Attualità » Primo piano Umbertide: Comune e Gesenu presentano i nuovi servizi di pulizia del territorio

Riceviamo e pubblichiamo Si è tenuta venerdì 17 febbraio la conferenza stampa di presentazione dei nuovi servizi di raccolta differenziata dei rifiuti nel Comune di Umbertide alla presenza del Sindaco Marco Locchi e del Direttore Servizi Igiene Urbana Gesenu SpA Massimo Pera. I cambiamenti apportati al servizio, in vigore a partire dal 6 marzo p.v. , saranno finalizzati al miglioramento del decoro urbano e alla qualità dei materiali raccolti da avviare a recupero. Tra le principali novità che verranno introdotte c’è la raccolta dei prodotti sanitari assorbenti (pannolini, pannoloni, assorbenti e traverse): al fine di migliorare la qualità della raccolta dalla Frazione Organica e l’efficienza degli impianti di recupero, tali materiali non potranno essere più conferiti nel contenitore dei rifiuti organici umidi. Per le famiglie che si dovessero trovare in difficoltà, dovendo smaltire un grande numero di pannolini e/o pannoloni, verrà attivato un servizio di raccolta domiciliare aggiuntivo con sacchi, dedicato esclusivamente a queste tipologie di rifiuto. Il Comune e l’Ente Gestore forniranno agli utenti che ne faranno richiesta, tramite la sottoscrizione di un apposito modulo, un kit gratuito di sacchi per la raccolta di tutto il materiale assorbente igienico, che verrà raccolto dagli operatori Gesenu con cadenza settimanale, nella giornata di martedì. Per maggiori informazioni sull’attivazione del servizio, gli utenti potranno contattare l’Ufficio Clienti GEST o rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Comune di Umbertide. Altre novità riguardano il potenziamento del servizio di spazzamento per la zona del cento storico e la zona di P.zza Michelangelo del Capoluogo ed il ricollocamento di alcuni cestini gettacarte. Inoltre, per migliorare il decoro delle vie centrali del capoluogo, sarà avviata una sperimentazione che prevede il divieto di sosta delle auto in due strade principali una volta al mese, così da consentire un'attività di pulizia di fondo delle strade stesse: tale attività verrà adeguatamente segnalata con apposita cartellonistica stradale, fissa e mobile, così da informare preventivamente i cittadini. Al riguardo il sindaco Marco Locchi ha voluto sottolineare come tutti questi interventi mirino ad avere una percentuale ancora maggiore di raccolta differenziata ed a rendere ancora più puliti e vivibili il capoluogo e le frazioni in un Comune che è già all’avanguardia al riguardo (Al primo posto in Umbria per la raccolta differenziata tra i comuni con più di 10mila abitanti). Ritiene pertanto importante che venga ottimizzato il servizio di spazzamento in alcune zone della nostra città, di aumentarne la frequenza ma soprattutto di intervenire nelle vie principali di Umbertide e di Pierantonio con un nuovo sistema che consenta una pulizia molto più profonda. Per questo, una volta al mese, ai cittadini sarà chiesto il sacrificio di liberare dalle macchine uno dei lati della strada interessata, secondo un calendario che verrà pubblicato di volta in volta. Oggi lo spazzamento avviene sempre con le macchine parcheggiate e quindi è parziale. Oltre a questo un’attenzione maggiore verrà riservata alla pulizia del centro storico e della zona di piazza Michelangelo, tra il palazzetto dello sport e il supermercato Coop, zona molto frequentata. Tutti questi interventi, grazie anche ad una maggiore attività della Gesenu che il Sindaco intende per questo ringraziare, vanno nella direzione del miglioramento complessivo della pulizia in città e nelle frazioni. A tutto questo, tuttavia, secondo il Sindaco, si deve aggiungere una maggiore responsabilità da parte di tutti per mantenere sempre alta l’attenzione nei confronti della pulizia nel territorio. Bisogna che tutti  i cittadini evitino di abbandonare per terra cartacce e mozziconi di sigaretta ed i possessori di cani si facciano carico della pulizia immediata dei bisogni dei loro amici a quattro zampe. Troppo spesso, purtroppo, si incontrano sulle strade e sui marciapiedi della città i bisogni che non vengono raccolti e questo contribuisce a dare della nostra città un’immagine sbagliata,  soprattutto nei confronti dei turisti. Ai nostri vigili urbani il compito di controllare che vengano rispettate le norme di igiene pubblica e di applicare le sanzioni previste nel regolamento di polizia urbana. Con  la collaborazione di tutti avremo una città ancora più pulita.

21/02/2017 15:30:50

Attualità » Primo piano Ruba una borsa da un'auto, passanti lo bloccano e lo consegnano ai carabinieri

La scorsa settimana, a Spello, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato per furto con destrezza su autovettura un cittadino straniero originario dell’Ecuador e residente a Roma, 24enne, con precedenti specifici di polizia. Una signora del posto, dopo aver prelevato del contante da uno degli sportelli bancomat della centrale Piazza della Pace di Spello, è risalita a bordo della sua autovettura parcheggiata poco distante, poggiando la borsa sul sedile anteriore lato passeggero; appena prima di ripartire però una giovane ragazza ha bussato al finestrino della sua auto chiedendole se avesse perso un mazzo di chiavi ritrovato per terra in prossimità della macchina. La signora, al fine di verificare se quel mazzo di chiavi fosse effettivamente il suo oppure no, è scesa dalla macchina avvicinandosi alla ragazza, ma in quel frangente ha subito percepito qualcosa di strano poiché la giovane nel comunicare cercava in qualche modo di non far vedere il suo volto. Infatti, liquidata in fretta la ragazza e risalita in macchina, la signora si è subito accorta che la portiera lato passeggero era aperta e che qualcuno si era impossessato della sua borsa poggiata sul sedile. Alzato quindi lo sguardo verso il parcheggio, la signora ha notato un ragazzo che a passo spedito si stava allontanando, nascondendo sotto il giubbino la sua borsa. A questo punto le urla della signora in direzione di quel ragazzo che nel frattempo ha iniziato a correre, hanno subito attirato l’attenzione dei numerosi passanti che, compreso l’accaduto, hanno bloccato il ladro e consegnato ai Carabinieri di Spello, nel frattempo giunti sul posto, che lo hanno subito condotto in caserma, anche al fine di evitare conseguenze da parte della gente che intanto iniziava a radunarsi in prossimità del malvivente. Nessuna traccia invece della complice, dileguatasi per le vie limitrofe. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa di Reclusione di Spoleto ed all’esito del giudizio, il Tribunale di Spoleto ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliari con divieto di comunicare con terzi. Continuano invece le indagini dei Carabinieri volte all’identificazione della complice del 24 enne ecuadoriano.

21/02/2017 15:24:55

Attualità » Primo piano ''Sua figlia è stata coinvolta in un incidente'', anziano truffato da finto avvocato

Si è finto un carabiniere per truffare un anziano e incassare 2.000 euro. La vittima del raggiro è un pensionato bastiolo. L’anziano nei primi giorni del mese di febbraio ha ricevuto una telefonata da parte di un uomo che si qualificava come avvocato. Il malvivente ha riferito alla vittima che la figlia era stata coinvolta in un incidente stradale ed a seguito di ciò era in stato di fermo presso la Caserma Carabinieri. E' stato richiesto alla vittima di sincerarsi della veridicità contattando il 112. La vittima, presa da un forte stato di agitazione, senza riagganciare il telefono, ha contattato  il numero d’emergenza senza accorgersi che anche l’interlocutore non aveva interrotto la propria comunicazione, pertanto continuava a colloquiare con il malvivente che questa volta si fingeva carabiniere confermando la vicenda della figlia.  Per il rilascio del congiunto il sedicente carabiniere ha invitato l’anziano a preparare 2000 euro che avrebbe dovuto consegnare ad una persona che di lì a poco si sarebbe recata a casa sua. Neanche il tempo di abbassare la cornetta del telefono e il pensionato ha sentito suonare e poi bussare alla porta della sua abitazione, consegnando il denaro richiesto. L’uomo, incassati i soldi è subito andato via. Solo dopo che è riuscito a mettersi in contatto con la figlia, l'uomo ha capito di essere stato truffato e immediatamente si è messa in contatto con i carabinieri – quelli veri – ed ha raccontato l'accaduto. I militari si sono subito messi in moto e sono risaliti all’identità dell’autore della truffa in danno dell’anziano, un 38enne campano già noto alle forze dell’ordine. Si ricorda nuovamente che nessun appartenente alle Forze dell’Ordine richiede somme di denaro a nessuno e che in caso di chiamate di sedicenti carabinieri, poliziotti, avvocati ed altro, è necessario contattare il numero d’emergenza 112, sincerandosi prima che la comunicazione sia stata interrotta, ovvero quando si sente il tipico rumore del telefono libero. 

21/02/2017 15:11:53

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy