Sport Basket A2/F: C’è solo un capitano! PF Umbertide conferma Federica Giudice

Un altro importante rinnovo, per la Pallacanestro Femminile Umbertide, per la prossima stagione di serie A2. Il capitano Federica Giudice farà ancora parte della squadra allenata da coach Contu. Una bella notizia per tutto il popolo bianco-azzurro, che potrà ancora contare sul talento e la dedizione di Federica, una ragazza straordinaria dentro e fuori dal parquet. La cestista, nata a Taranto il 5 febbraio 2000, era arrivata ad Umbertide nel 2015, quando aveva solo 15 anni. Nell’ottobre 2016 l’esordio ed i primi punti in A1. Successivamente, Federica aveva deciso di rimanere in maglia bianco-azzurra, dopo l’autoretrocessione del club umbertidese in A2. Incredibili i risultati ottenuti, quasi un anno solare in doppia cifra, dal match di Faenza nel febbraio 2018, fino al 6 gennaio 2019, giorno della storica impresa su Campobasso, quando si è fermata a 9 punti realizzati. 16 punti e circa 5 rimbalzi di media a partita nell’ultima stagione. Inoltre Federica è riuscita a conciliare lo sport con gli studi universitari di scienze infermieristiche. Frequentemente si poteva notare Federica correre in palestra per allenarsi, dopo aver sostenuto un esame. Federica è riuscita a diventare una delle giocatrici più legate alla maglia della PFU e molto amata dai tifosi bianco-azzurri. Pochi giorni fa la notizia della sua convocazione con la nazionale under-20, un gran bel risultato, sia per la nostra capitana, che per lo staff e la società. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Federica per parlare della passata stagione e delle sue ambizioni.   Per te sarà la tua quinta stagione con la PFU. Possiamo definirti ormai umbertidese a tutti gli effetti? “Sto pensando seriamente di comprare casa (ride). A parte gli scherzi, Umbertide mi ha dato tanto sia da un punto di vista cestistico che umano. Penso che sia una realtà fantastica che vive di basket 24 ore su 24. Per un altro anno sarà casa mia , anche perché penso sia una di quelle poche realtà che permetta ad una ragazza della mia età di riuscire a conciliare il basket con lo studio”. Sei stata protagonista di una stagione davvero entusiasmante insieme alla tua squadra. Ora la convocazione con la nazionale under-20. Cosa chiedere di più? “Questa stagione è stata fantastica! Penso una delle più divertenti da quando sono qui ad Umbertide. Sono molto contenta del fatto che la maggior parte della squadra sia stata riconfermata, penso che possiamo crescere ancora tanto insieme , ma dalla nostra parte abbiamo come base un’annata che ci ha insegnato a giocare insieme con una sincronia eccezionale. Sicuramente è anche merito di tutto lo staff : Ale, Kata, Michele , Simone mettono sempre del loro per cercare di far uscire il meglio da noi, ci hanno dato tanto e adesso è il momento di ricambiare il favore con un’altra annata da urlo! Sicuramente ce la metteremo tutta per non deludere le aspettative di tutti coloro che ci seguono e anche per trarre delle soddisfazioni personali. Per quanto riguarda la convocazione con la nazionale under 20 che dire, posso solo esserne contenta. Ci saranno molte ragazze che giocano nella massima serie, c’è gente forte, sarà molto stimolante, potrò capire a che livello sono arrivata e soprattutto le cose su cui dovrò lavorare, per il resto staremo a vedere, io darò il massimo”. La Pallacanestro Femminile Umbertide ed i suoi tifosi ringraziano Federica per aver scelto di rimanere ancora con la squadra bianco-azzurra.

25/06/2019 09:27:22 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S Umbertide: “anche l'amministrazione Carizia contagiata dal solito immobilismo”

Riceviamo e Pubblichiamo il comunciato stampa a firma Movimento 5 Stelle Umbertide   Ad un anno circa di distanza dall'insediamento del nuovo consiglio comunale dobbiamo, con amarezza, registrare che l’immobilismo che aveva caratterizzato la legislatura Locchi ha contagiato anche l’amministrazione Carizia, purtroppo, nonostante i ripetuti appelli al cambiamento più volte fatti dal Movimento 5 Stelle. Sorda ad ogni stimolo e proposta, la maggioranza ha continuato nella strada del “non cambiare nulla”, aggiungendo rispetto alla precedente amministrazione un vago e laconico “… per il momento “. Nei fatti: sul fronte della sicurezza si sta procedendo a fatica nella dotazione di armamento al corpo di polizia municipale e forse, se saranno buoni, Gesù bambino porterà una pistolina sotto l’albero di Natale dei vigili; sul fronte Moschea nulla si è fatto se non acquisire un parere pro veritate, nella speranza che magari i titolari della concessione finissero i soldi per la costruzione dell’immobile; per le manutenzioni ( oggetto anche di una nostra interrogazione al prossimo consiglio comunale) assistiamo ad una serie di interventi a macchia di leopardo privi di una logica programmatica e strategica , se logica c’è è quella della conferma del consenso strappato con le promesse elettorali, e intanto checché se ne dica campa cavallo che l’erba cresce, e non solo in senso figurato, le strade sono sempre più dissestate ed insieme a loro il disagio e lo sconcerto dei cittadini. Non sembra che altro ci fosse nel programma di governo della attuale maggioranza L’amministrazione si limita a gestire il contingente e l’ordinario senza alcuna strategia di programma limitandosi a portare a compimento le iniziative prese dall’unico innovatore che nelle ultime legislature abbiamo avuto: ironia della sorte , il Commissario Governativo De Rosa. Tante le operazioni di facciata, le iniziative popolar - presenzialiste, troppi i post su Facebook, e anche i selfie cominciano a stufare. Quando da opposizione proponiamo qualcosa di veramente innovativo e programmatico, un vero cambio di mentalità nell’affrontare le sfide future, si risponde a colpi di maggioranza dicendo che questa è la democrazia. A chi sposa questa tesi, ricordiamo di fare attenzione e che la Democrazia è ben diversa dalla dittatura della maggioranza!   

21/06/2019 18:54:40 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Entrano nel vivo gli eventi dell'estate umbertidese

Un'estate tra cultura, musica, sport e tradizioni attende Umbertide e l'intero territorio comunale. Entra nel vivo il vasto cartellone di iniziative programmate per il periodo estivo organizzate dal Comune di Umbertide in collaborazione con numerose associazioni del territorio. Questo fine settimana, per quanto riguarda le manifestazioni sportive, venerdì 21 giugno è prevista la quinta edizione della “CorriUmbertide by Night” organizzata da Atletica Umbertide e Comitato Uisp Altotevere, mentre sabato 22 al campo sportivo Usu si svolgerà il settimo torneo New Team Sport. Venerdì, inoltre, tornano a Santa Croce gli appuntamenti con “La nostra cucina” ideati da Adriano Bottaccioli con la conferenza “Canapa, lino & cotone”. Nell'ultimo weekend di giugno, da giovedì 27 a domenica 30, a Pierantonio si disputerà l'undicesima edizione del Palio dei Rioni. Sabato 29 e domenica 30, Umbertide ospiterà i festeggiamenti regionali per i 70 anni dalla fondazione del Vespa Club Italia. A luglio, dal 7 al 14, in piazza del Mercato torna il torneo di beach volley “RoccaBeach”. A Pierantonio, dal 5 al 14, si terrà presso il Cva “Pierantonio in festa”. Sabato 13, al Parco Ranieri, sarà possibile osservare attraverso dei telescopi la Luna, Saturno e Giove. Sabato 20 e domenica 21, a Umbertide si svolgerà la terza prova del trofeo Beta campionato umbro e laziale di enduro e minienduro. Sabato 20 piazza San Francesco farà da cornice all’Italian Party e venerdì 26, all’anfiteatro del Parco Ranieri, è previsto l’evento “Nel Segno di Rockin’Umbria”. Ad agosto, dal 1° al 16, a Preggio avrà luogo il “Preggio Music Festival”. Domenica 18 farà tappa al Museo Santa Croce la rassegna Chiostri Acustici. Sabato 10 nel centro storico torna Calici di Stelle. Domenica 25 sotto la Rocca si svolgerà un raduno di auto e moto d’epoca. Gli eventi del Settembre Umbertidese saranno aperti dall’edizione 2019 delle “Feste di settembre di fine ‘800”, in programma da giovedì 29 agosto a domenica 1° settembre. A seguire, nel primo fine settimana di settembre, venerdì 6 a domenica 8, si svolgeranno le tradizionali Fiere di Settembre. Tutta la settimana, da lunedì 2 a domenica 8, in piazza Matteotti si terrà la XXXII edizione della rassegna bande musicali “Città di Umbertide”. La sera di sabato 7, invece, al Parco Ranieri avrà luogo la quindicesima edizione de “La Festaccia”. Da mercoledì 18 a domenica 22 al Cva di Pierantonio si svolgerà “La Tartufata”. Domenica 29, dallo stadio Morandi partirà la Marcialonga di Umbertide – 7° memorial Rudy Dorelli. Nel corso del periodo estivo, alla Rocca-Centro per l’arte contemporanea, sarà possibile visitare le mostre “L’ambiguità della percezione” di Sandi Renko (dal 26 giugno all’8 settembre) e “Forme dell’interpretazione” di Mauro Manenti (dal 14 settembre al 13 ottobre). Inoltre la Rocca, sarà al centro dell’evento “Arroccati”, organizzato dalla Pro Loco e previsto il 7 luglio, il 4 agosto e il 1° settembre. Dopo aver aderito a Movie-Ment, il Cinema Metropolis resterà aperto a giugno e luglio per rilanciare il cinema come forma di intrattenimento culturale anche d'estate, con tantissime prime visioni: dai grandi autori internazionali a quelli italiani, ai film blockbuster. Dal 1° al 9 agosto al chiostro di San Francesco saranno organizzate proiezioni speciali sotto le stelle. Per tutta l’estate il Museo di Santa Croce resterà aperto il venerdì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.30. In tutto il periodo estivo si svolgeranno come di consueto il tradizionale mercato del mercoledì, il Mercato della Terra del sabato, il mercatino della prima domenica del mese in piazza Matteotti e del secondo sabato del mese ai giardini delle scuole Garibaldi. “L’amministrazione – affermano il sindaco Luca Carizia, il vicesindaco Annalisa Mierla e l'assessore Sara Pierucci – augura una buona estate a tutti gli umbertidesi ed esprime un sentito ringraziamento a tutti coloro che da gennaio hanno collaborato alla realizzazione del calendario degli eventi estivi 2019”.

21/06/2019 18:44:50 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile New Team Sport e i suoi primi dieci anni di attività

Informazione pubblicitaria  La forza delle idee, l’intraprendenza e il coraggio sono sicuramente alla base di un’attività di successo. Lo sa bene Marco Fiorucci, che nel 2009 ha lasciato un lavoro sicuro per buttarsi, anima e corpo, nella sua sfida più grande: il New Team Sport. Un negozio che è ormai diventato un’istituzione nel settore dell’abbigliamento sportivo ad Umbertide e non solo. Un successo che alla fortuna deve ben poco e che a maggio ha portato ad un traguardo importante: i suoi primi dieci anni di attività. Abbiamo approfittato di quest’occasione per visitare il negozio e scoprire direttamente da Marco i segreti di quella che è stata senza dubbio una sfida imprenditoriale. Marco raccontaci come è nato New Team Sport. «L’idea iniziale è stata semplice ma vincente: aprire un negozio che si occupasse esclusivamente di abbigliamento e scarpe da calcio. Era un qualcosa che mancava ad Umbertide e un settore che conoscevo molto bene, perché come molti ragazzi italiani anch’io sono cresciuto a “pane e calcio”». Hai fatto questa scelta nel 2009, un anno di certo non facile per avviare un’attività. «Eravamo in piena crisi economica e il clima era sicuramente di paura e timore. Inoltre io avevo un posto di lavoro stabile e la sfida è stata certamente doppia. Ricordo che in molti ci davano per “spacciati” fin dall’inizio, e ora ripensandoci mi viene da sorridere».  Come è cambiato New Team Sport in questi dieci anni? «Più che cambiato mi piace pensare che si sia evoluto. Prima di tutto abbiamo ampliato la nostra offerta, occupandoci di tutto l’abbigliamento sportivo in generale, scarpe comprese, non più dedicato solo al calcio ma a tutti gli sport e al tempo libero. Ci siamo evoluti anche nella personalizzazione, dalla stampa di materiale sportivo siamo passati alla personalizzazione di abbigliamento da lavoro per aziende turistiche del territorio, come ristoranti e bar, ma riusciamo a soddisfare anche singole richieste». In questi anni avete anche cambiato sede. «Si, nel 2016 ci siamo trasferiti, anche se in realtà di pochi metri, rimanendo sempre in Via Fratta. Avevamo la necessità di uno spazio più grande e questa nuova location ci permette di soddisfare meglio le esigenze di spazio per il nostro magazzino e soprattutto permette di offrire alla nostra clientela maggior differenziazione di prodotti».  Se dovessi fare un resoconto di questi dieci anni quali caratteristiche ti vengono in mente? «Io ho sempre creduto molto nel rapporto umano con il cliente. L’affidabilità del nostro staff è una qualità a cui tengo particolarmente unita alla qualità di quello che offriamo.  Oltre a me nel negozio lavorano due dipendenti, uno dei quali, Luca Bragetti, è con me dall’inizio. In questi dieci anni la logica che mi ha accompagnato è sempre stata la stessa: “se lavori bene il cliente torna sempre”. E devo dire che abbiamo molti clienti affezionati». La vostra offerta si distingue anche per un evento particolare che si svolgerà proprio tra pochi giorni. «Da sette anni organizziamo quello che ormai è un nostro “fiore all’occhiello”: la New Team Sport Cup. Un torneo di calcio che richiama centinaia di partecipanti e ci rende molto orgogliosi. Per questa edizione, il tema sarà la “Champions League Edition”, con 32 squadre partecipanti, 320 giocatori da tutta la regione e tantissimi sostenitori. L’appuntamento è per il 22 giugno al campo USU di Umbertide con tantissime novità che ci permetteranno di festeggiare al meglio il nostro traguardo, come una lotteria con ricchi premi in buoni acquisto». Cosa rende la New Team Sport Cup così particolare e partecipata? «Il successo di questo torneo sta proprio nell’organizzazione e nei dettagli che ci rendono unici. Ad esempio ad ogni squadra partecipante viene fornito un set completo di divise da gioco di alta qualità a tema con l’edizione. Quest’anno ci saranno le divise delle squadre partecipanti alla Champions League. Una particolarità che sembra essere molto apprezzata e ci contraddistingue».  Un negozio giovane e alla moda che rapporto ha con la vendita online? «Riuscire a vendere online è fondamentale oggi, per questo abbiamo attivato anche la vendita dei nostri prodotti tramite amazon e una nuova start-up online, tuteria.it, che ci permette di spedire i nostri prodotti in tutta Italia ma anche in Europa». Un messaggio da lasciare ai clienti attuali e a quelli futuri? «Ringraziamo i nostri clienti perché se siamo arrivati fino a qui il merito è sicuramente il loro e grazie a loro e a tutti quelli che crederanno nel nostro lavoro, continueremo la nostra attività con tutta la passione che ci ha accompagnati fino ad ora».

17/06/2019 19:22:29 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Botta e risposta tra PD e Lega Umbertide

E' botta e risposta tra Lega e PD a suon di comunciati.   Il PD esordisce sull'operato dell'amminsitrazione Carizia: "Non male, ma.. malissimo!" "Ricapitolando: si svende la scuola di Civitella e sono state aumentate le tasse agli umbertidesi; la situazione del decoro urbano è sotto gli occhi di tutti, le opere pubbliche vanno a rilento (e comunque sono relative ai periodi precedenti); il sindaco, non conoscendo la legge probabilmente, sbaglia a fare le nomine (vedere caso Multiservices). Il sindaco Carizia, inoltre, non risponde alla richiesta ufficiale inerente le procedure per un referendum consultivo sui parcheggi in piazza Matteotti (che vorrebbe dire dare seguito ad una previsione statutaria; infatti a meno che non cambi lo statuto è obbligatorio e il PD ha chiesto che venisse approvato il regolamento conformemente alla previsione statutaria). Cosa ancor più grave, Carizia non risponde per iscritto alla nostra interrogazione per sapere se ci siano legami di parentela tra politici nazionali, amministratori locali e loro familiari con alcune figure nominate dall'Amministrazione stessa. Qualcuno pensa di essere al di sopra delle regole ma si sbaglia di grosso." Non si fa attendere la risposta della Lega MA IL PD DI UMBERTIDE ANCORA PARLA?L’AFFONDO DELLA LEGA UMBERTIDE “È veramente un paradosso. Il PD di Umbertide ora ha tutte le soluzioni per governare brillantemente la città. Peccato che dopo 70 anni sia stato sonoramente e democraticamente bocciato dagli italiani, che hanno scelto un cambio di passo per uscire dalla stallo sociale ed economico creato dai “democratici”. Questa la nota della Lega Umbertide che prosegue: “Il nostro è un impegno quotidiano per il bene comune di tutta la città senza fare figli e figliastri, cercando di destreggiarci tra mille difficoltà create sopratutto dalle amministrazioni precedenti. E questo è stato recepito dai cittadini che durante le ultime elezioni europee con il loro voto hanno espresso fiducia alla Lega di Matteo Salvini e all’amministrazione della nostra città. Il PD invece di fare ordine all’interno del proprio partito (o almeno di quello che ne rimane) continua arrogantemente ad attaccare. Non solo, dopo il mega scandalo in Regione Umbria, Zingaretti se ne esce dicendo che faranno le barricate per tutelare la salute degli italiani, proprio loro che, stando a quanto riportato dalle cronache locali, inserivano raccomandati non tanto per merito quanto per convenienza! Noi rispondiamo con un sorriso e continuiamo a lavorare per il bene di tutti, nessuno escluso”.

17/06/2019 19:13:37 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano A Santa Croce la conferenza “Canapa, Lino & Cotone”

“Canapa, Lino & Cotone” saranno il tema della conferenza che si terrà al Museo di Santa Croce alle ore 18 di venerdì 21 giugno. All’incontro, che fa parte della serie “Appuntamenti con la nostra cucina” ideata da Adriano Bottaccioli, interverranno Sara Pierucci, assessore alla Cultura del Comune di Umbertide e Lorenzo Sassolini, esperto del settore. Complementi essenziali della vita domestica, ma soprattutto della cucina, i tessuti hanno sempre rivestito un ruolo importante nella dotazione casalinga; lo testimonia il fatto che in ogni località esistevano tessitrici che producevano artigianalmente manufatti di canapa, lino e cotone ed anche ad Umbertide, fino alla prima metà del secolo scorso, tale attività era ancora fiorente, seppure prossima a scomparire. Fino a quel periodo la coltivazione di canapa e lino, anche se in genere limitata al fabbisogno familiare, era ancora compresa tra le attività agricole, mentre per i filati di cotone la provenienza era da luoghi più o meno lontani. Altre attività collaterali erano l’allevamento di bachi da seta (che avveniva anche nelle case private) e la follatura della lana tramite la gualchiera, alimentata dalle acque del Tevere, ma questi prodotti non avevano legami diretti con la cucina e con la biancheria da casa. Le ultime tessitrici umbertidesi, cessarono la loro attività dopo la seconda guerra mondiale, quando l’avvento di nuove fibre tessili di produzione industriale e dei moderni telai meccanici, resero praticamente inutile il loro lavoro del quale, purtroppo non restano neppure tracce salvo, forse, nel fondo del baule dimenticato delle nostre bisnonne.    

17/06/2019 18:56:29 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy