Cultura Presentazione del libro di Lucilio Santoni alla Biblioteca comunale di Umbertide

  Riceviamo e pubblichiamo Sabato 5 novembre, ore 18.00, Biblioteca comunale di Umbertide   Sabato 5 novembre alle ore 18.00, presso la biblioteca comunale di Umbertide, si svolgerà un incontro con lo scrittore Lucilio Santoni, autore del libro Cristiani e anarchici, viaggio millenario nella Storia tradita verso un futuro possibile (Infinito Edizioni, 2014). L’evento è stato organizzato dalla Biblioteca comunale di Umbertide e dagli Amici della Biblioteca di Umbertide, nell’ambito della nuova programmazione di appuntamenti per promuovere la lettura e i libri.   CRISTIANI E ANARCHICI Viaggio millenario nella Storia tradita verso un futuro possibile autore: Lucilio Santoni   Introduzioni di Filippo La Porta, Vito Mancuso, Maurizio Pallante e Davide Rondoni.   “Questo libro rappresenta una delle più belle dichiarazioni d’amore per l’anarchia che abbia letto”. (Filippo La Porta).   “L’anarchico si rivela forse come il vero cristiano, come colui che prende sul serio la follia evangelica, la quale porta a ritenere che la propria patria non è di questo mondo e che per questo non fa piegare la coscienza alla logica del potere nella sua mondanità”. (Vito Mancuso) “I teorici dell’anarchia si sono proposti di tradurre in prassi politica i princìpi etici formulati da Gesù. È questo l’insegnamento che traggo dalla lettura del libro di Lucilio Santoni”. (Maurizio Pallante).   “Il cristianesimo è anarchico, rispetto a ogni potere terreno. Ha patroni in cielo, non padroni in terra. La più potente anarchia è la religiosità. Che nel momento stesso in cui riconosce un’autorità ne indica il limite e la radice altrove che nella propria affermazione”. (Davide Rondoni).     L’opera di Santoni si muove in quello spazio della speranza, legata alla terra e all'oggi, che custodisce il senso del mistero e non è garantito da alcuna istituzione. Il centro del libro è il presente; senza rimpianti e senza banali rimandi a un domani quanto mai evanescente, ancorché paventato e oggetto di sempre errate previsioni. Il filo conduttore non è tanto una riflessione filosofica quanto un’analisi del vissuto: conciliazione fra pensiero, realtà e desiderio. Una conciliazione che, pur difficile a darsi, marca quell’orizzonte del “già e non ancora” che caratterizza fortemente sia lo spirito cristiano sia l’esperienza anarchica.   Lucilio Santoni, classe ’63, vive a Cupra Marittima. È poeta, scrittore, traduttore e operatore culturale. Direttore artistico del “Teatro della parola” a Grottamare. Direttore artistico di “Pensare altro” a Cupra Marittima. Collaboratore del “Futura-Festival” di Civitanova Marche. Con Infinito edizioni ha pubblicato “Fusa e parole tra umanità e gatti” (2014).

26/10/2016 14:35:02

Cultura Da sabato 29 ottobre, la terza edizione di ''Umbertidead''

Riceviamo e pubblichiamo     Dal 29 ottobre, in occasione di Halloween, torna "UMBERTIDEAD", il festival di cinema horror d'autore che si svolge al Cinema Metropolis ad Umbertide (Pg) giunto alla terza edizione. L'iniziativa nasce dall'esigenza di dare visibilità e rilievo a un genere cinematografico, l'horror appunto, che raccoglie un vastissimo pubblico di affezionati e cultori nonché un crescente interesse da parte della critica cinematografica 'ufficiale'. Questo genere, essendo riuscito a rinnovarsi di continuo nel corso degli anni, rappresenta un importante mezzo di espressione per le nuove generazioni di cineasti internazionali, che sempre più numerosi si approcciano al cinema horror liberi di sperimentare nuovi linguaggi, dando luogo a un cinema coraggioso e capace di descrivere il presente con grande efficacia e vitalità. Dopo la prima edizione che ha visto protagonisti il regista Federico Zampaglione e l’attore Nuot Arquint per la proiezione dell’horror “Shadow”, dopo gli incontri con i Manetti Bros per il film “L’arrivo di Wang” e l'edizione dell'anno scorso che ha visto festeggiare due anniversari molto importanti (i 40 anni dall’uscita al cinema di “Profondo Rosso” di Dario Argento, e i 25 anni dall’uscita in sala di “Troll 2” di Claudio Fragasso), quest'anno siamo molto felici di ospitare un altro grande classico del cinema horror italiano ed il suo regista che sarà presente in sala:  si parte infatti sabato 29 ottobre dalle ore 21 con un evento speciale: la proiezione del film DEMONI con ospite speciale in sala il regista LAMBERTO BAVA, figlio del re dell'horror italiano Mario Bava, Lamberto è uno degli autori più prolifici degli ultimi 40 anni (fra gli altri Schock con il padre Mario, Macabro, Demoni 1 e 2, Morirai a mezzanotte, La maschera del demonio, le serie per la Tv Turno di notte, Brivido Giallo e i film di Fantaghirò). Il regista incontrerà il pubblico e sarà disponibile per le domanda alla fine della proiezione. Domenica 30 ottobre dalle ore 21,15 si terrà la seconda edizione dell'UMBERTIDEAD AWARD, concorso internazionale per cortometraggi realizzato in collaborazione con FilmFreeway: sono giunti all'attenzione della giuria dell'Associazione Effetto Cinema, che organizza il festival, più di 700 cortometraggi di genere horror e sci-fi da tutto il mondo. Di tutti questi corti lo staff ne ha selezionati una ventina che verranno proiettati, alcuni in anteprima italiana: il pubblico intervenuto (l'ingresso è gratuito) potrà votare i migliori 3 che riceveranno l'ambita statuetta del festival! Martedì 1° novembre dalle ore 21,30 OvO plays FRANKENSTEIN (regia di James Whale, USA - 1931). In attesa del nuovo album "Creatura", che uscirà per Dio Drone il 9 Dicembre, abbiamo invitato gli OvO, che sonorizzeranno live lo storico film "FRANKENSTEIN" di James Whale del 1931. Dopo Nosferatu gli OvO continuano la sonorizzazione dei classici dell'horror, proseguendo con quello che è un po' il "paradigma" del mostro: Frankenstein. Mostro spesso è solo sinonimo di "diverso", e la favola brutale di questo essere creato per capriccio dall'uomo, che lo rifiuta appena ne riscontra l'ingestibilità e la bruttezza, ne è un perfetto esempio. Gli OvO ripercorreranno questo film in una vena sperimentale in bilico tra rock e musica elettronica. Gli OvO sono da sempre una delle band più attive del panorama rock rumoroso mondiale. Più di 700 concerti nei loro live mascherati che li hanno portati a tutte le latitudini, dal Messico alla Turchia, dalla Russia agli USA.   Programma sabato 29 ottobre ore 21,30 "Arrivano i mostri" - presentazione della terza edizione di Umbertidead Saluto del regista Lamberto Bava e proiezione di DEMONI (Italia, 1985, regia di Lamberto Bava) a fine proiezione Lamberto Bava incontra il pubblico di UMBERTIDEAD Prevendita circuito Liveticket.   domenica 30 ottobre ore 21,39 2° edizione UMBERTIDEAD AWARD - Concorso internazionale per cortometraggi horror e scifi, in collaborazione con FilmFreeway [ingresso gratuito] Vieni a votare il tuo corto preferito e assegna le statuette del festival!   martedì 1° novembre ore 21,30 OvO plays FRANKENSTEIN - sonorizzazione dal vivo del film Frankenstein (USA - 1931, regia di James Whale) ad opera della band OvO (Stefania Pedretti e+ Bruno Dorella). Prevendita circuito Liveticket.    

26/10/2016 14:22:11

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: L’AREA MOLINO POPOLARE NON DIVENTI UNA NUOVA ''FORNACE''

Evitare il ripetersi di una situazione simile all’ex fornace dal punto di vista urbanistico ed alla “Moschea” sotto il profilo della trasparenza amministrativa. Con questo obiettivo Umbertide cambia ha presentato una interrogazione al Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale per conoscere preventivamente il piano di bonifica, recupero e di utilizzo dell’ex area produttiva del Molino popolare. Premesso che il Molino popolare ha delocalizzato la sua attività produttiva presso il nuovo stabilimento ubicato nella zona industriale di Pierantonio e che nell’area privata precedentemente utilizzata è comunque rimasta l’impiantistica in uso, realizzata con materiali tecnici potenzialmente inquinanti – si legge nell’interrogazione della lista civica - si rende necessaria una tempestiva opera di bonifica. Con l’interrogazione consiliare Umbertide cambia chiede: se l’Amministrazione intenda sollecitare l’opera di bonifica dell’ex area produttiva del Molino popolare, quale destinazione urbanistica è prevista, quali progetti, di soggetti pubblici e privati, sono stati già presentati per l’utilizzo dell’area medesima.   Umbertide cambia   di seguito il testo della interrogazione presentata       Al Sindaco del Comune di Umbertide   Al Presidente del Consiglio Comunale     Umbertide 25.10.2016     Oggetto: interrogazione Umbertide cambia - bonifica area ex molino popolare     Premesso che il Molino popolare ha delocalizzato la sua attività produttiva presso il nuovo stabilimento ubicato nella zona industriale di Pierantonio;   che nell’area privata precedentemente utilizzata è comunque rimasta l’impiantistica in uso, realizzata con materiali tecnici potenzialmente inquinanti;   che, conseguentemente, si rende necessaria una tempestiva opera di bonifica;   considerato inoltre che al fine di evitare il ripetersi di una situazione simile all’ex fornace dal punto di vista urbanistico ed alla “Moschea” sotto il profilo della trasparenza amministrativa è quanto mai opportuno conoscere preventivamente il piano di bonifica, recupero e di utilizzo dell’area,   con la presente interrogazione si chiede:   se l’Amministrazione intende sollecitare l’opera di bonifica dell’ex area produttiva del Molino popolare, quale destinazione urbanistica è prevista, quali progetti, di soggetti pubblici e privati, sono stati già presentati per l’utilizzo dell’area medesima.   Si chiede cortesemente risposta orale e scritta.   Il gruppo consiliare Umbertide cambia   Claudio Faloci Luigino Orazi Stefano Conti    

26/10/2016 13:36:25

Attualità » Primo piano Perugia: molesta e violenta la moglie davanti ai figli, maghrebino allontanato da casa

Poco più di un mese fa una donna maghrebina aveva il coraggio di denunciare, presso la Squadra Mobile di Perugia, una difficile situazione familiare riconducibile a condotte violente poste in essere nei suoi confronti dal marito, suo connazionale. Invero già due mesi orsono aveva lamentato comportamenti aggressivi da parte del coniuge il quale l’aveva aggredita costringendola a recarsi al Pronto Soccorso dell’Ospedale Silvestrini. Le lesioni subite traevano origine da una violenta lite avuta con il marito per ragioni di carattere economico: alla richiesta della moglie di aver bisogno del denaro necessario a pagare la bolletta del gas, ed alla risposta di non averli, la moglie gli faceva notare che due giorni prima aveva giocato alle slot machine. L’uomo iniziava a minacciare la moglie dicendole “ti ammazzo”, sbattendola a terra e colpendola ripetutamente sulla testa con i piedi. La donna denunciava che non si era trattato di un singolo episodio ma di essere stata vittima nel tempo di numerosi episodi di violenza da parte del marito, dedito al consumo di alcool ed al gioco, episodi a cui spesso erano presenti i cinque figli minorenni che intervenivano per difendere la madre. I fatti venivano confermati da referti medici e dalla escussione di persone, vicine alla vittima, informate sui fatti. La donna, sentita un’ultima volta alla fine di settembre, confermava le precedenti dichiarazioni, dicendo di convivere ancora con il marito nonostante l’ultimo episodio di violenza accaduto alla presenza dei cinque figli, ma di vivere nel timore che potessero accaderle più gravi conseguenze, tanto a lei quanto ai ragazzi. Ritenendo sussistenti tutti i presupposti di legge per l’irrogazione della misura dell’allontanamento della casa famiglia, il P.M. competente formulava relativa richiesta al G.I.P. che l’accoglieva. L’Autorità Giudiziaria riteneva sussistenti gravi indizi in ordine ai reati di: – maltrattamenti in famiglia aggravati dalla presenza di minori, – violenza sessuale aggravata nei confronti della moglie. La misura veniva notificata da operanti della sezione delitti contro la persona della Squadra Mobile.

25/10/2016 20:21:08

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy