Notizie » Politica MOVIMENTO 5 STELLE UMBERTIDE: STRANI GIOCHI DI POTERE

Riceviamo e pubblichiamo Lo scorso dicembre venne discusso un ordine del giorno presentato dal PD e bocciato dallo stesso PD. La proposta riguardava la richiesta, avanzata precedentemente dall’associazione Proloco Pierantonio, di traslare il monumento ai caduti di piazza XXV Aprile e di realizzare nella piazza un'area giochi per bambini con attrezzature sanitarie di pronto intervento , riportare insomma la piazza alla sua originaria funzione. La Proloco di Pierantonio, si sarebbe accollata le spese per riportare la piazzetta al suo originario aspetto, l’unica incombenza del Comune sarebbe stata quella di spostare il monumento ai caduti riposizionandolo nella sua posizione originaria. La proposta della Proloco venne bocciata dalla giunta che ora preferisce rivolgersi alla parrocchia di Pierantonio per posizionare i giochi su un’area adiacente alla chiesa. È uscito in questi giorni l'atto che sigla l'accordo tra il Comune e la Parrocchia per l'uso dell’area, e l'amministrazione spiega questa soluzione sostenendo che ciò viene fatto “a favore della collettività, al fine di dotare la frazione di uno spazio giochi messi a disposizione (fornitura e installazione) da parte dell’Amministrazione Comunale”. Lo schema di comodato gratuito con durata di 6 anni prevede che il Comune di Umbertide si assumerà gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area concessa, mentre l’apertura e chiusura del parco, con orari da concordare, sarà gestita dall’Associazione di volontariato e promozione sociale AUSER. Ora non sarebbe stato più conveniente accogliere la proposta della Proloco che si sarebbe occupata di fornire lei stessa i giochi e avrebbe dotato l'area persino di un defibrillatore? Quale è la logica di aprire una nuova zona verde quando ce ne sono già due senza giochi ed illuminazione? Non sarebbe stato più logico accettare la proposta della Proloco che mirava a rivitalizzare la piazza di Pierantonio? Il Comune ha preferito invece accollarsi le spese relative alla sistemazione dell'area, alla fornitura ed installazione dei giochi anziché spostare un cippo. La situazione, del tutto paradossale, evidenzia come la divisioni interne del PD vanno ad incidere negativamente sulla collettività, vittima di assurde prese di posizione!  Il PD continui a giocare a risiko dentro la propria sede e lasci fuori da stupidi giochi di potere il nostro Comune.

08/03/2017 12:12:35 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Sigarette ai minori: multati sei tabaccai

Vendevano sigarette ai minori, sei tabaccai sono stati verbalizzati dalla Guardia di Finanza di Perugia. Sono i primi risultati di un’intensificazione dell’azione di prevenzione e controllo, disposta dal Comando Regionale delle fiamme gialle, a tutela dei minori. L’attenzione delle pattuglie in borghese in questa prima fase di attuazione del dispositivo si è indirizzata, in tutto il territorio provinciale, verso gli esercizi di tabaccheria  dislocati in prossima di edifici scolastici e nei luoghi di maggiore aggregazione dei giovani, per verificare il corretto adempimento delle specifiche normative che regolano la materia. Nel corso degli accertamenti le pattuglie hanno così notato gruppi di alunni che entravano all’interno delle tabaccherie per acquistare “un pacchetto”. Fermati a pochi passi dal negozio, si è avuta la conferma della loro minore età. I finanzieri hanno accertato che gli esercenti, noncuranti del divieto imposto dalla legge, hanno venduto sigarette a ragazzi minorenni nonostante vi sia l’obbligo per il rivenditore, in caso di dubbio sulla maggiore età dell’acquirente, di richiedere l’esibizione di un documento d’identità. Una superficialità che è costata cara ai negozianti. Le attuali normative in vigore dal 2016, non fanno sconti.  La sanzione amministrativa varia dai cinquecento ai tremila euro ed è prevista anche la sospensione della licenza commerciale per 15 giorni. Nel caso di recidiva, oltre al rischio di vedersi aumentata la multa fino a 8000 euro, può essere disposta la revoca della licenza da parte dell’Agenzia dei Monopoli.

08/03/2017 10:12:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy