Cultura » Mostre SUCCESSO PER IL CONCERTO DI MARCO MASINI

Riceviamo e pubblichiamo Oltre 700 persone presenti al Pala Ioan per l'evento di beneficenza organizzato dal Kiwanis Club CITTA' DI CASTELLO – Oltre 700 persone per Marco Masini. L'evento, organizzato martedì 25 aprile dal Kiwanis Club tifernate con finalità benefiche, ha portato a Città di Castello i fans del cantautore fiorentino da tutta Italia: alcuni sono partiti da Torino, altri dalla Calabria, senza dimenticare chi ha lasciato addirittura la Sicilia per non perdersi il concerto «zero» del tour «Spostato di un secondo». Dal palco Marco Masini, al termine delle prime tre canzoni, ha voluto ringraziare “Tutta la città per l'ospitalità e per aver permesso di allestire qui la data “zero” del tour. Questa serata non è di beneficenza – ha aggiunto - ma è vero e proprio atto di amore verso i nostri amici in difficoltà, perché la devastazione non è solo quella delle case, non è solo quella che si vede all'esterno, ma c'è anche quella dentro, quella interiore. E grazie a voi si continua la ricostruzione». In prima fila le autorità coinvolte nel progetto del sodalizio guidato da Lucio Lelli: il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta e Nicola Alemanno, primo cittadino di Norcia a cui andrà l'intero ricavato della serata, assieme all'onorevole Catia Polidori, alcuni assessori nursini e tifernati con i rappresentanti del Kiwanis. Masini ha ripercorso oltre 25 anni di carriera musicale, spaziando dagli ultimi successi, come «Spostato di un secondo», brano presentato al festival di Sanremo, l'ultimo singolo «Tu non esisti» e i successi più noti del repertorio, con i fans in estasi quando ha intonato «Bella stronza» e «Vaffanculo». A fine spettacolo l'artista ha voluto ringraziare di persona i protagonisti di questa serata: il presidente del Kiwanis Club Città di Castello Lucio Lelli e i due sindaci Bacchetta e Alemanno. Il primo cittadino tifernate, complimentandosi per la performance, ha ribadito l'invito già proposto in conferenza stampa dall'assessore allo sport Massimo Massetti per organizzare una partita di calcio. «E' già in programma una sfida calcistica sempre a scopo benefico per gli amici di Norcia – ha annunciato il primo cittadino Bacchetta - a fine estate qui a Città di Castello tra la rappresentanza dell'Altotevere e quella nursina, ricordando che Alemanno è nella rosa della Nazionale di calcio dei sindaci»: l'auspicio è che all'evento partecipino anche alcuni cantanti che fanno parte della Nazionale Cantanti di cui Masini fa parte.   «Ringrazio tutti i tifernate per la sensibilità dimostrata nei confronti nei fratelli terremotati e tutti i soci del Kiwanis di Città di Castello e degli altri club dell'Umbria che si sono adoperati per la riuscita della serata - ha aggiunto il presidente Lelli – Un sentito ringraziamento da parte mia lo dedico alla Protezione Civile di Città di Castello nella persona del presidente Sandro Busatti; ai volontari della Croce Rossa Italiana che hanno assistito in modo impeccabile la serata; al Comune tifernate; a Sogepu nella persona del presidente Cristian Goracci e a Polisport con il presidente Angelo Monaldi, i cui dipendenti si sono adeguati alle esigenze organizzative dello spettacolo. Ringrazio anche l'hotel 'Il Boschetto' per l'ospitalità che ha riservato a Masini e al suo staff».  

26/04/2017 12:10:30 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Camminatura a Monte Acuto e Monte Corona domenica 30 aprile in occasione delle Giornate dedicate alla natura nelle aree protette Natura 2000

Riceviamo e pubblichiamo Domenica 30 aprile è in programma una giornata intera fra la cima di Monte Acuto e Monte Corona. La prenotazione è OBBLIGATORIA entro venerdì 28 aprile. La passeggiata fa parte di una tre giorni organizzata in collaborazione con l'Associazione Valle del Carpina. Sono giornate interamente dedicate alla natura, immersi nelle aree Natura 2000, protette dall'Unione Europea, più suggestive dell'Alta Umbria: - 29 aprile Zona Speciale di Conservazione dei Boschi di Pietralunga - 30 aprile Zona Speciale di Conservazione dei Monti Acuto e Corona - 1º maggio Zona Speciale di Conservazione Serre di Burano L’obiettivo dell’evento è quello di valorizzare il territorio e promuovere il turismo sostenibile nelle Aree Natura 2000 dell’Alta Umbria. Il ritrovo per la passeggiata del 30 aprile è previsto per le ore 9.00 alla Badia di Monte Corona (Umbertide). La prima tappa sarà la cima di Monte Acuto, passando per Cima Cerchiaia, poi attraverso il sentiero didattico si scenderà fino all'area pic-nic dove si pranzerà con carni alla griglia offerte dall'organizzazione. Dopo pranzo, la navetta ci trasferirà nell’antico borgo di Santa Giuliana e da lì si raggiungerà l'Eremo di Monte Corona. In cima, i Monaci di clausura di Betlemme ci accoglieranno e ci guideranno alla visita dell'Eremo.  Scenderemo a piedi lungo l'antica via della Mattonata fino a raggiungere la Badia ai piedi del Monte.  Raggiungeremo poi Mola Casanova dove si potrà visitare la centrale idroelettrica e ci si potrà rilassare nel giardino attrezzato. Il costo, comprensivo di pranzo e navetta, è di € 29,00. Per maggiori informazioni: info@molacasanova.it - www.molacasanova.it La lunghezza del percorso a piedi è di circa km 12, difficoltà (E) - dislivello 350 m Il rientro a Mola Casanova è previsto per le ore 17.00 circa. Si consiglia di indossare scarponcini da trekking e di portare k-way e acqua. La cima di Monte Acuto è spesso ventilata.    

25/04/2017 13:32:45 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Giovedì 27 aprile presentazione del libro “Il labirinto delle spie”

Riceviamo e pubblichiamo Giovedì 27 aprile alle ore 10.30, presso il Cinema Metropolis, verrà presentato il libro Il labirinto delle spie, L'OVRA, la guerra e l'antifascismo a Perugia e provincia (Morlacchi Editore), di Andrea Maori. A seguire ci sarà la proiezione del documentario" Memoria e storia della Brigata San Faustino", realizzato dai ragazzi del Campus “Leonardo Da Vinci” di Umbertide. L’evento è stato organizzato dalla Biblioteca comunale di Umbertide, dagli Amici della Biblioteca di Umbertide e dall’Istituto di istruzione superiore Campus Leonardo da Vinci di Umbertide, nell’ambito della nuova programmazione di appuntamenti per promuovere la lettura e i libri. Gli apparati informativi e repressivi del regime fascista vengono indagati da Andrea Maori in questo libro dedicato in modo particolare alla Provincia di Perugia e in generale all’Umbria. L’ approfondita ricerca archivistica svolta con il rigore dello storico e la passione del detective ha portato a risultati sorprendenti. Emerge una fotografia dettagliata della rete informativa del regime. Al centro dell’organizzazione di vigilanza e repressione stava l’OVRA.  In Umbria tutte le operazioni di questo organismo erano dirette dall’Ispettore Pasquale Andriani, capo della IV zona (Abruzzi, Marche, Umbria), uno dei protagonisti di questa ricerca. L’ OVRA agiva in stretto contatto con la Questura ma nella regione agivano anche il Servizio di informazione militare e gli uffici politici di investigazione presso le legazioni territoriali della milizia.  Tutti questi organismi si avvalevano della censura postale il cui funzionamento è esaminato nel libro. L’ Autore analizza i luoghi e le modalità della soppressione del dissenso; quindi giunge a noi una realtà in gran parte inesplorata e sorprendente che fotografa un mondo underground in parte inedito.  Il libro è arricchito inoltre da documentazione fotografica, da testimonianze dirette, un elenco degli informatori OVRA in Umbria e da un aggiornamento della lista dei confinati, ammoniti e diffidati dalla Commissione provinciale di Perugia per i provvedimenti di Polizia dal 1940 al 1943.  

25/04/2017 12:32:05 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy