Attualità » Primo piano Ad un anno dalla sua elezione il presidente del Consiglio comunale Marco Floridi traccia un bilancio

Il presidente Marco Floridi traccia un bilancio ad un anno dell’insediamento del nuovo Consiglio comunale di Umbertide: “Sono passati 12 mesi dal 9 luglio del 2018, giorno in cui si è insediato ufficialmente il Consiglio comunale. Ricordo con emozione ancora oggi quel giorno e l’elezione a presidente del Consiglio. Ad un anno esatto posso affermare che tutta l’assemblea che ho l’onore di presiedere lavora per il bene di tutta la collettività. E’ stato un anno di rodaggio se così si vuol dire, dove ogni singolo competente del Consiglio ha apportato il suo contributo. Un lavoro impegnativo e pieno di responsabilità, per non tradire le aspettative di tutti gli elettori dei 16 membri dell’assise. Ma il Consiglio comunale non vuol dire solamente ordini del giorno, interrogazioni o mozioni, ma anche commissioni e soprattutto conferenza dei capigruppo. Durante ogni conferenza dei capigruppo cerco sempre di instaurare un confronto costruttivo per portare all’attenzione delle commissioni e del Consiglio stesso le attività che vengono decise di comune accordo. A breve verranno istituiti i Consigli di Quartiere, otto per la precisione. Ogni consiglio di quartiere avrà il compito di riferire all’amministrazione (sindaco e giunta) e al sottoscritto, proposte, idee e bisogni di ogni singola zona o frazione di Umbertide per cercare di dare voce a tutti. A tal proposito tengo a precisare che ogni cittadino può (protocollando in segreteria), segnalare all’Amministrazione Comunale idee, proposte e bisogni, sempre nell’interesse di tutta la comunità umbertidese. Questo senza fare polemiche sterile attraverso i social che non servono a nulla se non veicolare informazioni talvolta forvianti ed inesatte”.    

09/07/2019 18:49:32 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: poche luci e tante ombre nell'ultimo consiglio comunale

Umbertide cambia: "Passa in Consiglio Comunale l'ordine del giorno di Umbertide cambia sulla distribuzione dei prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà. Ma non la  proposta del movimento civico sull'affidamento dei lavori sotto i 40.000 euro. In allegato comunicato stampa". Di seguito il comunicato stampa per intero. Con un nostro ordine del giorno, votato da tutte le forze presenti in Consiglio, anche Umbertide incomincerà a sostenere l’economia circolare o meglio un’economia sociale.  “La  legge n. 166/2016 – spiega i Consigliere di Umbertide cambia Gianni Codovini - permette la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi. Significa che le utenze non domestiche relative ad attività commerciali, industriali, professionali e produttive che producono o distribuiscono beni alimentari e che a titolo gratuito cedono tali beni alimentari agli indigenti e alle persone in maggiori condizioni di bisogno ovvero per l’alimentazione animale, possono usufruire di una riduzione della tariffa sulla tassa dei rifiuti. Si tratta di una buona pratica, di economia sociale o circolare come si dice; spetta pertanto ai Comuni applicare questa riduzione della Tari.  Appunto nell’ultimo Consiglio comunale è passato questo principio di riduzione della Tari, spetta ora alla Giunta applicarlo, costituendo un nucleo operativo con le associazione del volontariato e del Terzo settore”. A questa ottima azione fa riscontro, però, un atteggiamento di chiusura della maggioranza, di fronte al tema della trasparenza e dell’efficacia dell’amministrazione. “Infatti. Umbertide cambia – ricorda Gianni Codovini - ha presentato il Regolamento per disciplinare l’affidamento di lavori, servizi e forniture sotto la soglia di 40mila euro, come previsto dal Codice degli appalti. E ciò per garantire non solo la trasparenza, ma anche la parità di trattamento e la rotazione nelle procedure di gara al fine di favorire tutti gli operatori economici, anche le micro e le piccole imprese. Si tratta di una norma che l’ANAC (Autorità anticorruzione, quella di Cantone) raccomanda come una pratica fondamentale nel governo delle amministrazioni e per l’apertura del mercato. A questa logica ci siamo attenuti, ma non è bastata per far passare il Regolamento. Naturalmente senza sapere con quali argomentazioni la maggioranza lo ha rigettato. Silenzio”. Voce forte e sprezzante invece è stata dedicata alla risposta sulla interrogazione di Umbertide cambia riguardante la mancanza delle celebrazioni ufficiali della Festa della Repubblica del 2 giugno. Rimane, al di là delle posizioni, un inescusabile ferita istituzionale: siamo l’unico Paese in Italia a non aver ricordato e festeggiato i valori repubblicani e della patria. Negligenza, superficialità o scientifica posizione? Il Sindaco non ha risposto.  

09/07/2019 18:45:39 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Sicurezza, firmati dal sindaco i decreti per l'armamento della Polizia Locale

Il sindaco Luca Carizia ha firmato nei giorni scorsi i decreti per l’armamento degli agenti della Polizia Locale di Umbertide. A seguito della decisione dell’Amministrazione Comunale che appena insediata aveva promosso la modifica del Regolamento della Polizia Locale, era stato avviato subito l’iter diretto all’armamento del personale. La formazione sull’utilizzo dell’arma per il personale della Polizia Locale di Umbertide è avvenuto presso il Poligono Nazionale – Sezione di Perugia dove gli uomini e le donne del Corpo hanno frequentato corsi teorici e addestramento sulle linee di tiro sotto l’attento controllo di istruttori espressamente qualificati. Terminati positivamente i corsi, il sindaco ha firmato i provvedimento con i quali sono state assegnate le armi e le munizioni che tutto il personale dovrà indossare nei servizi indicati nel regolamento. Soddisfazione viene espressa dal sindaco Carizia e dall’assessore alla Polizia Locale, Francesco Cenciarini: “Anche la Polizia Locale di Umbertide, al pari della maggioranza degli agenti degli altri Comuni italiani, è stata armata. Si tratta del primo fondamentale passo per consentire al personale di intervenire nelle situazioni legate all’insicurezza urbana, in cui l’assenza della strumentazione prevista dalla normativa, limitava la presenza degli agenti per la tutela dei cittadini e degli stessi operatori”. Sempre nel discorso concernente la sicurezza cittadina, il sindaco Carizia e l’assessore Cenciarini hanno avviato le procedure dirette all’installazione di nuove telecamere e al miglioramento del sistema di videosorveglianza, anche in virtù del progresso della tecnologia. In futuro, anche in forza delle nuove norme sul reclutamento dei dipendenti pubblici, seguirà un aumento delle aliquote di personale.    

08/07/2019 15:19:53 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Rinnovata la Commissione Pari Opportunità del Comune di Umbertide: i nomi dei 21 componenti

Completato il percorso che ha portato alla formazione della nuova Commissione Pari Opportunità del Comune di Umbertide. Questi i nomi delle 21 persone che faranno parte dell’organismo: Lara Baldacci, Eva Giacchè, Simona Lepri, Ivana Mastriforti, Maria Vittoria Migliorati, Carla Milleri, Elvira Monni, Milena Morelli, Giovanna Sivo, Patrizia Tonanni, Gloria Volpi, Maria Leonella Zucchini, Michael Zurino (membri di nomina della Giunta comunale), Ilenia Bartocci, Ombretta Bugiolacchi, Martina Ciocchetti, Martina Falcini, Benedetta Milani, Benedetta Moscatelli, Tecla Roselli, Benedetta Tosti (membri espressi dal Consiglio comunale). La Commissione opera per il conseguimento della parità e inclusione sociale tra tutti i cittadini, rimuovendo gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il raggiungimento di una condizione di piena parità. In questo ambito può proporre specifici interventi per concorrere ad assicurare la tutela della vita e la funzione della famiglia; sviluppare i servizi per bambini e adolescenti, favorire l'autonomo apporto dei giovani allo sviluppo della comunità; ha inoltre funzioni propositive, di vigilanza e di controllo. “La Commissione è pronta a lavorare – afferma il vicesindaco con delega alle Pari Opportunità, Annalisa Mierla - E' stato votato e ratificato un gruppo di 21 persone motivate che si sono proposte per rappresentare e difendere i principi della parità. La Commissione potrà promuovere rapporti con gli organismi preposti alla realizzazione delle parità e delle pari opportunità a livello comunale, regionale e nazionale, avvalendosi della collaborazione con l'assessorato competente e rapportandosi al contempo con enti pubblici provinciali e regionali, privati e associazioni”.

05/07/2019 18:34:48 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy