Notizie » Economia Incontro fra Comune e commercianti per il rilancio del commercio ad Umbertide

L'Amministrazione Comunale ha incontrato le associazioni di categoria e i pubblici esercizi di Umbertide al fine di intercettare le esigenze del settore in previsione dei bandi regionali previsti dalla programmazione 2014 – 2020. L’iniziativa è stata promossa su indicazione del sindaco Marco Locchi e dell'assessore al Commercio Maria Chiara Ferrazzano in seguito alla tavola rotonda “Imprese commerciali: misure concrete per la riqualificazione e lo sviluppo del settore” durante la quale l’assessore regionale Fabio Paparelli aveva annunciato che è in fase di predisposizione un bando regionale volto a riqualificare i pubblici esercizi e le attività di somministrazione di cibi e/o bevande che investono in innovazione e valorizzazione dei prodotti del territorio. Quindi presso la Sala Tevere della Residenza Comunale l’Amministrazione ha voluto incontrare gli esercizi pubblici del territorio al fine di individuare idee e suggerimenti da sottoporre poi all'attenzione della Regione.  Dal confronto è emersa l’esigenza, in vista dei futuri bandi, di abbassare la spesa minima prevista per accedere ai contributi al fine di garantire una partecipazione maggiore, e è stata evidenziata la necessità di valorizzare il settore attraverso la costituzione di reti di impresa per la promozione dei prodotti locali.  Le associazioni di categoria si sono quindi impegnate a farsi portavoce presso l’Assessorato regionale delle indicazioni emerse e a promuovere successivi incontri per l’illustrazione dei bandi di prossima pubblicazione.

26/02/2014 18:14:26

Notizie » Economia Nasce il centro commerciale naturale a C. di Castello

Contro la crisi il centro storico diventa un centro commerciale naturale: è questa l’idea alla base del Consorzio del centro storico di Città di Castello Pro Centro nato su iniziativa delle associazioni di categoria (Confcommercio, Confesercenti, Cna) con la partecipazione dell’Amministrazione comunale, della banca Casse di Risparmio dell'Umbria, e Umbria Export.  "Vogliamo unire le forze contro la crisi” ha detto il sindaco tifernate Luciano Bacchetta durante la presentazione del Consorzio alla stampa, introdotta dall’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti “"Con le associazioni di categoria in questo momento difficile ci muoviamo per restituire vigore all'economia urbana, anche attraverso un consorzio che metta a leva le peculiarità locali con azioni dirette in particolare al terziario. Abbiamo sposato da subito questa idea perché i centri storici vivono una fase molto critica e accanto all'imponente programma di investimenti che stiamo portando avanti, sono necessarie anche azioni di riqualificazione delle funzioni commerciali, turistiche e imprenditoriali. L'attrattività è un concetto molto sfaccettato a cui il consorzio può dare risposte innovative ed efficaci grazie anche a concorso dei tanti soggetti fondatori. L'Amministrazione comunale farà la sua parte fino in fondo impegnandosi anche sul fronte della fiscalità con misure volte a ridurre l'impatto economico dei tributi sulle categorie produttive. Il consorzio è una opportunità, l’entusiasmo che ha raccolto significa che è il momento di voltare pagina”.  Ad appena una settimana dalla sua fondazione, il Consorzio si è dotato di un nome “Pro Centro” in vista di sostituirlo con un marchio vero e proprio, di un presidente, Mauro Smacchia, e di un vicepresidente, Fabrizio Salvanti. Ha già presentato Camera di Commercio di Perugia un progetto che interesserà cinque imprese e sarà finanziato per circa la metà dell'investimento complessivo, pari a 60mila euro.   "Siamo alla fine di un percorso che le associazioni stanno compiendo con Casse dell'Umbria tentando di creare una sinergia, inedita, a favore della città. La volontà comune è espressa nel nome, Pro centro, per lo sviluppo commerciale e turistico in stretto collegamento con le opportunità finanziarie della Comunità europea e promuovendo la cultura del commercio all'interno del centro storico" ha detto Mauro Smacchia, presidente di Confcommercio Alto Tevere Umbro. "Fatto il consorzio, abbiamo tutti gli strumenti per una nuova stagione del commercio che significa una nuova stagione per tutta la città" ha detto Flavio Benni di Confesercenti. “Il centro storico di Città di Castello rappresenta un nucleo di forte attrazione commerciale e turistica, direi un cuore vitale per l’economia cittadina e del contesto locale - ha spiegato Vanni Bovi, direttore generale di Casse di Risparmio dell’Umbria. Come banca va tutto il nostro sostegno e plauso alla volontà di promozione e valorizzazione delle potenzialità di Città di Castello espressa dalla classe dirigente, dalle associazioni imprenditoriali e dalle istituzioni locali. Siamo storicamente molto legati a questa città, alla quale confermiamo l’impegno nell’attivare ogni forma di sostegno e di partnership che presenti positive ricadute economiche per il territorio. Le start up dirette ai giovani, le borse di studio, l'internazionalizzazione sono un investimento del Consorzio su cui Casse crede molto in linea con il rapporto che storicamente la nostra banca ha svolto”.  Nel dettaglio è entrato Enzo Faloci, presidente del Consorzio Umbria Export: "C'è una grande attenzione del sistema bancario verso il territorio, che sta costruendo una convergenza di attori privati ed istituzionali. Il filo comune è l'aggregazione: la dimensione aziendale diventa un elemento di criticità nel contesto attuale: vogliamo creare delle applicazioni aggreganti come ad esempio le reti di impresa (l'ultima nata è nel comparto del mobile con dieci aziende) ed il consorzio Pro centro da cui ci aspettiamo prospettive importanti verso un'azione di sviluppo locale che interagisca con scenari più estesi, a partire dal progetto Alta Umbria, di cui Casse dell'Umbria e Camera di Commercio sono partner. Umbria Export cerca di portare il sistema umbro nel mondo e questo consorzio si pone naturalmente il suo interno. Abbiamo già fatto iniziative di incaming con operatori esteri per aumentare la visibilità del territorio. Banche, istituzioni e privati sono chiamati a compiere un passo avanti insieme e dimostrare una maturità in grado di battere la crisi".

11/02/2014 15:35:21

Notizie » Economia Il reddito degli umbri. La classifica

Quanto siamo ricchi noi Umbri? Pubblichiamo la classifica delle Regioni per livello di reddito disponibile per abitante. A conquistare la prima posizione risulta ancora una volta la provincia autonoma di Bolzano, chiude invece la graduatoria la Campania, secondo i dati diffusi dall'Istat per il 2012. L’Umbria occupa la tredicesima posizione nella graduatoria, ultima fra le regioni del centro nord, con un reddito annuo pro-capite di 17.780 ottanta euro, di pochissimo al di sopra della media nazionale (17.563 euro). Quanto siamo ricchi noi Umbri? Pubblichiamo la classifica delle Regioni per livello di reddito disponibile per abitante. A conquistare la prima posizione risulta ancora una volta la provincia autonoma di Bolzano, chiude invece la graduatoria la Campania, secondo i dati diffusi dall'Istat per il 2012. L’Umbria occupa la tredicesima posizione nella graduatoria, ultima fra le regioni del centro nord, con un reddito annuo pro-capite di 17.780 ottanta euro, di pochissimo al di sopra della media nazionale (17.563 euro). Bolzano                               22.399 Valle d'Aosta                       21.762 Emilia Romagna                      21.039 Lombardia                           20.666 Friuli Venezia Giulia               20.374 Piemonte                              19.861 Liguria                                  19.633 Veneto                                 19.566 Trento                                  19.428 Toscana                                18.900 Lazio                                     18.780 Marche                                  18.514 Umbria                                  17.870 Abruzzo                                 15.325 Molise                                    15.135 Sardegna                               14.676 Basilicata                               13.906 Puglia                                    13.603 Calabria                                 12.943 Sicilia                                    12.722 Campania                              12.265 ---------------------------------------------------------------- ITALIA                                  17.563

05/02/2014 15:31:49

Notizie » Economia Umbertide: Centro per l'impiego

Per favorire l'occupazione e l'incontro domanda e offerta lavoro per i giovani e non solo, puntando su formazione e chance in arrivo dall'Europa, la Provincia di Perugia informa su occasioni di lavoro, concorsi pubblici, corsi di formazione professionale, stage e tirocini, con notizie provenienti dalle proprie strutture: Centri per l'Impiego, Sportelli del Lavoro, Sportelli del Cittadino ed InfoEuropa. Per Umbertide rivolgesi al Centro per l’impiego di Piazza Michelangelo. Centro per l’Impiego di Perugia – Si richiede n.1 manutentore di impianti elettrici; n. 1 venditore. Centro per l’Impiego di Città di Castello - Ditta metalmeccanica di San Giustino cerca operaio; cercasi muratore a Città di Castello; Azienda di Pistrino cerca Disegnatrice d’interni laureata o diploma d’arte; Agriturismo di Monte Santa Maria cerca un pizzaiolo per la sera;  Negozio di Umbertide cerca una parrucchiera/e. Lo Sportello del Cittadino segnala i seguenti concorsi e corsi di formazione –Fondazione Brunello Cucinelli Corso Taglio e Confezione, organizzato presso la Scuola dei Mestieri di Solomeo. Il corso ha una durata di nove mesi, è gratuito e prevede alternanza di teoria, laboratorio e stage. Agli/alle allievi/e verrà riconosciuta una borsa di studio mensile di 700 € lordi per tutta la durata del percorso formativo (9 mesi), (scadenza 26/02/14); Azienda sanitaria locale Umbria 1 per 2 posti di dirigente farmacista (13/2); Afam spa Perugia graduatoria per farmacista collaboratore (20/2); Regione Umbria work experience all’estero Opportunità occupazionale collegate alla candidatura di Perugia a Capitale Europea della Cultura 2019 borse di mobilità per work experience all’estero presso enti che promuovono e sostengono azioni in favore delle candidature delle Capitali europee della Cultura (28/02/2014); Regione Umbria  Avviso pubblico per l’acquisizione di candidature di disoccupati/e per la partecipazione al percorso formativo integrato presso imprese dell’artigianato artistico e tradizionale. Numero posti 55 e scadenza dal 28/02 al 15/03/2014.

30/01/2014 14:48:49

Notizie » Economia Tabacco: accordo per 20mila tonnellate

Rinnovata a Città di Castello, la collaborazione tra JTI (Japan Tobacco International) e il Consorzio TTI (Trasformatori Tabacco Italia). La cerimonia, che ha previsto la sigla di un nuovo accordo biennale per l’acquisto di oltre 20 mila tonnellate di tabacco Virginia, si è svolta alla presenza di Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria,  Paul Neumann, Senior Vice-President Global Leaf di JTI, e Franco Domini, Presidente del Consorzio TTI. La JTI, dunque, continua ad investire sul territorio italiano e i termini principali del nuovo accordo prevedono che essa si impegni per: l’acquisto di tabacco Virginia dai distretti umbro e veronese, nonché toscano e laziale, per una quantità di circa 20 mila tonnellate in foglia; lavorare con TTI e OPTA (Organizzazione Produttori Tabacco) per ridurre al minimo i costi della filiera, massimizzando la competitività del tabacco italiano rispetto agli altri Paesi produttori; lavorare a stretto contatto con agricoltori e trasformatori per migliorare la qualità del tabacco italiano e massimizzando l’efficienza del processo produttivo. Nell’ambito di questo rapporto di collaborazione JTI, lo scorso giugno, ha anche riconosciuto ai tabacchicoltori un compenso economico supplementare rispetto a quanto concordato, in considerazione dell’aumento dei costi di produzione dovuti, in particolare, all’aumento del prezzo del carburante e alle condizioni meteo avverse. Si tratta di un sodalizio, iniziato nel 2012, che ha permesso finora di raggiungere risultati ambiziosi, garantendo lavoro a oltre 1.000 operatori impegnati nella coltivazione, raccolta e lavorazione di oltre 10 milioni di kg di tabacco ogni anno, per un volume d’affari che si aggira tra i 35 e i 40 milioni di euro. L’obiettivo è sempre quello di coinvolgere in maniera diretta i coltivatori, per garantire continuità al settore e alla filiera del tabacco in Italia e per pianificare le dimensioni delle colture. In questo modo sarà possibile fornire loro garanzie sul mercato legato alla produzione e mantenere uno scambio costante di comunicazioni sulle buone pratiche colturali, per massimizzare la qualità dei prodotti in foglia. Con il rinnovo dell’accordo – ha dichiarato Paul Neumann, Senior Vice-President Global Leaf di JTI – diamo seguito a un impegno che ha già portato nell’ultimo anno risultati estremamente positivi. Si tratta di un sostegno che rilanciamo in modo più che mai convinto e che offre la possibilità da un lato di valorizzare, come merita, la qualità del prodotto italiano e dall’altro di salvaguardare migliaia di posti di lavoro all’interno di uno scenario economico così delicato come quello che l’Italia vive attualmente. Crediamo sia fondamentale garantire continuità in modo da permettere ai coltivatori di pianificare le produzioni in anticipo e in maniera più sicura.” Franco Domini, Presidente di TTI ha espresso “la viva soddisfazione per la rinnovata fiducia ricevuta da JTI che, con la proroga dell’accordo di fornitura, assicura continuità operativa e sbocco commerciale ai coltivatori di tabacco ed occupazione per i numerosi lavoratori coinvolti nel progetto.”

25/01/2014 06:49:18

Notizie » Economia Umbertide: tavola rotonda per la ripresa delle piccole e medie imprese

“Un aiuto concreto per la ripresa delle piccole e medie imprese” è il titolo della tavola rotonda che si terrà mercoledì 29 gennaio alle ore 17 presso il Museo di Santa Croce. L'iniziativa è stata promossa dal Comune di Umbertide con l'intento di aprire una riflessione sulle possibili misure da mettere in atto per favorire la ripresa economica delle tante piccole e medie imprese che caratterizzano il tessuto produttivo umbertidese. Per questo motivo l'Amministrazione Comunale ha inteso riunire intorno allo stesso tavolo la Regione Umbria, rappresentata dall'assessore allo Sviluppo economico e alle Attività produttive Vincenzo Riommi che illustrerà le possibilità di finanziamento messe a disposizione dall'Ente regionale, Sviluppumbria, la società regionale che promuove misure di sostegno allo sviluppo economico dell'Umbria, che sarà rappresentata dal direttore generale Mauro Agostini e gli istituti di credito del territorio che giocano un ruolo fondamentale nell'accesso al credito da parte delle imprese. Saranno quindi presenti Claudio Peraino, Direttore Territoriale Mercato Perugia Monte dei Paschi di Siena,Luciano Bacoccoli, Responsabile Area Commerciale Umbria Unicredit, Vittorio Fiorucci, Responsabile Territoriale Banca Popolare Spoleto, Pietro Buzzi, Coordinatore Mercato Imprese Casse di Risparmio dell'Umbria, Mauro Del Mecio, Direttore Territoriale Toscana Sud-Umbria Banca Etruria e Davide Fabbri, Direttore Filiale Umbertide Banca di Mantignana e di Perugia Per il Comune interverranno il sindaco Marco Locchi e l'assessore allo Sviluppo economico Simona Bellucci; la tavola rotonda sarà moderata dal direttore de Il Giornale dell'Umbria Giuseppe Castellini. Associazioni di categoria, imprese e la cittadinanza tutta sono invitate a partecipare.

22/01/2014 12:46:40

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy