Attualità » Primo piano DUE NUOVI DEFIBRILLATORI PER UMBERTIDE E PIERANTONIO: GRAZIE A 'REGALA UN BATTITO'

Ci sono voluti due anni ma finalmente anche Umbertide avrà i suoi defibrillatori. La raccolta fondi "Regala un Battito" - portata avanti dall'unione di Informazione Locale, il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Umbertide e il Comitato Croce Rossa di Città di Castello e specificatamente il gruppo di soccorritori di Umbertide - può finalmente dirsi conclusa. 5472 euro, raccolti in poco più di cinque mesi, grazie al buon cuore di organizzatori, associazioni, commercianti e gente comune, sono stati utilizzati per l'acquisto di 3 defibrillatori semiautomatici (DAE) e relative teche per la collocazione esterna. Qualche intoppo burocratico di troppo aveva permesso fino ad ora solo la consegna, a dicembre 2016, nella frazione di Preggio, grazie anche al cospicuo contributo (500 euro) della locale Proloco. Oggi, grazie alla collaborazione dell'amministrazione comunale, anche gli altri due dispostivi salvavita avranno una destinazione. Di comune accordo gli organizzatori, hanno infatti optato per la consegna dei DAE alla giovane Pro-loco di Umbertide e a quella di Pierantonio, che li avranno in gestione. La cerimonia si terrà lunedì 30 luglio, alle ore 18 ad Umbertide, sotto la Rocca, mentre un'ora dopo, alle 19 ci si sposterà nella Piazza di Pierantonio. Ad intervenire il neoeletto Sindaco di Umbertide, Luca Carizia, la Vice Sindaco Annalisa Mierla, Enzo Lepri editore di “Informazione Locale”, Claudio Stoppa responsabile Protezione Civile Umbertide, Francesco Serafini presidente del Comitato Locale Croce Rossa Città di Castello, Ascanio Burzigotti presidente della Pro-Loco Umbertide, Angelo Mierla Presidente della Pro-loco di Pierantonio e i due sacerdoti Don Pietro Vispi e Don Mauro.  

26/07/2018 09:13:50 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Maturità al Campus 'Da Vinci': 17 alunni con 100, 3 lodi e doppio Diploma Italo-Francese per gli studenti del Liceo Linguistico ESABAC

Concluse le fatiche dell’Esame di Stato 2018, L’Istituto Superiore “Leonardo Da Vinci” di Umbertide fa il   bilancio dei risultati e, anche quest’anno, è un successo. Sono, infatti, 17 gli studenti che hanno superato l’Esame di Stato con il massimo dei voti, 100/100, e di questi  3  hanno ottenuto anche la lode. Eccellente anche il risultato ottenuto dagli studenti del Liceo Linguistico che,  per la prima volta nella storia dell’Istituto, hanno sostenuto oltre le tre prove dell’Esame di Stato italiano anche una quarta prova per conseguire il prestigioso Diploma Francese (Baccalauréat).  Ben 16 studenti hanno raggiunto l’ obiettivo del doppio Diploma avendo superato la quarta prova scritta di Storia in lingua francese e la prova scritta e orale di Lingua e Letteratura francese:un importante traguardo per il quale gli studenti del Linguistico hanno profuso un impegno davvero encomiabile per un intero triennio, guidati dai loro docenti.  Infatti , dal 2015 il Campus “L. da Vinci” ha ottenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione l’autorizzazione ad attivare il Progetto ESABAC, un percorso d’eccellenza di bilinguismo che permette agli studenti italiani di conseguire il Baccalauréat, un Diploma  che dà accesso all’università in Francia al pari degli studenti francesi.  .   Tornando alla sintesi dei risultati degli Esami di Stato si sottolinea, oltre il fatto che tutti i 168 alunni lo hanno superato, l’alta percentuale degli alunni con votazioni d’eccellenza, tra 90 a 100, che si attesta al 22% per l’intero Istituto, con punta massima al Liceo Scientifico dove la percentuale è del 46%, cioè circa  la metà degli studenti hanno ottenuto voti tra 90 e 100, 7 di loro proprio 100 e due anche la lode. Altra nota di merito è che gli studenti “più bravi” sono distribuiti su tutti  i sette indirizzi dell’ Istituto, infatti in ognuno di essi si trovano quelli con 100/100 e precisamente: 7 al Liceo Scientifico e due con lode,  4 al Liceo Linguistico e uno con lode, 2 al Liceo delle Scienze Umane, 1 al Liceo delle Scienze Applicate, 1 al Liceo Economico Sociale, 1 all’indirizzo dell’Indirizzo “Meccanica, Meccatronica ed Energia” del Tecnico e uno l’indirizzo “Servizi Commerciali del Professionale. Ecco i ragazzi da cento e lode che saranno inseriti anche nell’ Albo Nazionale delle Eccellenze:  Ciaccini Luca e Renzini per lo Scientifico, Parisi Elisa per li Liceo Linguistico che ha ottenuto anche il Diploma  francese, mentre gli studenti che hanno ottenuto una votazione di 100/100 sono: Alunno Matteo, Ferrara Alex, Fratta Gaia, Giulioni Aurora, Pazzi Giorgia per lo Scientifico, Guardabassi Marco per le Scienze Applicate, Millington Caroline, Pucci Elisa per il Linguistico che hanno ottenuto anche il Diploma francese, Cavalaglio Chiara e Minni Caterina delle Scienze Umane, Ciocchetti Dalida dell’Economico Sociale, Dominici Alessia dei Servizi Commerciali del Professionale e Pinzagli Alessio del Tecnico.  Ecco i   16 studenti e studentesse del Liceo Linguistico ESABAC che hanno ottenuto nella stessa sessione il doppio diploma, quello italiano e il Baccalauréat francese: De Angelis Veronica, Fragrassi Ilaria, Lazzaro Lavinia, Masini Alice, Millington Caroline, Nazaret Andreea Liviana, Parisi Elisa, Pauselli Martina, Pollo Beatrice, Pucci Elisa, Sakhi Aicha, Salvoni Sara, Santarelli Valentina, Sivo Alessandro, Adriani Giulia, Conti Giulia, Galletti Ludovica, La Rocca Gaia, Pieroni Chiara, Sabatini Chiara, Selvi Anna, Selvi Lavinia, Tizzi Arianna, Vignati Viola. Per la consegna dei loro prestigiosi Diplomi è stato invitato l’ Ambasciatore Francese, come ospite d’onore presso il Campus Da Vinci che dedicherà una speciale occasione all’ evento. “Mi complimento con i ragazzi che hanno sostenuto con impegno  le prove d’Esame conseguendo tutti il Diploma, in molti casi con eccellenti risultati e comunque cercando di far emergere il meglio della loro preparazione. Un particolare plauso va ai numerosi alunni che hanno raggiunto la votazione massima, la lode e agli studenti del Liceo Linguistico che hanno conseguito, oltre il Diploma italiano il famoso Baccalauréat francese. Oltre al fatto che esso consente l’immediato accesso alle Università francesi, va considerato che la Francia è il secondo partner economico dell’Italia, con oltre 1000 imprese francesi nel nostro Paese e 1000 imprese italiane Oltralpe. Per un giovane Italiano, conoscere la lingua e la cultura francese rappresenta, quindi, un’interessante prospettiva professionale sul mercato del lavoro italo-francese o francofono” ha dichiarato la Dirigente Scolastica dell’Istituto “Leonardo Da Vinci”, Franca Burzigotti, sempre attenta a cogliere le migliori opportunità formative per i propri studenti. Analizzando indirizzo per indirizzo i risultati di questo anno scolastico e confrontandoli con il trend degli ultimi anni registrato dal RAV (Rapporto di Autovalutazione d’Istituto, consultabile sul sito della scuola www.campusdavinci.gov.it) che pone gli esiti agli Esami di Stato degli studenti del Campus Da Vinci molto al di sopra della media della provincia di Perugia, dell’Umbria e dell’Italia, si può star sicuri che il trend continuerà ad essere positivo a conferma dell’eccellenza della qualità formativa dell’ Istituto umbertidese.

26/07/2018 09:08:35

Notizie » Politica Armi alla Polizia Municipale, le parole del sindaco Carizia e dell'assessore Cenciarini

“Umbertide ha bocciato sonoramente la politica becera, quella fatta di tante chiacchiere e poche azioni, quella politica così vicina al sistema e lontana dai cittadini: le accuse di Umbertide Cambia e del Pd, ormai sempre più in sintonia, non trovano dunque riscontro nella realtà”: Francesco Cenciarini, assessore alla Polizia Municipale in quota Lega risponde così alle accuse dell’opposizione che vedono nella maggioranza “il governo del trasformismo”. “E’ un mese che siamo al Governo della città e già possiamo vantare piccoli ma importanti traguardi - prosegue l'esponente del Carroccio -, quelli che i cittadini hanno chiesto alla Lega che ricordiamolo esprime Sindaco e larga parte della giunta. Sono partiti i controlli delle residenze, così come annunciato in campagna elettorale, stiamo avviando l’istituzione di un tavolo semestrale con il nuovo Prefetto al quale presto sottoporremo anche i documenti relativi alla costruzione del centro culturale islamico. Stiamo, inoltre procedendo senza sosta, nell’ascolto diretto delle problematiche cittadine, una tematica assai sconosciuta al Pd e ai suoi nuovi, strani, compagni di avventura. I primi giorni di questa amministrazione – conclude Cenciarini – li festeggeremo con un importante traguardo raggiunto, quello di armare la polizia municipale, un atto dovuto visto che eravamo rimasti uno tra gli ultimi comuni a non aver adottato la procedura, ma allo stesso tempo un atto voluto perché crediamo nella sicurezza cittadina e nel rispetto delle forze dell’ordine che non possono essere considerati ‘impiegati di ufficio’ avendo altre mansioni riconosciute dalla legge. A conferma della nostra tesi vi è la necessità, per le manifestazioni pubbliche, di garantire la presenza di personale armato addetto alla sicurezza e se l’amministrazione comunale non ne è dotata, sarà onere degli organizzatori pagare dei terzi. Umbertide non sarà un far west, questo governo ha fiducia nelle forze dell’ordine e rispetta il loro lavoro, non è semplice passare dalle parole ai fatti, ma è bene che l’opposizione ci si abitui perché questo sarà il governo del cambiamento”. Sulla questione interviene anche il sindaco Luca Carizia: “E’ il primo atto vero ed importante che la cittadinanza aspettava da tempo – afferma il primo cittadino -. Nel nostro programma era uno dei punti essenziali riguardanti la sicurezza. Armare la polizia municipale vuol dire dare agli agenti tutti gli strumenti necessari per far bene il proprio lavoro e svolgere al meglio ogni funzione”.

25/07/2018 15:23:58

Notizie » Politica Questione Calzolaro, Corbucci e Ventanni (Pd): "A quando le ordinanze?"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dei consiglieri del Partito Democratico, Filippo Corbucci e Matteo Ventanni   La campagna elettorale ormai è finita e il problema del Calzolaro resta. Tra la fine del 2015 e il 2016 l’impianto Splendorini è stato autorizzato a trattare fino a 50mila tonnellate di rifiuti, il doppio di quelli trattati fino a quel momento, con autorizzazione provinciale a seguito della conferenza dei servizi del 6 Novembre 2015, alla quale erano presenti tra gli altri anche l’ex sindaco Locchi e l’assessore Tosti, (ancora oggi in Giunta). Il Pd, che non condivise la scelta dell'amministrazione di partecipare a quella conferenza, presentò successivamente un esposto in Procura, ribadendo la presa di distanza da quello che si è rivelato essere poi un grave errore ai danni dell’abitato. Successivamente la Regione Umbria ha bloccato, con un provvedimento esecutivo nel breve periodo, l’utilizzo di rifiuti organici presso l’impianto Splendorini, anche al fine di rivedere i quantitativi trattati e le tipologie. Quel provvedimento che è stato poi sospeso dal TAR. Visti i disagi arrecati questi anni agli abitanti di Calzolaro, che si sono organizzati con un comitato ed hanno svolto varie azioni a rimedio del caso, come consiglieri siamo a chiedere all’Amministrazione quali iniziative intenda intraprendere nei prossimi giorni (non settimane, mesi o anni). Chiediamo, visto il perdurare della situazione di disagio, se intende controllare il traffico di automezzi passanti per la strada centrale (emettendo eventuale ordinanza che inibisca il passaggio dei mezzi) che ha creato non pochi problemi durante gli anni, e in modo particolare se ha in mente di emettere un’ordinanza contingibile e urgente di chiusura cautelativa dell’azienda a tutela della salute dei cittadini. E di conoscere tutte le iniziative che intende mettere in campo.

25/07/2018 14:46:48

Notizie » Politica Politica, Umbertide Partecipa diventa associazione e nasce la sezione locale di Italia in Comune

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di Marco Locchi Umbertide Partecipa al fine di consolidare la propria presenza ad Umbertide e di  stare sempre più vicina ai propri rappresentanti in Comune,  ha   deciso di costituirsi in  Associazione di liberi cittadini. Una associazione aperta a tutti coloro che gratuitamente intendono mettere a disposizione  conoscenza, sapere, esperienza e valori per una democrazia partecipe e  per una politica nell'interesse di tutti.  Entro breve verranno espletate le formalità di registrazione  dell' atto costitutivo e dello statuto. Verranno così nominati gli  organismi dirigenti provvisori che resteranno in carica fino alla prima assemblea  degli iscritti.  Entro settembre si terrà la presentazione ufficiale nell'ambito di un incontro pubblico aperto a tutti. Contemporaneamente è stata costituita ad Umbertide la sezione di Italia In Comune, il partito nato ad aprile 2018 il cui presidente è Federico Pizzarotti sindaco di Parma e il coordinatore nazionale è Alessio Pascucci sindaco di Cerveteri. Sono oltre 400 gli amministratori che in tutta Italia hanno aderito a questo progetto o come singoli cittadini o come liste civiche che si riconoscono nella carta dei valori  di Italia in comune che nasce per dare   una risposta  a tutti i cittadini e per  proporsi come modello diverso da quello degli attuali schieramenti politici. Un partito che nasce dai territori  e punta a mettere al centro  le persone e le comunità, convinti che la politica  sia l' arte di coniugare la visione ideale con il mondo del realizzabile. I riferimenti della sezione di Umbertide sono Vittorio Fumanti e  Terzilio Sonaglia. A breve inizierà la campagna di tesseramento e successivamente si terrà l' Assemblea degli iscritti per la discussione delle linee programmatiche e l'elezione degli organismi dirigenti.  Il coordinamento nazionale di Italia in comune  ha inoltre designato Marco Locchi, referente per la Regione Umbria di Italia in comune.

25/07/2018 08:49:27

Attualità » Primo piano Umbertide, armi alla Municipale: al via l'iter per modificare il regolamento

Armi alla Polizia Municipale, inizia l’iter per modificare il regolamento. Su proposta dell’assessore competente Francesco Cenciarini, con la delibera della giunta numero 9 del 17 luglio, l’amministrazione – con parere favorevole unanime - ha dato mandato al comandante Gabriele Tacchia di predisporre le modifiche al testo del regolamento di Polizia Municipale numero 178 del 25 luglio 2008, prevedendo espressamente l’armamento dei vigili. Secondo la Giunta, ciò ha ostacolato “l’operatività dei vigili urbani che non possono effettuare attività di prevenzione e repressione di certe tipologie di reato se privi degli strumenti idonei per salvaguardare la sicurezza dei cittadini e degli agenti stessi”. Per l’assessore Cenciarini risulta quindi necessario, come recita la delibera approvata all’unanimità dalla Giunta, “procedere all’armamento del Corpo della Polizia Locale di Umbertide al fine di contribuire materialmente alla sicurezza urbana richiesta dai cittadini e garantire interventi qualificati nei sempre più frequenti interventi esterni in occasione di ipotesi di reato”. Secondo quanto previsto nella delibera, si provvederà a formare gli agenti della Municipale attraverso specifici corsi di addestramento presso il poligono di tiro di Perugia, procedendo gradualmente all’introduzione delle armi a partire dai vigili che svolgono prevalentemente attività esterna e di pattugliamento per poi coinvolgere l’intero corpo. Il primo passaggio formale sarà la modifica del Regolamento di Polizia municipale, che dovrà ottenere il via libera dell’assise cittadina. 

24/07/2018 19:39:03

Attualità » Primo piano Trasporti, lavori sulla ex Ferrovia Centrale Umbra: "Cronoprogramma fin qui rispettato"

Nella seduta odierna dell’Assemblea legislativa, sessione dedicata al Question time, sono state discusse due analoghe interrogazioni dei consiglieri, una di Gianfranco Chiacchieroni e Giacomo Leonelli (Pd) e Silvano Rometti (SeR), e l’altra di Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini (Lega) sullo “stato di avanzamento dei lavori di manutenzione e ristrutturazione dell'intera rete ferroviaria della ex Fcu e quali tratti verranno riattivati nel breve periodo considerando anche la riapertura dell'anno scolastico”. Nell’illustrazione degli atti ispettivi, Chiacchieroni ha rimarcato come “già da qualche tempo sono in atto i lavori per l'ammodernamento e la messa in sicurezza della Ferrovia centrale umbra al fine di poter rendere più efficiente e moderno il sistema ferroviario in Umbria. La Fcu sarà nazionale ed il percorso intrapreso è stato condiviso dalla Regione Umbria e Governo e rientra tra le strategie nazionali del Gruppo Ferrovie dello Stato. I lavori – ha detto - dovevano essere realizzati seguendo un crono-programma preciso al fine di rendere efficiente e sicura questa infrastruttura ferroviaria”. Mancini, dopo aver sottolineato di riconoscersi nelle questioni esposte da Chiacchieroni, ha voluto evidenziare “la sospensione del servizio datata 12 settembre 2017 e sempre nello stesso anno l’amministratore delegato di Rfi assicurava l’effettuazione di un sopralluogo nei cantieri di Umbertide constatando che i lavori della tratta Umbertide-Città di Castello si sarebbero conclusi entro il mese di aprile 2018 e che la riapertura dell’infrastruttura per l’esercizio commerciale dei treni era prevista per l’avvio dell’anno scolastico 2018/2019. I lavori sarebbero poi proseguiti nel 2019/2020 a rete aperta per l’adeguamento tecnologico. Chiedo quindi lo stato dell’arte, ad oggi, dell’infrastruttura”. L’assessore Chianella ha ricordato che “la Fcu ha, a Ponte San Giovanni e Terni, due stazioni di interconnessione con l’infrastruttura nazionale tanto che è stata individuata tra le ferrovie ex concesse, interconnesse e interoperabili. Questa condizione ha consentito alla Regione Umbria di ottenere finanziamenti per 53,2 milioni di euro per interventi di adeguamento agli standard nazionali. Risorse così ripartite: 33milioni per interventi alla sede e all’armamento, 18milioni per interventi connessi all’installazione della infrastruttura di terra di sistemi di controllo, 2,2 milioni per interventi al segnalamento. Queste risorse hanno permesso, attraverso la stipula di appositi accordi di individuare Rfi quale soggetto attuatore degli interventi di riqualificazione della rete. Gli interventi in questione consentiranno di superare l’attuale sospensione del servizio commerciale, disposta dal gestore dell’infrastruttura all’apertura delle scuole (settembre). Rfi, in virtù della convenzione stipulata con la Regione, il Mit e con Umbria Tpl e mobilità ha iniziato il 16 settembre 2017 alcuni interventi sull’armamento, quali il rinnovo totale e risanamento della sede che hanno interessato: il rinnovo totale dell’armamento con asportazione della tratta Umbertide-Città di Castello (24 Km-pressoché terminati), risanamento della tratta Umbertide-Ponte Felcino (23 Km-lavori iniziati lo scorso 4 giugno), risanamento tratta Ponte Felcino-Ponte S.Giovanni (6 Km-lavori consegnati lo scorso 23 luglio) con intervento all’interno della galleria ‘Baldeschi’ (lavori da terminare entro il prossimo 24 agosto). I lavori sono progettati e diretti da Rfi (dipartimento di Ancona). Il cronoprogramma è stato al momento rispettato ed i lavori nella sede dell’armamento verranno completati per la riapertura dell’anno scolastico. Il gestore Tpl e mobilità con risorse ministeriali ha affidato (gara ad evidenza pubblica) i lavori per la sistemazione e l’adeguamento e sede elettrificazione Ponte San Giovanni-Perugia Sant’Anna. I lavori sono stati consegnati nel mese di novembre 2017 e fino ad ora eseguiti hanno rispettato il cronoprogramma di gara (800 giorni per il loro termine)”. Mancini ha detto di accogliere con “fiducia” quanto relazionato dall’assessore e che sarebbe “auspicabile un nuovo approccio costruttivo con il nuovo Governo nazionale affinché il crono-programma possa essere in pieno rispettato. La Fcu è di vitale importanza per l’economia dell’Umbria”. Chiacchieroni ha preso atto con soddisfazione il rispetto degli impegni presi e che è stato “addirittura fatto di più di quanto previsto. Nel corso dell’intervento di replica ha anche sottolineato con favore la conclusione del procedimento da parte dell’ex amministrazione comunale di Terni per la variante di trasformazione del tratto Terni-Cesi in metropolitana di superficie”.

24/07/2018 14:21:25

Attualità » Primo piano Lions Club Umbertide, la campana passa nelle mani di Mirco Borscia

Dire che il programma della serata dedicata al passaggio della campana del Lions Club Umbertide sia stato un concentrato di “we serve” è forse riduttivo. Il servire del club umbertidese si è “nutrito” nel corso dell’evento di alcuni importanti momenti che caratterizzano l’attività del sodalizio. Prima di cedere il martello a Mirco Borscia, che guiderà il club nell’anno sociale 2018/2019, il presidente uscente Rolando Pannacci, che peraltro andrà a ricoprire l’incarico di presidente della zona A della IX circoscrizione del distretto 108L, ha voluto scolpire alcuni importanti momenti di quello appena trascorso. Alla presenza di Rosalba Bruno, di Federica Ravacchioli e di Alessio Dorelli, di Manlio Orlandi e di Marco Fantauzzi, rispettivamente presidente della IX circoscrizione, coordinatrice distrettuale del concorso “Un poster per la pace”, presidente della zona A della IX circoscrizione, presidente della VIII circoscrizione e cerimoniere distrettuale per l’anno 2017/2018, nonché, sempre per l’anno sociale appena terminato, dei presidenti del Lions Club Città di Castello Host Donatello Torrioli, del Lions Club Montone Aries Silvia Polidori, del Lions Club Città di Castello Tiferno Pietro Paolieri, oltre all’incoming del Lions Club Foligno Fabrizio Bravi, ha prestato il giuramento di rito un nuovo socio. Si tratta di Dino Valigi, imprenditore perugino impegnato nel settore sanitario, che da tempo frequenta con notevole interesse il Lions Club Umbertide. A presentarlo Mauro Tarragoni Alunni, segretario del Club e “padrino” eccellente, al quale è stato conferito lo speciale riconoscimento per la crescita sociale nell’anno del centenario. Dopo il caloroso saluto al nuovo entrato, la scaletta è proseguita con la consegna del premio al merito, che è anche una borsa di studio, dedicato agli studenti del Campus Leonardo da Vinci di Umbertide e che è ormai uno dei services permanenti del Club. Ad aggiudicarsi il riconoscimento quest’anno è stata Chiara Moroni, studentessa della classe IV B dell’indirizzo “professionale servizi per il commercio”, con la suggestiva motivazione che vale la pena trascrivere: «per i meriti scolastici conseguiti, che l’hanno vista distinguersi nel corso degli anni, oltre che per un serio e proficuo impegno scolastico, per spirito di collaborazione e solidarietà nei confronti di una compagna con bisogni educativi speciali, divenendo un costante punto di riferimento per tutto il gruppo classe, anche in contesti extrascolastici». Alla consegna del premio, quale ulteriore testimonianza della collaborazione che su diversi fronti unisce il Campus ed i Lions umbertidesi, insieme ai docenti Prof.ssa Sonia Venturi e Prof. Stefano Mencaroni che hanno coordinato la valutazione, è intervenuta la dirigente scolastica Prof.ssa Franca Burzigotti che ha sottolineato come l’eccellenza dell’istituzione scolastica della quale i risultati degli studenti sono la chiara testimonianza, trovi un punto di contatto con la società civile e con il mondo dell’associazionismo anche grazie all’impegno del Lions Club Umbertide. Ancora sul versante scolastico, la Scuola Media Mavarelli Pascoli di Umbertide, che da più di un decennio partecipa con risultati di assoluto rilievo al concorso “Un poster per la pace”, ha ottenuto un considerevole riconoscimento: quest’anno Cristina Ceccagnoli della classe III C, si è classificata al terzo posto a livello distrettuale. Il riconoscimento è stato consegnato da Federica Ravacchioli, che insieme alla dirigente scolastica Prof.ssa Gabriella Bartocci, ha avuto modo di sottolineare la grande partecipazione della scuola, che rappresenta l’impegno per una pace che non è solo “non guerra, ma anche il contributo per un mondo migliore a tutti i livelli. Si è poi completato il percorso del service “Sulla strada per la solidarietà”, che oltre alla raccolta fondi realizzata in occasione del raduno di auto e moto storiche della scorsa primavera al quale hanno partecipato tutti i clubs della zona A della IX circoscrizione ed il Lions Clube Gualdo Tadino Nocera Umbra, ha beneficiato di un consistente contributo economico di uno dei parnters della manifestazione: l’Autocarrozzeria Grifo di Perugia, nella persona del titolare Enzo Ciabatta, ha consegnato a Pannacci il “rituale” assegno che insieme a quanto già raccolto consentirà il restauro di un reliquiario di epoca gotica conservato all’interno di una chiesa della frazione di Colle di Avendita, nel comune di Cascia, già danneggiato dal sisma del 2016 ed al quale la comunità è molto legata, oltre che devota. Last but not least il giuramento del nuovo consiglio direttivo del Lions Club Umbertide, così composto per l’anno 2018/2019: 1° vice presidente Francesco Cancian, 2° vice presidente e addetto stampa Raffaello Agea, segretario e officer telematico Mauro Tarragoni Alunni, tesoriere Amedeo Fiorucci, censore e revisore dei conti Antonio Giovannoni, cerimoniere e presidente comitato soci Amato Caporali, membri comitato soci e consiglieri Anna Paola Giacché e Fortunato Giovannoni, consiglieri Claudio Ercolani, Marcello Rosini, Giancarlo Mauri, Michele Farabbi. Prima del tocco della campana che segna l’inizio del nuovo anno sociale, il neo presidente Mirco Borscia, che vanta un cospicuo numero di anni di militanza, ha sottolineato come l’azione del Lions Club Umbertide, del quale le molteplici iniziative che hanno coronato la cerimonia sono il più fulgido esempio, cerchi da sempre, con sforzi sempre più consistenti negli ultimi anni, di essere vicino alla propria comunità e di intercettarne le necessità a tutti i livelli. Un impegno per il quale Borscia, che è professionista che fa della concretezza di suo mantra, saprà dare il meglio di sé: per una crescita dell’associazione nel segno della continuità e dell’innovazione al tempo stesso. Ha chiuso la serata il presidente di circoscrizione Rosalba Bruno, che ha avuto calorose parole di elogio per l’attività del club, con l’invito a proseguire sulla strada già lastricata di successo tracciata fino ad oggi.

24/07/2018 09:43:39

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy