Cultura » Mostre Domenica 14 maggio torna ''Slow foot - camminata lenta'' da Uviano a Castiglione di Bocca Serriola, una giornata da vivere insieme tra storia e natura

Riceviamo e pubblichiamo Domenica 14 maggio torna “Slow foot - camminata lenta” Da Uviano a Castiglione di Bocca Serriola Una giornata da vivere insieme tra storia e natura     Un percorso storico-naturalistico alla scoperta del medioevo altotiberino fra architetture romaniche, chiese, mulini e siti fortificati. Domenica 14 maggio torna la seconda edizione annuale di “Slow foot”, la camminata lenta promossa da Altotevere senza frontiere Onlus. Dopo il successo delle precedenti edizioni, questa volta percorreremo uno dei principali itinerari di valico dell’Appennino umbro-marchigiano dal titolo “Da Uviano a Castiglione di Bocca Serriola”, immersi in un ambiente di straordinario valore paesaggistico, ricco di testimonianze storiche e architettoniche. Saremo accompagnati da Giovanni Cangi, esperto di storia e architettura del nostro territorio. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto per i progetti di beneficenza di Altotevere senza frontiere.     Il programma della giornata: ore 8.30 iscrizioni e partenza dal piazzale del ristorante “Il Grillo” (lungo la strada 257 Apecchiese) ore 9.30 sosta colazione a Uviano, visita alla chiesa di Santa Maria e al nucleo storico ore 10 prosecuzione del percorso e visita ai ruderi della chiesa di Sant’Andrea e sito fortificato di Coacri, mulino di Sessa, chiesa di Sant’Andrea e San Pietro di Sessa, avamposto fortificato di Caifirenze Ore 13.30 pranzo a Bocca Serriola (La Cima) e visita ai ruderi della rocca di Castelleone (Castiglione) Ore 17.30 circa rientro alle auto - La lunghezza del percorso è di 12 chilometri su strada sterrata. Si consigliano abiti sportivi e comodi. Difficoltà della camminata: media. I cani dovranno essere condotti al guinzaglio  - Quota di partecipazione (comprendente colazione, pranzo e percorso guidato): 12 euro. Bambini fino a dieci anni: 5 euro. - Prenotazioni e informazioni: ai numeri 3292055680, 3204223695 o alla mail info@altoteveresenzafrontiere.it. È gradita la prenotazione entro il 12 maggio. Tutte le info sul sito www.altoteveresenzafrontiere.it

08/05/2017 19:13:11

Cultura » Mostre Dal 13 maggio in mostra alla Rocca di Umbertide le opere della voce dei Nomadi Augusto Daolio

Riceviamo e pubblichiamo Prosegue la stagione espositiva alla Rocca di Umbertide. Sabato 13 maggio verrà infatti inaugurata la mostra "L'enigma delle ombre" di Augusto Daolio,visitabile fino al 4 giugno. Indimenticabile anima e voce dei Nomadi, Daolio non si è occupato soltanto di musica ma ha riversato la sua straripante voglia di vivere anche nella pittura e nella scultura. Il cantante - poeta di Novellara scomparso nel 1992 amava infatti disegnare e lo faceva ogni volta che riusciva a ritagliare un po' di tempo per sé; "E' la pittura che mi ha scelto - diceva - non sono io che ho scelto lei. Davanti ad un foglio bianco mi pongo come uno spettatore, di me stesso, del mio lavoro, di quello che sarà".   La mostra “L’enigma delle ombre”, curata dalla moglie di Augusto, Rosanna Fantuzzi, presidente dell’Associazione “Augusto per la Vita” , realtà impegnata nella promozione della ricerca in campo oncologico, presenta al pubblico i dipinti dell’artista e con loro, il mistero e la magia delle luci, l’enigma delle ombre, dei paesaggi sognanti di Augusto, la morbidezza delle raffigurazioni umane e naturali, che vengono “fabbricati” dall'artista partendo dall’osservazione e dal racconto visivo del bello, del giusto, del senso che ogni uomo trova nella natura e negli elementi che la costituiscono. La mostra sarà visitabile fino al 4 giugno tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 10,30 alle ore 12,30 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30.  

08/05/2017 19:01:52 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica M5S Umbertide: ''la promozione delle attività culturali è un’attività che alla nostra amministrazione proprio non riesce''

Riceviamo e pubblichiamo Teatro-teatrino “Finalmente le porte del Teatro dei Riuniti vengono riaperte alla cittadinanza.”  Questo sarebbe stato il titolo che avremmo voluto leggere sulle pagine della cronaca cittadina ma, purtroppo, la promozione delle attività culturali è un’attività che alla nostra amministrazione proprio non riesce.  Dopo aver pubblicato in ritardo il bando per la nuova assegnazione del teatro, facendo saltare l’intera stagione 2016/2017 ora, a bando concluso, con in mano da quasi 7 mesi (dal 31/10/2016) le manifestazioni di interesse dei candidati, da più di due la documentazione dei candidati ammessi e con la nomina della commissione di gara già ultimata, si sta aspettando ancora (inspiegabilmente) la conclusione dell’affidamento. Questa lentezza ingiustificata, oltre a tenere nel limbo i candidati, sta mettendo a serio rischio anche la prossima stagione teatrale le cui attività vanno pianificate con largo anticipo. Va definito il calendario, definiti gli spettacoli e ingaggiate le compagnie. Non è possibile arrivare a Maggio e non aver ancora una programmazione. Fa sorridere pensare come dopo tanti mesi non siano stati in grado di partorire una data per far riunire la commissione di gara quando già da inizio aprile si pubblicizzava pubblicamente la calendarizzazione della Festa de l’Unità. Ognuno ha le sue priorità.  

06/05/2017 12:44:02 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy