Sport Umbertide: Asd Monte Acuto, presentata allo Zibù 2.0 la squadra per la nuova stagione

Pronta ad una nuova stagione l'Asd Monte Acuto, una squadra di calcio che milita nel campionato di II categoria e che punta nuovamente ad una stagione da protagonista. Una squadra legata dall'amicizia, che si allena senza percepire un rimborso ma che invece ha dato grandi soddisfazioni. “Veniamo dalla cocente delusione della stagione passata, ma ciò non ci ha fermato né demoralizzato, ma fortificato. Ed è da questo che dobbiamo ripartire”, ha affermato il direttore sportivo Giacomo Topazio. Il Monte Acuto rappresenta un bell' esempio di amicizia che dura e si consolida nel tempo. Un esempio da seguire per tutti coloro che interpretano la pratica sportiva non solo come agonismo ma anche come socialità e sana aggregazione.  La partnership venutasi a creare fra la società del Monte Acuto e il ristorante Zibù 2.0 è proprio quella di essere umbertidesi, di essere giovani con l'obiettivo di crescere insieme in un percorso difficile ma stimolante condividendo anche momenti ricreativi, di svago e di sana aggregazione.    Quadri societari Presidente: Volpi Gabriele; Vicepresidente: Chimenti Lorenzo; Segretario: Citti Manlio; Direttore Sportivo: Topazio Giacomo; Cassiere: Girasoli Roberta; Addetto stampa: Cacciamani Umbro; Dirigenti accompagnatori: Belia Marco, Cavedon Giacomo; Responsabile impianti sportivi: Bistoni Alessandro; Team-manager, Addetto agli arbitri: Grassini Alessio; Medico sociale: Belia Marco; Guardalinee: Carubini Alfiero; Addetto biglietteria: Volpi Gabriele: addetto impianto Città di Torino: Bistoni Alessandro Consiglieri Topazio Giacomo, Merli Primo, Bucarini Marcello, Cavedon Lorenzo, Gillosi Franco, Cavedon Giacomo, Girasoli Roberta, Grassini Alessio, Belia Giampaolo, Cacciamani Umbro, Carubini Alfiero, Chimenti Lorenzo, Radicchi Federico, Naticchi Franco, Bistoni Alessandro, Citti Manlio, Belia Marco, Volpi Gabriele. Quadri tecnici Allenatore: Bruschi Riccardo; allenatore in seconda: Floridi Filippo; Preparatore atletico: Grilli Leonardo; Preparatore portieri: Vagnetti Gianfranco. Rosa calciatori Topazio Giacomo, Ventanni Samuele, Radicchi Federico, Locchi Alessandro, Carubini Andrea, Caselli Samuele, Violini Stefano, Cavedon Jacopo, Corsici Luca, Brunori Daniele, Bagnini Lorenzo, Volpi Nicola, Citti Giulio, Briganti Michele, Pauselli Alessio, Chicchioni Giacomo, Izolufa Said, Salciarini Valerio, Ligi Alessandro, Ciribilli Andrea, Morelli Riccardo, Bucarini Simone, Topazio Matteo.

16/09/2016 16:43:16

Attualità » Primo piano Omicidio Dell'Omarino: confessa il presunto killer

"Sono stato io" è l'affermazione detta davanti al pm Julia Maggiore della Procura della Repubblica di Arezzo, da Piter Polverini, 24 anni, di San Giustino Umbro. Il giovane ha raccontato di aver colpito Katia con un martello al culmine di una lite sul prezzo di una prestazione sessuale. Ha poi detto di aver gettato l'arma del delitto nei pressi della propria abitazione a San Giustino, dove questa mattina il martello è stato recuperato dai carabinieri.  L'arma del delitto si trovava in una cassetta degli attrezzi dentro l'auto del padre del ragazzo. La notte del delitto Polverini passa inizialmente per il bar La Perla Nera di via Aggiunti a Sansepolcro dove Katia si reca, dopo aver chiesto denaro al prete di San Giustino. Nel bar biturgense incontra Polverini e i due si danno appuntamento nella zona delle piscine. Successivamente avviene il delitto. Ma Piter lascia tracce importanti. Il barista lo vede con Katia, poi una telecamera nei pressi del delitto inquadra l'auto su cui viaggia, una Nissan; infine c'è la testimonianza di una donna che vede l'auto. La testimone però non ricorda nè il modello nè la targa. L'auto è ripresa anche da una telecamera a San Giustino. Sono tutti elementi che portano i carabinieri a interrogare quasi subito Piter Polverini che agli inquirenti dà una versione lucida. A tratti però il racconto del sangiustinese non torna. Il suo Dna è tra i primi a essere prelevato e inviato al laboratorio di analisi. In tutto sono diciotto i campioni raccolti , tra i quali c'è il DNA di Polverini e il riscontro è positivo. Il ventiquattrenne di San Giustino è stato preso all'alba dai carabinieri, eseguendo l'ordinanza di custodia cautelare del Gip Anna Maria Lo Prete. 

16/09/2016 13:14:16

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy