Notizie » Politica Il Consiglio comunale approva il Regolamento delle sagre e feste popolari

Il Consiglio comunale ha approvato il Regolamento delle sagre e feste popolari, documento finalizzato a disciplinare lo svolgimento delle tante feste che, specie nel periodo estivo, animano il territorio umbertidese. Attualmente sono sette le sagre e feste popolari che si svolgono puntualmente ogni anno, dal mese di maggio al mese di ottobre, e che interessano non solo Umbertide ma anche le frazioni di Pierantonio, Montecastelli, Calzolaro e Preggio. Proprio la Pro loco di Preggio si è impegnata ad organizzare l'unica manifestazione riconosciuta come sagra, la Sagra della castagna, che si differenzia dalle feste popolari in quanto finalizzata a valorizzare il territorio mediante la somministrazione di prodotti enogastronomici aventi rappresentatività culturale o identitaria rispetto al territorio. Secondo quanto previsto dal regolamento comunale, in attuazione alla legge regionale n. 2 del 2015 che disciplina la materia, feste e sagre non potranno avere una durata superiore a 10 giorni e spettacoli ed eventi musicali sono consentiti fino alle una di notte durante la settimana e fino alle due di notte il sabato, con possibilità di deroga da parte del sindaco in casi particolari.  Inoltre durante sagre e feste popolari è prevista la somministrazione per il 60% di prodotti locali, ovvero a filiera corta, a km zero o di produzione biologica e a denominazione protetta. Il regolamento stabilisce poi le modalità di iscrizione dell'evento nel calendario regionale delle sagre e feste popolari e mira ad evitare la sovrapposizione di manifestazioni nello stesso territorio. Il Comune promuove infine l'adesione ad accordi e certificazioni in materia ambientale ed etico sociale per feste, sagre ed altre manifestazioni. Il regolamento comunale delle sagre e feste popolari è stato approvato a maggioranza con i voti favorevoli di Pd e Umbertide Viva e i voti contrari di Umbertide Cambia e Movimento Cinque Stelle.

03/12/2015 09:48:12 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Successo per la manifestazione “Marocco: arte, eleganza, cultura e tradizioni”

Grande successo per la manifestazione “Marocco: arte, eleganza, cultura e tradizioni” promossa dall'associazione Metamorphosys che sabato 28 novembre ha trasformato come per magia l'edificio ex tabacchi in un vero e proprio “Suc”. Alla presenza della numerosa cittadinanza umbertidese e delle autorità, Franco Reale vicepresidente di Metamorphosys ha ringraziato il sindaco Marco Locchi e l'intera macchina organizzativa comunale, la polizia locale, la stazione dei Carabinieri di Umbertide, la presidente della Regione Catiuscia Marini, rappresentata dal dott. Alessandro Vestrelli del servizio programmazione e sviluppo della rete dei servizi sociali e integrazione socio-sanitaria e dalla dott.ssa Eleonora Bigi della Sezione immigrazione, protezione internazionale, sussidiaria e umanitaria, diritto d'asilo e promozione della cultura della pace, il Console Generale del Marocco presso Roma Mohamed Basri e la delegazione del corpo diplomatico degli ambasciatori presso la Santa Sede in visita in Umbria. “Sono tante le motivazioni che hanno spinto noi soci fondatori a costituirci in associazione e a camminare insieme per il bene nostro, di tutta la cittadinanza umbertidese e dei numerosi popoli che la compongono e che ne fanno un comune vocato all'integrazione e alla convivenza. - ha spiegato Franco Reale - Il nostro obiettivo è quello di contribuire a migliorare Umbertide e il nostro stato sociale e civile e per questo l'associazione si propone di promuovere e di diffondere la cultura, con particolare riferimento all'attività di integrazione e convivenza dei popoli nei più vasti strati della società civile”. Al termine della presentazione dell'associazione Metamorphosys è seguita un'esibizione di danza orientale, a cura di Vania Ashaki Danza della danzatrice e coreografa Vania Mea, poi è stato presentato il libro di Stefano Fabei “Storia del Marocco moderno: dai protettorati all'indipendenza” edito da Irfan Edizioni che ripercorre le tappe del nazionalismo marocchino e della lotta per l'indipendenza condotta dai movimenti di liberazione nazionalista, islamici e laici, e dalla monarchia, istituzione che sembra godere di un prestigio garantito dalla sua capacità di coniugare tradizione e progresso. A seguire si è esibito il gruppo folkloristico Dakka Royal Bologna, gruppo di musica popolare marocchina che ha fatto conoscere gli strumenti tradizionali darbuka, taarigia, tara, ghayta, tamburi che emettono suoni caldi e armoniosi ed invitano ad accompagnarli con le mani. Lo spettacolo è stato poi impreziosito dalla sfilata di dodici caftani, simbolo della cultura orientale, abito lungo con uno scollo a V che in passato era indossato sia da uomini che donne ma che ora è diventato un indumento tipicamente femminile: che sia elegante e sobrio, sontuoso o ricamato,  si adatta sempre al corpo della donna rendendola sensuale.

01/12/2015 16:04:29 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S: approvata la mozione sull'illuminazione pubblica

Riceviamo e pubblichiamo Nel Consiglio comunale del 30 novembre è stata approvata all’unanimità la mozione del Movimento 5 Stelle sull'illuminazione pubblica e sulla riqualificazione energetica del Comune di Umbertide. La mozione vuole attuare una corretta politica energetica volta alla riduzione dei consumi di energia elettrica, visto che l’illuminazione pubblica è una delle principali voci di spesa energetica dei comuni italiani. Dal momento che il Comune di Umbertide risulta iscritto già dal 2013 al progetto “Lumiere”, sviluppato dall’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile (ENEA) in accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico, il M5S ha chiesto che l’Amministrazione si avvalga in maniera proficua di questa adesione per poter individuare così un modello integrato di illuminazione pubblica più efficiente e per facilitare programmazione e realizzazione degli interventi di riqualificazione energetica degli impianti di illuminazione. L’adesione a questo percorso non deve essere solo di facciata, ma produrre un riscontro oggettivo, dando dunque seguito a quanto promosso dal progetto, cercando di promuovere nuove soluzioni tecnologiche attente all'ambiente, come la tecnologia LED, ad esempio. Per quanto riguarda il reperimento di risorse finanziarie, c’è il piano di Strategia energetico ambientale regionale (SEAR) che incentiva interventi sull’illuminazione pubblica, come lo stesso Fondo europeo di sviluppo regionale (FERS) che prevede finanziamenti in questo campo. Nella scorsa programmazione il Comune di Umbertide ha ottenuto solo un piccolo finanziamento per interventi sulla pubblica illuminazione, molto poco rispetto a quanto viene messo a disposizione da questo fondo e rispetto a quanto serve per una riqualificazione energetica nel nostro territorio. Il M5S vigilerà affinché si rispetti quanto approvato e perché l'Amministrazione estenda, quanto prima, su tutta la superficie comunale l'utilizzo di una tecnologia più efficiente nell’illuminazione pubblica, che dovrà avere la priorità rispetto ai sistemi tradizionali.

01/12/2015 15:43:02 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Giornata mondiale per la lotta all'Aids, ad Umbertide centro unico in Italia per curare la lipodist

E' un centro unico in Italia che ha il pregio di regalare una migliore qualità di vita alle persone affette da Aids. Questo centro si trova ad Umbertide, presso l'ospedale cittadino dove opera l'Unità di chirurgia plastico-ricostruttiva diretta dal dott. Marino Cordellini, unica struttura sanitaria pubblica a trattare la lipodistrofia hiv correlata. Nonostante le campagne di prevenzione che si sono succedute negli ultimi trent'anni, il virus dell'Hiv è ancora purtroppo molto diffuso e sono sempre di più le persone che arrivano allo stato conclamato di Aids senza sapere di essere sieropositive. Ed è per sensibilizzare la popolazione alla prevenzione che è stata istituita la Giornata mondiale per la lotta all'Aids che si celebra oggi, 1° dicembre. E proprio da Umbertide parte un messaggio di speranza perché è qui che circa 200 pazienti all'anno, dal 2010 ad oggi, vengono sottoposti ad interventi chirurgici per ristabilire l'equilibrio fisico e psichico danneggiato dalla lipodostrofia hiv correlata, una deformazione del tessuto adiposi che rende i malati di Aids riconoscibili ed è quindi causa di emarginazione. Il servizio è stato attivato cinque anni fa grazie alla disponibilità di un'equipe di medici ed infermieri di prendersi in carico questi pazienti e con essi anche il rischio di un possibile contagio di cui, seppur adottando tutte le misure precauzionali previste dai protocolli, in sala operatoria non si è mai completamente immuni. Ma per queste persone prendersi cura di pazienti sieropositivi affetti da lipodistrofia è una vera e propria missione tanto che sono gli stessi malati a dire che ad Umbertide si sentono a casa perché avvertono il calore umano di chi si prende cura di loro e sono considerati pazienti uguali agli altri. Perché purtroppo il pregiudizio nei confronti dei sieropositivi è ancora elevato, così come l'emarginazione sociale, fenomeno che però, grazie agli interventi di chirurgia plastico-ricostruttiva effettuati ad Umbertide, viene in parte contrastato. Dall'attivazione del servizio ad oggi sono stati circa 1.000 i pazienti provenienti da tutta Italia che si sono sottoposti ad interventi chirurgici presso l'ospedale umbertidese e che proprio ad Umbertide hanno potuto cominciare una nuova vita, combattendo la lipodistrofia e soprattutto il pregiudizio che purtroppo ancora oggi è più forte della malattia.

01/12/2015 15:18:08 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il Consiglio Comunale approva l'assestamento di bilancio

Il Consiglio comunale ha approvato a maggioranza l'assestamento di bilancio 2015. “Mediante la variazione di assestamento generale deliberata dall'organo consiliare entro il 30 novembre di ogni anno, si attua la verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva, al fine di assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio. - ha relazionato l'assessore al Bilancio Pier Giacomo Tosti - Con l'assestamento vengono pertanto apportate variazioni al bilancio in relazione agli effettivi accertamenti di entrate o impegni di spesa che si ritiene dovranno ancora assumere nell'esercizio corrente. Tutte le variazioni proposte sono state sottoposte all'esame del Collegio dei revisori che ha espresso voto favorevole e sono state esaminate dalla Prima commissione consiliare”. Le principali variazioni, che hanno un importo complessivo pari a 134.200 euro, riguardano i proventi della centrale idroelettrica sul Tevere (20.000 euro), contributi regionali per la riduzione del rischio sismico e per il ripristino del ponte sul torrente Niccone (114.200 euro), spese di acquisto di medicinali per la farmacia comunale (65.328 euro) e Iva a debito (30.000). “Con le variazioni apportate in sede di assestamento di bilancio, - ha concluso l'assessore Tosti - l'Ente rispetterà gli obbiettivi previsti dalla normativa vigente sia in materia di patto di stabilità che per quanto attiene ai limiti inerenti la spesa per il personale”.  L'assestamento di bilancio è stato approvato a maggioranza con i voti favorevoli del Pd e i voti contrari dell'opposizione.

01/12/2015 15:09:56 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile In marcia da piazza Matteotti al Centro Mola Casanova in difesa del clima

Un lungo serpentone verde ha sfilato da piazza Matteotti al Centro Mola Casanova in occasione della Marcia mondiale per il clima, mobilitazione che ha coinvolto praticamente tutto il mondo in occasione dell'apertura della Conferenza per il clima di Parigi dove i rappresentanti di 190 Paesi saranno chiamati a giungere ad un accordo per contrastare i cambiamenti climatici che stanno di fatto mettendo in pericolo la sopravvivenza del pianeta. Anche Umbertide ha voluto dare il suo contributo così ieri mattina molte persone, e soprattutto tanti giovani e giovanissimi, si sono ritrovate in piazza Matteotti con striscioni e cartelli per chiedere un mondo più pulito, tutti all'insegna del colore verde, chi indossando magliette e cappellini verdi, chi facendosi dipingere sul viso fiori e foglie da un artista di facepainting. Dopo l'esibizione dei ballerini dei corsi di hip-hop e break dance del Centro Studi Danza il corteo ha iniziato la sua marcia per il clima fino al Centro Mola Casanova. Ad aprire il corteo, al quale ha partecipato anche il sindaco Marco Locchi, uno striscione sorretto da alcuni bambini che riportava lo slogan “Il futuro è nostro”, come a volersi appellare ai potenti della terra affinché si adoperino per salvaguardare il pianeta e tutelare il futuro delle nuove generazioni. La marcia è stata inoltre accompagnata anche dai canoisti del Canoa Club di Città di Castello che per l'occasione hanno navigato il fiume Tevere fino a Mola Casanova. Arrivato a destinazione, il corteo si è messo in posa per le foto di rito, dopodiché i presenti hanno potuto visitare il centro dove i ballerini del Centro studi danza hanno riproposto le loro coreografie, e divertirsi nel piccolo campo avventura con ponte tibetano e discesa in corda organizzato da Umbria Exploring.

30/11/2015 16:14:51 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy