Attualità » Primo piano Perugia: controlli dei carabinieri, arresti e denunce

I carabinieri della Compagnia di Perugia hanno intensificato i controlli del territorio in occasione del ponte di Ognissanti. Presso un centro commerciale del capoluogo, oggetto di furti su auto in sosta, è stato fermato uno straniero mentre asportava alcuni oggetti dall’abitacolo di un’autovettura. L’uomo aveva poco prima rubato un paio di scarpe da un negozio del centro storico. Il malvivente si è scagliato contro i militari colpendoli con calci e pugni. Al termine delle formalità di rito, lo straniero, un 30enne marocchino, senza fissa dimora, nullafacente, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per i reati di violenza e resistenza a pubblico ufficiale e tentato furto aggravato. I militari sono intervenuti presso un esercizio commerciale per la vendita di abbigliamento, a seguito della segnalazione di un furto di merce da parte di uno straniero. I carabinieri hanno rintracciato l’uomo mentre tentava di allontanarsi dal luogo del reato. I primi accertamenti hanno permesso di riscontrare che lo straniero, dopo aver prelevato alcuni capi di abbigliamento dagli scaffali del negozio e rimosso i dispositivi anti taccheggio, era uscito dall’esercizio commerciale senza pagare. Un addetto alla vigilanza del negozio però,  ha avvertito il titolare che ha immediatamente chiamato i carabinieri. Il malvivente è stato bloccato, perquisito e trovato in possesso di tutta la merce rubata. La refurtiva, del valore complessivo di 145 euro, è stata recuperata e restituita al responsabile della struttura commerciale, mentre il giovane, un 19enne di origine sudamericana, nullafacente, regolare, è stato arrestato per furto aggravato. Denunciati anche due stranieri responsabili di diversi reati. Un 33enne tunisino, nullafacente, irregolare e con diversi precedenti di polizia, è stato denunciato per porto abusivo di arma.   Un 47enne cuoco algerino, regolare, con qualche precedente , è stato denunciato per furto di generi alimentari. Lo straniero prima si è recato al banco pescheria all’interno di un supermercato ed ha preso del pesce fresco misto mare, del valore complessivo di circa 60 euro, poi ha tentato di uscire dal supermercato, senza pagare, oltrepassando la barriera delle casse. Fermato da un addetto alla vigilanza del supermercato e sorpreso con la refurtiva occultata sotto la giacca, è stato deferito per furto aggravato dai carabinieri.  

04/11/2016 17:07:43

Notizie » Politica Dopo Città di Castello, il comitato per il NO ‘’Basta Renzi’’ si costituisce anche ad Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo A coordinarlo Lorenzo Baratella, Presidente del gruppo universitario perugino “Identità Universitaria” nonché consigliere Adisu   Si è costituito anche a Umbertide il “Comitato del NO - BASTA RENZI" , un comitato promosso dalla Lega Nord ed aperto a tutti i cittadini che ne condividano lo spirito e le finalità, senza alcun vincolo di appartenenza a movimenti politici o partiti. Due sono gli obiettivi principali che si prefigge il comitato: quello di informare e coinvolgere il maggior numero di cittadini, spiegando loro quanto rischiano la democrazia e la Costituzione con la riforma di stampo renziano e quello più politico che auspica le dimissioni di Renzi, dopo che con le sue riforme ha distrutto aspetti fondamentali della società, dalla scuola, al mercato, al lavoro, passando per la famiglia. A coordinare il Comitato "BASTA RENZI" di Umbertide, Lorenzo Baratella, come vice Alessio Toraci e Daniele Tempobuono è tesoriere . "Il comitato Basta Renzi – spiega Baratella - fa parte del Coordinamento dei comitati del NO al referendum della Regione Umbria, cosi come annunciato in conferenza  lo scorso 16 Luglio. Il nostro obiettivo è quello di far conoscere i punti cardini di una riforma voluta da un Presidente del Consiglio che non rispecchia la volontà popolare poiché nessuno lo ha votato. Tale riforma, non fa altro che ridurre ai minimi termini la democrazia nel nostro paese svuotando totalmente il potere dei cittadini, triplicando il numero di firme per la proposta di legge di iniziativa popolare e creando un senato nominato da partiti, che è quindi tutto fuorché rappresentativo della volontà popolare.  Il cambiamento che Renzi vuole apportare alla nostra costituzione, risulta un problema concreto che va oltre ogni orientamento politico, trovando disappunto sia nelle file interne al PD, sia nei partiti di centro destra, di sinistra, se nel movimento 5 stelle. Ed è proprio per questo, che il nostro comitato è aperto ad ogni orientamento politico, perché crediamo fermamente che le modifiche che questa riforma apporterà alla nostra costituzione e alla democrazia del nostro paese, siano un problema che va oltre ogni concezione partitica. Ci impegneremo attraverso incontri con il pubblico e gazebo nelle piazze – conclude Baratella - per illustrare, in modo trasparente, una riforma confusa che lascia spazio ad una molteplicità di dubbi che alla fine risulta tutto, fuorché semplificativa".    

03/11/2016 13:57:53

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy