Notizie » Politica Umbertide Cambia: il caso moschea e la neo posizione di Locchi

Riceviamo e pubblichiamo "Non c’è da meravigliarsi, purtroppo, se la politica è simulazione e doppiezza, ma quando essa diventa schizofrenica allora è necessario intervenire. Con tutti i mezzi, altrimenti si rischia di slittare sul piano scivoloso della menzogna e di scambiare i ruoli. È il caso attuale della posizione politica e amministrativa del Sindaco sul caso Mosche-Centro culturale. Il Sindaco Locchi, infatti, si accorge dopo anni che l’intera città vede nella questione Moschea un’emergenza sociale e si ingegna a scrivere addirittura al Ministro degli Interni per denunciare una situazione con le stesse parole e con le stesse proposte che il nostro gruppo “Umbertide cambia” ha presentato in manifestazioni pubbliche e in Consiglio comunale, ma che sono state rifiutate senza appello dal lui stesso e dalla maggioranza consiliare del Pd. Benissimo che il Sindaco faccia proprie le proposte dell’opposizione, ma non scambiamo i ruoli. Chi ha creato questa situazione ha un nome e cognome: è la precedente Giunta Giulietti e la Giunta Locchi. La loro responsabilità è negli atti e nell’oggettività delle cose. Da entrambi aspettiamo dunque parole di verità e un riconoscimento degli errori. Altrimenti siamo alla simulazione. Dal Sindaco Locchi ci aspettiamo che non vesta, ambiguamente, i panni dell’opposizione - qui la schizofrenia politica -, bensì che compia atti concreti di rottura con un passato e un presente che chiede soluzioni. Egli vuole la tracciabilità del denaro e dei finanziamenti della Mosche, che noi abbiamo chiesto in Consiglio? Non c’è bisogno di appellarsi al Ministro: basta che chieda l’avvio di un’indagine da parte della Guardia di Finanza. Lo può e lo deve fare. Vuole che il sermone del Venerdì sia conoscibile in lingua italiana? Bene: egli concluda la convenzione con la Comunità islamica e il Centro culturale, che noi abbiamo lanciato, prevedendo questa modalità. Il Sindaco si accorge ora che la Moschea è troppo grande? Si attrezzi a ridurre il progetto che ha egli approvato. Gli strumenti amministrativi ci sono: li applichi, senza appellarsi al Ministro e all’onorevole di turno. Questa è la via della trasparenza; il resto è simulazione."   Gianni Codovini, Presidente Associazione Umbertide cambia Faloci Claudio, Capogruppo Umbertide cambia Conti Stefano, Consigliere comunale Umbertide cambia Orazi Luigino, Consigliere comunale Umbertide cambia

30/01/2017 18:50:31 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A1 femminile: PF Umbertide sfiora l'impresa contro la Dike Napoli

La Pallacanestro Femminile Umbertide sfiora l’impresa contro la Dike Napoli. Il roster allenato da coach Serventi esce a testa alta dopo un match combattuto, contro una delle squadre più ambiziose del campionato. La Dike sale a quota 20 a pari merito con San Martino di Lupari, mentre Umbertide rimane al settimo posto a 12 punti. In doppia-doppia una strepitosa Mallard (23 punti e 16 rimbalzi), in doppia cifra Brown (11), Clark (11) e Milazzo (10). Prossimo impegno per le umbertidesi, sempre al PalaMorandi domenica 5 febbraio, contro la Reyer Venezia. Primo quarto La partita si apre con un parziale di 4-0 per la Dike. Brown sblocca Umbertide con un 2/2 dalla lunetta. L’ex capitana bianco-azzurra Cinili fa 6-2, ma Cabrini da 3 porta le umbertidesi a -1 quando mancano 6  minuti e 45 secondi alla fine della prima frazione di gioco.  Anche Plaisance piazza una bomba da 3, ma la PFU fa -2 con Mallard. Napoli allunga fino al 18-8 con Gemelos e Gonzalez. Le ragazze di Serventi non si demoralizzano e con una tripla di Clark e due liberi di Brown, chiude la prima frazione sotto 5 sul punteggio di 18-13 per le partenopee. Secondo quarto Nel secondo quarto la PF Umbertide parte bene e grazie Mallard e Milazzo riesce a mettere i difficoltà le arancioni. Il punteggio è di 31-29 per la Dike quando manca solo un giro di orologio all’intervallo lungo. Passano 18 secondi e Plaisance fa 33-39, punteggio con il quale termina la seconda frazione.   Terzo quarto Napoli segna un break di 5-0, Clark sblocca le sue dopo un tiro allo scadere dei 24’’. Punteggio di 38-31 per la Dike.  Le arancioni allungano però fino al massimo vantaggio di +12, sul 45-33 a 5:40 dalla fine terzo periodo. Umbertide con un break di 5-0, di cui una bomba di Clark, si riavvicina a -7. Dopo un tecnico fischiato a Gray, Milazzo realizza il tiro libero e la PFU torna a -6. 48-42 e punteggio che chiude il terzo quarto. Ultimo quarto Per metà dell’ultimo periodo Napoli sembra aver chiuso la partita, dopo aver raggiunto il vantaggio di +13 sul 62-49, ma le ragazze di Serventi non si danno per vinte e dopo una tripla di Brown che segna -5, sul punteggio di 64-59 Napoli a 03:12 dalla fine del match, coach Molino chiede time-out. Ad un minuto dal termine è sempre di 5 lunghezze il divario tra le due squadre. A 40 secondi dalla sirena, Gonzalez in penetrazione mette il sigillo sulla vittoria delle partenopee. Gray dalla lunetta fa ½ ed il match finisce 69-61 per la Dike Napoli. Risultato finale: Pall. Femm. Umbertide – Dike Napoli 61-69 (13-18, 29-33, 42-48) Pall. Femm. Umbertide: Giudice ne, Cabrini 4, Dell’Olio, Moroni, Milazzo 10, Clark 11, Pappalardo 2, Paolocci ne, Fusco ne, Brown 11, Mancinelli, Mallard 23. All. Lorenzo Serventi. Dike Napoli: Pastore ne, Cinili 9, Carta 4, Chesta 2, Gonzalez 11, Dentamaro ne, Sorrentino ne, Gray 11, Gemelos 11, Plaisance 21. All: Nino Molino.    

30/01/2017 11:57:20

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA – DAL QUESTION TIME POCHE RISPOSTE E MOLTE CONTRADDIZIONI

Riceviamo e pubblichiamo   Il filo rosso delle contraddizioni. E’ quello che lega le 5 interrogazioni presentate da Umbertide cambia in occasione del question time consiliare. “Contraddizioni che emergono chiaramente su scelte fondamentali fatte dalle precedenti amministrazioni – affermano i consiglieri della lista civica – e che ora esplodono, senza convincenti spiegazioni”. La più delicata è la situazione ambientale di Calzolaro, frazione costretta a sopportare le nauseabonde emissioni odorigene derivanti dalla lavorazione di rifiuti speciali. “Stiamo monitorando”, risponde il Sindaco, ma intanto l’azienda negli anni ha ottenuto autorizzazioni che hanno moltiplicato per dieci le quantità, ed il traffico, soprattutto notturno, di mezzi pesanti. “Quindi: prima apri i rubinetti a manetta - spiegano i consiglieri di Umbertide cambia - poi ti preoccupi che la stanza si allaga. O fai finta di preoccuparti!”. “La bretella ferroviaria di Pierantonio, pensata per il trasporto merci e costata tre milioni euro, invece ti fa incazzare proprio”, sottolineano Faloci, Orazi e Conti. “Perché non ci dicono come, in qualche modo, sarà utilizzata, ma che bisogna farla per non restituire i finanziamenti ottenuti. Questa si che è oculata gestione delle risorse pubbliche!”. Poi c’è la ex serra comunale, iniziativa sociale “sacrificata” per costruire la nuova Moschea, con la promessa che le somme incassate dalla vendita dei terreni sarebbero state utilizzate per una nuova e più efficiente struttura. Intento lodevole e condivisibile. Peccato che i soldi sono stati incassati, ma la struttura ancora non c’è. “La sua realizzazione è prevista per fine anno”, afferma il Sindaco. O forse no, perché, aggiunge subito dopo, “stiamo pensando ad un nuovo progetto”. Tutto chiaro! Infine il PUC2, progetto tanto sbandierato quanto costoso, finalizzato alla riqualificazione di un quartiere della città. Obiettivo fallito, visto che le opere pubbliche sono state realizzate, ma l’area privata che veramente compromette il contesto urbano, cioè gli edifici ex manifattura tabacchi, sono li a dimostrare che tra il dire e il fare c’è di mezzo una post verità diversa da quella raccontata. Con un piccolo particolare da oltre 1.600.000 euro: l’ex magazzino tabacchi. Ristrutturata senza una chiara finalità, la struttura soffre il peso di una illogica ed ingombrante scelta progettuale che ne limita fortemente lo spazio interno, la possibilità di utilizzo, la stessa funzionalità. “Recuperiamo un open space e caratterizziamo l’area come centro sportivo pluridisciplinare”, propone Umbertide cambia. “Non c’è motivo di ripensare il progetto”, ribatte deciso il Sindaco. Ma ancora l’edificio sta li, bello e triste. Soprattutto incompreso! “Non c’è che dire – chiosano Faloci, Orazi e Conti – tutti esempi di buona amministrazione”. Umbertide cambia

30/01/2017 11:16:01

Attualità » Primo piano L'on. Giulietti parteciperà alla cerimonia in ricordo di Donato Fezzuoglio

Riceviamo e pubblichiamo L' on. Giampiero Giulietti parteciperà lunedì 30 gennaio alla cerimonia in ricordo di Donato Fezzuoglio, medaglia d'oro al valor militare. “Il 30 gennaio una comunità intera tornerà a commemorare Donato Fezzuoglio e a ricordare il suo sacrificio; nell'undicesimo anniversario della sua morte a lui va il nostro più sentito ringraziamento per aver difeso la comunità umbertidese con grande valore e coraggio”. E' quanto affermato dall'on. Giampiero Giulietti che ...lunedì 30 gennaio parteciperà alla cerimonia di commemorazione del giovane carabiniere ucciso nel tentativo di sventare una rapina ai danni della filiale del Monte dei Paschi di Siena di Umbertide. “Il 30 gennaio 2006 è un giorno che non potrà mai essere cancellato dalla memoria di ogni umbertidese – ha ricordato Giulietti – Una comunità intera si è ritrovata all'improvviso protagonista di una violenza che non le apparteneva, sprofondando nel dolore per la perdita del giovane carabiniere, un eroe dei nostri giorni, medaglia d'oro al valor militare. Di fronte alla paura e al dolore per la morte del carabiniere e per il ferimento di alcuni umbertidesi da parte di malviventi senza scrupoli, la comunità trovò la forza di reagire e, unita, seppe affrontare una delle pagine più tristi della sua storia. Sono trascorsi undici anni da quel giorno drammatico e lunedì prossimo vogliamo ricordare il sacrificio di Donato Fezzuoglio e attraverso di lui ringraziare sentitamente l'Arma dei Carabinieri per il lavoro che quotidianamente svolge a difesa e protezione delle nostre comunità”.

28/01/2017 11:16:24

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy