Attualità » Primo piano Umbertide: fondazione Cassa di Risparmio di Perugia intenzionata a finanziare ''Orti felici''

Riceviamo e pubblichiamo  “Orti felici” per l'inserimento lavorativo dei disabili, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia intenzionata a finanziare il progetto Mira a sostenere l'inclusione socio-lavorativa delle persone con disabilità il progetto promosso dal Comune di Umbertide che la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia intende sostenere a partire già dal prossimo anno. “Orti felici” il nome dell'iniziativa che prevede di destinare alcuni terreni comunali inutilizzati ad attività di agricoltura sociale creando quindi opportunità di lavoro per persone con gravi disabilità e a rischio emarginazione. Attualmente ad Umbertide è attivo il Centro riabilitativo-educativo Arcobaleno che però con i suoi 26 posti non è in grado di rispondere ai bisogni del territorio; con questo progetto quindi si mira a realizzare un orto comunale che sarà curato direttamente da persone con disabilità grave, supportate da volontari e da un operatore del settore. L'orto sorgerà nei pressi della scuola media Mavarelli- Pascoli con annesso locale di 100 mq adibito a spogliatoio e magazzino. La terapia orticolturale favorisce infatti l'acquisizione di abilità, autonomia e competenze, stimola l'interazione e la partecipazione e consente di praticare attività motoria. L'orto sarà inoltre inserito in una filiera che già comprende l'orto sociale presso la comunità terapeutica di Torre Certalda e l'ex serra comunale che verrà realizzata in zona Pineta nella seconda annualità del progetto. I prodotti coltivati verranno poi venduti al Mercato della terra del sabato mattina.  Grande soddisfazione è stata espressa dall'assessore ai Servizi sociali Cinzia Montanucci e dal sindaco Marco Locchi. “Il progetto, illustrato qualche mese fa al consiglio della Fondazione ed inserito tra le iniziative che la stessa intende sostenere nel triennio 2017-2019, è finalizzato all'inclusione socio-lavorativa delle persone disabili e vuole rappresentare un primo intervento concreto in attuazione della legge sul "dopo di noi". - hanno affermato - Nello specifico il progetto prevede la realizzazione di una filiera che avrà come punti di riferimento Torre Certalda e la nuova serra di prossima realizzazione e i prodotti raccolti verranno venduti al mercato del sabato attraverso le cooperative agricole aderenti al progetto, cosi che lo stesso potrà poi sostenersi economicamente. La Fondazione metterà a disposizione per l'anno 2017 la somma di 68.000 euro,cifra che dovrebbe essere finanziata anche per gli anni 2018 e 2019”.

21/11/2016 19:08:11

Notizie » Politica Lega Nord su abusivi alle fiere di San Florido

Riceviamo e pubblichiamo  FIERE DI S.FLORIDO: FLOP PER L’ANNUNCIATA CAMPAGNA CONTRO GLI ABUSIVI. L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE VIVE UN’ALTRA REALTA’  “Prima l’annuncio di un task force serrato contro l’abusivismo alle Fiere di S.Florido, poi la soddisfazione per i risultati raggiunti durante la manifestazione in termini di legalità e sicurezza: l’amministrazione comunale di Città di Castello continua a raccontare una realtà diversa da quella vissuta dai suoi cittadini,ha una visione fin troppo positiva in cui si rispettano le regole e ci sono presidi costanti sul territorio. Peccato che fotografie e videofatti durante un nostro sopralluogo alle Fiere, documentino il contrario”. E’ una presa di posizione dura quella della Lega Nord che insorge se si prende in giro l’intelligenza dei tifernati. “L’amministrazione comunale non può distorcere la realtà per coprire l’ennesimo flop – affermano i consiglieri comunali Marchetti e Mancini – perché è palese che i protagonisti delle Fiere di S.Florido non erano gli ambulanti ma i venditori abusivi. Ci chiediamo che credibilità possa avere un’amministrazione comunale che annuncia una serrata campagna contro l’abusivismo se poi fotografie e video testimoniano l’evidente flop? Il fenomeno dei venditori abusivi va contrastato e non lo si fa con dei volantini, ma con un’azione concreta, volta all’incremento del numero di forze dell’ordine e ad un controllo più selettivo sulla concessione e il rinnovo dei permessi di soggiorno. Occorre intervenire in tema di sicurezza e decoro urbano perché è palese – continuano Marchetti e Mancini – che la presenza copiosa e asfissiante di certi soggetti oltre a rappresentare una forma dimicrocriminalità, a ledere le attività commerciali del territorio, è pure un danno di immagine notevole per la nostra città. Non c'è più rispetto per chi lavora onestamente, i commercianti hanno versato nelle casse comunali centinaia di euro per occupare il suolo pubblico, quando a più di un centinaio di abusivi è stato concesso di vendere, indisturbati, la loro merce contraffatta: dove sono i controlli? Chi tutela i legittimi interessi della categoria?L'autorità di Pubblica Sicurezza e il personale di Polizia Municipale debbano essere lasciati liberi di agire e non sottostare alla politica dell'invasione voluta dal Governo Centrale e a quanto pare, visti i risultati, anche da quello locale”.

21/11/2016 18:54:39

Notizie » Politica Tessere ''sospette'' PD Montone, Guasticchi:''Stanco di essere sempre attaccato e diffamato''

Il vicepresidente del Consiglio regionale ed ex Presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi, ha affermato, in merito alla vicenda delle tessere "sospette" del PD di Montone, sul suo profilo Facebook quanto segue:"Cari amici vengo a sapere da un sito sul web che la commissione di garanzia provinciale mi avrebbe sospeso per 6 mesi dal pd in quanto colpevole di aver agevolato l'iscrizione a pd di montone di 12 neo iscritti, con la macchia di non essere graditi alla segreteria montonese per motivi meramente correntizi. Approfondendo il caso vengo a scoprire che il sito pubblica integralmente il verbale della commissione suffragata dalle email intercorse che dovevano rimanere riservate come il verbale cosa questa che verra' approfondita nelle prossime ore. Questa accusa che farebbe inorridire Renzi stigmatizza il fatto che uno degli iscritti provenga da esperienze politiche diverse rispetto alla sinistra, ovvero come Alfano ed altri alleati di governo. La cosa piu' grave pero' riguarda il fatto che due dei tre membri del collegio giudicante abbiano sottoscritto il documento per sostenere il No ......cosa questa che li mette in uno stato di palese incompatibilita' giudicante in quanto loro stessi passibili di sanzioni disciplinari. Cari amici, sono stanco di essere sempre attaccato e diffamato da chi usa la politica per obbiettivi non meglio identificati. Con renzi e con la vittoria del Si tutto questo possa cambiare. P.s. E per i gufi , state sereni io ed i miei amici non molleremo mai..  Ringrazio inoltre per la vicinanza l'on.Bocci, il segretario Prov. pd Rossi e quello regionale Leonelli......e pochi altri".

19/11/2016 14:56:53

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy