Attualità » Primo piano Strage di Nizza: Monni (Centrodestra) ''tragedia che ferisce anche Umbertide''

“Tutti noi abbiamo parenti e amici vissuti a Nizza per lavoro tant’è che i più giovani sono addirittura nati a Nizza e tornati a Umbertide allorquando il lavoro lontani da casa consentì alla famiglia di costruire la propria casa nella città natia. È chiaro ormai che gli attacchi terroristici non sono più fatti isolati ma ci piombano addosso nell’ordine di uno alla settimana. Ora, in attesa che le Cancellerie europee si apprestino con fermezza a intercettare e bloccare questi figli islamici di seconda-terza generazione scagliati contro l’Occidente, vi è da parte nostra la volontà di esprimere vicinanza e cordoglio verso le vittime della strage e dei nostri amici umbertidesi che hanno dimostrato laboriosità e impegno a Nizza.  Vi anche la ferma volontà di condannare il terrorismo islamico nascosto dietro inutili distinguo, l’Islam non è moderazione, la violenza non ha moderazione”. “Allo stesso tempo ho la personale necessità di condannare questo razzismo al contrario che si abbatte contro noi italiani colpevoli solo di esserci dimostrati forse troppo accoglienti, a volte nella buona fede e più spesso con una maschera buonista che cela biechi interessi economici. Nego la necessità di manifestare in Piazza contro i volantini ritrovati nella vicinanza della moschea in costruzione o contro la raccolta firme promossa dall’estrema destra, espressione di malcontento e paura contro quella che oramai è l’islamizzazione del nostro Paese. Piuttosto, mi auguro che l’amministrazione vorrà sostituire l’evento contro il razzismo con un momento di raccoglimento e preghiera che porti la nostra solidarietà agli amici francesi, ricordando che Umbertide molto ha dato e ricevuto a Nizza. L’auspicio è che negli ambienti legati alla moschea si esprima una ferma condanna e una concreta collaborazione con le forze dell’ordine, segnalando gli elementi potenzialmente pericolosi. Non manchi inoltre una maggiore comprensione verso le nostre legittime paure che non hanno declinazione razzista.

17/07/2016 19:04:02

Attualità » Primo piano Perugia: aggredito ausiliario del traffico

’ausiliario del traffico stava svolgendo la sua attività in via del Macello, controllando le vetture parcheggiate nell’area a pagamento; aveva appena redatto una multa ad una ford focus priva dello scontrino di pagamento. Poco dopo era stato raggiunto da un uomo, di corporatura robusta, che con il preavviso di pagamento in mano gli urlava di togliere la multa immediatamente. L’ausiliario del traffico non ha avuto neanche il tempo di rispondere che è stato colpito con un pugno in viso, tanto che all’arrivo dei poliziotti aveva il labbro tumefatto con perdita di sangue; ha chiesto aiuto ad un collega che è intervenuto sul posto, mentre l’aggressore si allontanava. All’arrivo del collega è ricomparso l’aggressore che ha detto che se non veniva tolta la multa avrebbe picchiato entrambi; poi si dileguava. All’arrivo della Polizia i due ausiliari davano indicazioni sull’autore del reato e sulla sua vettura. I poliziotti si sono messi alle sue tracce e si sono recati sotto l’abitazione del proprietario dell’auto, trovandola lì parcheggiata. Hanno quindi rintracciato l’uomo che ammetteva di non voler pagare la multa e di aver colpito al volto il controllore; i poliziotti lo hanno condotto in Questura. Lo hanno identificato per un 45enne, romeno, da anni a Perugia e senza precedenti di polizia;  è stato denunciato per violenza e minacce ad incaricato di pubblico servizio e lesioni aggravate. L’ausiliario del traffico se l’è cavata con sei giorni di prognosi.    

17/07/2016 18:52:36

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy