Notizie » Politica Lega Nord su audizione di Umbra Acque:’’Inammissibile che non si rispettino le decisioni del Consiglio Comunale. Così si manca di rispetto a 40mila tifernati’’

Riceviamo e pubblichiamo Marchetti e Mancini sulla mancata estensione dell’orario di apertura dello sportello informativo di Umbra Acque “Inutili i comunicati stampa in cui l'amministrazione Bacchetta ringrazia Umbra Acque o in cui si parla di futuri investimenti dell’ente solo per addolcire i tanti problemi ormai ben noti, ciò che conta sono i fatti e ad oggi, abbiamo la certezza che lo sportello del cittadino, servizio necessario per molti utenti, non verrà ampliato nel suo orario di apertura, nonostante la proposta della Lega Nord fosse stata approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale”. Ad intervenire sulla questione sono i vertici tifernati del Carroccio, Riccardo Augusto Marchetti(capogruppo) e Valerio Mancini(consigliere) che commentano così l’esito della  commissione congiunta in cui sono stati auditi i vertici di Umbra Acque: “Inaccettabile che non si tenga conto di quanto deliberato nella massima assise cittadina – chiariscono i due leghisti – così facendo si manca di rispetto a 40  mila tifernati.  Banale la scusa dei vertici di Umbra Acque di nascondersi dietro le normative da rispettare che sono buone solo a penalizzare le famiglie e imprese. Non possiamo continuare ad essere prigionieri della burocrazia, la stessa, che assieme alla politica inconcludente della sinistra, sta mettendo in ginocchio l’intera nazione. Il 2 Agosto il consiglio tifernate – continuano i due leghisti – si è espresso favorevolmente su una nostra proposta ed ora occorre metterla in pratica: Umbra Acque è una società partecipata del comune di Città di Castello e in quanto tale ha il dovere di rispettare i cittadini e aprire lo sportello informativo per 40 ore settimanali. Essendo un servizio pubblico deve funzionare ed agevolare i contribuenti, non penalizzarli come invece è stato fatto, sia nella mancata erogazione dell’acqua, sia nel rosicato servizio di informazione offerto agli utenti”. La Lega Nord fa sapere, inoltre, che in commissione congiunta, il capogruppo Marchetti ha chiesto delucidazioni anche sui pagamenti bloccati, ai possessori di pozzi privati, circa la depurazione dell’acqua. Una battaglia storica del Carroccio e che coinvolge oltre 5000 proprietari in tutto l’Altotevere. “Dai vertici di Umbra Acque – chiarisce Marchetti – abbiamo avuto la garanzia che non saranno emesse bollette retroattive, se così non fosse preghiamo gli utenti di segnalarcelo”  

11/03/2017 14:15:07 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Castel Ritaldi: il sindaco riassegna le deleghe, agli assessori affidati anche dei ‘’macro progetti’’

Riceviamo e pubblichiamo Nell'ultima seduta del consiglio comunale eletto il nuovo presidente. Il sindaco Reali: “Pronti a raggiungere gli obiettivi”   CASTEL RITALDI - Nuovo assetto per la giunta comunale di Castel Ritaldi. A partire dallo scorso 27 febbraio, il sindaco Andrea Reali ha provveduto a dare un nuovo assetto all'esecutivo comunale, con la rispettiva riassegnazione delle deleghe ai vari assessori che compongo la sua squadra di governo. Si parte dal vice, Sante Mesca. Al numero due dell'esecutivo, spetterà la sovrintendenza delle funzioni relative ai lavori pubblici, manutenzioni e ambiente. Insieme a ciò, Mesca dovrà portare avanti il programma “Castel Ritaldi ecologica”, che comprendere la supervisione sui progetti dei percorsi pedonali e piste ciclabili, la rete viaria del territorio, le piazze comunali, arredo e decoro urbano ed infine la revisione del Prg. L'assessore Elisa Settimi sarà la titolare delle pari opportunità, insieme a sport, associazionismo e curerà il progetto “Diritto allo sport e associazionismo” del programma “Socialmente”. Tamara Martini per il suo assessorato avrà le deleghe ai servizi socio-assistenziali, cultura e curerà il progetto “Castel Ritaldi Paese delle fiabe” del programma “Socialmente”. Chiude il quadro l'assessore Mirko Peruzzi con delega all'istruzione. A quest'ultimo sarà affidato anche il progetto della “Cittadella scolastica” del programma “Socialmente”. Dopo le sue dimissioni, rientrerà a collaborare con il Comune anche Alessio Miliani. L'ex assessore farà parte dello staff del sindaco (nominato ai sensi dell’art. 27 del “Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi” dell’Ente) a titolo gratuito e avrà il compito di supporto al primo cittadino e alla sua giunta. A Miliani affidato il progetto strategico “Castel Ritaldi Factory”, con funzioni di studio delle problematiche, assistenza e consulenza senza alcun potere gestionale. Per finire, nella seduta del consiglio comunale dello scorso 27 febbraio, il consigliere comunale Federico Celli è stato nominato nuovo presidente della massima assise cittadina. LE PAROLE DEL SINDACO – Soddisfatto del nuovo riassetto di giunta il sindaco di Castel Ritaldi, Andrea Reali: “Il riassetto ci permette di riprendere con un certo piglio il nostro programma elettorale, per riuscire così a raggiungere gli obiettivi del nostro mandato. Il riassetto – spiega il sindaco – ha portato ad un rinnovo generazionale nella guida della città, così da preparare una nuova classe dirigente in previsione futura. Insieme ai giovani però, ci saranno sempre le colonne portanti che hanno sostenuto sin qui l'amministrazione”. Andrea Reali ha voluto fortemente assegnare agli assessori anche dei macro progetti, non limitandosi alle ridistribuzione deleghe: “In questa maniera – sottolinea il primo cittadino – andiamo in controtendenza rispetto ad altre amministrazioni comunali. Ogni componente della giunta sarà direttamente giudicabile dai cittadini, che avranno ben chiaro se gli assessori, alla fine del mandato, saranno riusciti o meno a completare i loro progetti”.        

11/03/2017 11:22:00 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Riparte il Servizio di controllo e repressione delle guardie ecologiche

Riceviamo e pubblichiamo Facendo seguito ai nuovi servizi forniti dalla Gesenu per quanto riguarda lo spazzamento nel capoluogo e nelle frazioni, si informa la cittadinanza che riprende anche il Servizio di controllo e repressione delle guardie ecologiche per quanto riguarda il corretto conferimento dei rifiuti negli appositi contenitori. Si ricorda inoltre che tra le principali novità introdotte c’è la raccolta dei prodotti sanitari assorbenti (pannolini, pannoloni, assorbenti e traverse): al fine di migliorare la qualità della raccolta dalla Frazione Organica e l’efficienza degli impianti di recupero, tali materiali non potranno essere più conferiti nel contenitore dei rifiuti organici umidi. Per le famiglie che si dovessero trovare in difficoltà, dovendo smaltire un grande numero di pannolini e/o pannoloni, verrà attivato un servizio di raccolta domiciliare aggiuntivo con sacchi, dedicato esclusivamente a queste tipologie di rifiuto. Il Comune e l’Ente Gestore forniranno agli utenti che ne faranno richiesta, tramite la sottoscrizione di un apposito modulo, un kit gratuito di sacchi per la raccolta di tutto il materiale assorbente igienico, che verrà raccolto dagli operatori Gesenu con cadenza settimanale, nella giornata di martedì. Per maggiori informazioni sull’attivazione del servizio, gli utenti potranno contattare l’Ufficio Clienti GEST o rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Comune di Umbertide.  

10/03/2017 12:31:56 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy