Attualità » Primo piano Lettera all'Amministrazione Comunale in merito al dosso artificiale di via Morandi

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide, 18 maggio 2016 da : Presidente Consiglio di Quartiere n.1 a Sindaco del Comune di Umbertide Assessore  Paolo Leonardi Presidente della Protezione Civile   PREMESSA   Il Regolamento di Attuazione del Codice della Strada (D.P.R. n. 495/1992, come modificato dal D.P.R. n. 610/1996) all’art. 179 (art. 42 Cod. Str.) prescrive per i rallentatori di velocità il divieto d'impiego sulle strade che costituiscono itinerari preferenziali dei veicoli normalmente impiegati per servizi di soccorso o di pronto intervento”.   E' proprio questo il caso del rallentatore costruito su via Morandi: esso si trova all'altezza della Piscina comunale e del Palazzetto dello Sport , nelle immediate vicinanze del Campo Sportivo comunale, tutti questi luoghi di sosta della ambulanze di servizio in particolari occasioni. Per giunta non va dimenticato che proprio all'altezza del rallentatore vi è l'area riservata alla Protezione Civile.   Lo stesso Regolamento poi prevede che, nel caso vi sia limite di velocità pari od inferiori a 50 Km/h , il manufatto debba rispettare un'altezza non superiore a 3 cm.   Nel caso del dosso di via Morandi l'altezza risulta essere ben superiore ai 3 cm.   Non va neppure trascurata la Direttiva del 24/10/2000 del Ministero dei Lavori Pubblici "sulla corretta ed uniforme applicazione delle norme del codice della strada in materia di segnaletica e criteri per l'installazione e la manutenzione" la quale prescrive che "I dossi prefabbricati devono essere approvati; quelli eventualmente collocati su itinerari di attraversamento dei centri abitati, lungo le strade più frequentemente percorse dai veicoli di soccorso, di polizia o di emergenza, o lungo le linee di trasporto pubblico, devono essere rimossi".   RICHIESTA   Alla luce di quanto sopra si chiede la rimozione del dosso succitato oppure la sua sostituzione con le colonnine "speed-check" all'interno delle quali, di tanto in tanto, può essere anche installato e attivato l'autovelox. In questo modo, chi si trova a transitare, è costretto a rallentare non potendo infatti sapere se il rilevatore è in funzione o meno.     In attesa di risposta alla presente si inviano distinti saluti.   Vittorio Galmacci

19/05/2016 19:38:08

Attualità » Primo piano Atleti normodotati e disabili per l'iniziativa ''Uniti nello sport per vincere nella vita''

In piazza del Mercato atleti normodotati e disabili insieme per l'iniziativa “Uniti nello sport per vincere nella vita” Si è conclusa questa mattina in piazza del Mercato ad Umbertide la sesta edizione di “Uniti nello Sport per vincere nella Vita”, l'evento organizzato dal Comitato Italiano Paralimpico (Cip) Umbria, con il patrocinio dell'Inail Umbria, dell'Ufficio scolastico regionale, dell'Istituto Prosperius e dei Comuni di Corciano ed Umbertide. L'iniziativa, che ogni anno coinvolge le scuole di ogni ordine e grado e le associazioni sportive di Comuni diversi della regione, ha visto numerosi ragazzi, con e senza handicap, praticare insieme discipline come l’arrampicata sportiva, il tiro con l'arco, le bocce, il lancio delle freccette, il calcio a 5 Fisdir, la pallamano in carrozzina ed il tiro a segno con pistola elettrica. L'iniziativa si è aperta con il saluto dell'Amministrazione Comunale, rappresentata dal sindaco Marco Locchi e dall'assessore allo Sport Pier Giacomo Tosti, e dei rappresentanti del Cip, dell'Inail e dell'Istituto Prosperius che hanno sottolineato l'alto valore di iniziative finalizzate a promuovere la socializzazione e l'integrazione attraverso la pratica sportiva, per poi dare il via alle numerose attività ed esibizioni che hanno trasformato la suggestiva piazza del Mercato in una palestra a cielo aperto dove a vincere è stato innanzitutto lo sport. La giornata, che è stata interrotta prima del previsto causa maltempo, si è conclusa con un ritrovo conviviale con gli atleti e gli assistiti Inail presso il Centro socio-culturale San Francesco.

19/05/2016 19:31:50

Notizie » Politica Movimento 5 stelle su rendiconto di gestione 2015

Riceviamo e pubblichiamo La storia è sempre la stessa. La nostra amministrazione si dice fortemente contrariata dall'analisi fatta dalle opposizioni sul rendiconto di gestione 2015 discusso a fine aprile. C'è da capirli, d'altronde i numeri parlano chiaro, e vani sono i tentavi di dipingere una situazione diversa da quella reale. Partiamo da un punto fermo, che è poi quello da cui noi, M5S, siamo partiti per analizzare questo bilancio: il nostro bilancio 2015 ha risposto adeguatamente ai bisogni dei nostri concittadini? Ora ogni cittadino si dia una risposta. Si parla di avanzo, e guai se si fa riferimento al disavanzo di circa 990 mila euro, se poi sui documenti del bilancio è scritto così, non dipende certo da noi. Se disavanzo non lo si può chiamare, come dovremmo chiamarlo allora?  L'Amministrazione sostiene che ci sarebbe un avanzo di 796 mila euro. Se dunque abbiamo “un avanzo di circa 796 mila euro, a testimonianza delle buone scelte di governo operate dall'esecutivo”, chiediamo di abbassare la tari, di sistemare i giardini pubblici, le buche, di occuparsi periodicamente della manutenzione del verde delle scuole e del verde pubblico (non solo durante il passaggio del Giro d'Italia), di sistemare la palestra e il cva di Pierantonio con i soldi della fiscalità generale anziché utilizzare i fondi destinati al disagio ambientale, di preparare subito un Piano di caratterizzazione per i pozzi inquinati, di dedicare maggiore attenzione alle frazioni; ad esempio, a Montecastelli andrebbe fatto un marciapiede decente visto che i pedoni sono costretti a camminare sulla strada.  Questa è solo una parte dei “temi reali” che toccano la nostra città, e se i”numeri” ci sono, che allora si inizi seriamente ad affrontare queste questioni, che noi, come forza d'opposizione, possiamo, al momento, solo ricordarvi di onorare.

19/05/2016 19:27:09

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy