Cultura » Mostre Montone: al via la mostra ''L'uomo il lavoro e la natura''

Riceviamo e pubblichiamo MONTONE - Una mostra dedicata alla bellissima Montone e alla natura che lo circonda. La cornice la piccola chiesa di S. Caterina, diventata un piccolo scrigno d'arte accogliendo le fotografie di Marco Cozzari, Silvio Agazzi,Igor Bonucci,Claudio Baldacchini, Tommaso Regni, Riccardo Regni, Roberto Lolli, Fabio Paltrinieri, Christian Brenci, illuminate dalle "opere di luce" dell'idraulico - scultore Giampaolo Monsignori che tanto successo sta ottenendo in tutta Italia con le sue straordinarie creazioni. Titolo della mostra - 24 foto di grande e grandissimo formato - "L'uomo il lavoro e la natura", inserita a pieno titolo della Festa del Bosco che oggi apre i battenti, in attesa delle migliaia di persone che nell'occasione visitano il borgo. La mostra, tutta a colori e pensata proprio per S. Caterina, con le foto che hanno preso spazi e cornici di opere sacre scomparse o conservate altrove, è stata pensata e curata da Silvio Agazzi e Marco Cozzari, responsabili dell'Associazione Augusta Perusia, gruppo attivissimo di fotografi professionisti e non che è protagonista in questo giorni di "Umbria a fuoco", serie di mostre allestite a Perugia (alla Rocca Paolina) a Trevi, Preggio e Montone. Esposte le opere di professionisti famosi come Francesco Cito e Giancarlo Mecarelli, una retrospettiva dedicata al filosofo umbro Pietro Ubaldi e 356 immagini di autori umbri e non, selezione della pagina FB "Umbria una foto al giorno".  

29/10/2016 10:19:40

Attualità » Primo piano Terremoto: padre Martino Siciliani: ''Non pare probabile che l'attività si concluda presto''

Il direttore dell’osservatorio sismico Bina di Perugia, padre Martino Siciliani, in merito all’evoluzione del sisma del 24 agosto scorso ha affermato: “Ad Amatrice abbiamo avuto un sisma violento e dannoso perché superficiale, lo stesso giorno si è attivato anche a Norcia. La faglia, quindi, va da Amatrice a Norcia, una struttura che ha presentato repliche, come sappiamo. Poi, però, è intervenuto un fenomeno diverso. Si è attivata un’altra faglia attigua, già attiva quando ci fu il terremoto in Valnerina. C’è stata un’emigrazione dell’epicentro verso nord fino all’evento sismico con magnitudo 5.9 alle 21.18 del 26 ottobre. Ora non pare probabile che l’attività si concluda presto, anche se spero di essere smentito. Stavolta la profondità è a 9-10 chilometri, quindi permette una maggiore diffusione delle onde. Ecco perché il terremoto si avverte di più anche a Perugia, per non dire delle località più vicine a Norcia. Le onde però sono di frequenza bassa e quindi gli edifici riescono ad assorbirle bene. Nelle zone a rischio (quelle nel cratere sismico), invece, suggerisco di far verificare le caratteristiche degli edifici, specie se lesionati, perché anche piccole scosse possono essere dannose”. Per quanto riguarda il fenomeno del clima antecedente l’evento tellurico, il direttore dell’Osservatorio Bina dichiara: “A volte è inequivocabile il legame con l’aumento di temperatura, come a Potenza nel 1980 quando il letargo degli animali finì anticipatamente. In questo caso, invece, il calore era diffuso e non localizzato nella zona sismica”.  

28/10/2016 19:31:57

Attualità » Primo piano Borse di studio comunali, c'è tempo fino al 28 novembre per presentare domanda

Riceviamo e pubblichiamo   Sono state istituite 14 borse di studio per un valore complessivo di 10.000 euro    C'è tempo fino a lunedì 28 novembre per presentare domanda per accedere alle borse di studio messe a disposizione dal Comune di Umbertide. Si tratta di 14 borse di studio, per un valore complessivo di 10.000 euro, rivolte agli studenti della scuola secondaria di secondo grado (6 borse di studio del valore di 600 euro ciascuna) e agli studenti universitari (8 borse di studio del valore di 800 euro ciascuna) residenti nel comune di Umbertide. L'obbiettivo è quello di promuovere il proseguimento degli studi e la formazione degli studenti meritevoli che versano in condizioni economiche non favorevoli. Possono presentare domanda per la borsa di studio per la scuola secondaria di secondo grado i ragazzi e le ragazze che abbiano conseguito il diploma di Stato nell'anno scolastico 2015/2016 con una votazione non inferiore a 95/100 e acquisito, nel triennio precedente, crediti formativi compresi tra 22 e 25 ed effettuato domanda di iscrizione universitaria nello stesso anno di presentazione della domanda. Sono ammessi invece alla borsa di studio universitaria gli studenti iscritti a università statali o autorizzate a rilasciare diplomi di laurea riconosciuti dallo Stato, che abbiano superato tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi per gli anni accademici precedenti a quello corrente e che abbiano superato, per l’anno accademico 2015/2016, esami per un ammontare pari ad almeno il 50% dei crediti previsti dal proprio piano di studi. La domanda per la richiesta della borsa di studio dovrà essere presentata presso l’Ufficio Protocollo del Comune entro e non oltre le ore 12 del 28 novembre 2016 compilando il modulo di richiesta, allegando copia del pagamento di iscrizione universitaria, al primo anno accademico o agli anni accademici successivi e copia del documento di identità del sottoscrittore. La modulistica è disponibile presso l’ufficio Servizi Scolastici, Istruzione, Asili Nido e scaricabile dal sito istituzionale dell’Ente www.comune.umbertide.pg.it alla sezione Bandi e concorsi dell'Albo Pretorio on line. Mantenendo fede ad una delle priorità già individuate ad inizio legislatura, quella di incentivare e promuovere l’istruzione, il sindaco Marco Locchi e l’assessore Maria Cinzia Montanucci intendono ribadire l’importanza di queste borse di studio per rispondere all'esigenza di sostenere il diritto allo studio e promuovere l'istruzione degli studenti più capaci e meritevoli.                     

28/10/2016 19:26:47

Attualità » Primo piano Il ringraziamento di Vicesindaco e Sindaco al Gruppo volontari della Protezione Civile di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo   Sono stati infatti tra i primi ad arrivare nelle zone terremotate   La vicesindaco Maria Chiara Ferrazzano e il sindaco Marco Locchi, a seguito del grave evento sismico del 26 ottobre, tengono a ringraziare il gruppo volontari della Protezione Civile di Umbertide che sono stati tra i primi, la notte stessa del terremoto, a recarsi nelle zone terremotate, in particolare a Norcia, per fornire assistenza alle persone colpite, dimostrando così ancora una volta la loro efficienza e il loro grande senso di responsabilità. Questo stimola l’amministrazione comunale a proseguire con sempre maggiore convinzione nel percorso già iniziato di comunicazione, informazione e prevenzione. Al riguardo, è in fase di conclusione il nuovo Piano di Protezione Civile che verrà quanto prima presentato alla popolazione. Lunedi 7 novembre si svolgerà il primo incontro di formazione per i referenti dei Consigli di quartiere per la protezione civile e verrà presentata la struttura del nuovo piano, alla presenza dell’ing. Bonucci. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la stretta collaborazione del gruppo volontari della Protezione Civile di Umbertide che devono essere ricordati sempre, anche nei momenti di tregua dalle emergenze, dato che il loro impegno è sempre costante nel territorio di Umbertide da quasi 20 anni visto che il prossimo anno ricorrerà il ventennale della loro nascita. La Vicesindaco e il Sindaco ricordano infine che il Comune di Umbertide ha aderito l’anno scorso alla Pro Civ, associazione nata nell’ambito dell’Anci per favorire un processo unitario all’interno dei vari comuni contro le calamità naturali e per realizzare rapidamente i piani antisismici all’interno di ciascun comune e predisporre tutta una serie di atti e strumenti di comunicazione verso i cittadini da poter utilizzare nei casi di calamità.

28/10/2016 19:19:20

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy