Attualità » Primo piano “Aprile dolce scoprire”: un mese di eventi a marchio Pro-Loco Umbertide

Quello in arrivo si preannuncia come un mese ricco di eventi a marchio Pro-Loco Umbertide. Ad aprile, la proposta per i cittadini di Umbertide, ma non solo, spazierà dalla storia alla cultura popolare, passando per arte e cucina, in una serie di eventi mattutini e serali. Ci sarà l’imbarazzo della scelta insomma, in attesa di nuovi eventi, ma anche graditi ritorni nei mesi estivi. Le mattinate al Mercato della Terra saranno infatti arricchite da due appuntamenti con i Ristulzini ,in collaborazione con Slow Food Alta Umbria. Sabato 6 sarà la volta delle verdure pastellate del mercato, mentre sabato 20, arriva finalmente il turno del mitico brustengo accompagnato da salumi e formaggi. In aggiunta a questi gustosi appuntamenti, si aggiungono ben 4 mercoledì all’insegna della scoperta e dell’approfondimento, nella serie di incontri ‘’Aprile dolce scoprire’’. Tutti gli incontri si terranno di sera, a partire dalle ore 21 in un’eccellenza della nostra città appena inaugurata. Il luogo prescelto sarà infatti la ‘’nuova’’ e suggestiva sala inferiore della FAMO, in piazza Carlo Marx, tra gli splendidi pezzi d’arte della collezione Ceramiche Rometti.   Si parte mercoledì 3 aprile giocando ‘’in casa’’, con ‘’Il Professore e la Pro-Loco’’, una serata all’insegna del ricordo di Bruno Porrozzi, professore, storico, già fondatore e presidente della nostra associazione, a cura della prof.ssa Simona Bellucci. Un’interessante retrospettiva di questa figura importante per la nostra città, arricchita da fotografie d’epoca e interviste, in attesa dell’intitolazione di una via della nostra città, richiesta già inoltrata dalla Pro-Loco all’Amministrazione. A seguire, mercoledì 10, sarà la volta di ‘’Conversazioni su curiosità umbertidesi’’, un incontro che vedrà protagonista tutta la grande conoscenza in ambito artistico e non solo di Monsignor Pietro Vispi, che avrà in serbo succose storie riguardo la nostra città ed il suo territorio.   Mercoledì 17 si parlerà dei prodotti del Mercato della Terra, ma questa volta visti da un altro punto di vista. La Dott.ssa Claudia Vibi, biologa nutrizionista, parlerà infatti delle caratteristiche nutrizionali di queste eccellenze del territorio, come gestirle nell’ottica di una corretta alimentazione, dulcis in fundo consigliando qualche ricetta sana sì, ma anche gustosa. L’ultimo appuntamento, quello del 24 aprile, sarà interamente dedicato al ricordo del bombardamento del 25 aprile 1944, che distrusse il borgo San Giovanni, portando via 74 umbertidesi. Si terrà tramite la proiezione dello splendido documentario ‘’Il nostro calvario’’, con a seguito l’intervento di storici locali come l’Ing. Mario Tosti, tra i curatori del lavoro, e la prof.ssa Simona Bellucci, autrice di ‘’Umbertide nel secolo XX 1943-2000’’. Un mese dunque ricchissimo di iniziative di vario genere, tutte finalizzate ad arricchire il panorama degli eventi della nostra città. Ricordiamo che TUTTI GLI EVENTI SARANNO GRATUITI PER I SOCI PRO-LOCO UMBERTIDE. Per chi dovesse rinnovare la tessera, o registrarsi per la prima volta, sarà possibile farlo nell’apposito punto tesseramenti, sempre presente, in ogni data succitata. Concludiamo con un piccolo riassunto del mese, per ricordarvi tutti gli eventi! Per ogni ulteriore info vi rimandiamo alle locandine ufficiali. APRILE Mercoledì 3, Aprile dolce scoprire  Il professore e la Pro-Loco (FAMO ore 21) Sabato 6, Ristulzini  Verdure Pastellate (Mercato della Terra ore 10.30) Mercoledì 10, Aprile dolce scoprire  Conversazioni su curiosità Umbertidesi (FAMO ore 21) Mercoledì 17, Aprile dolce scoprire  Umbertide dalla Terra al piatto (FAMO ore 21) Sabato 20, Ristulzini  Brustengo (Mercato della Terra ore 10.30) Mercoledì 24, Aprile dolce scoprire  Proiezione de "Il nostro calvario" (FAMO ore 21)   Vi aspettiamo numerosi!

01/04/2019 16:25:57 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Fratelli d'Italia Umbertide: “bocciato l'emendamento della vergogna del PD-UC”

"L'ultimo consiglio comunale in tema di bilancio dovrebbe suggerire ai tre consiglieri Codovini (UC) Corbucci e Ventanni (PD) di lasciare ai non eletti, nelle loro rispettive liste, la possibilità di svolgere un'opposizione sì dura, come è giusto che sia, ma anche seria, responsabile e propositiva; altri, che potrebbero subentrare al loro posto, sarebbero certamente in grado di rispondere alle istanze di quell'elettorato di centrosinistra che li ha sostenuti lo scorso anno, un compito a cui i tre consiglieri di opposizione si stanno pervicacemente sottraendo. Ci riferiamo a quello che è stato ribattezzato l'emendamento della vergogna. Invero, dopo almeno due settimane trascorse a gridare contro la manovra, tacciata come un'operazione di macelleria sociale, non rispettosa del principio di progressività delle imposte, è giunto in consiglio un emendamento del PD-UC respinto per molteplici ragioni: tecniche, economiche e morali. Infatti, all'attuale esenzione di pagamento Irpef, prevista per i redditi da 0 a 12mila euro, che nel frattempo il centrodestra ha portato a 13mila euro con la manovra di bilancio, l'emendamento del PD-UC contrapponeva l'obbligo, per tutti, anche i senza reddito, di pagare l' Irpef (!!) con una aliquota di 0,75 da  0 euro a 15mila euro.  Evidentemente per il PD-UC non basta appartenere alla fascia più debole dei contribuenti, occorre anche essere malmenati.  La seconda fascia di reddito, da 15001 a 28mila euro, invece, avrebbe dovuto pagare meno della vessata prima fascia, con aliquota dello 0,50.  L'emendamento, prima di essere bocciato dall'aula, contrari Lega, LIFU e M5S, financo è stato respinto dalla ragioneria comunale con “parere non favorevole”. Secondo gli uffici comunali, infatti, l'emendamento violava il principio di progressività costituzionale sancito in Costituzione e avrebbe portato in caso di recepimento, al dissesto finanziario dell'Ente. Una lectio magistralis! Orbene, non sarà stato facile per la maggioranza proporre una manovra che prevede l'aumento dell'Irpef (trattasi di 4 euro mensili pro capite) benché sollecitata dal commissario prefettizio e necessaria a garantire la tenuta finanziaria dell'Ente ma i nostri laureati dell'opposizione di centro sinistra non hanno affatto capito dove si trova la porta avversaria e continuano ad infilare palloni sotto le gambe del loro portiere. Fratelli d'Italia - comunque - auspica che con il recupero dei crediti dormienti, a causa dell'alto tasso di tributi non recuperati in passato, la manovra possa alleggerire la pressione tributaria già dal prossimo anno. I nostri professori dell'opposizione, invece, hanno altre preoccupazioni. L'emorragia di consenso non si arresta e le loro teste paiono già reclinate sotto l'ascia del boia: i contribuenti." Giovanna Monni - Fratelli d'Italia Umbertide

01/04/2019 16:03:26 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy