Attualità » Primo piano Umbertide, Sindaco Locchi:''Riaprono lunedì la scuola materna e l'asilo nido''

Il Sindaco di Umbertide Marco Locchi, in un post su facebook ha affermato:''A tempo di record lunedi prossimo riaprono la scuola materna e il nido: è una grande soddisfazione perchè appena una settimana fa stavamo decidendo il da farsi, abbiamo passato domenica scorsa a girare per le scuole e poi così dopo una sola settimana si riparte. Grazie, grazie veramente ai Parroci Don Luca, Don Gerardo e Padre Francesco, a Sua Eccellenza il Vescovo che ha approvato immediatamente il trasferimento delle scuole. Una concreta dimostrazione di solidarietà dell...e nostre Parrocchie. Ma un grazie altrettanto grande lo voglio rivolgere a tutto il personale della materna che in questa settimana non si è risparmiato, alla Dirigente Angela Monaldi per l' altissima comprensione e disponibilità, a tutto il nostro personale del nido e agli operai del Comune. Un grazie di cuore va anche al nostro ufficio scuola e lavori pubblici che con grande capacità e professionalità hanno gestito tutte le attività connesse al trasferimento. Un grazie anche al nostro Segretario Comunale che ha sostenuto l'operazione fin dalle prime battute. Grazie anche all' Assessore all' istruzione Cinzia Montanucci e a tutti i colleghi di giunta che in modo compatto hanno condiviso prima le preoccupazioni mie e di Cinzia e poi la decisione, non facile, di chiudere la Morandi. Parlando con alcuni genitori questa mattina e con il personale della materna e del nido ho avuto la conferma che abbiamo fatto la scelta giusta: la tranquillità, la sicurezza dei nostri figli, del personale e di tutte le famiglie “ non ha prezzo”, anche se questo ha comportato un pò di disagio che grazie all'intervento di Lucignolo (ASAD), che ringrazio, abbiamo cercato di attenuare. La prossima settimana affronteremo anche le problematiche di altre scuole sempre con lo stesso spirito che caratterizza questa Amministrazione: assumere decisioni collegiali nell'interesse della collettività, agire rapidamente per raggiungere l'obiettivo. In questa ottica tutte le polemiche sollevate da certi partiti dell'opposizione, che non hanno mai fatto, nè proposto niente di concreto per la nostra città, ma sono solo capaci di sollevare polemiche sterili ed inutili (vedi ad esempio le unioni civili o la serra per disabili la cui realizzazione, come è stato ripetuto 100 volte è inserita nel piano dei lavori e quindi verrà fatta), o cercare di cavalcare progetti dell' Amministrazione, dico semplicemente che mi scivolano addosso nell' attesa che finalmente propongano qualcosa di concreto, di valido per la nostra collettività."

12/11/2016 16:14:32

Attualità » Primo piano Città di Castello: droga nel reggiseno, arrestata 38enne

Una 38enne di Città di Castello è stata arrestata dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della locale compagnia. Nei pressi dell’uscita della E45 di Città di Castello sud, i militari hanno notato una macchina sospetta con targa italiana, con a bordo due persone. Il veicolo è stato fermato ed i carabinieri hanno eseguito un controllo sugli occupanti per accertarne l‘identità. Durante queste operazioni i due italiani, un uomo ed una donna, hanno assunto un atteggiamento ansioso e agitato tanto da far suscitare nei militari il sospetto che potessero occultare qualcosa. I militari hanno così operato una perquisizione e scoperto che la donna all’interno del reggiseno nascondeva  9 ovuli di hashish, pari a circa 50 grammi. La successiva perquisizione dell’abitazione della donna ha portato a trovare un ulteriore ovulo contenente 5 grammi circa di hashish e in due bustine di cellophane altrettanti dosi singole di cocaina. Sono stati inoltre rinvenuti e sequestrati materiale vario per il taglio ed il confezionamento degli stupefacenti. Complessivamente lo stupefacente rinvenuto sarebbe stato sufficiente a preparare oltre 670 dosi, verosimilmente destinate ad essere vendute ai clienti dell’Alta valle del Tevere. Al termine degli accertamenti la donna è stata arrestata in flagranza con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di stupefacenti e l’uomo, un 31enne italiano, deferito in stato di libertà per concorso nello stesso reato. Al termine delle formalità di rito l’arrestata è stata condotta presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari. Il giudice del tribunale di Perugia ha convalidato l’arresto e, su richiesta di patteggiamento delle parti in aula, ha condannato la donna ad anni 1 e mesi 10 di reclusione.

12/11/2016 12:30:32

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy