Sport Basket A1/F: PF Umbertide, niente da fare contro la capolista Lucca

Non c’è partita per la PFU contro la capolista Lucca, al PalaTagliate finisce 87-46 per le toscane. Nonostante la pesante sconfitta arrivano segnali positivi, come il ritorno sul parquet di Emilia Bove che gioca per 7 minuti. Spazio anche alle giovani, Fusco (1998) mette a segno i suoi primi punti in A1 (una tripla allo scadere del match) e gioca fin dal primo quarto per un totale di 13 minuti di utilizzo, come nella gara contro Broni; Giudice (2000) gioca invece per 11 minuti e realizza un libero. Nell’ultimo quarto spazio anche a Paolocci, classe 1999. Ottima la prestazione di Elisa Mancinelli che sfiora la doppia cifra con i suoi 9 punti realizzati, inoltre la guardia bianco-azzurra cattura 4 rimbalzi e serve un assist, per un totale di 13 di valutazione. Da segnalare anche il 100% nei tiri da due di Veronica Dell’Olio che mette a segno 6 punti. La sconfitta non cancellerà di certo i grandi risultati che Moroni e compagne hanno ottenuto fino ad ora. La salvezza ed il settimo posto in classifica in un campionato con 12 squadre. Inoltre dobbiamo fare i conti con la sfortuna che ha colpito più di una volta la squadra bianco-azzurra, ai danni di Emilia Bove prima e di Ilaria Milazzo in seguito. Dobbiamo solo fare i complimenti ad un team dall’età media più bassa del campionato per essere andate oltre l’obiettivo stagionale.   Cronaca del match Harmon e Pedersen fanno subito 4-0 Lucca, Mallard sblocca il risultato per Umbertide ed è 4-2 dopo 50 secondi di gara. Lucca continua ad allungare e per Umbertide, Brown e Moroni piazzano due triple mentre Clark fa 1/2 dalla lunetta. Il primo quarto si chiude sul 28-11 per la Gesam Gas. Nel secondo periodo non cambia nulla. Lucca arriva a toccare quota 50 punti mentre la PFU si ferma a 17. Al ritorno dall’intervallo lungo è sempre Lucca a condurre la partita. Per le bianco-azzurre Moroni con una tripla, Mancinelli con 5 punti oltre a Brown e Mallard, portano la squadra umbertidese a quota 29. Nell’ultimo quarto le cose non cambiano, con coach Serventi che lascia spazio anche alle più giovani del gruppo ed allo scadere arriva la tripla di Fusco. Risultato finale 87-46 per Lucca.   Adesso rimane da giocare una partita nella stagione regoalre, in casa contro La Spezia domenica 26 marzo. Poi spazio ai playoff con la PFU che sfiderà la decima classificata in regular season. Le Mura Lucca- Pall. Femm. Umbertide: 87-46 (28-11, 50-17, 66-29) Le Mura Lucca: Battisodo 7, Landi 3, Tognalini 8, Pedersen 16, Dotto 9, Wojta 10, Harmon 17, Crippa 4, Miccoli 4, Salvestrini , Ndjock 8, Mandroni 1. Allenatore: Mirko Diamanti. Pall. Femm. Umbertide: Giudice 1, Cabrini 4, Dell’Olio 6, Moroni 6, Clark 3, Pappalardo, Paolocci, Fusco 3, Brown 12, Bove, Mancinelli 9, Mallard 4. Allenatore: Lorenzo Serventi. Arbitri: Maschietto di Treviso, Solfanelli di Livorno, Chersicla di Como.    

20/03/2017 12:49:31 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Il progetto di Educazione alimentare dell'Istituto Da Vinci ottiene 33mila euro di finanziamento dal Miur

Riceviamo e pubblichiamo Il Progetto di Educazione Alimentare "A macchia d'olio" presentato dal Campus “L. da Vinci” di Umbertide al Bando nazionale - Ampliamento dell' Offerta Formativa Fondi ex Legge 440- passa la selezione nazionale con 85 punti su 100 ed ottiene l'intero finanziamento richiesto di 33.000 euro. Il Progetto affronta, con modalità didattiche innovative, il tema dell'educazione alimentare e dei corretti stili di vita e prevede il coinvolgimento di classi dei Licei, del Tecnico e del Professionale in attività che hanno al centro la coltura e cultura dell'olio: dall'informazione/formazione, alla coltura di olivi negli spazi verdi della scuola da riqualificare, alla creazione di un impresa simulata per la promozione dell'olio di produzione locale. Alle attività progettuali parteciperanno anche classi delle scuole del I Ciclo di Umbertide, tutte in rete con l’Istituto Superiore della città, per rendere più significativa l'azione educativa sul tema dell'alimentazione e corretti stili di vita a partire dai bambini. Grande soddisfazione della Preside e di tutta la comunità scolastica per questo nuovo successo che, considerata l'entità del finanziamento, contribuirà a sostenere la ricca progettualità dell'Istituto. "Sui fondi del MIUR, ex Legge 440, quest’anno era possibile per ogni scuola partecipare a tre dei numerosi Bandi nazionali emanati in autunno. Abbiamo inviato tre Progetti: due sono stati selezionati e finanziati con somme considerevoli. Quello sull’educazione stradale, primo nella classifica nazionale, con 35.000 euro e questo sull’educazione alimentare con 33.000 euro. Su tale tema la nostra scuola può vantare interessanti e pregevoli esperienze pregresse in tema di educazione alimentare, curate sia dalla Commissione Salute che dal Dipartimento di Scienze che dal gruppo di alunni della Peer Education, in stretta sinergia: questo risultato premia l'impegno di docenti ed alunni che lavorano da anni per diffondere tra i ragazzi l'importanza dell'educazione alimentare e dei corretti stili di vita" afferma la Preside. Si tratta, quindi, di un risultato di eccezionale rilievo che permetterà la realizzazione di una serie di iniziative sull’educazione alimentare che vanno dall’attività di ricerca scientifica e pluridisciplinare, a laboratori di gruppo, peer education, pubblicazioni, diffusione mediante web di materiali, ed eventi di divulgazione locali. In ognuna di queste fasi la partecipazione degli studenti sarà attiva e diretta, così che essi siano i primi fruitori ma anche gli attori principali del progetto stesso. L’esito della procedura di selezione nazionale testimonia anche l’ottimo lavoro svolto in fase di progettazione. I comportamenti alimentari e gli stili di vita, come noto, sono un aspetto rilevantissimo nella vita sociale delle fasce d’età in periodo scolastico, con fenomeni che talora sfociano in una casistica grave di devianze e patologie. Il Campus “L. da Vinci” da più anni dedica un’attenzione particolare a questi temi coinvolgendo famiglie, istituzioni, enti e associazioni del territorio che possano fornire un contributo in questa fondamentale opera di prevenzione ed educazione. Tale rete di soggetti, tutti coinvolti nel Progetto “ A macchia d’olio” potrà rafforzare, anche in continuità su tutti i gradi di scuola della città di Umbertide, lo sforzo finora profuso supportato anche dal significativo finanziamento a disposizione.    

20/03/2017 12:08:25 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: la cultura al centro dell'attività dell'Amministrazione Comunale

Riceviamo e pubblichiamo Le esternazioni apparse sulla stampa in questi giorni relativamente all'offerta culturale ad Umbertide, avanzate dall'opposizione con il solo scopo di denigrare, ancora una volta, l'operato dell'Amministrazione, ci forniscono l'occasione per ricordare quanto negli ultimi anni è stato fatto nel settore cultura che, nonostante il difficile momento economico che costringe l'Ente a concentrare le poche risorse a disposizione su altri settori, ha saputo offrire ad umbertidesi e turisti numerose occasioni di elevato spessore e di indiscutibile rilievo. Inoltre negli ultimi anni si è assistito ad un incremento del numero dei visitatori, sia italiani che stranieri, nei musei della nostra città, ed in particolare al Centro espositivo per l'arte contemporanea della Rocca che è sempre più richiesta dagli espositori tanto che quest'anno è stata addirittura anticipato ai primi giorni di marzo l'avvio della stagione, e al Museo Santa Croce che recentemente è stato potenziato con l'inaugurazione della sezione archeologica e che sempre più spesso viene scelto dalle scuole come meta di gite ed uscite didattiche. Ma la cultura passa senza dubbio anche per la Biblioteca comunale che l'Amministrazione comunale ha deciso di potenziare sia incrementando gli orari di apertura sia riorganizzando il personale dipendente e che oggi è diventata un luogo molto frequentato non solo da studiosi e appassionati di lettura ma soprattutto da giovani e giovanissimi che si recano in biblioteca per studiare ed incontrarsi. E i numeri parlano da soli: dal 2014 al 2016 le presenze in biblioteca sono praticamente triplicate passando dai 3.144 accessi nel 2014 ai 9.123 dell'anno appena trascorso, così come sono notevolmente aumentati prestiti che nel 2016 sono stati 1.506. Inoltre sono sempre di più le attività svolte all'interno della biblioteca, dalla presentazione di libri alle letture per bambini promosse il sabato pomeriggio in collaborazione con l'associazione Insieme per. Se per alcuni la cultura ad Umbertide pare aver vissuto giorni migliori, di certo si dimenticano delle importantissime mostre che la nostra città ha ospitato negli anni e quelle che ospiterà nel corso del 2017 quando sono previste ben sette esposizioni, tra cui la mostra fotografica di Carmen Lorenzetti “Immaginando l'Italia” e la collettiva “Dalla pittura analitica. Origine e continuità” curata da Giorgio Bonomi. Inoltre dal 2004 ad oggi la Rocca è stata la location di numerose mostre di artisti di altissimo livello: da segnalare nel 2016 Leonardo Nobili (“Lacer-Azioni”), Giulia Gorlova (“Astrazioni interattive”) in collaborazione con le Ceramiche Rometti, Christy Astuy (“The intelligence of love”), la collettiva “Tre artiste” di Candida Ferrari, Francesca Della Toffola e Mirella Saluzzo curata da Giorgio Bonomi; nel 2015 Max Marra (“Materici equilibri” curata da Giorgio Bonomi, artista che ha partecipato anche alla Biennale di Venezia), Arturo Lozzi (“In bianco e nero”), Silvio Formichetti (“Evoluzione del silenzio” presentata da Vittorio Sgarbi alla Biennale di Venezia), la mostra “Cuba , in viaggio tra immagini e parole” curata da Carmen Lorenzetti, Accademia di Bologna e Ambasciata di Cuba; nel 2014 la mostra “Arte dell'Oriente cubano” sempre a cura di Carmen Lorenzetti, Accademia di Bologna e Ambasciata di Cuba, nel 2012 Fabrizio Clerici e Robbie Duff-Scott, nel 2011 la mostra su Cagli e quella sui fumetti di Arturo Lozzi, nel 2010 la mostra fotografica di Peppe Cecchetti “Parigi follemente” e gli arazzi di Scassa, nel 2009 i disegni di Corrado Cagli, nel 2008 la mostra sui grandi maestri del XX secolo. Inoltre tra i tanti altri eventi da segnalare anche l'esposizione delle Sculture da Vestire alla quale era presente il critico d'arte Vittorio Sgarbi, le mostre sul Signorelli e il Pomarancio, le esposizioni dedicate alle Ceramiche Rometti, l'iniziativa “Gusta la Cultura”, connubio tra arte e ed enogastronomia che ha visto anche la presenza del famoso studioso di arte rinascimentale italiana Tom Henry che ha relazionato sul Signorelli. Queste sono solo alcune delle iniziative culturali che hanno animato la nostra città negli ultimi anni, a dimostrazione di come la cultura ad Umbertide non solo sia viva e vegeta ma cresca di anno in anno come è in continuo incremento il numero di persone che vi si avvicinano a dimostrazione che oggi l'arte e la letteratura costituiscono occasioni di crescita e di confronto per tutti, e non più un appuntamento elitario riservato a pochi. L'assessore alla Cultura Raffaela Violini  

20/03/2017 11:58:10 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica IL FRONTE NAZIONALE DI ASSISI SULLA SITUAZIONE DELLO STABILIMENTO COLUSSI

Riceviamo e pubblichiamo Questa mattina il Segretario di Assisi del Fronte Nazionale Roberto Pierotti e Massimo Morelli Segretario provinciale UGL Umbria Agroalimentare hanno tenuto un incontro per parlare della delicata situazione dello stabilimento Colussi di Petrignano di Assisi. Questo incontro non avviene a caso ma anche in relazione alla strana “dimenticanza” dell’amministrazione Comunale che non ha invitato UGL Agroalimentare all’incontro tenutosi nei giorni scorsi con tutte le altre sigle sindacali, evidentemente anche in questa situazione che dovrebbe consigliare di mettere da parte vecchie e stereotipate ideologie, per il bene supremo dei lavoratori e delle loro famiglie, qualcuno nella maggioranza guarda ancora al passato. Da questo incontro è venuto fuori un quadro estremamente preoccupante, poiché la situazione come tutti sappiamo è estremamente delicata, la paventata delocalizzazione della linea di produzione delle fette biscottate e del conseguente esubero di circa 70 operai dallo stabilimento di Petrignano, è solamente l’ultimo tassello di una politica produttiva quantomeno aleatoria da parte dell’azienda e non bastano di certo a rassicurare i lavoratori le promesse di “produzioni alternative” tutte da definire. D’altro canto anche il “caso Colussi” va ad inserirsi in un quadro Regionale e Nazionale già deteriorato per colpa di politiche suicide, che in questi ultimi anni hanno privilegiato il liberismo economico e quello finanziario fine a se stesso, piuttosto che incentivare e privilegiare politiche del lavoro e della produzione di beni reali. L’Umbria non fa eccezione purtroppo, anzi in questi ultimi anni è stata la regione in Italia ad avere perso più PIL ( -8.3 % nel 2016 – dati Eurostat ) e francamente le battute di qualche esponente politico del PD su economisti in erba non solo ci paiono fuori luogo ma anche di cattivo gusto ed ai 70 lavoratori della Colussi e alle loro famiglie, interessate dal provvedimento in questione, non fanno certo ridere. Per quanto in suo potere il Fronte Nazionale di Assisi farà il possibile e l’impossibile per aiutare prima di tutto le famiglie e i lavoratori colpiti dalle scelte liberiste della Colussi ed invita l’amministrazione Comunale di Assisi e la sua maggioranza a fare altrettanto anche in considerazione del fatto che dovrebbero avere l’incondizionato appoggio della dirigenza Regionale, che tento si è prodigata per loro alle recenti elezioni comunali. Roberto Pierotti Segretario Cittadino Fronte Nazionale Assisi

20/03/2017 11:54:27 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy