Sport Si avvicina la 40ma discesa internazionale del Tevere

Riceviamo e pubblichiamo Saranno svelati nella conferenza stampa che si terrà a Perugia il prossimo 3 aprile alle ore 11, presso la sede della Regione Umbria, Palazzo Cesaroni, (Sala della Partecipazione) tutti i dettagli della 40ma Discesa Internazionale del Tevere. L’evento interesserà Umbria e Lazio dal 25 aprile al 1 Maggio, con una lunga carovana di canoisti, ciclisti e camminatoriche affronterà il percorso a tappe lungo il fiume Tevere, ciascuno con il mezzo prescelto, per riscoprire la bellezza dei territori, della storia e dei costumi locali, ma anche le tipicità agro-alimentari delle varie zone attraversate. La Discesa del Tevere, dunque, è un grande evento di eco-turismo, ma anche sport, divertimento e avventura, tutto incentrato sul rispetto e l’armonia con l’ambiente naturale. Infatti, tra gli obiettivi degli organizzatori, ispirati al modello sano dell’economia circolare (che prevede la riduzione dei rifiuti ed il riuso dei beni) è quello di tentare un comportamento “verso zero rifiuti”. Per questo motivo, oltre all’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo anche per la sostenibilità ambientale della manifestazione, la 40ma Discesa Internazionale del Tevere ha ottenuto il patrocinio morale del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare: si tratta di un riconoscimento davvero esclusivo, se si pensa che questo sostegno viene concesso solo ad eventi che non utilizzano plastica monouso. Ad intervenire alla conferenza stampa del 3 Aprile a Perugia ci saranno, oltre ai coordinatori dell’associazione organizzatrice DIT, anche il Coordinamento Regionale Rifiuti Zero, la  società naturalistico-ambientale Hyla, l’Associazione italiana Celiachia Umbria AIC (le cene proposte lungo le giornate di percorso sono anche gluten-free), i fondatori del blog sul turismo regionale in Umbria Tuqui e il gruppo Torgiano Nordic Walking che guiderà gli escursionisti a piedi. Si attende anche la presenza dei rappresentanti della Regione Umbria, che ospita la manifestazione per gran parte del suo percorso. La Regione Umbria, infatti, finanzia la Discesa attraverso la Legge Regionale 23/09/2009 (sport) ed è stata riconosciuta come iniziativa promozionale e turistica della Regione.

01/04/2019 12:50:46 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Inaugurato il nuovo laboratorio di scienze del Campus 'Leonardo Da Vinci'

Taglio del nastro sabato mattina per il nuovo laboratorio di scienze del Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide. Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il dirigente scolastico dell’istituto, Franca Burzigotti, il sindaco di Umbertide, Luca Carizia, l’assessore comunale all’Istruzione, Alessandro Villarini, il consigliere della Provincia di Perugia con delega all’Edilizia scolastica, Federico Masciolini e Massimo Fioroni dell’Ufficio scolastico regionale. “Inauguriamo il nuovo laboratorio di scienze 4.0 – ha detto il dirigente Burzigotti -, realizzato grazie ai fondi del Bando Pon Fser Laboratori innovativi di cui siano stati beneficiari. Ringrazio tutti i docenti, il Dsga e il personale Ata, che hanno reso possibile la realizzazione di questo ulteriore spazio laboratoriale innovativo del nostro istituto, completamente riqualificato nell’architettura, nell’arredo e nella dotazione strumentale digitale e specifica delle scienze”. “Essere qui è sempre un piacere ed un grande stimolo – ha affermato il sindaco Carizia -, un luogo importante, dove continuare a formare tanti ragazzi pronti a spiccare il volo verso l'avvenire. Rinnovamento e tradizione possono costituire un binomio vincente e l'esperienza del Da Vinci lo dimostra perfettamente”. “Gli studenti del Campus hanno grandi opportunità – ha dichiarato Fioroni dell’Usr – è una scuola che propone tantissimo e che traduce in concreto qualsiasi idea”. Secondo l’assessore Villarini: “Il nuovo laboratorio andrà a incrementare la già ampia offerta formativa del Da Vinci. Sarà un’occasione importante per i ragazzi, per i loro docenti e per tutta la comunità umbertidese”. Così il consigliere provinciale Masciolini: “L’inaugurazione del nuovo laboratorio di scienze fa di questa istituzione scolastica un vero e proprio modello”.

01/04/2019 12:47:34 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Iniziato il percorso di educazione stradale anche alla scuola dell’infanzia

La Polizia locale del Comune di Umbertide ha iniziato un ciclo di incontri sull’educazione stradale studiato su misura per le scuole dell’infanzia. Quest’anno, per la prima volta, è stato realizzato un percorso introduttivo all’educazione stradale proprio per gli studenti che si avvicinano alla scuola primaria, ove già da anni la Polizia locale è presente per lo svolgimento di lezioni di educazione stradale differenziate per tutte le cinque classi. Gli agenti Romina Cerbella, Antonio Migliorati ed Ettore Alunni Pierucci, si metteranno alla prova con una tipologia di studenti nuova e sensibilissima che richiede un linguaggio semplice ma chiaro e strumenti colorati ma efficacissimi, nella consapevolezza che ogni parola e immagine resterà particolarmente impressa nelle giovani e vivacissime menti. Gli incontri, con la collaborazione delle insegnati e della coordinatrice del progetto, sono stati avviati presso la Scuola dell’Infanzia “Marcella Monini”, i cui studenti sono gentilmente ospitati presso i locali della parrocchia di Cristo Risorto dopo il terremoto del 2016 e in attesa del nuovo istituto scolastico, con la collaborazione delle insegnanti e della coordinatrice del progetto. Questo nuovo ciclo di incontri diretti all’educazione stradale è stato fortemente sostenuto dal sindaco Luca Carizia, dall’assessore all’Istruzione Alessandro Villarini e dall’assessore alla Polizia Locale Francesco Cenciarini, che da subito hanno promosso un approccio formativo nuovo e specifico per i più piccoli. Gli agenti della Polizia Locale sono stati accolti calorosamente presso la scuola Monini, dove erano attesi dai giovani studenti che li aspettavano emozionati per l’arrivo dei nuovi amici in uniforme. Per tutta la durata dell’incontro, i bambini hanno partecipato alle lezioni interagendo con gli agenti e ponendo tante domande sulla strada e sui colori dei segnali.

01/04/2019 12:33:51 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Approvato dal Consiglio comunale il bilancio di previsione 2019-2021

Il Consiglio comunale di Umbertide nella seduta del 28 marzo ha dato il via libera al bilancio di previsione 2019-2021. Si tratta del primo della giunta guidata dal sindaco Luca Carizia. Il bilancio è stato approvato con 12 voti favorevoli (Lega e LiberaIlFuturo) e 2 contrari (Umbertide Cambia e Movimento 5 Stelle). “Il bilancio di previsione 2019-2021 non è certo un bilancio comodo o di sopravvivenza, ma al contrario contiene elementi importanti che ne migliorano la struttura di base complessiva, consentendo a questa amministrazione di operare al meglio – afferma l'assessore Pier Giacomo Tosti - Per quanto riguarda la spesa, attenzione principale è stata data all'edilizia scolastica, alle manutenzioni straordinarie e ordinarie del territorio, e al mantenimento del livello dello standard dei servizi, nuovi investimenti, invece, sono previsti sul versante della sicurezza. Nel discorso concernente le entrate, in primo luogo va detto che non ci sono stati tagli da parte del governo centrale. Per quanto riguarda le altre entrate, ci sono stati cali da compensare relativi alla centrale idroelettrica e alla farmacia comunale numero 1, ma il focus principale è concentrato sulle entrate tributarie, dove si interverrà potenziando l'ufficio tributi, per far sì che tutti paghino il dovuto, riducendo così il problema delle morosità. Sempre in merito di tributi, l'accorpamento di Tasi e Imu semplificherà il pagamento ai cittadini, l'addizionale Irpef è stata rimodulata in maniera minima e progressiva, secondo il principio di equità. Inoltre, per le famiglie la tariffa sui rifiuti diminuirà del 5% rispetto al 2018. Incomprensibile e inaccettabile è stato l'atteggiamento di Partito Democratico e di Umbertide Cambia che hanno presentato un emendamento di modifica delle aliquote e delle addizionali Irpef. La proposta ha ricevuto i pareri negativi dei responsabili di settore e del collegio dei revisori, perché avrebbe portato il bilancio in disequilibrio e perché la modulazione delle aliquote da loro proposta non rispettava i criteri di progressività costituzionale, in quanto la prima fascia era più alta della seconda. Se approvato, l'emendamento avrebbe portato il Comune al dissesto finanziario, un gioco elettorale fatto sulle spalle degli umbertidesi, nel momento in cui questo è stato smascherato, il Pd non ha avuto nemmeno il coraggio di votare l'emendamento che aveva presentato, ha abbandonato il confronto democratico dentro le istituzioni per arroccarsi sui social a giustificare la propria inconsistenza. Ringrazio i funzionari della struttura tecnica del Comune e il collegio dei revisori per la professionalità che anche in questa occasione hanno dimostrato. Ringrazio, inoltre, il sindaco e i colleghi di giunta per il lavoro sul bilancio che abbiamo svolto insieme in questi mesi. In ultimo , nel ringraziarli, tengo a sottolineare il grande senso di responsabilità dimostrato dai consiglieri e dalle due forze politiche di maggioranza, Lega e LiberaIlFuturo, che con il loro voto favorevole hanno reso un servizio importante a tutti i nostri concittadini”.  

29/03/2019 15:06:11 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: 'No al bilancio di previsione'

Il parere di Umbertide cambia dopo il consiglio comunale di ieri: Guardare avanti, senza pregiudiziali. Umbertide cambia ha valutato i documenti di bilancio presentati dalla nuova amministrazione leghista in quest’ottica. Esprimendo però un parere negativo. “Capiamo le ragioni del Sindaco quando parla di un bilancio da risanare – afferma Gianni Codovini, capogruppo del movimento civico - perché è quello stesso bilancio che noi abbiamo contestato per cinque anni, contraddetti dall’assessore Tosti che ne apprezzava, allora, solidità e virtù. Ciò detto, perché la coerenza è sempre una buona premessa, pur condividendo alcuni aspetti della manovra abbiamo votato contro la proposta complessiva dell’Amministrazione per dei precisi motivi: attraverso l’addizionale IRPEF si fa una operazione di cassa che pesa soprattutto ed in maniera eccessiva sui redditi che vanno da 15.000 a 28.000, che contribuiranno per circa 790.000 euro su un totale di 1.500.00 complessivi, quindi per il 52%. Non c’è dunque equità né reale proporzionalità. Non c’è attenzione alle famiglie, ai commercianti, agli artigiani. Non siamo d’accordo sulla esternalizzazione delle procedure di accertamento dei tributi e vorremmo continuare ad affidarci ad un ufficio pubblico che ha dimostrato professionalità. Non ci sono investimenti. Non c’è chiarezza sulle politiche sociali. Nel complesso manca una analisi socio economica, ed un programma di interventi sistemico che sinceramente ci aspettavamo dal primo bilancio di previsione di una amministrazione eletta per il cambiamento. Ed invece – sottolinea Codovini – è purtroppo emersa la continuità, nei metodi, mancanza di confronto, nelle scelte, aumentare le imposte, negli attori, assessore al bilancio”. Umbertide cambia non si è limitata alla critica. “Cosa avremmo fatto noi. Avremmo impostato – spiega Codovni - un intervento sull’IRPEF molto più progressivo. Avremmo previsto no tax area per commercianti ed artigiani. Avremmo finalizzato le nuove entrate verso fondi per l’occupazione e lo sviluppo. Avremmo investito su IRBB e Multiservice. Avremmo immaginato lo sviluppo della città in un contesto territoriale più ampio nell’ambito del quale condividere servizi e politiche. Fondamentalmente avremmo cercato di dare al bilancio una visione politica di prospettiva che oggettivamente manca nella testa e nei documenti votati dalla maggioranza”.

29/03/2019 15:04:16 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: 'la Lega TAR-TASSA gli umbertidesi ed è sorda alle proposte'

Riceviamo e pubblichiamo Nel Consiglio comunale dedicato al bilancio l’Amministrazione ha bocciato l’emendamento a firma Partito Democratico e Umbertide Cambia, che prevedeva il non aumento dell’Irpef per i redditi fino a 28 mila euro. Inizialmente l’emendamento è stato dichiarato inammissibile, poi (dopo due ore circa) con il suggerimento del segretario comunale al Presidente del Consiglio Comunale è stato ritenuto votabile, nonostante che l’assessore al bilancio Tosti (ex Comunisti italiani e ora Lega) ha a più riprese detto che il provvedimento avrebbe provocato un dissesto di 1,5 milioni (all’assessore va ricordato- ma lo farà il ragionerie del comune - che 2.5 punti di irpef equivalgono a circa 450000 euro). Il PD ha abbandonato la seduta di un Consiglio dove le urla e le bugie della Lega hanno reso inutile ogni discussione. La lega ha dimostrato di essere un perfetto mix tra arroganza e incompetenza. Parlano di zero riscossioni negli ultimi tre anni, ma tra le zero riscossioni c’erano anche i consiglieri morosi della Lega, che se non era per il PD non avrebbero mai pagato. Insomma la Lega e i suoi soci tar-TASSANO gli umbertidesi in particolar modo i redditi più bassi e si dimostrano chiusi a riccio innanzi ad ogni proposta che favorisce pensionati e lavoratori. Abbiamo scelto di abbandonare la seduta del Consiglio Comunale come segnale di contrasto forte e deciso ad una politica che colpisce i cittadini, impoverisce la città e ci isola dal resto dell’Umbria. All’arroganza della Lega il PD risponde con le proposte che porteremo avanti tra i cittadini e nell’interesse degli umbertidesi.

29/03/2019 12:42:48 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy