Cultura » Mostre Umbertide: Premio Rometti, in corso lo stage dei finalisti dell'edizione 2016

E' in pieno svolgimento lo stage dei sei giovani artisti finalisti del “Premio Rometti”, concorso giunto alla quarta edizione e promosso dalla manifattura umbertidese in collaborazione con i più prestigiosi istituti di design e accademie di belle arti d'Italia e del mondo, con il patrocinio del Comune di Umbertide e il sostegno di Aimet. Per due settimane infatti gli studenti autori dei progetti finalisti selezionati da un'apposita giuria frequenteranno uno stage presso le Ceramiche Rometti, dove avranno la possibilità di “mettere le mani in pasta”, conoscere da vicino e sperimentare le tecniche di lavorazione della ceramica e dare concreta realizzazione ai loro progetti. Quest'anno al concorso, che mira a promuovere l'innovazione e l'originalità nel campo dell'arte ceramica, hanno partecipato oltre 50 progetti presentati da altrettanti giovanissimi studenti; alla fine la giuria ha selezionato i cinque migliori lavori che verranno premiati nel mese di settembre quando si sapranno i nomi vincitori dell'edizione 2016 del premio. Questi i nomi dei finalisti, tutti di età compresa tra 21 e 25 anni, provenienti da Roma, Milano, Parigi e Seattle: Delfina Scarpa, studentessa della Rufa di Roma, che ha presentato il progetto “Calle”; Beatrice Di Biagio e Natalia Koroneva, di origine russa, anch'esse studentesse della Rufa, con “Olè”; Simone Maggioni, dello Ied di Milano, che ha presentato “Scacco matto”; Sarah Belfer di Ensad Parigi con “Riflesso”; Annabelle Wu, studentessa taiwanese proveniente dall'Università di Seattle, con “Signore e Signora”. Sotto la supervisione del titolare delle Ceramiche Rometti Massimo Monini e del direttore artistico Jean – Christophe Clair e la guida delle mani esperte delle maestranze della manifattura, i giovani si sono cimentati nella principali tecniche di lavorazione della ceramica fino a dare forma e sostanza ai loro progetti che ora verranno ulteriormente valutati e premiati. Anche quest'anno quindi le Ceramiche Rometti sono riuscite ad aprire le porte ai giovani e alla loro straordinaria capacità di innovare, portando avanti quel progetto che, sin dalle origini, ha visto la manifattura ospitare già negli anni Venti e Trenta i più grandi artisti dell'epoca, da Corrado Cagli a Dante Baldelli e Mario Di Giacomo e che oggi continua a promuovere una forma d'arte improntata all'originalità e intrisa dell'abilità dei più noti designer internazionali contemporanei.

26/07/2016 18:40:58

Cultura Umbertide: il Campus ''Da Vinci'' su RaiUno a Superquark

Vetrina in prima serata su RaiUno per il campus “Leonardo da Vinci” di Umbertide. Mercoledì 27 luglio, dalle ore 21.10, la scuola superiore di Umbertide avrà uno spazio su SuperQuark, il nuovo ciclo di puntate condotte da Piero Angela. In prima serata su Rai 1 infatti, a partire da mercoledì 13 luglio, la popolare trasmissione presenta gliapprofondimenti storico-scientifici introdotti da Piero Angela e numerosi servizi riguardanti i più svariati argomenti e altrettante curiosità. La trasmissione dedica uno spazio alle scuole d'eccellenza italiane e tra queste SuperQuark ha selezionato il Leonardo da Vinci di Umbertide. Lo scorso aprile, per due giorni, una troupe di giornalisti di Piero Angela ha visitato la scuola, realizzato immagini e interviste. Particolare interesse per la popolare trasmissione di Piero Angela ha suscitato lo spiccato bilinguismo degli indirizzi della scuola. Il liceo scientifico ha l'opzione International Cambridge. Il "Leonardo da Vinci" è stata la prima scuola della Regione ad ottenere, a luglio 2014, l'accreditamento presso la Cambridge University e ad attivare questo prestigioso percorso di studi già dal 2014/15. Alla fine del corso si consegue un doppio diploma, quello italiano e il prezioso International general certificate of secondary education. C'è poi il liceo  economico-sociale italiano-inglese, il primo di questo tipo introdotto in Italia cinque anni fa, grazie al fatto che il campus “da Vinci” ha ottenuto nel 2014 il prestigioso accreditamento da parte dell’Univerità di Cambridge come International School da cui deriva la possibilità di introdurre le opzioni di bilinguismo negli indirizzi offerti dall’istituto. In più al liceo linguistico dal terzo anno si può optare per il progetto Esabac, un acronimo che nasce dall'unione di “Esame di Stato” italiano e “Baccalauréat” francese. Viene offerta la possibilità per gli studenti liceali di conseguire, con lo stesso esame, il diploma italiano e il diploma francese con i quali iscriversi all'università in Francia oppure in Italia. La Francia è il secondo partner economico dell'Italia. Per un giovane italiano conoscere la lingua e la cultura francese apre interessanti prospettive professionali nel mercato del lavoro italo-francese.

26/07/2016 14:34:55

Attualità » Primo piano Polizia interviene per lite in famiglia, ma gli agenti trovano piantagione di marijuana

Un intervento per lite in famiglia consente alla polizia di sequestrare una serra e tutto il kit per la coltivazione della marijuana. E’ sera e al 113 arriva una richiesta di aiuto per una lite in famiglia nella zona di Santa Lucia. Sul posto ad attendere la polizia un 19enne e la madre 50enne che riferivano di una lite che vedeva coinvolta come vittima anche l’anziana nonna; l’autore era il fratello 21enne. Gli agenti ricostruivano l’accaduto: la signora presente aveva avuto una lite violenta con l’altro figlio; questi la minacciava con un coltello. Si chiariva inoltre che anche in passato vi erano stati analoghi episodi che venivano indirizzati anche verso la madre della signora, nonché nonna del giovane e che l’origine dei dissidi era la forzata convivenza nella medesima abitazione. Poiché il ragazzo era ancora in casa gli agenti decidevano di entrare nell’appartamento per rintracciarlo. Alla vista dei poliziotti il giovane appariva poco lucido come se avesse fatto uso di stupefacenti; dai primi controlli difatti gli agenti gli sequestravano alcune dosi di hashish. Procedevano quindi a perquisire l’appartamento e rinvenivano altro stupefacente, in suo possesso per un totale di 20 grammi  di marijuana, 40 di hashish. Inoltre in una porzione dell’appartamento, in suo al giovane, si rinveniva tutto l’occorrente per avviare la produzione di marijuana: un centinaio di semi, un bilancino di precisione, tenda termica, lampada Uva, un aspiratore, un ventilatore, un timer, un misuratore di umidità, sei vasi e alcuni  sacchi di terra. Nell’appartamento sono stati sequestrati inoltre sei coltelli tra cui una “pattada”. Il giovane veniva quindi denunciato per minacce aggravate, produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.  

25/07/2016 19:25:34

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy