Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''SULLA MOSCHEA L’ AMMINISTRAZIONE COMUNALE HA CALATO LE BRAGHE''

Riceviamo e pubblichiamo “Rispettare le diversità non significa rinunciare al confronto, alla trasparenza, alla valutazione degli effetti di medio e lungo periodo che scelte fondamentali possono determinare”. Per affrontare dunque in maniera seria e costruttiva il tema Moschea/Centro Culturale Islamico, spiegano i dirigenti di Umbertide cambia “è necessario ripartire da un punto di chiarezza e da una profonda analisi del fenomeno. Intanto il PD, che ha visto ad Umbertide una significativa partecipazione di votanti magrebini alle primarie per l’elezione del proprio segretario nazionale, oltre che esprimere un suo pensiero ufficiale, riconosca la mancanza di trasparenza e di responsabilità dell’ Amministrazione Comunale, a partire dal Sindaco Giulietti, che ha trattato l’evento come una semplice pratica edilizia, muovendo le carte in funzione delle volontà espresse dalla Associazione islamica. Il Sindaco Locchi, che ha sempre avallato l’operato della precedente Amministrazione, ci dica invece dove sono finiti i soldi della vendita del terreno destinati alla realizzazione della nuova serra per persone con disabilità. E’ in ogni caso necessario, a prescindere dalla provenienza, che vengano verificate con l’ausilio della Prefettura e della Guardia di Finanza le modalità di finanziamento della struttura, come da noi richiesto formalmente in Consiglio già dal 13 ottobre 2015, e che venga controllato il rispetto di ogni atto e norma urbanistica ed amministrativa che regola la materia, compreso il rispetto della destinazione d’uso del terreno, che non è a fini di culto, e la regolarità dei parcheggi. Perché una Amministrazione perde di credibilità se da una parte chiude gli occhi e dall’altra pone vincoli pregiudizialmente ostativi, come, ad esempio, nel caso del progetto Conad. Venga quindi immediatamente portato in Consiglio Comunale il patto di cittadinanza che si intende sottoscrivere con le comunità straniere, magari partendo dall’unica proposta formalmente presentata, la nostra, che si fonda su una base costituzionale, non su dispute religiose, e richiama al rispetto di diritti e doveri propri di una reale integrazione e di una condivisa partecipazione al bene della comunità, che superi l’attuale condizione di passiva convivenza. Vogliamo una volta in più ricordare – conclude Umbertide cambia - che queste riflessioni non sono estemporanee, ma tutte legate ad un percorso condotto pubblicamente ed in Consiglio Comunale, con tanto di documenti regolarmente bocciati dal Sindaco e dalla maggioranza. Se poi sulla questione lo stesso Sindaco oggi si sente “scaricato” dal suo stesso partito, che però non ha il coraggio di assumere una chiara presa di posizione, può rassegnare dignitose dimissioni. Anche in questo caso si andrebbe in direzione del bene comune”.                                                                                                                                                Umbertide cambia

09/06/2017 09:07:46 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica M5S Umbertide su finanziamenti moschea:''Perché non mostrare sin da subito la lista dei finanziatori?''

Riceviamo e pubblichiamo E PUR SI MUOVE! Dopo il servizio del programma di approfondimento del Tg4 che parla di possibili finanziamenti alla moschea di Umbertide dal Qatar, sono arrivate le smentite da parte dell'Imam dell'associazione islamica di Umbertide, il quale nega alcun legame con il Qatar, mentre afferma di aver fatto richiesta al Marocco dal quale per il momento non ha ricevuto alcuna risposta. Sostiene che finora i finanziamenti arrivano da donazioni locali o da moschee vicine. Ma allora perché non mostrare sin da subito la lista dei finanziatori visto le promesse di pubblicità fatte dallo stesso Imam in più occasioni e da più di un anno? Ottenere delucidazioni sull'origine dei finanziamenti è un atto dovuto nei confronti di tutta la cittadinanza e finalmente lo ha compreso anche il Sindaco che in una conferenza stampa, riportata dagli organi di informazione, ha dichiarato che "Al fine di tranquillizzare la popolazione circa la provenienza lecita dei denari a supporto della costruzione del centro culturale islamico di Umbertide, invito a fornire puntuale e dettagliata documentazione circa i finanziamenti dell'opera.” Continuando ''Se dall'analisi dei conti, emergeranno finanziamenti di provenienza sospetta, interverrò per sospendere il permesso di costruire, fino all'eventuale revoca''. E pur si muove avrebbe detto un noto scienziato pisano padre della scienza moderna. Noi diciamo solo che ci fa piacere, finalmente, che il Sindaco abbia preso questa posizione, che altro non è quello che sosteniamo da oltre un anno. In fondo solo un anno di ritardo è una velocità che non ci aspettavamo dal Pd. O forse è solo la posizione di una parte del Pd? A Umbertide è veramente difficile da capire.

08/06/2017 19:27:40 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Ruba in chiesa durante la messa del Santo Patrono, arrestata

I militari della Stazione di Bevagna, coadiuvati da personale della locale Polizia Municipale hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di una ragazza di Bevagna per furto con destrezza. I fatti sono accaduti durante le celebrazioni per il Santo Patrono all'interno della Chiesa di San Michele Arcangelo dove la ragazza, 33enne bevanate, approfittando della calca di fedeli formatasi all’interno della chiesa, è riuscita a mettere le mani nella borsa di una donna la quale, assorta nella funzione liturgica, non si è avveduta che la giovane era riuscita a prelevare il borsellino e prendere dal suo interno il contenuto in denaro per un ammontare di poche decine di euro. Il gesto però non è passato inosservato ad altri fedeli che hanno subito avvisato i Carabinieri ivi presenti per la celebrazione. Acquisita rapidamente la descrizione fisica della ragazza e compreso subito che si trattasse di persona già nota agli uffici, sono scattate le ricerche da parte dei militari e della Polizia Locale per le vie del centro. Ed infatti in pochi minuti la donna è stata intercettata in una zona prossima alla chiesa mentre tentava di confondersi fra la folla di fedeli, lì presente in attesa dell’inizio della Solenne Processione. La ragazza è stata quindi immediatamente bloccata dai Carabinieri e dal personale della locale Polizia Municipale ed è stata tratta in arresto con l’accusa di furto aggravato. La refurtiva invece, una banconota da venti euro, è stata immediatamente recuperata e restituita alla donna derubata. L’arresto della donna è stato convalidato il giorno seguente davanti al GIP del Tribunale di Spoleto.

08/06/2017 19:23:05 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Moschea Umbertide, il Sindaco Locchi:''Invito a fornire puntuale e dettagliata documentazione circa i finanziamenti dell'opera''

"Al fine di tranquillizzare la popolazione circa la provenienza lecita dei denari a supporto della costruzione del centro culturale islamico di Umbertide, invito a fornire puntuale e dettagliata documentazione circa i finanziamenti dell'opera. E' quanto dichiarato dal Sindaco di Umbertide Marco Locchi, in una conferenza stampa, riportata dagli organi di informazione. Il primo cittadino umbertidese afferma:''Se dall'analisi dei conti, emergeranno finanziamenti di provenienza sospetta, interverrò per sospendere il permesso di costruire, fino all'eventuale revoca''. Già nel gennaio scorso, il Sindaco Locchi aveva incontrato il Ministro dell'Interno Minniti:''Ho avuto un incontro diretto con il Ministro dell'Interno - spiega il Sindaco- al quale ho rappresentato l'esigenza di fare chiarezza su quattro punti: provenienza dei fondi per la costruzione dei centri islamici, utilizzo dell'arabo durante la preghiera, dimensione, formazione degli imam. Altri due incontri li ho avuti a Roma con il segretario del Ministro, Achille Passoni e con il sottosegretario Domenico Manzione''. ''Umbertide per questa vicenda è sotto tiro, a livello locale e nazionale. Mi trovo - continua Locchi - a dovermi fare carico da solo di tutta la questione, senza che nessuno, a livello locale e regionale, a livello politico e istituzionale, mi abbia dato il massimo supporto. Su questa vicenda, qualcuno del PD, del mio partito, intende dire qualcosa o lascia campo libero alle opposizioni? Faccio presente che  a Forlì il Sindaco PD inaugura la moschea con il plauso di tutto il partito locale. A ottobre sono stato accolto in Regione dalla terza commissione consiliare, non ho avuto riscontri. Ho chiesto - conclude il Sindaco - e chiedo al partito di intervenire sul piano politico e istituzionale, viste le posizioni prese dallo stesso a livello nazionale su questioni analoghe''.

08/06/2017 10:48:51 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Guasticchi:''Bisogna bloccare la costruzione della Moschea ad Umbertide''

Dalla sua pagina facebook, il Vicepresidente dell'Assemblea Legislativa dell'Umbria, Marco Vinicio Guasticchi, riguardo la notizia diffusa durante la trasmissione televisiva di Rete 4 ''Dalla vostra parte'', che parla di presunti finanziamenti da parte del Qatar alla costruzione della moschea di Umbertide, afferma: ''Bisogna bloccare la costruzione della Moschea ad Umbertide, dopo le inquietanti notizie apprese dal tg4. La continua reticenza da parte dell'Imam umbertidese sull'origine dei finanziamenti utilizzati per la moschea oggi, se confermata la notizia data ieri dal tg4, chiarirebbe molti dubbi. Infatti in tale servizio si evidenzia che la moschea umbertidese sarebbe finanziata dal Qatar e quindi da uno stato che finanzia il terrorismo dell'ISIS e di Al Qaida. Una notizia sconvolgente, ma che confermerebbe i dubbi da sempre palesati dal sottoscritto e dai tanti umbertidesi iscritti o simpatizzanti del PD. Troppa disinvoltura da parte della vecchia amministrazione su questa vicenda. Ora il sindaco Locchi tuteli la sua comunità attivando tutte quelle prerogative che sono di sua competenza per evitare gli sconquassi che tale notizia, se confermata, potrà generare. Locchi, dopo aver verificato la veridicità della notizia, mi auguro si rivolga al Ministero degli Interni per trovare una soluzione definitiva che garantisca la nostra comunità''.

07/06/2017 20:46:45 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy