Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: UNA INTERROGAZIONE CONSILIARE SUL NUOVO PROGETTO COMMERCIALE AREA HOTEL MODERNO

Riceviamo e pubblichiamo La stampa locale (Corriere dell’Umbria 11 febbraio 2017) ha recentemente pubblicato la notizia della presentazione di un progetto che propone lo spostamento di una attività commerciale, già esistente, nell’area attualmente occupata dall’Hotel Moderno. Sulla questione, considerata di rilevante interesse pubblico, il gruppo consiliare Umbertide cambia ha presentato una interrogazione al Sindaco con la quale chiede di illustrare in Consiglio Comunale la proposta progettuale relativa alla realizzazione della nuova attività commerciale nell’area dell’Hotel Moderno, di spiegare se rilevano ostacoli di natura tecnico / giuridica alla sua realizzazione, ed eventualmente quali, di rendere note le valutazioni dell’Amministrazione Comunale in merito al progetto medesimo. “La proposta progettuale avanzata – sottolinea il gruppo consiliare di Umbertide cambia -  assume una notevole rilevanza pubblica che richiama ad una corretta informazione anche del Consiglio Comunale, in quanto, da ciò che è dato sapere, prevede una riqualificazione urbanistica, anche in termini di sostenibilità ambientale, dell’area interessata, nonché la realizzazione da parte del privato di servizi che saranno di pubblica fruibilità, oltre a consentire l’introito da parte dell’Amministrazione comunale degli oneri di costruzione. La proposta – aggiungono Faloci, Orazi e Conti - costituisce inoltre una importante opportunità di lavoro per aziende locali, prevedendo un incremento in termini occupazionali nell’ambito dell’attività interessata. Il progetto proposto – conclude la lista civica - si inserisce inoltre in modo sistematico come una primaria struttura che si lega alla futura bonifica e riqualificazione dell’area ex Molino Popolare, completando l’opera di recupero e valorizzazione di un’intera area cittadina, in questo caso promossa da soggetti privati”.                                                                                                                                                   Umbertide cambia   Di seguito il testo dell’interrogazione     Al Sindaco del Comune di Umbertide   Al Presidente del Consiglio Comunale   Umbertide li 15.02.2017     Oggetto: Umbertide cambia – interrogazione su progetto area Hotel Moderno   Si chiede cortesemente risposta orale e scritta   Premesso che abbiamo appreso dalla stampa (Corriere dell’Umbria 11 febbraio 2017) la notizia della presentazione di un progetto che propone lo spostamento di una attività commerciale, già esistente nell’area attualmente occupata dall’Hotel Moderno.   Considerato che la proposta progettuale, da quanto si legge, prevede una riqualificazione urbanistica, anche in termini di sostenibilità ambientale, dell’area interessata, nonché la realizzazione da parte del privato di servizi che saranno di pubblica fruibilità;   che la stessa, oltre a consentire l’introito da parte dell’Amministrazione comunale degli oneri di costruzione, costituisce una importante opportunità di lavoro per aziende locali e prevede un incremento in termini occupazionali nell’ambito dell’attività interessata;   Tenuto conto anche che la proposta progettuale si inserisce, in modo sistematico, come una primaria struttura che si lega alla futura bonifica e riqualificazione dell’area ex Molino Popolare, completando l’opera di recupero e valorizzazione di un’intera area cittadina in questo caso promossa da soggetti privati.   Posto, dunque, che, andando oltre gli specifici interessi privati, la proposta avanzata assume una notevole rilevanza pubblica che richiama ad una corretta informazione anche del Consiglio Comunale,   con la presente interrogazione il gruppo consiliare Umbertide cambia  chiede:   di illustrare in Consiglio Comunale la proposta progettuale relativa alla realizzazione della nuova attività commerciale nell’area del Hotel Moderno;   di spiegare se rilevano ostacoli di natura tecnico / giuridica alla sua realizzazione, ed eventualmente quali;   di rendere note le valutazioni dell’Amministrazione Comunale in merito al progetto medesimo.         Gruppo consiliare Umbertide cambia   Claudio Faloci Luigino Orazi Stefano Conti  

15/02/2017 08:53:14

Cultura Venerdì 17 febbraio al Cinema Metropolis di Umbertide i Perturbazione in concerto

Riceviamo e pubblichiamo Continua venerdì 17 febbraio alle ore 21,30 il programma di concerti del Cinema Metropolis di Umbertide che da qui a fine stagione vedrà tanti grandi eventi e concerti con band letteralmente da ogni parte del mondo (tanto per citarne qualcuno: il 27 marzo OKKULTOKRATI dalla Norvegia, il 10 aprile TOTORRO dalla Francia, il 27 aprile BOB NANNA dagli Stati Uniti). Dopo 20 anni di carriera e la fortunata esperienza di Sanremo nel 2014, i piemontesi Perturbazione si rimettono in gioco con un tour da "9 metri quadri": sono la superficie minima abitabile di una stanza. Ci dicono: "Noi in una stanza ci siamo cresciuti, come tanti altri. Si chiama sala prove: i cavi si intrecciano, gli strumenti si sfiorano, le corde e le pelli si toccano. La nostra superficie minima abitabile è proprio la sala prove: dove tutto nasce e dove tutto poi si sviluppa. Dove tutto si prova e si riprova, prima di esibirsi dal vivo. Nell'ultimo periodo i nostri concerti si sono fatti per necessità più grandi: più strumenti, più tecnologia, più musicisti. Ma l'ultimo recente, emozionante giro in Europa ci ha riportato - anche qui, per necessità - alla gestione di una superficie minima, sul palco”. Poche cose per poter suonare e creare uno spettacolo. "Così ci siamo detti che ci sarebbe piaciuto prolungare questa esperienza. Di nuovo in quattro sul palco: chitarra, basso, batteria e voce. Pochi strumenti, spazi ridotti. Pelli e corde che si toccano. Come in sala prove, ma dal vivo, con un pubblico di fronte”. Ad aprire le danze, da Arezzo, gli AMEN! PREVENDITA ONLINE CIRCUITO LIVETICKET:http://www.liveticket.it/evento.aspx?Id=78204

14/02/2017 19:32:47

Notizie » Economia Economia 4.0 e Nuove Frontiere in Valtiberina: giovedi 16 febbraio il tour #protagonisti di Esg89 Group ad Umbertide

Giovedì 16 febbraio Abbazia di Montecorona ad Umbertide, l’Economia 4.0 e le Nuove Frontiere per un territorio economico da valorizzare. Il tour #protagonisti di ESG89 Group taglia il nastro del 2017 con una prima importante tappa dedicata alla VALTIBERINA e alle peculiarità del suo sistema economico. L’appuntamento in programma per giovedì 16 febbraio 2017 alle ore 17.30 si terrà nella speciale cornice offerta dall’Abbazia di Montecorona a Umbertide (PG). Economia 4.0 e Nuove Frontiere è il titolo di un incontro che intende mettere sotto la lente le caratteristiche di un contesto economico ricco di risorse, ma anche ostacolato nella sua evoluzione da alcune criticità significative. Il focus di approfondimento sarà condotto alla luce dei dati di bilancio riportati nell’ultima edizione dell’ANNUARIO ECONOMICO DELL’UMBRIA 2017-2018 edito da ESG89 Group. Il primo incontro del tour #protagonisti 2017 si configura dunque, come una vivace ricognizione delle potenzialità economiche di un importante territorio umbro, avvalorata dalla lucida analisi strategica dei dati economici contenuti nell’ANNUARIO e indirizzata ad una migliore comprensione di come la VALTIBERINA possa valicare le frontiere offerte dal modello di economia 4.0. L’incontro condotto da Giovanni Giorgetti, CEO di ESG89 Group, coinvolgerà in un confronto-laboratorio le istituzioni, i #protagonisti economici e gli stakeholder del territorio nell’intento di costruire un dialogo aperto e consapevole capace di farsi vettore di una nuova visione e di una nuova sensibilità per la crescita economica della VALTIBERINA. Facebook11LinkedIn1TwitterGoogle+

14/02/2017 12:54:38 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Movimento 5 stelle Città di Castello: ''Non scherziamo con il fuoco''

Dalla pagina Facebook del Movimento 5 stelle di Città di Castello, con un post, gli attivisti pentastellati affermano: "Dopo la segnalazione di alcuni Cittadini, lunedì 13 febbraio 2017 il Gruppo Movimento 5 Stelle di Città di Castello si è recato presso il Presidio Ospedaliero Tifernate per verificare lo stato delle porte tagliafuoco presenti all’interno della struttura. Di persona abbiamo realizzato, con nostro sgomento, che il sistema di sicurezza elettromagnetico -che permette alle porte di rimanere sempre aperte e che solo in caso d’incendio, grazie ad una centralina, permette la chiusura delle stesse, per evitare il propagarsi di fuoco e fumo negli ambienti- è completamente assente in ogni porta controllata; al suo posto, con nostra sorpresa, sotto le porte, sono piazzate delle vere e proprie “zeppe di legno”, ben piantate per tenerle aperte."  "Cosa accadrebbe se le porte dovessero servire per quello per cui sono state progettate? Un operatore sanitario di passaggio ci riferisce che questo "stratagemma" serve per consentire, con facilità, il transito di barelle, carrozzine e strumentazioni portatili, -le porte chiuse sarebbero d’intralcio- la mancanza dell’automatismo elettromagnetico dipende –recitato, oramai, come un “mantra”- dalla cronica carenza di risorse economiche.  Per tutto ciò, nel pomeriggio ci siamo recati alla competente Centrale dei Vigili del Fuoco e abbiamo inoltrato formale istanza di sopralluogo per verificare, a questo punto, che il tutto sia stato fatto nel pieno rispetto delle normative di riferimento per la prevenzione degli incendi negli ospedali. Permetteteci solo una battuta a chi ribadisce che mancano i soldi: “nelle gare di appalto gli oneri per la sicurezza non sono mai soggetti a ribasso”. Ci domandiamo, inoltre, se, nel nostro nosocomio, sia mai stata verificata la procedura di “organizzazione e gestione della sicurezza antincendio” con una simulazione e la prova di evacuazione.  Continueremo sempre, con il vostro aiuto, a denunciare e ad intervenire su tutto ciò che mette a repentaglio la tutela e la salute del Cittadino."    

14/02/2017 12:01:43

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy