Sport Basket A1 Femminile: Milazzo:''Il pubblico di Umbertide è speciale''

Ilaria Milazzo è una delle giocatrici confermate con la Pallacanestro Femminile Umbertide per la stagione 2016/2017. La play-guardia nativa di Canicattì, classe 1994, sarà alla sua terza stagione consecutiva in bianco-azzurro. Nell’ultima stagione hai contributo alla salvezza della PFU portando molti punti in diverse partite. Lo puoi considerare l’anno del riscatto? Diciamo di sì. Considerando l’infortunio che mi ha tenuta lontano dal campo praticamente per l’intera stagione precedente, posso dire di essere abbastanza soddisfatta della stagione trascorsa. C’è molto da migliorare questo è chiaro ma siamo sulla strada giusta. Il settimo posto, come ha detto coach Serventi, ha un valore aggiunto. Solo applausi per la tua squadra. Nei playoff cosa non ha funzionato? Credo che nei playoff abbiamo accusato molto la stanchezza. È stato un anno duro sia fisicamente che mentalmente. Siamo arrivate un po’ cotte ed è mancata quella lucidità che specie in gara 1 a Battipaglia ha poi compromesso l’andata e reso difficile il recupero dei 10 punti al ritorno in casa. Durante la stagione ci sono stati alti e bassi. Come avete fatto a rialzare la testa dopo i periodi negativi? Rimanendo con la testa concentrate e determinate. Abbiamo vinto partite impensabili e perso altre più alla nostra portata. Mentalmente questo può abbatterti molto, ma sentendo la fiducia dei tifosi, dell’ambiente e grazie ad un grande lavoro di tutto lo staff siamo riuscite a rialzarci e lottare partita dopo partita. La prossima stagione sarà la terza per te ad Umbertide. Come ti trovi a vivere in questa cittadina? Mi trovo molto bene. Oramai mi sono ambientata e tornare ad Umbertide mi è quasi familiare. È una cittadina molto tranquilla, ho avuto la fortuna di incontrare persone disponibilissime e affettuose. Non posso assolutamente lamentarmi. Cosa ti aspetti dal prossimo campionato? Di certo sarà un campionato duro. Molte squadre si sono rinforzate e ci saranno due fasce di livello. Questo sulla carta almeno. Poi tutti il campo ci insegna che tutti i pronostici possono essere smentiti. Mi aspetto dunque molto equilibrio e una grande competizione. Vuoi inviare un messaggio ai nostri tifosi? Tengo a sottolineare che i nostri Supporters e tutto il pubblico del “Fratta” è speciale. Grazie per il sostegno e l’entusiasmo che ci trasmettete, è davvero importante per noi giocatrici sentire il vostro affetto e la vostra fiducia. Lavoreremo sodo per ripagare i vostri sacrifici e raggiungere traguardi importanti. Ringraziamo Ilaria per la disponibilità, nell’attesa dell’inizio della preparazione per il prossimo campionato.  

23/08/2016 21:28:23

Attualità » Primo piano Umbertide: Tevere inquinato, ancora polemiche

Non si placano le polemiche riguardanti il caso di inquinamento del Tevere ad Umbertide. Le condizioni delle acque del fiume avevano causato il rinvio di un importante evento, nel famoso campo gara di Umbertide.  Il vicepresidente dell’Associazione “Amici del Tevere” Sandro Zucchini, aveva denunciato presunti atti volontari, sversamenti nel fiume in occasione delle gare di pesca ad Umbertide.  Zucchini ed alcuni pescatori, avevano effettuato, pochi giorni fa, un sopralluogo lungo le sponde del Tevere. Il vicepresidente Zucchini, aveva dichiarato di aver trovato, nei pressi di Città di Castello,  precisamente a Rignaldello, un tubo di scarico che finiva direttamente nel fiume.  L’Arpa ha dichiarato: “Questa condotta era già nota all’Agenzia, in quanto oggetto di precedenti controlli. Il terminale di scarico è ubicato in corrispondenza della stazione di sollevamento di Umbra Acque e deputato, secondo specifica autorizzazione, a rilasciare le acque reflue che il depuratore, in caso di forti precipitazioni non è in grado di recepire“. Per l’Arpa si tratta di un comune scolmatore di piena della rete fognaria, autorizzato. Nel momento di un nuovo sopralluogo, effettuato il 22 agosto,  con il Corpo Forestale dello Stato, “è risultato completamente asciutto, evidenziando l’assenza di sversamenti recenti”. Aggiunge l’Arpa: “Nel corso del sopralluogo è stata verificata la presenza e lo stato della fauna ittica e dei macroinvertebrati: non sono stati riscontrati elementi che possano riferire al suddetto terminale di scarico danni all’ecosistema fluviale in prossimità della stazione di sollevamento e nel tratto del fiume a valle. L’attenzione costante dell’Agenzia verso il Tevere, nel territorio comunale tifernate, è confermata dalla presenza di una stazione di monitoraggio in continuo, posta in Voc. Spadina, a sud dell’abitato tifernate, che fornisce un valido ausilio nel rilevare eventi anomali nella qualità delle acque”.

23/08/2016 21:10:42

Notizie » Politica M5S: LA LUNGA STRADA DEGLI AFFIDAMENTI

Riceviamo e pubblichiamo  LA LUNGA STRADA DEGLI AFFIDAMENTI Sono passati ben 8 mesi dalla deliberazione di Giunta comunale che stabiliva che entro il 31 dicembre 2015 si sarebbe dovuta indire una gara per la concessione della gestione del Teatro comunale dei Riuniti. Nel frattempo veniva prorogata fino al 30 giugno 2016 l'attuale convenzione, ma ancora oggi del bando di affidamento non si ha traccia, anzi dal 2014 si fa un continuo ricorso a proroghe mentre la nuova concessione sarebbe dovuta partire dal 1 luglio 2017, secondo quanto indicato in un documento della Giunta comunale. Vorremmo sapere come mai non vengono rispettatati i tempi indicati, ma si ricorre sempre all'uso di proroghe. La stessa ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) ha bacchettato le pubbliche amministrazioni per il frequente ricorso alle proroghe, definendole “un istituto assolutamente eccezionale” e sostenendo che ne viene fatto un uso distorto. Sappiamo che molte associazioni hanno manifestato interesse per questa gara di affidamento, vogliamo dunque sapere quanto ancora dovranno aspettare perché questo bando di gara veda la luce. Purtroppo questo non è un caso isolato, è una mancanza piuttosto frequente quella di non rispettare le scadenze. Altre convenzioni per l'affidamento di proprietà comunali sono scadute e si è ricorso alla proroga, a riprova che è divenuta ormai prassi anziché “istituto eccezionale”: la convenzione per la gestione della sala prove a San Francesco è scaduta nel 2014, ha avuto ben due proroghe, a quando un nuovo bando di affidamento? Stessa sorte per la gestione del cinema, convenzione scaduta nel novembre 2014, prorogata due volte e l'ultima proroga scaduta il 16 maggio di quest'anno. Il ricorso frequente a tale pratica va in contrasto con quanto previsto dai principi europei della libera concorrenza violando di fatto norme sia nazionali che europee che obbligano l'amministrazione ad indire una gara. Ĕ troppo pretendere il rispetto di certi principi, come quello europeo di libera concorrenza?  

22/08/2016 21:41:15

Notizie » Politica M5S UMBERTIDE: La lunga strada degli affidamenti

Riceviamo e pubblichiamo "Sono passati ben 8 mesi dalla deliberazione di Giunta comunale che stabiliva che entro il 31 dicembre 2015 si sarebbe dovuta indire una gara per la concessione della gestione del Teatro comunale dei Riuniti. Nel frattempo veniva prorogata fino al 30 giugno 2016 l'attuale convenzione, ma ancora oggi del bando di affidamento non si ha traccia, anzi dal 2014 si fa un continuo ricorso a proroghe mentre la nuova concessione sarebbe dovuta partire dal 1 luglio 2016, secondo quanto indicato in un documento della Giunta comunale. Vorremmo sapere come mai non vengono rispettatati i tempi indicati, ma si ricorre sempre all'uso di proroghe. La stessa ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) ha bacchettato le pubbliche amministrazioni per il frequente ricorso alle proroghe, definendole “un istituto assolutamente eccezionale” e sostenendo che ne viene fatto un uso distorto. Sappiamo che molte associazioni hanno manifestato interesse per questa gara di affidamento, vogliamo dunque sapere quanto ancora dovranno aspettare perché questo bando di gara veda la luce. Purtroppo questo non è un caso isolato, è una mancanza piuttosto frequente quella di non rispettare le scadenze. Altre convenzioni per l'affidamento di proprietà comunali sono scadute e si è ricorso alla proroga, a riprova che è divenuta ormai prassi anziché “istituto eccezionale”: la convenzione per la gestione della sala prove a San Francesco è scaduta nel 2014, ha avuto ben due proroghe, a quando un nuovo bando di affidamento? Stessa sorte per la gestione del cinema, convenzione scaduta nel novembre 2014, prorogata due volte e l'ultima proroga scaduta il 16 maggio di quest'anno. Il ricorso frequente a tale pratica va in contrasto con quanto previsto dai principi europei della libera concorrenza violando di fatto norme sia nazionali che europee che obbligano l'amministrazione ad indire una gara. Ĕ troppo pretendere il rispetto di certi principi, come quello europeo di libera concorrenza?" Movimento 5 Stelle - Umbertide

22/08/2016 15:38:56

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy