Attualità » Primo piano Umbertide: Inaugurato Largo Luciano Lama

Riceviamo e pubblichiamo Presenti anche alcuni familiari del grande sindacalista, tra cui la figlia Rossella   Si è svolta sabato 17 dicembre 2016 l'intitolazione a Luciano Lama del piazzale di fronte alla sede della Camera del Lavoro di Umbertide. L'iniziativa è stata organizzato dalla Camera del Lavoro di Umbertide, con la Cgil provinciale e regionale e con il patrocinio del Comune di Umbertide. Nel corso della cerimonia sono intervenuti Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia, il sindaco di Umbertide Marco Locchi, Sergio Angelini, già coordinatore del Partito Comunista dei Paesi Bassi, e Vincenzo Sgalla, segretario generale della Cgil Umbria, oltre alla figlia Rossella che ha ricordato il padre Luciano, molto legato alla terra umbra. Tra un intervento e l’altro sono stati proposti anche racconti di vita e di lotta con la voce narrante di Eleonora Giannelli accompagnata al violino da Elena Inei e con la pittura istantanea di Massimo Moretti. Alcuni artisti del territorio hanno voluto inoltre donare una loro opera dedicata al grande sindacalista mentre l’on. Walter Verini, presente insieme al collega Giampiero Giulietti, ha messo a disposizione della Cgil il libro intervista che fece a Luciano Lama poco prima della sua morte, libro che è stato regalato a tutti i presenti insieme ad una pergamena ricordo della giornata. «Voi sapete, voi tutti sapete che ci unisce e ci unirà sempre un rapporto di fiducia, un amore profondo che nessuna vicenda umana potrà spezzare». Queste parole pronunciate da Luciano Lama in occasione del suo saluto alla Cgil il 2 marzo del 1986, rappresentano alla perfezione ancora oggi, a 20 anni dalla morte del grande dirigente sindacale, il legame indissolubile che esiste tra la sua figura e la sua organizzazione, la Cgil. «È molto bello per noi sapere che in questa piazza, magari un domani, dei giovani si daranno appuntamento dicendo: ci vediamo in largo Luciano Lama», ha detto la figlia Rossella intervenendo all’inaugurazione a nome dei tanti familiari presenti. Ha ricordato inoltre il particolare legame affettivo che legava suo padre alla terra umbra, dai tempi in cui aveva acquistato una casetta nella campagna di Amelia, quella Amelia di cui fu sindaco negli anni ’80. Un legame che in tutti questi anno ha mantenuto anche la sua famiglia. Per questo è stata accolta con grande piacere la decisione di dedicare a Luciano uno spazio pubblico in una città umbra. Il sindaco di Umbertide Marco Locchi, nel suo saluto, ha ringraziato la famiglia di Lama per la sua presenza ad Umbertide, la Cgil per aver organizzato così bene questa iniziativa ed ha ricordato brevemente la storia personale di quello che è stato uno dei più grandi sindacalisti del nostro Paese. Tra l’altro, ha detto il Sindaco, era stato più volte nella nostra città che lo ricorda ancora con affetto e grande stima. Il segretario generale della Cgil dell’Umbria, Vincenzo Sgalla, nel suo intervento conclusivo, ha ringraziato il sindaco di Umbertide che non ha avuto nessuna esitazione nell’accettare la proposta della Cgil di intitolazione dello spazio antistante la sede locale, dimostrando una grande sensibilità umana, politica ed istituzionale. Per quanto riguarda Luciano Lama, ha voluto sottolineare che «Noi continuiamo a sentire con forza la presenza di un compagno straordinario come Luciano Lama e proviamo a portarne l’esempio nella nostra azione quotidiana». Alla fine, dopo la scoprimento della targa, sono stati ricordati e ringraziati tutti quelli che hanno lavorato volontariamente, insieme alla Camera del Lavoro di Umbertide, per la riuscita di questa bella iniziativa dedicata ad un grande uomo come Luciano Lama.  

21/12/2016 12:58:27

Notizie » Politica LEGA NORD SUGLI ORARI DEI BUS NAVETTA

Riceviamo e pubblichiamo ''I CITTADINI VITTIME DI UNA POLITICA ASSENTEISTA CHE NON GARANTISCE NEMMENO I SERVIZI GIA’ ESISTENTI'' Pendolari e studenti costretti ad alzarsi all’alba perché le amministrazioni di sinistra non sono in grado di garantire e salvaguardare servizi, per altro già esistenti. Il capogruppo Lega Nord, Riccardo Augusto Marchetti e il consigliere Valerio Mancini si fanno, così, portavoce di alcune famiglie di Bosciano, Petrelle e San Leo “vittime” di una politica assenteista in grado di produrre solo poltrone. “Da circa un mese – spiegano i due leghisti – molte famiglie della zona sud del comune si sono viste cambiare gli orari dei pullman, in modo particolare quelli della Linea D che porta i passeggeri sino alla coincidenza di Trestina da dove parte un altro bus, in perfetto stile terzo mondo, per arrivare ad Umbertide. L’anticipo di circa un quarto d’ora di tali orari è dovuto alle variazioni che hanno subìto proprio le navette messe a disposizione dopo la chiusura della tratta ferroviaria Città di Castello – Umbertide. Al sindaco e a tutta la Giunta chiediamo un impegno concreto per soccombere a tale mancanza perché i più penalizzati, in questo desolante quadro, sono gli studenti che, oltre a svegliarsi all’alba, arrivando prima a scuola, devono stare diverso tempo al freddo in attesa che il plesso apra. Siamo sicuri che l’amministrazione comunale accoglierà questo nostro appello poiché credo che i nostri cittadini siano stati fin troppo penalizzati dalla politica perugina che vede in Città di Castello solo un bacino dove attingere voti senza dare niente in cambio. Lo stesso Ministro Del Rio, a suo tempo, annunciò 3 miliardi e mezzo di euro per le reti ferroviarie regionali, peccato che l’Alto Tevere non era compreso in quel progetto, nonostante il nostro territorio vanti un numero discreto di parlamentari PD che avrebbero dovuto perorare la causa. Lo stesso Assessore Regionale, Giuseppe Chianella è stato vittima di questo gioco di potere: in audizione a Città di Castello annunciò l’istituzione di un bando per il ripristino della tratta di FCU in questione entro il 2017 poi, fu richiamato all’ordine, nelle stanze del palazzo, dal sergente Marini e costretto a smentire quanto dichiarato il giorno prima, facendo pure una figura barbina. Credo che sia arrivato il momento – concludono Marchetti e Mancini - che l’amministrazione comunale cominci ad alzare la voce nelle sedi opportune piuttosto che chinare la testa ad ogni singolo gemito perugino”  

21/12/2016 12:39:40

Cultura Presentato il Calendario di Umbertide 2017

Riceviamo e pubblichiamo E' stato presentato ieri, presso il Museo Santa Croce, il Calendario di Umbertide 2017, dedicato quest'anno alla cucina tradizionale, ai prodotti a km zero e ad un approccio più sano e genuino alla vita. In una sala gremita di umbertidesi che non hanno voluto perdere questo importante appuntamento, sono intervenuti l'assessore alla Cultura Raffaela Violini, che ha curato personalmente la redazione del calendario, il sindaco Marco Locchi e Marino Marini, fiduciario di Slow Food Alta Umbria e docente presso l'Università degli studi di Perugia e l'Università dei Sapori che ha relazionato sulle eccellenze alimentari della tradizione nelle nuove visioni d'innovazione gastronomica. “Quest'anno il calendario è profondamente rinnovato, sia nella grafica che nei contenuti - ha affermato l'assessore Violini – Abbiamo scelto un tema che in un primo momento può apparire scontato ma non lo è, visto che lo scopo di questo calendario è quello di riscoprire le ricette di una volta, rivisitate in chiave moderna, omaggiando il mangiar sano e genuino tipico delle nostre nonne. Quella di quest'anno è quindi un'edizione tutta da gustare, con una carrellata di ricette dolci e salate, tradizionali ed innovative insieme, che si potranno anche staccare e conservare all'interno di un apposito ricettario”. “Siamo giunti alla 26esima edizione del Calendario di Umbertide – ha aggiunto il sindaco Locchi - che quest'anno si presenta completamente rinnovato senza però tralasciare la tradizione, quella di accompagnare gli umbertidesi nel nuovo anno, giorno dopo giorno, riscoprendo le bellezze e le eccellenze del nostro territorio”. Al termine della presentazione è stata inaugurata l'esposizione “Le Tavole delle Feste” che sarà visitabile per tutto il periodo delle festività natalizie nei giorni e negli orari di apertura del museo. In mostra tavole natalizie allestite con il contributo delle attività commerciali umbertidesi Busatti, Tirilego, Tree Events, Zumar, Gioielleria Castelletti Mariano, Nuova Cer, Brescia, Ceramiche Rometti, “che hanno colto l'occasione – ha aggiunto l'assessore Violini - per proporre originali allestimenti da cui gli umbertidesi potranno certo prendere spunto in vista delle imminenti festività e alle quali va il mio sentito ringraziamento per aver aderito all'iniziativa”. La giornata si è conclusa con una ricca degustazione di cioccolata calda, caffè, tè e tisane, accompagnati da pasticcini, a cura di Lucaffè.   

20/12/2016 08:49:20

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy