Cultura Umbertide, nei giorni delle Fiere visita in anteprima del nuovo allestimento del Museo delle Ceramiche Rometti

In occasione delle Fiere di Umbertide, nei giorni 7-8-9 settembre, sarà possibile visitare in anteprima il nuovo allestimento del Museo delle Ceramiche Rometti, che in autunno riaprirà i battenti con tutta una serie di iniziative ed eventi che ne faranno un nuovo polo culturale per la città di Umbertide. Lo storico dell'arte David Menghini, responsabile dello spazio, terrà per tutto il weekend delle visite guidate volte a far riscoprire ai cittadini e ai turisti, attraverso una collezione di oltre 200 pezzi, un piccolo gioiello museale e una pagina importante della storia e della cultura artistica locale. Fondata da Settimio Rometti nel 1927 l'azienda, grazie al contributo fondamentale di Dante Baldelli, Corrado Cagli e Mario di Giacomo, all'epoca giovanissimi studenti dell'Accademia d' Arte di Roma, si impose subito come rivoluzionaria, facendo uscire dai forni oggetti che recavano traccia delle più avanzate tendenze artistiche dell'epoca, come Futurismo, Razionalismo, Art Decò e influssi della Bauhaus. La visita si conclude con la nuova sezione delle collezioni contemporanee della Rometti, che grazie all'impegno di Massimo Monini, attuale proprietario dell'azienda, sta vivendo una nuova stagione d'oro, sempre in equilibrio tra arte, artigianato e design. Biglietto d'ingresso 3,00 € (guida inclusa), bambini under 14 gratis Durata visita 30 min. circa Orari visite guidate: Venerdì 07 settembre Pomeriggio: ore 16:00 – 17:30 – 19:00  Sabato 08 settembre Pomeriggio: ore 16:00 – 17:30 – 19:00  Domenica 09 settembre Mattina: ore 11:00 – 12:30 Pomeriggio: ore 16:00 – 17:30 – 19:00

28/08/2018 13:59:19

Cultura Il Festival della Nazioni fa tappa a Umbertide, Silvia Pastine e Giulia Contaldo in concerto alla Collegiata

Il Festival delle Nazioni fa tappa a Umbertide. La kermesse tifernate – che quest’anno rende omaggio alla Repubblica Ceca - sarà presente a Umbertide con una iniziativa artistica di primo ordine il 27 agosto alle ore 18.00 presso la Chiesa della Collegiata. Il concerto vedrà la partecipazione del Duo vincitore nel 2017 del Concorso nazionale "Alberto Burri per gruppi giovanili di Musica da camera", formato da Silvia Pastine al violino e Giulia Contaldo al pianoforte. In programma la Sonata n. 7 per violino e pianoforte op. 30 n. 2 in do minore di Beethoven, la Sonata per violino e pianoforte n. 2 in sol maggiore di Ravel e la Sonata n. 3 per violino e pianoforte VII/7 di Janacek.   Violino e pianoforte, in duo, sembrano combinarsi in modo perfetto. Eppure, amalgamare i loro timbri ha costituito una sfida per molti musicisti nel corso dei secoli. Dopo Mozart, è Beethoven a segnare una linea di non ritorno, raggiungendo il culmine del genere con la seconda sonata dell’op. 30: la straripante energia e la cupa agitazione non possono più essere incanalate nei limpidi e simmetrici schemi settecenteschi, generando una tensione che a tratti sembra sul punto di esplodere. E se nell’Ottocento, dopo di lui, solo alcuni tra i grandi praticano questa forma compositiva, è nel Novecento che molti autori tornano a occuparsene, attratti indubbiamente da una nuova concezione del timbro che permette di valorizzare la diversità sonora dei due strumenti. Lo sa bene Ravel: nella sua seconda sonata, incastona in una forma ‘classica’ elementi esotici e insoliti, stilemi jazz. E poi Janáček: accanto ai capolavori del teatro musicale moderno, scrive un piccolo gruppo di pezzi strumentali preziosi, tra cui spicca senza dubbio la terza sonata per violino e pianoforte. Sonata che fa da filo conduttore tra i due concerti In duo: qui eseguita nella versione originale, sarà infatti proposta anche nella trascrizione per clarinetto e pianoforte.   A ripercorrere queste tre tappe cruciali della letteratura cameristica è il duo classificatosi al primo posto nel Concorso nazionale Alberto Burri 2017, promosso dal Festival delle Nazioni per valorizzare e supportare i più talentuosi gruppi giovanili di musica da camera.

26/08/2018 16:39:40

Notizie » Società Civile Lettera di un cittadino residente nella frazione di Pierantonio

Riceviamo e integralmente pubblichiamo la lettera inviata alla nostra redazione da un cittadino residente nella frazione di Pierantonio   Egregio Dott. Luca Carizia Sindaco di Umbertide,   dobbiamo considerare Pierantonio come un lontano paese? Lontano da che? Dalla civiltà. Bastano poche gocce di pioggia e siamo al buio. È un normalissimo fine Agosto. I temporali si stanno sostituendo al grande caldo e piove. Piove come tutti gli anni. Come in tutti i cambi di stagione. Sarebbe normale se non fossimo costretti ad ascoltare la pioggia al buio. Già perché ogni volta che piove, a Pierantonio salta la luce. Oggi (25 agosto 2018, 2018 e non 1918) è iniziato a piovere alle 16:51 e la corrente elettrica è saltata alle 16:52. In realtà non è solo saltata ha continuato per almeno un’ora a interrompersi e tornare. Tutto questo crea danni e disagi. Danni perché le apparecchiature elettroniche di cui tutti noi siamo dotati si danneggiano con questo sbalzi di tensione. A me si è rotto il frigorifero e ora sarò costretto a chiedere i danni, danni che, come è normale, non mi saranno mai risarciti perché in questo paese la colpa non mai di nessuno. Disagi perché, per esempio, ormai tutti noi abbiamo caldaie a gas che senza corrente non funzionano e cosi siamo senza acqua calda.   Eppure noi il servizio elettrico lo paghiamo regolarmente. Anche perché se non pagassimo ci staccherebbero tutto. Ma loro il servizio non lo forniscono con regolarità. Lo forniscono solo quando non piove. Sia ben chiaro che non si tratta di un caso, ma di una cosa che avviene con regolarità. Abbiamo provato a segnalare il guasto al servizio nazionale e ci siamo sentiti rispondere “è stato segnalato un guasto generale su Umbertide ci stanno lavorando i tecnici”. A me non sembra credibile. Giusto 3 giorni fa è successa la stessa cosa durante un temporale (alcuni organi di stampa ne hanno dato notizia, www.informazionelocale.it).   Anche in quel caso si trattava di un guasto generale? E se cosi fosse, perché non lo hanno risolto impedendo che riaccadesse a distanza di 3 giorni? La verità purtroppo è che probabilmente la rete elettrica di Pierantonio è rimasta quella del 1918. Ma in un paese in cui non si fanno le manutenzioni e i ponti crollano sterminando intere famiglie tutto questo è considerato normale. La mia lettera è per chiedere a Lei, Sindaco di Umbertide, un interessamento su un problema che riguarda i cittadini. Non possiamo affrontare il prossimo inverno con il rischio che ad ogni minimo acquazzone la corrente venga interrotta, con il rischio che si creino problemi ben più seri di un semplice frigorifero rotto. Comprendo che non sia di diretta competenza del Sindaco ma credo che un interessamento del Primo Cittadino possa almeno accendere i riflettori su un vergognoso disservizio che riporta il “paesello” ai primi anni del secolo scorso.   In attesa di un Suo cortese riscontro La saluto cordialmente (anche se non la posso vedere con questo buio).   Cesare Aragno

26/08/2018 16:23:24

Notizie » Società Civile Umbertide, grande festa in piazza Michelangelo con "Il Piazzarello"

La Cooperativa Asad e il Centro estivo Ciccibù organizzano l’iniziativa “Piazzarello: il mercato dei bambini”, che si terrà il giorno venerdì 24 agosto presso piazza Michelangelo di Umbertide a partire dalle 20.00 fino alle 22,30. All’iniziativa parteciperanno circa 30 bambini che sono iscritti al centro estivo.  Programma dell’iniziativa: Dalle ore 20,00 sarà allestito “il mercato” dei bambini,ogni partecipante avrà a disposizione uno scatolone e una sedia a misura di bambini per allestire il proprio banchetto. Il mercatino Piazzarello è riservato ai  bambini che hanno riconsegnato la propria scheda d’iscrizione al centro estivo Ciccibù e a coloro che si iscrivono in serata fino ad esaurimento delle 30 piazzole. L’iscrizione come partecipante del mercatino deve essere effettuata  da un genitore del bambino interessato o da chi ne fa le veci. La partecipazione è completamente gratuita. È consentita la vendita di oggetti legati all’infanzia o comunque usati (del tipo: giocattoli, fumetti, libri, figurine, peluche, oggettistica per la casa, abbigliamento per bambini, anche realizzati artigianalmente). La cifra richiesta nella vendita non deve superare 25 monete piazzarello (equivalenti a 5,00 euro), oppure effettuare la stessa con un’offerta libera. L’organizzazione si riserva di vietare l’esposizione e la vendita di oggetti ritenuti non idonei e non conformi allo spirito della manifestazione. Lo spirito di questa manifestazione è basato essenzialmente sull’amicizia,  sul gioco e sulla socializzazione. È incoraggiata ogni forma di contrattazione, scambio e baratto, che devono essere insindacabilmente eseguite dai ragazzi partecipanti (i genitori o chi ne fa le veci possono assistere alla contrattazione ma non possono intervenire); gli educatori in servizio vigileranno ed interverranno solo nei casi in cui si viola il rispetto del Regolamento che viene sottoscritto da tutti i genitori dei bambini partecipanti. È vietata la vendita di generi alimentari. Dalle ore 20,30 alle ore 21,30 sarà attivo il mercato dei bambini. Dalle ore 21,30 alle 22,30 saranno organizzati giochi di gruppo per bambini e attività di animazione rallegreranno la serata. La manifestazione è organizzata con il patrocinio del Comune di Umbertide ,con la collaborazione dell’Associazione Gruppo Volontari Umbertide e i commercianti di Piazza Michelangelo che, per l’occasione, saranno aperti fino alle 23.

23/08/2018 11:54:01

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy