificazione energetica del nostro Comune. L’illuminazione pubblica è una delle principali voci della spesa energetica dei comuni italiani, ma è anche uno dei campi in cui politiche per l’efficienza e interventi di riqualificazione degli impianti possono generare maggiori risparmi, inoltre le disponibilità economiche e le competenze tecnico-scientifiche delle pubbliche amministrazioni non sono talvolta sufficienti a consentire l’attuazione di politiche energetiche efficienti volte alla riduzione dei consumi di energia elettrica. Una corretta politica energetica deve partire dall’utilizzo razionale dell’energia, oggi è possibile ridurre i consumi energetici e nel contempo le emissioni di gas serra attraverso nuove soluzioni tecnologiche attente all'ambiente, come la tecnologia LED oppure la tecnologia solare, che consentono di ricavare dei notevoli risparmi sui conti pubblici. Gli studi e le prove eseguite finora indicano chiaramente che il futuro prossimo sarà a favore della lampada LED la quale, anche se ancora in fase di miglioramento, ha comunque già dato ottimi risultati ed è già stata utilizzata in parecchie realizzazioni, fra cui anche alcune sperimentazioni nei territori umbri. In quest’ambito è nato un progetto sviluppato da ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile) in accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico, per la realizzazione di attività di ricerca volte al miglioramento ed innovazione del sistema elettrico nazionale a diretto beneficio dei cittadini dei Comuni italiani. Questo progetto vuole coinvolgere gli amministratori comunali nella lotta agli sprechi energetici sviluppando adeguati percorsi per individuare un modello d’illuminazione pubblica efficiente di riferimento, orientandosi tra le diverse soluzioni tecnologiche. La mozione del M5S chiede all'Amministrazione l'adesione a questo percorso e ad attivarsi affinché sia introdotto l'utilizzo di una tecnologia più efficiente quale è il LED nell’illuminazione pubblica stradale, nei parchi pubblici e negli stabili comunali nei prossimi interventi di manutenzione dei corpi illuminanti, e nel caso si ottengano risultati in linea con le aspettative, venga adottata prioritariamente tale tecnologia rispetto a quelle tradizionali nei futuri impianti di illuminazione pubblica.  

23/11/2015 16:21:36

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy