Sport Umbertide: Judo senza barriere, atleti ciechi e normodotati a confronto con il Kodokan Fratta

“Judo senza barriere” è il nome del triangolare a squadre organizzato dall’A.s.d. Kodokan Fratta di Umbertide in occasione dello stage di judo “Judo in Verde” che si svolgerà dal 3 al 5 luglio a Montone. Il raduno agonistico, che vedrà anche la partecipazione di alcuni atleti dei gruppi sportivi militari, sarà utilizzato dalla Nazionale ciechi e ipovedenti per finalizzare la preparazione per le imminenti Olimpiadi di Rio. Il momento più coinvolgente dello stage sarà proprio la gara a squadre che vedrà coinvolte l’A.s.d Kodokan Fratta, l’Ayumi Ashy Roma e la Nazionale Fispic. “Atleti ciechi o ipovedenti e ragazzi normodotati si confronteranno sul tatami senza risparmiare nemmeno una goccia di sudore – spiega Mirco Diarena del Kdk Fratta -, non ci sarà spazio per la retorica o il buonismo. I ragazzi saranno messi uno di fronte all’altro e a vincere sarà lo sport e l’amicizia. Ogni squadra infatti sarà composta da 5 elementi (due ragazze e tre ragazzi) e ognuno farà il massimo per far vincere i propri compagni. Il judo e la forza di volontà degli atleti della Nazionale Fispic permette di spazzare via ogni barriera e ogni pregiudizio. Vincerà la squadra più forte. Vincerà chi saprà mettere cuore e tecnica al servizio dei propri compagni”. Il triangolare si svolgerà nella palestra delle scuole medie di Montone alle ore 19 di lunedì 4 luglio. All’interno dei tre giorni di raduno si svolgerà anche un allenamento del Centro Tecnico Regionale di Alta Specializzazione.  

01/07/2016 17:54:57

Notizie » Politica Umbertide Viva sul cantiere della rotonda lungo la Tiberina 3bis

Centro Destra – Umbertide Viva Consigliere Giovanna Monni                                                                                                                All’Ill.mo Sindaco Locchi   Interrogazione con preghiera di risposta scritta e orale   Oggetto: richiesta termine di chiusura cantiere “rotatoria TREBIS”   Premesso che -il cantiere della costruenda rotonda lungo la statale Tre bis, all’intersezione con la via Martiri dei Libertà, è stato attivato alla metà di febbraio u.s. con termine di ultimazione previsto in circa due mesi; - una parte della carreggiata è stata ridotta; - manca, ad oggi, di temporanea segnaletica a terra, con ogni rischio e conseguenza per la circolazione stradale; - è inibito l’accesso a via Martiri della Libertà con conseguente disagio per cittadini e utenti tutti della strada nonché esercenti attività produttive e commerciali; -il cantiere, ad oltre 4 mesi dalla sua apertura, risulta ancora in corso d’opera, la sottoscritta consigliera è a richiedere spiegazioni circa il prolungarsi dei lavori con indicazione approssimativa della data prevista per la chiusura e inaugurazione del nuovo tratto di strada; Considerato altresì che -con alcune recenti Delibere di Giunta, da ultimo quella in data 24.06.2016, si è provveduto all’intitolazione di nuove vie, la scrivente, anche in virtù delle richieste fatte all’Amministrazione Locchi ora, e Giulietti prima, suggerisce l’intitolazione del largo-rotatoria alla memoria di Fausto Fornaci, militare umbertidese deceduto con onore nel corso di un’operazione militare a difesa dei cieli d’Italia o, in alternativa, ai Martiri delle Foibe, intitolazioni queste gravemente assenti e più volte sollecitate dal centro-destra che in ogni occasione ha avuto parere favorevole dalle passate e precedenti amministrazioni senza, tuttavia, trovare riscontro nei fatti. Umbertide, 1.07.2016   Consigliera Giovanna Monni Alla metà di febbraio del corrente anno l’Amministrazione vietava l’accesso alla via Martiri della Libertà e iniziava i lavori per la nuova rotatoria lunga la strada statale Tre Bis. Contrariamente a quanto annunciato, i lavori di realizzo si stanno prolungando oltre i due mesi previsti per l’ultimazione del cantiere, con gravi disagi per l’utenza e con rischi nella circolazione. Per vero,  la carreggiata nell’immediatezza del centro storico è stata notevolmente ridotta, manca la segnaletica temporanea nel manto stradale e rimane chiuso il transito per e da via Martiri della Libertà, con rischi in termini di sicurezza  e disagi per tutti coloro che hanno attività produttive o commerciali al di la dell’ingresso. Per queste ragioni, dopo oltre 4 mesi dall’apertura del cantiere, visto il  malumore della cittadinanza e in difetto di chiarimenti dall’Amministrazione, ho depositato interrogazione per chiedere i tempi stimati di riapertura al traffico, suggerendo e auspicando che il nuovo tratto relativo alla rotatoria possa essere intitolato ai Martiri delle Foibe o, in alternativa, alla coraggiosa e indimentica figura di Fausto Fornaci. Parere favorevole era stato rilasciato, sempre su richiesta del centro destra, sia nel corso di alcuni consigli comunali e celebrazioni sia in occasione della presentazione, a cura del consigliere tifernate Lignani Marchesani, del libro “A difendere i cieli d’Italia” a firma dello scrittore ternano Marco Petrelli. In ogni occasione l’Amministrazione si è detta disponibile all’intitolazione in occasione di una nuova viabilità. Con l’attesa chiusura del cantiere della rotatoria l’occasione non può andar persa per mantener fede alla parola data ai cittadini.  

01/07/2016 17:48:09

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy