Attualità » Primo piano Il Gruppo Tiberina sempre di più verso l'industria 4.0

Il Gruppo Tiberina sempre più al passo con la tecnologia. Nel processo evolutivo verso un modello di Industria 4.0, Tiberina ha implementato un’innovativa soluzione di manutenzione predittiva utilizzando i dispositivi mobili Samsung dotati di tecnologia Samsung Knox.   “Tiberina è una realtà votata all’innovazione - spiega Fabio Tacchi, IT&C Manager di Tiberina Solutions, l’azienda che gestisce i servizi IT del Gruppo -, che opera seguendo i modelli di World Class Manufacturing e Virtual Factory per garantire prodotti di alta qualità e su misura all’insegna di massima flessibilità e riduzione degli sprechi. Nel nostro percorso verso un modello di Industria 4.0, abbiamo sviluppato un progetto per automatizzare e digitalizzare gli interventi manutentivi, sfruttando i dispositivi mobili di Samsung, che si sono sposati perfettamente con le nostre esigenze e i nostri obiettivi”. Tiberina ha sviluppato in casa una soluzione software implementata sugli smartphone di Samsung, in grado di interfacciarsi con le macchine in produzione e di inoltrare avvisi su problematiche o esigenze di manutenzione, avviando in modo automatizzato azioni di risposta. Il sistema è anche in grado di abilitare la consultazione del magazzino per verificare la presenza di parti di ricambio all’interno del medesimo stabilimento o in altri siti del Gruppo, per accelerare i tempi di ripristino. Questa soluzione aiuta Tiberina a concretizzare la propria idea di digitalizzazione della fabbrica.   “In caso venga riscontrato un possibile problema - precisa Tacchi - la soluzione provvede a inviare automaticamente una chiamata al manutentore idoneo, in base al tipo di inconveniente riscontrato sulla macchina. Il manutentore visualizza la segnalazione sullo smartphone Samsung e prende in carico la richiesta, mentre il sistema avvisa l’operatore a bordo macchina dell’imminente intervento. In precedenza, questa serie di attività innescava un processo articolato, esclusivamente di tipo reattivo e non predittivo, che partiva dall’operatore a bordo macchina e interessava molteplici addetti prima di arrivare a una risoluzione.”  Oltre agli smartphone l’azienda si è dotata anche di tablet rugged Samsung Tab Active 2, che migliorano l’esperienza sul campo in caso di visualizzazione di piani di manutenzione, manualistica o consultazione del magazzino ricambi. A oggi sono presenti in Tiberina 150 smartphone e una cinquantina di tablet Samsung, ma l’azienda prevede di raddoppiare il numero degli apparati Samsung entro la fine del 2018.

25/09/2018 17:25:25

Cultura Umbertide, l'Oplas ha festeggiato i suoi primi 25 anni di attività

Domenica scorsa l’OPLAS ha festeggiato i suoi primi 25 anni di ininterrotta attività artistica, e lo ha fatto assieme a numerosissima gente arrivata ad Umbertide da tutta Italia per celebrare questo importante traguardo. Luca Bruni e Mario Ferrari, assieme a Yoko Wakabayashi (la quale partecipò 25 anni fa alla creazione della associazione culturale) hanno ricevuto testimonianza di un grande affetto da parte delle tantissime persone intervenute: presenti gli ex-danzatori che negli anni hanno partecipato agli spettacoli in giro per il mondo, così come coloro che sono attualmente all’attivo nella compagnia, ma anche tanti giovani allievi della scuola di danza che porta il nome dell’OPLAS, i loro genitori e gli amici di sempre.  Durante la serata è stato proiettato un video in cui sono stati raccolti estratti delle principali produzioni di danza svolte dal 1993 ad oggi: momenti di grande emozione sia per gli artisti presenti che per il pubblico, trascinato in un viaggio nel tempo e per luoghi magici dalle Americhe all’estremo oriente, al ritmo di musiche bellissime e di immagine straordinarie. Per la precisione, l’OPLAS, con i suoi spettacoli si è esibito in tutti i paesi europei, negli Stati Uniti, a Cuba, in Colombia, nel vicino e nel medio Oriente, in estremo Oriente e nel sud est asiatico, portando ripetutamente il nome dell’Italia, dell’Umbria e di Umbertide ai quattro angolo del globo. La celebrazione si è conclusa con il tradizionale taglio della torta dal valore estremamente simbolico poiché attorno vi erano diverse generazioni di artisti, tutti cresciuti in seno all’OPLAS, e che ora sono professionisti attivi in giro per il mondo. Citando la frase che ha chiuso il video commemorativo, tre sono le cose importanti nella vita di un artista coreutico: l’opera d’arte creata, l’insegnamento lasciato e soprattutto il tempo trascorso con gli altri per realizzare tutto ciò! Parole vere e profonde che riassumono l’essenza di una compagnia di danza - l’OPLAS - la quale ha saputo sopravvivere alle mode e le tendenze fugaci, rimanendo sempre sulla cresta dell’onda e proponendo un proprio linguaggio, tempo addietro definito “inventore di una nuova tecnica di danza”.  Luca Bruni e Mario Ferrari, da anni alla guida di questa straordinaria realtà, ringraziano tutti coloro che hanno da sempre creduto e sostenuto l’operato dell’OPLAS, la cui attività creativa è destinata a crescere negli anni a venire: prossimo appuntamento al Teatro dell’Opera di Tunisi dove la compagnia debutterà il 12 Dicembre prossimo con il balletto “Didone ed Enea” ( presentato in anteprima lo scorso Maggio a New York ).

25/09/2018 17:06:26

Cultura Premio Rometti, a Rachel Bradley dell'Università di Washington l'edizione 2018

Grande interesse e partecipazione per il doppio evento di sabato 22 settembre presso la Fabbrica Moderna (FA.MO.) di Umbertide. Alla presenza della istituzioni e della prestigiosa giuria, in una sala del cinema Metropolis gremita, la giornata è iniziata con la consegna del Premio Rometti 2018, manifestazione voluta dall'attuale proprietario della Rometti, Massimo Monini, per scoprire e lanciare nuovi talenti nel mondo della ceramica artistica. Quest'anno la finale era tutta al femminile e a spuntarla è stata Rachel Bradley, giovane studentessa dell'università di Washington, con il suo bellissimo set di versatoi “Atteggiamento”. A seguire è stata la volta del vernissage della mostra “Barocco e Barocchetto, materia e colore nella scultura di Lucio Fontana e Leoncillo Leonardi”. Nata da un' intuizione del curatore Lorenzo Fiorucci, l'esposizione cade esattamente a 50 anni dalla morte di due protagonisti dell'arte del '900, Lucio Fontana e Leoncillo Leonardi. La mostra sarà visibile fino al 20 ottobre, con visite guidate a cura del responsabile del Museo David Menghini, e rappresenta un'occasione unica per ammirare da vicino alcuni capolavori in ceramica dei due grandi artisti nella splendida cornice del rinnovato Museo Rometti, un piccolo gioiello che attraverso numerose iniziative ed eventi sta vivendo una nuova vita e si pone come nuovo polo culturale per la città di Umbertide.   Biglietti e orari La mostra sarà visibile fino a sabato 20 ottobre. Il biglietto d’ingresso è di 3,00 euro (guida inclusa), bambini under 14 gratis. Ai visitatori sarà offerto un brindisi di benvenuto. La durata della visita è di circa 30 minuti. Gli orari delle visite guidate: venerdì, sabato e domenica alle 16.00, 17.30 e 19.00; per il sabato e la domenica sono previste anche due visite mattutine, alle 11.00 e alle 12.30. All'interno del Museo è in vendita il catalogo della mostra, a cura di Lorenzo Fiorucci e con contributi di Bruno Toscano ed Enrico Crispolti.

25/09/2018 12:00:58

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy