Cultura Umbertide: due turiste americane alla scoperta a piedi del nostro territorio

Due turiste americane alla scoperta a piedi del nostro territorio Due turiste americane che hanno partecipato al Tour a piedi dell’Alta Umbria, martedì 19 luglio hanno visitato il Centro per le energie rinnovabili e la sostenibilità Mola Casanova e il museo di Santa Croce per essere poi ricevute cordialmente in Comune dal sindaco Marco Locchi.   Con gusto, natura e spirito: un viaggio a piedi in Alta Umbria  tra spazi aperti e selvaggi, verdi e sinuose colline, ambienti ricchi di una rilevante biodiversità, storia e cultura locale, tradizioni e innovazione, calorosa accoglienza e ospitalità locale. Questa è l'esperienza dell'Alta Umbria progettata da Alessio Renzetti e Colomba Damiani per il tour operator Italian Delights,  impegnato nella ideazione e diffusione  di esperienze di turismo responsabile e sostenibile per le comunità del viaggio responsabile nel mondo e dal prestigioso portale inglese Responsible Travel, espressamente dedicato al viaggiare responsabile.  Un cammino autoguidato di sei giorni da Città di Castello a Montone con tappe memorabili (Monte Santa Maria Tiberina, Croce di Castiglione, Valle del Niccone, Monte Acuto e Umbertide), dove il ruolo della comunità e degli operatori locali è centrale, nella costruzione di esperienze e percorsi che  raccontano il territorio, le risorse ambientali, culturali, umane e le realtà produttive, in un contesto di condivisione e reciprocità con visitatori e ospiti stranieri.   

20/07/2016 17:44:04

Notizie » Politica Umbertide: ''Basta un Sì'' successo per l'iniziativa tenuta a Poggiomanente

Centinaia di persone hanno partecipato ieri sera all’iniziativa “Basta un Sì” promossa dal Partito Democratico e  tenutasi al Country house Poggiomanente. L’evento ha visto la partecipazione del prof. Francesco Clementi, docente di diritto pubblico comparato all’Università degli Studi di Perugia. L’incontro è stato aperto dall’on. Giampiero Giulietti, uno dei promotori dei Comitati per il Sì, sorti in tutta l’Umbria con l’obiettivo di promuovere e far conoscere una riforma epocale, in grado di cambiare il futuro del Paese. Successivamente hanno rpeso la parola anche: Giovanni Rubini, coordinatore dei Comitati per il Sì dell’Umbria e l’avv. Paolo Bondi, dottore di ricerca in diritto pubblico. “Chiediamo un sì al referendum perché siamo convinti che questa sia una riforma in grado di affrontare i principali problemi che da decenni affliggono il nostro Paese in merito all’inadeguatezza delle nostre istituzioni di fronte al tempo che cambia. Con la Riforma costituzionale si supera innanzitutto il bicameralismo paritario e finalmente anche il nostro Paese, al pari delle altre moderne democrazie, avrà una Camera che rappresenterà l’indirizzo politico e l’altra, il Senato, che rappresenterà invece la morfologia istituzionale del Paese. Ma la riforma consentirà anche di migliorare la qualità della legislazione, tanto nel suo procedimento quanto nelle sue fonti, di semplificare l’organizzazione delle istituzioni, con l’abolizione del Cnel e la decostituzionalizzazione delle Province, di regolamentare il rapporto tra Stato e Regioni, anche sul fronte dell’autonomia di spesa. Tra le grandi novità introdotte poi dalla riforma, ci sono l’introduzione dello statuto delle opposizioni - a connotare ulteriormente la fine dell’alternativa ideologica in favore dell’alternanza programmatica, regolamentata e trasparentemente garantita, lungo l’asse maggioranza/opposizione e l’entrata in Costituzione per la prima volta della trasparenza”.

20/07/2016 17:09:26

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy