Notizie » Politica M5S Umbertide: ''Un ordine del giorno che crea scompiglio all’interno della maggioranza''

Riceviamo e pubblichiamo Un ordine del giorno che crea scompiglio all’interno della maggioranza, presentato proprio da chi fa parte di quella maggioranza, e che ha portato durante l’ultimo consiglio comunale due membri del Pd a votare con le opposizioni, proposta comunque respinta con 8 voti contrari e 7 favorevoli. Di fatto il PD si vota contro, solo due consiglieri votano con tutta la minoranza affinché prevalga il buon senso e non le scaramucce interne di partito che si ripercuotono poi in maniera negativa sui cittadini. Il tema della discordia è la proposta del presidente del consiglio comunale Giovanni Natale, che si è fatto portavoce della richiesta avanzata precedentemente dall’associazione Proloco Pierantonio, di traslare il monumento ai caduti di piazza XXV Aprile e di realizzare nella piazza un'area giochi per bambini dotata di defibrillatore. Sulla centralissima Piazza XXV aprile della frazione di Pierantonio è inclusa una piazzetta a ricordo dei caduti della guerra. In epoca recente il paese volle ulteriormente onorare i caduti con un monumento sistemato non nella piazzetta, ma nelle immediate vicinanze. La piazzetta, denominata della rimembranza , era in passato arricchita di giochi per bambini e da una fontanella di acqua, per questo in paese veniva denominata la piazzetta dei giochi. Circa 8 anni fa, l’amministrazione, guidata dall’allora Sindaco Giulietti, in accordo con il consiglio di quartiere, decise di spostare il monumento al centro della piazza al posto della fontanella, protetto da una catena collegata da 4 colonnine di marmo alte circa 40 cm. Oggi la piazza si presenta sguarnita dei giochi ed è poco frequentata, le quattro panchine ai lati utilizzate saltuariamente, ed il cippo eretto al centro poco visitato se non per le ricorrenze di rito da parte delle autorità cittadine. La Proloco di Pierantonio, ritenendo oltretutto pericoloso per i bambini l’attuale disposizione del monumento collocato al centro dell'unica piazza, aveva proposto all’inizio di quest'anno di accollarsi le spese per riportare la piazzetta al suo originario aspetto, installando dei giochi per i bambini ed un defibrillatore. L’unica incombenza del Comune sarebbe stata quella di spostare il monumento ai caduti riposizionandolo nella sua posizione originaria. Il Sindaco Locchi e la sua giunta non danno parere favorevole negando tale opportunità e rigettando la proposta della Proloco, propongono invece alla parrocchia un accordo per posizionare i giochi su un’area adiacente alla chiesa, dimenticandosi di interpellare la Proloco che di fatto è la promotrice del progetto e soprattutto finanziatrice dello stesso. La proposta di riqualificazione della Proloco è lodevole poiché riporterebbe i bambini e le proprie famiglie nel cuore della frazione, la sua piazza, di fronte ad un monumento ai caduti che è a ricordo del nostro passato. Ad oggi invece assistiamo ad una piazza deserta con panchine sempre vuote e con il ricordo ai caduti lasciato a se stesso . Meglio lasciarlo così dunque? Secondo la maggioranza sì.

12/12/2016 15:03:02

Notizie » Politica Polemiche tra Pro-Loco Pierantonio e Comune di Umbertide, lettera dell'Indignata speciale

Riceviamo e pubblichiamo La ProLoco SMENTISCE CATEGORICAMENTE che:   1. installerà giochi nell’Area della diocesi, per cui il Comune ha richiesto un Comodato d’uso gratuito alla Diocesi stessa per l'Area in oggetto. Ed in conseguenza del quale dovrà prendersi l’impegno, peraltro oneroso (non meno di 10.000 Euro, secondo nostre stime), di recintare l’area creando un cancello alternativo alla canonica, dato che poi diventerebbe pubblico, di illuminare l’area, perché è completamente al buio, di manutenere il verde (come fa per le altre zone verdi del comune(!)). E tutto ciò lo farebbe in un terreno che non è del Comune ma della Diocesi!!!  2. che sia stata informata del via libera al defibrillatore. Cosa impossibile poichè il consigliere di maggioranza Dr.ssa Agea che ha poi infatti votato CONTRARIO al nostro progetto, aveva manifestato in fase preliminare di voto il dissenso, oltre alla installazione dei giochi, anche al posizionamento in luoghi come le Piazze di defibrillatori gestiti da persone variamente formate (registrazione consiglio comunale u.s.).   In pratica il Comune NON APPROVA il progetto della ProLoco (dal valore di Euro 3.500 interamente forniti dalla stessa Proloco) di riqualificazione della Piazza principale (l’unica del paese!) che si articolava in tre punti complementari:  1. riposizionamento del monumento ai caduti nel suo luogo di origine, dal quale è stato spostato 8 anni fa, senza consenso popolare ed al posto del quale c’era una fontanella di acqua il cui destino non è dato sapere. Monumento ad oggi peraltro fortemente oltraggiato perché posto al centro di una piazzetta in cui i ragazzi giocano con biciclette e/o palloni e che operatori comunali e addirittura un contributo dell’AVIS nel 2011 cercano e hanno cercato di restaurare.  2. installazione giochi in legno (spese completamente a carico proloco, tra cui trasporto e montaggio); 3. installazione di un def con piastre adulti e pediatriche (unico onere per il Comune: allaccio corrente per la termoregolazione del def, essendo esterno).   Il Comune intende quindi modificare tale progetto, che sarebbe stato a costo zero per il Comune, con un progetto alternativo e oneroso in una parte del paese che non fa parte della Piazza ma che si trova dietro la Chiesa!   Precisando che ProLoco e Diocesi sono in ottimi rapporti e che eventi dedicati possono essere fatti in qualsiasi momento (anche senza “prendergli” in comodato le proprietà), ProLoco Pierantonio chiede a Voi, attenti lettori: ma il Comune è diventato così altruista da pensare, come MAI fatto prima, al bene dei credenti (cattolici), oppure segue un DICTAT in stile Manzoniano per cui "questa cosa non s’ha da fare”?.    E la ProLoco non ci sta. Non ci sta per due semplici motivi:  1. perché si ritiene anche guardiana di una democrazia che sembra sia venuta fortemente ed in una maniera vergognosa a mancare; 2. perché mettere un defibrillatore in una Piazza definita peraltro dall’Ass.re Cinzia Montanucci “pericolosa perché vicino ad un parcheggio” (sottintendendo che qualsiasi altra piazza di Umbertide che si affaccia su strade è praticamente da bandire ai bambini) non avrebbe senso, nel momento in cui tale Piazza, per i suddetti motivi non è frequentabile dai bambini stessi (cit. Sindaco Locchi da Consiglio Comunale u.s.) e dove non possono essere rimessi i giochi (che da sempre sono stati lì). Questo significa che feste o manifestazioni di vario genere potrebbero non essere concesse per taluni motivi.    Rimarrebbe più logico allora installare il def nell’area della Chiesa.  Ma questa è un’altra storia, che non si può chiamare RIQUALIFICAZIONE DELLA PIAZZA DEL PAESE.   E mi viene in mente il sindaco Locchi, due anni fa, quando chiese in sede di assemblea pubblica in Piazza, a cittadini ed Associazioni di poter fare qualcosa per far RIVIVERE questo paesello morto, dove i bar chiudono alle 8 di sera e l'unico supermercato è chiuso (ora riaperto). 

12/12/2016 14:48:19

Attualità » Primo piano Polemiche tra Pro-Loco Pierantonio e Comune di Umbertide

Dalla pagina Facebook della Pro-Loco Pierantonio si legge:  "Ci risiamo. Luci spente anche stasera. E questo perché per il primo anno il Comune ha deciso di concedere la corrente. Ma alle Sue condizioni ovvero non concedendo le specifiche tecniche richieste dalla ditta installatrice. ProLoco Pierantonio ha deciso, dopo vani ed inutili tentativi di conciliazione, di NON intercedere ulteriormente e ha dato mandato alla ditta incaricata di SMONTARE (previo pagamento anticipato), LE TANTO AGOGNATE LUCI NATALIZIE. ... A meno di immediata risoluzione del problema. Crediamo di aver fatto tanto per il nostro bel paesello nel corso degli ultimi anni: - massima trasparenza economica; - eventi sempre finalizzati; - intrattenimento per bambini quasi sempre gratuito; - castagnette in piazza, gratuite; - trasporti per le Terme di Fontecchio (60 persone 2015, 40 persone 2016); - messa a disposizione di fondi per la riqualificazione della Piazza con installazione di Defibrillatore + giochi in legno per un valore complessivo di Euro 3.500,00; - incontri didattico-sociologici con Pediatra Dr.ssa Remp; - contributi in materiale scolastico alle tre scuole del paese; - raccolta fondi pro-terremotati ed immediatamente messi a disposizione, su chiamata diretta del Sindaco Locchi, della protezione civile (ad oggi Euro 250,00 ma a dispozione Euro 2.300,00). E sicuramente tanto altro che ora non mi sovviene. Mai nulla più di qualche grazie, strappato tra i denti da parte di questa (becera, ndr) amministrazione e tanti NO. L'ultimo atto di questa triste storia è poi avvenuto lo scorso 29 Novembre in Consiglio Comunale in cui con i voti FAVOREVOLI dei consiglieri: Pigliapoco, Venti, Monni, Conti, Faloci, Fiorucci I., Natale (Pres. Cons.Com.) e quelli CONTRARI dei consiglieri Orsini, Agea, Valdambrini, Fiorucci M., Ranuncoli, Palazzoli, Massai, e del Sindaco Locchi (assenti Finocchi e Orazi) è stata assunta la decisione IRREVOCABILE di UDITE UDITE "non concedere quanto richiesto, ovvero giochi in Piazza, perché non adatta ai bambini e pericolosa, né tantomeno del Defibrillatore, perché non si possono installare con tale facilità dei Defibrillatori..." (riassunto da registrazione consiglio comunale ufficiale). Ad maiora"  

11/12/2016 22:56:37

Attualità » Primo piano Umbertide: resoconto del Consiglio comunale di martedì 29 novembre

Riceviamo e pubblichiamo   Martedì 29 novembre è tornato a riunirsi il Consiglio comunale. Nel corso della seduta sono state approvate a maggioranza le ultime variazioni al bilancio di previsione 2016/2018 prima dell'approvazione del consuntivo 2016. Le variazioni hanno riguardato principalmente contributi in entrata provenienti da altri Enti destinati a progetti specifici. Ma la seduta di consiglio comunale ha visto anche la discussione di numerosi ordini del giorno ed interrogazioni. E' stato innanzitutto approvato all'unanimità l'ordine del giorno di solidarietà ai Comuni terremotati del Centro Italia proposto da Anci con il quale si chiede, tra l'altro, di rifinanziare il fondo per la prevenzione del rischio sismico, assegnare almeno l'1% del bilancio regionale ad attività di prevenzione del rischio da evento calamitoso, istituire la “Giornata nazionale della protezione civile” e devolvere il gettone di presenza della seduta di consiglio comunale ai Comuni colpiti dal sisma. E' stato invece respinto con 9 voti contrari e 6 favorevoli l'odg proposto dal Movimento 5 Stelle sull'indennità di disagio ambientale di Pietramelina; nel documento si chiedeva il rimborso della tassa sui rifiuti ai cittadini di Pierantonio, misura già adottata dall'Amministrazione comunale, e l'utilizzo per tale rimborso dei guadagni ottenuti dall'impianto di produzione di energia solare, ricavi che però, come spiegato dall'Amministrazione, risultano essere difficilmente quantificabili e comunque alquanto esigui. Respinta con 8 voti contrari e 7 favorevoli anche la proposta avanzata dal presidente del consiglio comunale Giovanni Natale di traslare il monumento ai caduti di piazza XXV Aprile a Pierantonio e a realizzare nella piazza un'area giochi per bambini dotata di defibrillatore. A questo proposito il sindaco ha specificato che il Comune sta predisponendo una convenzione con la parrocchia di Pierantonio per adibire il parco adiacente la chiesa ad area giochi per bambini e ha dato il via libera alla pro loco per l'installazione nell'area di un defibrillatore. L'Amministrazione ha poi risposto ad un'interrogazione presentata dal Movimento 5 Stelle che chiedeva se la ditta Splendorini Molini Ecopertner potesse trattare rifiuti urbani e se ciò fosse specificato nella delibera portata in Consiglio comunale dell'ottobre 2015; a questo proposito è stato spiegato che la delibera riguardava esclusivamente gli aspetti relativi a viabilità, impatto cumulativo ed emissioni odorigene relative al procedimento di verifica di assoggettabilità a V.I.A. del progetto di estensione dell'attività di recupero di rifiuti, autorizzata dalla Provincia di Perugia, e che in ogni caso l'attività di recupero di rifiuti speciali non pericolosi prevede la possibilità di trattare rifiuti provenienti da raccolta differenziata ed indifferenziata e da impianti autorizzati per la gestione dei rifiuti. Infine è stato approvato con 10 voti favorevoli e tre astenuti lo schema di convenzione quadro per i servizi di area vasta e i progetti europei tra Comune e Provincia di Perugia che prevede la costituzione del Servizio Europa di Area Vasta, con l'obbiettivo di favorire e creare un modello di gestione associata delle politiche e dei servizi europei di area vasta e sostenere l'accesso ai programmi e alle risorse europee.

11/12/2016 14:07:00

Notizie » Politica Città di Castello: Polisport va in commissione ''Controllo e Garanzia''

Riceviamo e pubblichiamo Il Presidente Marchetti(LN)accoglie la richiesta dei consiglieri Morini e Bucci   CITTA’ DI CASTELLO – In accoglimento alla richiesta dei consiglieri Morini e Bucci, il Presidente della Commissione Controllo e Garanzia, Riccardo Augusto Marchetti (LN) annuncia di aver già inoltrato agli uffici comunali, i fogli necessari per la convocazione del CDA di Polisport SPA in audizione in suddetta commissione consiliare. “Credo che la questione relativa a questa partecipata necessiti di approfondimenti – ha precisato Marchetti - per questo ho ritenuto giusto accogliere la richiesta dei due consiglieri di minoranza i quali, più volte, sia in assise che in conferenza stampa hanno sollevato questioni delicate ed importanti che, indubbiamente, necessitano di chiarimenti. Come dissi il giorno della mia nomina a Presidente, questa commissione deve essere concepita come una finestra aperta e senza tendaggio, attraverso la quale i cittadini potranno conoscere dettagliatamente e nel pieno rispetto della legge, la realtà amministrativa, le spese e i rapporti con le partecipate ed altri enti esterni, insomma tutto ciò che riguarda l'Amministrazione comunale. Oggi come allora, intendo mantenere fede a quanto dichiarato perché credo che il compito di ogni amministratore sia quello di fornire ogni tipo di strumento conoscitivo ai propri cittadini, nel pieno rispetto della trasparenza e legalità – conclude Marchetti – Lavoreremo per questo, liberi da qualsiasi vincolo partitico ma con un solo obiettivo:il bene dei tifernati”  

11/12/2016 13:52:26

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy