Sport Basket A1 Femminile, PF Umbertide: sconfitta a testa alta contro la Dike Napoli

“Mancò la fortuna, non il valore” è la frase scritta su un cippo posto a 111 km da Alessandria d’Egitto, per commemorare i soldati italiani che caddero combattendo in numero inferiore e senza adeguati mezzi. Questa frase può essere utilizzata per descrivere l’eccellente prestazione della Pallacanestro Femminile Umbertide contro la Dike Napoli al PalaErrico di Pozzuoli. Le ragazze di coach Serventi prive di Bove, Cabrini e Brown, sono state artefici di un’ottima prestazione contro una delle formazioni più forti del campionato. Solo applausi quindi per le bianco-azzurre che escono a testa alta da un match combattuto fino all’ultimo secondo. Primo quarto Umbertide parte bene con Clark e Mallard che firmano il 4-0 iniziale. Napoli raggiunge le biacno-azzure con una tripla di Gonzalez e Gray dalla lunetta. Ritmi altalenanti con Cinili che porta in vantaggio le sue, ma risponde Clark ed è parità. Mallard e Milazzo riportano in vantaggio le umbertidesi e la prima frazione si chiude 11-8 per le ospiti. Secondo quarto Chesta piazza un tripla ed è 11-11. Poi una Mallard stratosferica mette a segno 10 punti consecutivi, è 23-13 per Umbertide a metà del secondo periodo con coach Molino che è costretto a chiamare il time-out. Al ritorno sul parquet sono Gonzalez e Plaisance a far riavvicinare le partenopee. Proprio la play argentina mette a segno una tripla allo scadere e si va al riposo sul 28-28. Terzo quarto Napoli allunga e va sul 42-32. Mallard e Milazzo riducono il gap ed è 44-39 per le arancioni. Ultimo quarto Gray mantiene le distanze con la squadra avversaria. Due bombe da tre di Clark portano le umbre a meno 7. Ma alla fine il punteggio è 65-55 per le partenopee. Coach Serventi a fine partita dichiara: “Le ragazze si sono comportate benissimo nonostante le rotazioni molto ridotte dovute alle assenza di Bove, Cabrini e Brown. Speriamo che Brown non abbia nulla di grave, però le ragazze hanno messo tutta la loro energia in campo. E’ ovvio che con queste rotazioni limitate, le partite anche se giocate alla pari, facciamo fatica a portarle a casa. Abbiamo bisogno di recuperare le giocatrici o allungare il roster perchè così facciamo molta fatica però posso solo fare i complimenti alle mie ragazze che hanno dato il massimo ed hanno giocato alla pari contro una delle squadre più blasonate e per fare un campionato di alta classifica”. Mallard e Clark entrambe in doppia cifra negli ultimi due match. Hanno dimostrato di saper competere anche in questo campionato: “Noi dobbiamo mettere le straniere in condizione di rendere. Quest’anno abbiamo fatto una formula light perchè il budget a disposizione non è altissimo. Quindi abbiamo cercato straniere che possono essere utili e che possano supportare le italiane.Si stanno comportando bene ed è chiaro che sono straniere abituate a campionati leggermente inferiori ai nostri o ruoli di seconda fascia e quindi si stanno comportando sicuramente bene, visto e considerato che comunque sono venute qua per mettersi in mostra e non per dei ricchi contratti. Per quanto riguarda i rinforzi il coach reggiano afferma: ” Questo dovete chiederlo alla società. Io ho sempre fatto con quello che ho. Spero che i nostri rinforzi siano il recupero di Cabrini con rapidità e che Antiesha Brown non abbia nulla di grave. E’ chiaro che senza Bove siamo comunque limitati però questo non tocca a me. Dipende dal budget della società. Dipende se la società avrà economicamente la possibilità di eventualmente andare sul mercato. Però io devo pensare al recupero, non di Bove che non è possibile, ma devo sperare che Brown non abbia una lunga degenza e che torni al più presto Alessia (Cabrini, ndr) perchè il campionato non è lungo ed il nostro staff tecnico e le nostre giocatrici vogliono assolutamente provare a salvarsi perchè Umbertide si meriterebbe per un altro anno la Serie A1. Questa è al nostra missione  e  ci stiamo assolutamente provando e  lo abbiamo dimostrato anche oggi . Vogliamo ringraziare i nostri tifosi che ci hanno seguiti, anche se erano pochi, ma sono sempre con noi da nove anni ad un grande saluto anche loro che ci sostengono sempre, però le ragazze hanno messo in campo tutte le energie possibili per accontentarli  e portare a casa questa partita e ci siamo quasi riusciti.   SDike Napoli – Pallacanestro Femminile Umbertide 65-55 (8-11; 28-28; 46-39) Dike Napoli: Pastore ne, Cinili 5, Carta 3, Chesta 8, Gonzalez 13, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 24, Honti 2, Plaisance 10. Allenatore: Molino Pall. Femm. Umbertide: Giudice ne, Dell’Olio 2, Moroni 2, Milazzo 9, Clark 12, Paolocci ne, Fusco ne, Mancinelli 6, Mallard 24. Allenatore: Serventi Arbitri Ascione, Del Greco, Frosolini

24/10/2016 11:03:51

Notizie » Politica Polemica ex-fornace: Galmacci risponde al post FB del Comune di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo  "Su FB appare un post del Comune di Umbertide riguardante la ex-Fornace e un presunto tentativo di delegittimazione della stessa Amministrazione comunale. Chissà se quel riferimento a un "giovane leghista" è riferito alla mia persona (Vittorio Galmacci): in tal caso, se così fosse, non posso che ringraziare per l'appellativo di "giovane". Comunque sarà bene precisare che qui, almeno da parte mia, non si tratta di delegittimare qualcuno ma più semplicemente si evidenzia il ritardo e la superficialità dell'Amministrazione quando è chiamata a risolvere certi problemi. Da "giovane leghista" faccio notare come la segnalazione del degrado e dell'abbandono del complesso della ex-Fornace, da me ribattezzato l'ECO-MOSTRO, risale al 2013 mentre l'altra richiesta di installare telecamere di videosorveglianza risale addirittura al 2011. Un altro piccolo esempio di "ritardo dell'Amministrazione" è quello della recente installazione di un semplice semaforo al Calzolaro: si sappia e si ammetta che ci sono voluti ben 6 anni per ottenerlo. DELEGITTIMO poi qualcuno se lamento che ci sono voluti anni e anni per installare le telecamere ? DELEGITTIMO qualcuno se affermo che 4 telecamere per tutto il territorio comunale sono del tutto insufficienti ? DELEGITTIMO qualcuno se affermo che occorre dotare di armi i nostri Vigili Urbani per permettergli di svolgere appieno il loro lavoro in tutta sicurezza? DELEGITTIMO qualcuno se affermo che si sono spesi milioni di euro  per opere di dubbia utilità? (vedi il nuovo edificio ex-Tabacchi  e il sottopassaggio ubicato nei pressi dello stesso). DELEGITTIMO qualcuno se denuncio lo stato pietoso, e pericoloso, in cui sono ridotte certe strade come ad esempio quella che conduce a Preggio? DELEGITTIMO qualcuno per aver denunciato lo stato di abbandono dei Casali di Caicocci e dell'avvenuta occupazione abusiva degli stessi? Ci tengo a precisare che ogni riferimento alla precedente Amministrazione comunale è puramente voluto e non credo che quanto sopra possa essere considerato un tentativo di delegittimazione. Delegittimare, a mio modesto parere da "giovane leghista", è ben altra cosa: ad esempio lo è il tentare (vanamente, ben s'intenda) di intimidire l'avversario mediante denunce di una supposta avvenuta diffamazione a mezzo stampa con tanto di ricorso ad avvocati, tribunale etc.etc." V. Galmacci

24/10/2016 09:21:16 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide: Incontro tra Centro Mola Casanova ed ospiti del ''Prosperius Tiberino''

Il Centro Mola casanova ha illustrato l’area Natura 2000 dei Monti Acuto e Corona Presso il prestigioso Istituto per la riabilitazione e la riatletizzazione di Umbertide “Prosperius Tiberino”, noi del Centro Mola Casanova abbiamo organizzato un incontro di educazione ambientale sul territorio umbertidese, in particolare sulla Zona Speciale di Conservazione (ZSC) Valle del torrente Nese e Monti Acuto e Corona e il Centro Visitatori Mola Casanova. Mola Casanova, in piena collaborazione con il Comune di Umbertide, sta lavorando ormai da tempo nel settore della disabilità cercando di rendere maggiormente accessibile il territorio e organizzando momenti piacevoli di condivisione con gli ospiti dell’Istituto Prosperius. La finalità dell’incontro appena concluso è stata quella di aver spezzato la routine ospedaliera, allietando, almeno per qualche ora, gli ospiti con attività diverse e propositive. L’incontro ha avuto un fine educativo sull’ambiente, sullo sviluppo sostenibile e sulla storia e tradizione del territorio Umbertidese, in particolare l’area Natura 2000 dei Monti Acuto e Corona. Gli ospiti in degenza, hanno piacevolmente apprezzato l’incontro, e hanno partecipato con attivo interesse con domande e considerazioni. Il team di Mola Casanova ringrazia calorosamente gli operatori del gruppo Prosperius, in particolare il Prof. Stefano Concetti e la Dott.ssa Giovanna Caruso.

22/10/2016 21:07:03

Attualità » Primo piano Umbertide: ex Fornace, l'amministrazione comunale:''A breve tavolo sulla sicurezza''

Dalla pagina facebook del Comune di Umbertide Questione ex fornace Continua la sterile polemica sulla questione della Fornace ampiamente nota alla Amministrazione,nonostante i continui tentativi da parte delle opposizioni vecchie e nuove ( vedi la nuova presenza di un giovane Leghista) di delegittimare l'operato della Amministrazione stessa cercando di mischiare tutto: beghe di partito, accoglienza e sicurezza senza tuttavia proporre (cosa per altro consueta ) alcuna soluzione vera. L'unica "idea" è la convocazione del tavolo sulla sicurezza già richiesta e che a breve verrà tenuto. La questione sicurezza della fornace è da sempre, considerati i problemi esistenti, uno dei massimi punti di attenzione della Amministrazione Comunale la quale ha cooncordato sitematicamente con le forze dell' ordine, che si ringraziano per il lavoro che continuamente svolgono nel nostro territorio ed in particolare alla ex- fornace, continui controlli e sopralluoghi, che coinvolgono anche la Polizia Municipale e che nei prossimi giorni verranno ulteriormente intensificati. Per quanto riguarda lo spostamento della caserma presso la ex-fornace si ricorda che l' attuale Amministrazione non solo è favorevole a tale soluzione, ma l'ha anche caldeggiata direttamente presso le sedi opportune a livello regionale. Per chi continua ad avere poca memoria, si ricorda inoltre che il complesso ex fornace è una proprietà privata e attualmente è in mano ad un liquidatore con il quale l' Amministrazione ha un contatto continuo per la definitiva risoluzione del problema.  Infatti la strada da percorrere è quella dell'ingresso di un nuovo soggetto che effettui gli interventi necessari per poi rimettere la struttura sul mercato, considerati anche i numerosi soggetti interessati all' acquisto di locali, appartamenti e villette.

22/10/2016 20:57:12

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy