Cultura » Mostre Festa dei Boschi edizione 2017 a Mola Casanova di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo Cinque boschi, cinque storie, cinque affascinanti realtà Dopo il grande successo dello scorso anno, torna anche quest’anno la Festa dei Boschi. L’edizione 2017 è iniziata il 9 aprile con il Bosco di San Francesco del Fai di Assisi, poi il 14 maggio con Forabosco di Collestrada, il 28 maggio con Mola Casanova, il 4 giugno con la Fondazione Agraria e si concluderà il 18 giugno con il Parco di Colfiorito. Domenica 28 maggio la festa continua a Mola Casanova. L’evento è realizzato in collaborazione con la Regione Umbria, il Comune di Umbertide, il Fai e Aboca. Maggiori informazioni e novità sul sito www.molacasanova.it e sulla pagina facebook di MOLA CASANOVA La prenotazione alle attività è OBBLIGATORIA: info@molacasanova.it – m. 328 4771909. Il contributo per partecipare alla nostra Festa dei Boschi è di €5,00 a testa o di €10,00 a famiglia. LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA. Programma della giornata: La MATTINA inizierà con la passeggiata fino alla cima di Monte Acuto. La cima offre un panorama unico, a 360°, che regala emozioni e sensazioni sempre nuove. La passeggiata sarà accompagnata da esperti di Aboca che guideranno i partecipanti al riconoscimento delle piante officinali. Il ritrovo è previsto per le ore 9.00 a Mola Casanova, poi ci si sposterà in auto fino in loc. Galera e alle 9.30 si inizierà il percorso a piedi. Da Galera, passando per il sentiero panoramico, si arriverà all’antico castelliere di Cima Cerchiaia. Da qui, si raggiungerà la cima di Monte Acuto. Il percorso ad anello proseguirà riscendendo fino alla sella del monte e da lì, dietro al monte, per la direttissima fino alla loc. Monteacuto e poi Galera. Alle ore 13.00 saremo alle auto e alle ore 13.30 potremo pranzare al sacco nel giardino attrezzato di Mola Casanova. Le attività del POMERIGGIO inizieranno alle ore 14.30. Sono previste opportunità di svago per grandi e piccini: Gli esperti di Aboca organizzeranno laboratori per bambini di tutte le età. I piccoli “erboristi per un giorno” si cimenteranno nella produzione di medicinali a base di piante officinali.  Dalle ore 15.00 alle ore 18.00, istruttori di canoa guideranno i partecipanti a pagaiare in canoa sul fiume Tevere. La ceramista Claudia Andreani organizzerà laboratori per grandi e piccini. I partecipanti potranno realizzare oggetti in ceramica Raku. Chi vorrà potrà usare le bici a pedalata assistita di Mola. Arrivare, per esempio, fino su all’Eremo con una e-bike  non è mai stato più facile e divertente. Gli stupendi labrador addestrati della Valle del Tevere ci allieteranno con le loro acrobazie. Simuleranno il salvataggio sul fiume dei canoisti e si tufferanno per il recupero di oggetti. L’associazione ATESU organizzerà un laboratorio orientato sui microrganismi effettivi EM. Con l’Azienda Apistica di Montecorona scopriremo il fantastico mondo delle Api e della produzione del miele Organizzeremo diverse visite guidate di Mola Casanova, per scoprire la centrale idroelettrica, l’antico mulino e tutti gli altri impianti del Centro. Per tutte le attività in programma, la sorveglianza dei bambini è a carico dei genitori. Maggiori informazioni sulla passeggiata a Monte Acuto: Difficoltà (EE) Dislivello: circa 400 m Lunghezza percorso: 8 km Abbigliamento consigliato: pantaloni lunghi comodi, scarponcini, acqua in abbondanza. Il k-way è obbligatorio perché sulla cima, spesso, tira vento. Non dimenticare la macchina fotografica o il telefonino per immortalare il paesaggio.

05/05/2017 17:35:58 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Commissione Controllo e Garanzia, il Presidente Marchetti (Lega Nord) ''L’urgenza da parte della maggioranza, di redigere un regolamento interno alla Commissione, non deve essere solo un pretesto per non affrontare temi più delicati''

Riceviamo e pubblichiamo “Pretestuosa” l’ha definita così Riccardo Augusto Marchetti la lettera consegnatagli da alcuni consiglieri di maggioranza membri della commissione Controllo e Garanzia, i quali invocano la stesura di un regolamento interno alla Commissione stessa, nonostante quest’ultima abbia pieni poteri di esecuzioni con tanto di delibera di Consiglio n. 56. “L’atteggiamento ambiguo di Pd e socialisti ritorna prepotente anche in commissione – precisa Marchetti – perché se c’è da trattare temi delicati la maggioranza rivendica la necessità di un regolamento interno alla Commissione, ma al momento della seduta calendarizzata per redigere il tanto auspicato ordinamento, in pochi si presentano. La domanda è chiara, se questo regolamento è di fondamentale importanza per la maggioranza, tanto da non poter affrontare temi molto più delicati come Polisport o Sogepu, mi chiedo perché presentarsi ad intermittenza alla convocazione dello scorso Marzo. Il campo di azione di questa commissione, presieduta con imparzialità dalla Lega Nord, è legalmente sottoscritto nella delibera del Consiglio n. 56, quindi l’urgenza di redigere un regolamento, pur riscontrandone la necessità, non deve essere solo un pretesto. Coincidenza vuole che ogni volta vengano affrontate questioni come ad esempio le partecipate, per Pd e Socialisti, il regolamento interno diventa indispensabile, poi però si tergiversa quando viene convocata una seduta di commissione completamente dedicata al regolamento stesso. E non lo dico io, ma ci sono i verbali che attestano le presenze: non è forse vero che nella seduta in cui abbiamo audito i vertici Sogepu la maggioranza era al completo? Ed è forse un caso che nella seduta del 28 dicembre scorso in cui è emersa per la prima volta la questione Polisport, PD e socialisti erano tutti presenti? Ed è ancora un altro caso che il giorno in cui viene convocata la commissione Controllo e Garanzia per redigere il tanto desiderato regolamento la sinistra si presenta ad intermittenza? Le mie sono solo domande che trovano conferma nei verbali, non voglio di certo insinuare niente di diverso da quello che è accaduto. Certo è – conclude Marchetti - che una volta approvato il regolamento interno alla Commissione Controllo e Garanzia pretenderò che venga adottato, con le stesse dinamiche, anche nelle altre commissioni consiliari tutte presiedute dalla maggioranza e dove, tra l’altro, non si è mai verificato un simile ostruzionismo politico”

05/05/2017 10:52:53 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: RENDICONTO 2016, SITUAZIONE FINANZIARIA ''FRAGILE'', NON VOLUTA MAI AMMETTERE

Riceviamo e pubblichiamo «Basta leggere la relazione dei revisori dei conti - quindi l’organo terzo che controlla la regolarità del bilancio - per riaffermare la fragilità di un bilancio che si regge sulle stampelle. La situazione finanziaria del Comune è, come afferma l’organo di controllo, peggiorata nel corso dell’esercizio 2016, infatti l’utilizzo medio dell’anticipazione di cassa è stato 1.449.329 euro a fronte di 1.245.484 del 2015. Il risultato è stato che l’Amministrazione ha pagato interessi passivi per 39.245 euro con una maggiorazione rispetto al 2015 di 13.219 euro. Addirittura l’anticipazione di cassa è stata per il 2016 di 362 giorni a fronte dei 302 del 2015. Un dato abnorme che la stessa Corte dei Conti negli anni scorsi aveva evidenziato. Dopo le nostre battaglie e i consigli inascoltati, stavolta la forza dei numeri del bilancio comunale certifica - purtroppo – la precarietà della situazione e la necessità di una vera svolta, che purtroppo non c’è stata neanche con il bilancio di previsione 2017». Così inizia la dura analisi che la lista civica Umbertide cambia compie nei confronti del bilancio comunale e della Giunta. “Il fatto è - affermano il presidente Gianni Codovini e i consiglieri comunali Conti, Faloci e Orazi – che, oltre a pagare conti salati lasciati dalle precedenti amministrazioni, la stessa riscossione dei tributi è una falla, come rimarca l’organo di Revisione, e ciò crea difficoltà alle finanze dell’Ente. Del resto è la stessa Nota integrativa al bilancio che ammette, correttamente, la necessità di effettuare una manovra tributaria tale da garantire flussi di entrata certi e continuativi per garantire una maggiore solidità finanziaria». Umbertide cambia, inoltre, ricorda che «la precaria situazione finanziaria è evidenziata dal disavanzo di 831.521 euro per il quale la Giunta aveva già previsto un piano di finanziamento, fino 2044, pagando ogni anno una quota di 34.438,40 euro, anche se, effettivamente, i tempi del recupero si stanno riducendo. Ma la vera cartina tornasole del fallimento politico di questa amministrazione si evince dal fatto che il Piano delle opere pubbliche relativo al 2016 non è stato per nulla realizzato. Perciò - conclude la lista civica Umbertide cambia - si ammetta la situazione, almeno per responsabilità repubblicana e, per favore, la si smetta di parlare di investimenti su opere che non si faranno mai. Si pensi semmai ad evitare ulteriore danni, lasciando a fine consiliatura, fra due anni, una situazione finanziaria un po’ meno fragile e che consenta qualche utile investimento».   Umbertide cambia

05/05/2017 10:43:42 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Successo ad Assisi per la Banda Città di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo Lo scorso mercoledì 26 aprile, nella splendida cornice del Teatro Lyrick di Assisi, è stato presentato “FIRE FOR LIFE 4”, riuscitissimo spettacolo di beneficenza giunto alla sua quarta edizione. L’evento è stato organizzato dalla sezione di Perugia dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco con la finalità di raccogliere fondi per la ricostruzione di una nuova scuola ad Amatrice. Nella sequenza delle entrate in scena, ricca di artisti che hanno alternato momenti di musica, danza, cabaret e recitazione, vi era inserito anche un intervento della banda Città di Umbertide, come orchestra a sostegno del tenore solista Claudio Rocchi. Sotto la direzione del M° Galliano Cerrini, banda e cantante hanno presentato un repertorio di suggestive e celebri arie d’opera insieme ad alcune delle migliori canzoni della tradizione napoletana. Il pubblico non ha saputo resistere davanti ad una esibizione così curata, intonata e coinvolgente, concedendo continuamente applausi anche durante l’esecuzione dei brani stessi. Il tenore Claudio Rocchi, nato ad Assisi e residente a Bettona, si è dedicato al canto sin da giovanissimo; ha studiato presso il Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia, perfezionandosi poi con il maestro Luciano Pavarotti (dal 2000 al 2005). Le numerose esibizioni solistiche unitamente a quelle operistiche, tra cui spiccano Tosca, Boheme, Cavalleria Rusticana e Pagliacci, lo hanno confermato cantante di riconosciuta fama in Italia ma anche all’estero. Da segnalare il Premio Mediterraneo vinto nel 2013 presso Malta, le partecipazioni a Festival internazionali in Svizzera, Polonia, Algeria. In merito alla banda di Umbertide va detto che sta vivendo un momento di rinascita, vi sono una ventina di giovani allievi della scuola di musica dell’associazione che stanno studiando con molto impegno. La loro costante presenza e preparazione arricchisce l’organico della formazione, consentendo insieme ai già presenti professionisti, diplomati e “veterani” di perseguire obiettivi non facili e di grande soddisfazione: lo è appunto pure l’episodio appena raccontato. Per l’associazione umbertidese si rinnova inoltre la volontà di aiutare le popolazioni duramente colpite dal terremoto. Ricordiamo infatti che, in occasione delle festività natalizie, il ricavato del consueto concerto con il coro dei ragazzi delle scuole di Umbertide è stato poi donato all’istituto onnicomprensivo di Norcia. 

04/05/2017 11:23:55 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy