Attualità » Primo piano Lunedì 5 giugno i Carabinieri festeggiano i 203 anni dalla fondazione

Avrà luogo domani, lunedì 5 giugno 2017, presso la “Caserma Garibaldi” in Corso Cavour 133 a  Perugia, la celebrazione per il 203° anniversario della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri. L'appuntamento nel cortile della caserma sede del Comando Legione Carabinieri Umbria è alle ore 10:15 con la rievocazione del Comandante della Legione Carabinieri, Generale di Brigata Francesco Benedetto, la consegna di ricompense ai militari particolarmente distintisi nell'attività di servizio ed, infine, un intervento dimostrativo da parte dell’Unità Artificieri del Comando Provinciale di Perugia. Alla cerimoniasaranno presenti le massime autorità civili, militari ed ecclesiastiche regionali, soci dell'Associazione Nazionale Carabinieri, il Co.Ba.R., rappresentanze delle varie associazioni combattentistiche e d'Arma e i gonfaloni della Città di Perugia, della Regione Umbria e della Provincia di Perugia. La fondazione dell'Arma dei Carabinieri risale al 13 luglio del 1814 con le Regie Patenti, promulgate da Vittorio Emanuele I, nascono i Carabinieri Reali, con la duplice funzione della difesa dello Stato e della tutela della sicurezza pubblica, con speciali doveri e prerogative. Da quel giorno sono passati 203 anni, che l’Arma dei Carabinieri ha vissuto da protagonista in tutti gli eventi che hanno caratterizzato la storia d’Italia, anche con la proiezione in molteplici impegni internazionali per la pace e la sicurezza in diversificate aree di crisi nelle quali, operando con impegno, senso del dovere, disciplina, tenacia, senso di giustizia, l’Arma svolge la sua diuturna attività. Analogamente, dall’Unità d’Italia ad oggi, l’Arma dei Carabinieri ha operato in Umbria, dove attualmente è presente  con le seguenti strutture: •    un Comando Legione,  cui risalgono la responsabilità della gestione del personale e le funzioni di direzione, di coordinamento e controllo dell’attività dei Comandi Provinciali; •    due Comandi Provinciali (Perugia e Terni), che hanno competenza sulla rispettiva provincia amministrativa ed esercitano le funzioni  di comando e controllo dei reparti dipendenti. Hanno la responsabilità dell’analisi e del raccordo delle attività operative e di contrasto della criminalità, condotte nella provincia anche dai reparti speciali. •    undici Comandi di Compagnia, che coordinano l’attività di un numero variabile di Stazioni ed hanno organi propri (Centrale Operativa e Nucleo Operativo e Radiomobile), che assicurano il pronto intervento nelle 24 ore e sviluppano autonome capacità operative di contrasto delle manifestazioni di criminalità a rilevanza locale; •    una Tenenza con sede a Norcia, alle dipendenze della Compagnia di Spoleto, che si occupa del controllo del territorio dell’omonimo Comune; •    95 Comandi Stazione con la responsabilità diretta del controllo del territorio e delle connesse attività istituzionali. Rappresentano, con la loro distribuzione capillare su tutto il territorio, la tradizionale vocazione di vicinanza alla popolazione, che caratterizza l’Arma dei Carabinieri sin dalla sua fondazione; •    un Nucleo Antisofisticazione con il compito specifico di tutelare la salute; •    un Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale con il compito specifico di tutelare l’ingente patrimonio culturale della Regione ; •    due Nuclei Ispettorato del Lavoro (Perugia e Terni), che si occupano della regolarità e sicurezza dei lavoratori, nonché dei luoghi di lavoro; •    una Sezione Anticrimine (articolazione del R.O.S.)  con compiti operativi di analisi e repressione di particolari fenomeni di criminalità organizzata, eversione e terrorismo.   La bicentenaria storia dell’Arma quest’anno si è ulteriormente arricchita, avendo assorbito il prestigioso Corpo Forestale dello Stato che, dal 1° gennaio 2017, in stretta discendenza del D. Lgs. N. 177 emanato lo scorso anno, costituisce parte integrante dei ranghi della “Benemerita”.  A seguito della disposizione normativa sopra richiamata, a livello nazionale circa 8.000 appartenenti all’ex Corpo Forestale dello Stato sono stati incorporati nell’Arma dei Carabinieri, confluendo in un nuovo comando di alto livello, costituito all’uopo e denominato “Comando Unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare”, riconfigurato dal 1° giugno ed articolato su un Comando per la Tutela Forestale, un Comando per la Tutela delle Biodiversità e Parchi, un  Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari  e un Comando per la Tutela dell’Ambiente, da cui dipende il Nucleo Operativo Ecologico di Perugia che opera, su tutto il territorio regionale, per il contrasto dei reati in materia ambientale. Con tale provvedimento è stata costituita un’organizzazione operativa altamente specializzata nei settori di specifica competenza, capace di valorizzare appieno, grazie ad una proficua sintesi sinergica, preziose professionalità seppure di provenienza e formazione diverse. Il già articolato dispositivo dell’Arma dei Carabinieri, caratterizzatosi da sempre per la capillare punteggiatura sul territorio nazionale fondata, principalmente, sull’attività di Compagnie, Tenenze e Stazioni, si è così arricchito, per quanto concerne la Regione Umbria, di ulteriori 240 appartenenti all’ex “Corpo Forestale dello Stato”, che oggi fanno capo al Comando Regione Carabinieri Forestale Umbria, articolato su due Comandi Gruppo a livello provinciale (Perugia e Terni) e nr. 34 Stazioni Carabinieri Forestali (13 nella provincia di Perugia ed 11 in quella di Terni), alle quali si aggiungono il Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Assisi, da cui dipende il Nucleo Carabinieri Tutela della Biodiversità di Formichella-Orvieto, e la Stazione Carabinieri Parco Nazionale dei “Monti Sibillini” di Norcia. Tale patrimonio di conoscenze e competenze integra, quindi, in maniera assolutamente complementare e simbiotica l’attività preventiva e repressiva già svolta dai Reparti Territoriali e Speciali dell’Arma dei Carabinieri, estendendo in maniera significativa il campo di intervento in particolare nei settori forestale, ambientale ed agroalimentare.

04/06/2017 12:48:38 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Basket: Serventi lascia Umbertide dopo nove stagioni

Dopo nove anni pieni di successi, coach Lorenzo ''Lollo'' Serventi lascia Umbertide. Il coach reggiano ha voluto salutare così la sua città di adozione con un post sui social: ''Ciao Umbertide è arrivato purtroppo il momento di salutarti,9 anni vissuti intensamente anche tra tante difficoltà e incomprensioni ma 9 anni per me meravigliosi, unici e indimenticabili.Mi hai dato tanto amore,ti ho dato tutto me stesso, abbiamo condiviso tante battaglie, a volte vinte a volte perse,senza arrenderci mai e tutto questo grazie ai tuoi splendidi tifosi unici , per me immortali che mi hanno voluto tanto bene e che non scorderai MAI, senza di loro, anche quelli che non mi hanno apprezzato,non avremmo avuto la forza di rialzarci sempre come abbiamo fatto.Umbertide grazie a te ho apprezzato questa regione e questa magnifica terra, e ti dirò di più, mi hai fatto diventare una persona migliore;TI porterò, assieme ai tuoi e se me lo concedi anche ai miei tifosi speciali e IMMORTALI, sempre nel mio cuore,sempre e ovunque con me.In questo mio giorno di grande dolore ti auguro il meglio Umbertide, ti auguro di rialzarti sempre ad ogni caduta come hai fatto sempre con me, perché Tu e i nostri Immortali andate sempre trattati con grande Cura, ti stringo forte a me ancora per una volta mentre sento l'odore della nostra palestra forse brutta ma per me fantastica ed emozionante ogni volta in cui ci sono entrato, ti mando un bacio grande grande perché mi mancherai tanto non sai quanto non sai quanto , con affetto e amore, TUO per sempre Lollo''.  

02/06/2017 12:20:14 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Umbra Acque a Città di Castello: File interminabili, cittadini furiosi perché lo sportello informativo è aperto solo poche ore alla settimana

Riceviamo e pubblichiamo La Lega Nord tuona “Il consiglio approvò la nostra mozione nove mesi fa, ma da allora solo flebili rimostranze” “Lunghe file ad Umbra Acque: cittadini furiosi per bollette salate arrivate in ritardo chiedono spiegazioni, ma lo sportello di informazione non prolunga l’orario di apertura. Il responsabile di un simile disservizio è l’amministrazione comunale tifernate che, in questi mesi, non ha preteso  in qualità di socio, il prolungamento dell’orario di apertura dello sportello cittadino, alle 40 ore settimanali come deciso dal consiglio su proposta della Lega Nord, ma si è semplicemente limitata a fare solo deboli rimostranze”. Dura la presa di posizione dei consiglieri comunali del Carroccio, Riccardo Augusto Marchetti e Valerio Mancini che continuano: “Le lunghe file e le giustificate proteste degli utenti erano più che prevedibili da Umbra Acque visto la mancata emissione di bollette da diverso tempo e allora perché non prolungare l’orario di apertura al pubblico o aumentare, seppur provvisoriamente, il personale così da far fronte alle sollecitazioni di numerosi cittadini? Purtroppo la lungimiranza non è dote di tutti. Dal canto suo l’amministrazione comunale poteva recarsi allo sportello informativo e accogliere le istanze dei cittadini giustamente infuriati, come invece ha fatto la Lega Nord in un recente sopralluogo(31 Maggio ndr): forse alla Giunta Bacchetta più che dei disservizi dei cittadini, interessa non disturbare le poltrone romane e perugine. Se la Lega Nord fosse al governo di questa splendida città – precisano i due leghisti – faremmo tutto il possibile per uscire da Umbra Acque e riprenderci il servizio idrico, perché in questi anni di investimenti ne abbiamo visti davvero pochi, in compenso le bollette si sono gonfiate a dismisura così come lo stipendio di qualche inutile dirigente. Sulla questione la Lega Nord ha le idee ben chiare: lasciare ai Sindaci la libertà di decidere se privatizzare o meno il servizio idrico, anche se, visti i risultati di Umbra Acque ed annessi, siamo davvero stanchi. Ci auguriamo che l’amministrazione comunale riesca ad ottenere il prolungamento dell’orario di apertura dello sportello informativo – concludono Marchetti e Mancini - perché se così non sarà, presenteremo una mozione per uscire da questo inutile carrozzone, certi del supporto di tanti cittadini e di altre forze politiche”    

02/06/2017 12:16:00 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Sabato 3 giugno presentazione del libro che racconta la storia della Colonia di Preggio

Si terrà sabato 3 giugno a Preggio la presentazione del libro “La Colonia di Preggio. I bambini del Collegio raccontano. 1949-1960” edito da Gruppo editoriale locale, che racconta la storia della Colonia Madonna delle Grazie che ospitava circa 80 bambini all'anno, orfani bisognosi di istruzione, provenienti dall'Umbria e dalle regioni limitrofe. Nel 1951, dopo l'alluvione che devastò il Polesine, arrivarono a Preggio anche i bambini sfollati di Adria che nella piccola frazione umbertidese trovarono non solo una nuova casa e una nuova scuola ma soprattutto tanto affetto e protezione; a seguito di tale evento, nel 1955 venne in visita a Preggio addirittura Papa Roncalli, allora patriarca di Venezia, per ringraziare i preggesi dell'ospitalità offerta ai bambini del Polesine. Bambini che, dopo tanti anni si sono ritrovati a Preggio e hanno voluto raccontare la loro esperienza in un libro, fortemente voluto dalla Pro loco di Preggio e curato dal suo presidente Alberto Bufali. La cerimonia di presentazione si terrà sabato 3 giugno alle ore 17 presso la Chiesa della Madonna delle Grazie; prima, alle ore 16 si terrà una rappresentazione teatrale e performance musicale, dal titolo “Alla scoperta del carro d'oro di Annibale”, a cura dei bambini della scuola Anna Frank di Verna del II Circolo didattico di Umbertide e della scuola dell'infanzia e primaria di Lisciano Niccone, in collaborazione con i musicisti Francesca Boccacci ed Eolo Pignattini. Alla presentazione del libro, affidata alla prof.ssa Gabriella Vignoli, interverranno il vescovo ausiliare della Diocesi di Perugia Paolo Giulietti, il sindaco di Umbertide Marco Locchi, la dirigente del II Circolo didattico di Umbertide Angela Monaldi, la presidente dell'Unicef Umbria Iva Caterinelli, il presidente della Pro loco di Preggio Alberto Bufali e il presidente del Comitato ex bambini della Colonia Oscar Marta. Al termine della presentazione, alle ore 18 sarà offerto uno spuntino con prodotti locali agli alunni delle scuole mentre alle ore 20 sarà possibile partecipare alla cena organizzata presso l'Agriturismo Bellona. 

01/06/2017 16:41:34 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Tante proposte per il rilancio della cultura all'iniziativa ''Do it yourself?''

Si è tenuto presso la Sala musica del Centro San Francesco l’incontro “Do it yourself? Proposte per l’economia della cultura”, organizzato dal Forum Cultura e dall’associazione culturale St.Art. Scopo dell'iniziativa riflettere sui nuovi modelli di economia della cultura, a partire dalle esperienze delle associazioni culturali e giovanili, raccontate dagli operatori del settore nel territorio umbro. L'incontro è stato aperto dai saluti del sindaco Marco Locchi dopodiché sono intervenuti Angela Giorgi (associazione culturale St.Art), Marco Violini (Forum Cultura), Luca Benni (Cinema Metropolis, To Lose La Track), Giampiero Stramaccia (Dancity), Aimone Romizi (Roghers, L'Umbria che Spacca), Jacopo Cardinali (Riverock), Federico Madolini (Ephebia) e Giovanni Tarpani, comunicatore di esperienza ultradecennale nel settore culturale. “E' stata l'occasione per parlare di cultura e di come questa possa convivere con l'economia fino a diventare un volano di sviluppo del territorio – ha affermato il sindaco Locchi - Individuare nuovi modelli di economia della cultura può portare ad una ripresa e ad un rilancio della cultura stessa; è questa la scommessa del nostro Paese che, anche in momenti di crisi, può e deve puntare sulle ricchezze in campo culturale. Ad oggi sono tante le associazioni che anche nel nostro territorio sono impegnate a diffondere un nuovo modello di economia della cultura ed è compito delle Istituzioni promuovere occasioni di incontro, favorire la nascita di partnership pubblico-privato, e programmare interventi volti a valorizzare il nostro patrimonio culturale”. 

01/06/2017 13:39:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Umbertide: servizi comunali per la prima infanzia, dal 1° giugno al via le domande di iscrizione

L'Ufficio Servizi scolastici del Comune di Umbertide informa che dal 1 al 30 giugno è possibile presentare la domanda di iscrizione al nido d'infanzia comunale e al centro bambini comunale per l'anno educativo 2017/2018. La domanda deve essere presentata presso l'Ufficio Protocollo dell’Ente.   “Quelli della Prima infanzia sono servizi fondamentali verso i quali l’Amministrazione Comunale ha sempre posto la massima attenzione e ciò è dimostrato dal fatto che anche per quest’anno abbiamo deciso di mantenere invariate le tariffe – ha affermato l’assessore all’Istruzione Cinzia Montanucci – Offrire alle famiglie umbertidesi un ampio ventaglio di possibilità per la gestione dei propri figli è senza dubbio un segnale importante di attenzione verso la comunità”. Le famiglie interessate ai Servizi comunali per la prima infanzia possono ritirare l’apposito modello di domanda presso l'Ufficio Istruzione del Comune (2° piano della Residenza comunale) o scaricarlo dal sito istituzionale dell’Ente www.comune.umbertide.pg.it (sezione servizi e uffici/procedimenti e modulistica/servizi scolastici). Le domande di iscrizione pervenute in tempo utile saranno poi collocate in tre distinte graduatorie (piccoli, medi e grandi), strutturate secondo i criteri fissati dal Regolamento comunale che tengono conto delle condizioni economiche delle famiglie, della composizione del nucleo familiare e della condizione lavorativa dei genitori. I posti disponibili verranno assegnati per scorrimento sulla base delle graduatorie formulate. Ulteriori informazioni potranno essere richieste al personale dell'Ufficio Istruzione aperto nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e di martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.30 (tel. 075 9419225-224).  

01/06/2017 13:33:06 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy