Notizie » Politica Umbertide: ''Al passato grazie, al futuro Sì'' , incontro con Lorenzo Guerini

UMBERTIDE - Giovedì sera Lorenzo Guerini sarà ad Umbertide per dire 'Al passato grazie, al futuro sì' insieme al deputato Giampiero Giulietti, il segretario regionale Giacomo Leonelli e l'avvocato Paolo Bondi. Appuntamento fissato per le ore 21 presso il Relais Poggiomanente.   Chi è Lorenzo Guerini   Guerini intraprese la carriera politica agli inizi degli anni anni novanta nelle file della Democrazia Cristiana: eletto per due volte consigliere comunale a Lodi, ricoprì anche l'incarico di assessore ai servizi sociali[1]. Nel 1994 fu prescelto quale coordinatore locale del costituendo Partito Popolare Italiano.   Nel maggio del 1995 fu eletto – dopo il turno di ballottaggio – primo presidente della Provincia di Lodi in rappresentanza di una coalizione di centro-sinistra, diventando a 28 anni il più giovane presidente di provincia in Italia. Nel giugno del 1999 fu confermato dagli elettori per un secondo mandato, nel corso del quale – a seguito dello scioglimento del Partito Popolare Italiano – aderì alla Margherita, di cui è stato dirigente nazionale.   Nell'aprile del 2005 fu eletto sindaco di Lodi per il centro-sinistra, ottenendo al primo turno il 54,1% dei voti validi; è stato inoltre presidente della sezione lombarda dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani tra il 2005 e il 2010. Insieme alla maggioranza degli altri esponenti della Margherita, nel 2007 entrò a far parte del Partito Democratico. Nel marzo del 2010 venne nuovamente eletto sindaco al primo turno di votazione, con il 53,7% dei suffragi; è stato inoltre presidente della sezione lombarda dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani tra il 2005 e il 2010. Insieme alla maggioranza degli altri esponenti della Margherita, nel 2007 entrò a far parte del Partito Democratico. Nel marzo del 2010 venne nuovamente eletto sindaco al primo turno di votazione, con il 53,7% dei suffragi; Guerini tuttavia rassegnò le dimissioni dall'incarico il 31 dicembre 2012, a metà del secondo mandato, al fine di presentare la propria candidatura alle imminenti elezioni politiche del febbraio 2013, nel rispetto delle condizioni di eleggibilità.   Dopo essere stato eletto deputato nella circoscrizione Lombardia 3, il 9 dicembre 2013 è stato nominato membro della segreteria nazionale del Partito Democratico, con il ruolo di portavoce. Nel febbraio del 2014 ha affiancato il presidente del Consiglio incaricato Matteo Renzi e il ministro uscente Graziano Delrio nello svolgimento delle consultazioni istituzionali per la formazione del nuovo governo. Il 14 giugno 2014 l'assemblea nazionale del partito ha approvato la sua nomina a vicesegretario in coppia con Debora Serracchiani

24/10/2016 21:36:40

Notizie » Politica Treni lumaca, Lega Nord: ''A.N.F.S. smentisce Chianella''

Riceviamo e pubblichiam TRENI LUMACA. L’A.N.F.S SMENTISCE L’ASSESSORE CHIANELLA. LEGA NORD: ''NEMMENO DIFRONTE A SIMILI FALLIMENTI LA GIUNTA SI ASSUME LE PROPRIE RESPONSABILITA’ '' Tornano i treni lumaca e i pendolari di FCU ripiombano nel caos, per la verità mai sopito. A seguito della nota di A.N.F.S. (Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie) i due consiglieri Regionali Lega Nord, Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini, annunciano un’interrogazione per chiedere spiegazioni sulla questione e soprattutto intendimenti alla Giunta Regionale. “L’assessore alle infrastrutture Giuseppe Chianella – affermano i due leghisti - dovrà rispondere alla nostra interrogazione in maniera chiara ed esaustiva perché ciò che l’Umbria sta vivendo in questi ultimi anni e ancor più negli ultimi giorni è qualcosa di inverosimile. Poco importano le rassicurazioni dell’Assessore ai trasporti se poi l’A.N.F.S, organo di caratura nazionale atto a vigilare sulla sicurezza di alcune reti ferroviarie italiane tra cui FCU, lo smentisce pubblicamente decidendo di diminuire di nuovo la velocità dei treni, poiché la rete ferroviaria in questione, come si legge nel comunicato stampa “non è adeguata agli standard in vigore sulla rete nazionale”. Una volta insediato l’Assessore Chianella avrebbe dovuto resettare tutto e cercare di intervenire prontamente per rimediare ad una situazione già compromessa, invece ha voluto dar seguito ad un inutile “carrozzone” il cui lavoro non ha prodotto nessun risultato, anzi, se consideriamo il nuovo Piano Regionale dei Trasporti recentemente approvato, la situazione è a dir poco peggiorata, poiché nelle linee guida non c’è alcuna programmazione, né volontà ad alzare quella famosa asticella di cui l’Umbria avrebbe tanto bisogno, soprattutto in tema di infrastrutture e trasporti. Alle rassicurazioni della Giunta Marini e del Governo Renzi, ormai non crede più nessuno, gli umbri hanno dovuto rinunciare anche all’Alta Velocità, almeno che la Giunta tuteli la rete ferroviaria ordinaria e tenga fede a quanto garantito in consiglio Regionale approvando la mozione, presentata dalle liste civiche e dal Centro Destra sull’impegno presso il Governo Centrale di far fermare il Freccia Bianca a Spoleto. E’ sotto gli occhi di tutti – concludono i due leghisti - il fallimento totale di questa amministrazione regionale, ma nessuno dei suoi componenti con dirigenti annessi, ha avuto la dignità di alzarsi dalla poltrona e andare a casa, nemmeno le indagini su Umbria Mobilità sono valse a scuotere le coscienze in casa PD, evidentemente l’attaccamento alla poltrona vale più dei risultati prodotti”.  

24/10/2016 21:30:39

Sport Basket A1 Femminile, PF Umbertide: sconfitta a testa alta contro la Dike Napoli

“Mancò la fortuna, non il valore” è la frase scritta su un cippo posto a 111 km da Alessandria d’Egitto, per commemorare i soldati italiani che caddero combattendo in numero inferiore e senza adeguati mezzi. Questa frase può essere utilizzata per descrivere l’eccellente prestazione della Pallacanestro Femminile Umbertide contro la Dike Napoli al PalaErrico di Pozzuoli. Le ragazze di coach Serventi prive di Bove, Cabrini e Brown, sono state artefici di un’ottima prestazione contro una delle formazioni più forti del campionato. Solo applausi quindi per le bianco-azzurre che escono a testa alta da un match combattuto fino all’ultimo secondo. Primo quarto Umbertide parte bene con Clark e Mallard che firmano il 4-0 iniziale. Napoli raggiunge le biacno-azzure con una tripla di Gonzalez e Gray dalla lunetta. Ritmi altalenanti con Cinili che porta in vantaggio le sue, ma risponde Clark ed è parità. Mallard e Milazzo riportano in vantaggio le umbertidesi e la prima frazione si chiude 11-8 per le ospiti. Secondo quarto Chesta piazza un tripla ed è 11-11. Poi una Mallard stratosferica mette a segno 10 punti consecutivi, è 23-13 per Umbertide a metà del secondo periodo con coach Molino che è costretto a chiamare il time-out. Al ritorno sul parquet sono Gonzalez e Plaisance a far riavvicinare le partenopee. Proprio la play argentina mette a segno una tripla allo scadere e si va al riposo sul 28-28. Terzo quarto Napoli allunga e va sul 42-32. Mallard e Milazzo riducono il gap ed è 44-39 per le arancioni. Ultimo quarto Gray mantiene le distanze con la squadra avversaria. Due bombe da tre di Clark portano le umbre a meno 7. Ma alla fine il punteggio è 65-55 per le partenopee. Coach Serventi a fine partita dichiara: “Le ragazze si sono comportate benissimo nonostante le rotazioni molto ridotte dovute alle assenza di Bove, Cabrini e Brown. Speriamo che Brown non abbia nulla di grave, però le ragazze hanno messo tutta la loro energia in campo. E’ ovvio che con queste rotazioni limitate, le partite anche se giocate alla pari, facciamo fatica a portarle a casa. Abbiamo bisogno di recuperare le giocatrici o allungare il roster perchè così facciamo molta fatica però posso solo fare i complimenti alle mie ragazze che hanno dato il massimo ed hanno giocato alla pari contro una delle squadre più blasonate e per fare un campionato di alta classifica”. Mallard e Clark entrambe in doppia cifra negli ultimi due match. Hanno dimostrato di saper competere anche in questo campionato: “Noi dobbiamo mettere le straniere in condizione di rendere. Quest’anno abbiamo fatto una formula light perchè il budget a disposizione non è altissimo. Quindi abbiamo cercato straniere che possono essere utili e che possano supportare le italiane.Si stanno comportando bene ed è chiaro che sono straniere abituate a campionati leggermente inferiori ai nostri o ruoli di seconda fascia e quindi si stanno comportando sicuramente bene, visto e considerato che comunque sono venute qua per mettersi in mostra e non per dei ricchi contratti. Per quanto riguarda i rinforzi il coach reggiano afferma: ” Questo dovete chiederlo alla società. Io ho sempre fatto con quello che ho. Spero che i nostri rinforzi siano il recupero di Cabrini con rapidità e che Antiesha Brown non abbia nulla di grave. E’ chiaro che senza Bove siamo comunque limitati però questo non tocca a me. Dipende dal budget della società. Dipende se la società avrà economicamente la possibilità di eventualmente andare sul mercato. Però io devo pensare al recupero, non di Bove che non è possibile, ma devo sperare che Brown non abbia una lunga degenza e che torni al più presto Alessia (Cabrini, ndr) perchè il campionato non è lungo ed il nostro staff tecnico e le nostre giocatrici vogliono assolutamente provare a salvarsi perchè Umbertide si meriterebbe per un altro anno la Serie A1. Questa è al nostra missione  e  ci stiamo assolutamente provando e  lo abbiamo dimostrato anche oggi . Vogliamo ringraziare i nostri tifosi che ci hanno seguiti, anche se erano pochi, ma sono sempre con noi da nove anni ad un grande saluto anche loro che ci sostengono sempre, però le ragazze hanno messo in campo tutte le energie possibili per accontentarli  e portare a casa questa partita e ci siamo quasi riusciti.   SDike Napoli – Pallacanestro Femminile Umbertide 65-55 (8-11; 28-28; 46-39) Dike Napoli: Pastore ne, Cinili 5, Carta 3, Chesta 8, Gonzalez 13, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 24, Honti 2, Plaisance 10. Allenatore: Molino Pall. Femm. Umbertide: Giudice ne, Dell’Olio 2, Moroni 2, Milazzo 9, Clark 12, Paolocci ne, Fusco ne, Mancinelli 6, Mallard 24. Allenatore: Serventi Arbitri Ascione, Del Greco, Frosolini

24/10/2016 11:03:51

Notizie » Politica Polemica ex-fornace: Galmacci risponde al post FB del Comune di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo  "Su FB appare un post del Comune di Umbertide riguardante la ex-Fornace e un presunto tentativo di delegittimazione della stessa Amministrazione comunale. Chissà se quel riferimento a un "giovane leghista" è riferito alla mia persona (Vittorio Galmacci): in tal caso, se così fosse, non posso che ringraziare per l'appellativo di "giovane". Comunque sarà bene precisare che qui, almeno da parte mia, non si tratta di delegittimare qualcuno ma più semplicemente si evidenzia il ritardo e la superficialità dell'Amministrazione quando è chiamata a risolvere certi problemi. Da "giovane leghista" faccio notare come la segnalazione del degrado e dell'abbandono del complesso della ex-Fornace, da me ribattezzato l'ECO-MOSTRO, risale al 2013 mentre l'altra richiesta di installare telecamere di videosorveglianza risale addirittura al 2011. Un altro piccolo esempio di "ritardo dell'Amministrazione" è quello della recente installazione di un semplice semaforo al Calzolaro: si sappia e si ammetta che ci sono voluti ben 6 anni per ottenerlo. DELEGITTIMO poi qualcuno se lamento che ci sono voluti anni e anni per installare le telecamere ? DELEGITTIMO qualcuno se affermo che 4 telecamere per tutto il territorio comunale sono del tutto insufficienti ? DELEGITTIMO qualcuno se affermo che occorre dotare di armi i nostri Vigili Urbani per permettergli di svolgere appieno il loro lavoro in tutta sicurezza? DELEGITTIMO qualcuno se affermo che si sono spesi milioni di euro  per opere di dubbia utilità? (vedi il nuovo edificio ex-Tabacchi  e il sottopassaggio ubicato nei pressi dello stesso). DELEGITTIMO qualcuno se denuncio lo stato pietoso, e pericoloso, in cui sono ridotte certe strade come ad esempio quella che conduce a Preggio? DELEGITTIMO qualcuno per aver denunciato lo stato di abbandono dei Casali di Caicocci e dell'avvenuta occupazione abusiva degli stessi? Ci tengo a precisare che ogni riferimento alla precedente Amministrazione comunale è puramente voluto e non credo che quanto sopra possa essere considerato un tentativo di delegittimazione. Delegittimare, a mio modesto parere da "giovane leghista", è ben altra cosa: ad esempio lo è il tentare (vanamente, ben s'intenda) di intimidire l'avversario mediante denunce di una supposta avvenuta diffamazione a mezzo stampa con tanto di ricorso ad avvocati, tribunale etc.etc." V. Galmacci

24/10/2016 09:21:16 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy