Attualità » Primo piano Umbertide: il sindaco Locchi in visita alla Sca Componenti e al Gruppo Tiberina

Riceviamo e pubblichiamo Il sindaco di Umbertide Marco Locchi nel suo tour finalizzato a conoscere più da vicino il tessuto economico – produttivo umbertidese, facendo anche i raffronti rispetto agli anni precedenti, ha visitato nei giorni scorsi la Sca Componenti e il Gruppo Tiberina. Sca Componenti, una dinamica azienda metalmeccanica nata nel 1995, che oggi, oltre ai soci titolari, conta 32 dipendenti esperti e qualificati, più diversi lavoratori interinali ed è in grado di garantire al cliente la realizzazione di una commessa di qualità in ogni sua fase. Locchi è stato accolto con grande cordialità dai titolari i quali hanno illustrato la situazione attuale dell’attività aziendale, portando poi il Sindaco a visitare i vari reparti produttivi. Nonostante la crisi che ha interessato e interessa tuttora il nostro Paese e il mondo intero, l'azienda ha saputo superare la difficile congiuntura economica senza dover ricorrere mai ad alcun genere di ammortizzatore sociale. Vanta tra i suoi clienti grandi aziende metalmeccaniche del territorio come Promatec, Terex, Proma, Faist, Modulo, Erreppi, Emu Group, oltre a Knorr Bremse e Lasim. Tutte aziende molto solide che garantiscono un importante indotto locale con consegne immediate. Ciò che differenzia la capacità produttiva della Sca Componenti da altre aziende del settore è la possibilità di fornire prodotti finiti in tempi brevi, gestendo all’interno della propria produzione l’intera commessa: dal taglio laser, pressopiegatrici, saldaturici, puntatrici, presse per stampaggio a freddo della lamiere e impianto di vibrofinitura, avvalendosi esternamente di trattamentisti. Il Sindaco si è complimentato con i titolari per gli ottimi risultati conseguiti ed ha augurato loro di proseguire su questa strada per il bene dell’azienda e di tutta la collettività umbertidese. Sempre negli scorsi giorni il sindaco ha visitato anche la sede del Gruppo Tiberina ad Umbertide del quale fa parte anche la più conosciuta Metalmeccanica Tiberina. Dall’attività familiare nata nei primi anni ’60, oggi il Gruppo Tiberina è diventato un importante gruppo industriale anche a livello internazionale nel settore dell’automotive. Conta oltre 3.000 dipendenti sparsi tra le aziende italiane e quelle nel resto del mondo. Durante l’incontro con il Sindaco, gli amministratori presenti hanno voluto sottolineare il buon andamento attuale dell’attività che ha sempre i suoi cardini nell’organizzazione aziendale, nell’innovazione costante e nella massima attenzione al capitale umano. Hanno ricordato inoltre che nel bacino di Umbertide la holding occupa circa 550 lavoratori e gli stabilimenti nella nostra città sono tutti dotati di alta tecnologia, in grado di far uscire prodotti di altissima qualità, garanzia questa di sempre maggiori commesse. Per raggiungere questi obiettivi, l’azienda presta la massima attenzione alle capacità professionali dei propri dipendenti. Al riguardo hanno voluto rimarcare che l’anno scorso sono state dedicate 2.500 ore per corsi di aggiornamento. In particolare, si realizzano ad Umbertide i bracci oscillanti sospensioni monoguscio e biguscio e altri componenti di sicurezza per le autovetture, che in passato erano realizzati in ghisa, mentre oggi, con attrezzature all’avanguardia, vengono realizzati in acciaio ultra altoresistenziale di ultima generazione. Il Sindaco ha espresso grande soddisfazione per le ottime notizie sull’andamento del gruppo umbertidese che, con la sua attività, garantisce un importante indotto locale in grado di mantenere alti livelli occupazionali. Si tratta di un fiore all’occhiello della nostra città che si è sviluppato nel tempo e che oggi costituisce la spina dorsale dell’ economia locale. Tutto questo è stato possibile per la grande capacità imprenditoriale dei dirigenti del gruppo che hanno saputo e sanno stare al passo con i tempi, facendo dell’innovazione continua il cardine della loro attività.  

21/04/2017 12:45:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica M5S Umbertide:''L'AMMINISTRAZIONE DELLE CHIACCHIERE''

Riceviamo e pubblichiamo L'episodio criminoso avvenuto lo scorso sabato notte impone una seria riflessione. È possibile non essersi accorti di quanto avveniva nella nostra città e nel territorio circostante? O forse è più corretto dire che per troppo tempo si è preferito non prendere atto di quanto accadeva? L'immagine idilliaca della nostra città, e della nostra regione in senso più ampio, quale territorio immune da qualsiasi tipo di infiltrazione è certamente un lontano retaggio, dobbiamo certamente allontanare questa visione di pace francescana e di terra libera, la sparatoria al parco Ranieri ha dimostrato tutt'altro. Smettiamola con le solite frasi di circostanza, siamo tutti rammaricati e profondamente scossi, ma questo non basta. Non bastano più le solite frasi da parte di chi questo Comune lo ha governato per molti anni a ricordare che occorrono controlli più frequenti e che occorre garantire sicurezza alle famiglie e ai nostri figli. Questo lo sappiamo e lo chiediamo già da tempo. Le testimonianze di alcuni residenti definiscono “la zona della Pineta Ranieri una centrale di spaccio e delinquenza” e che più volte avevano denunciato lo stato in cui versava. La sparatoria è stato un fatto gravissimo, il culmine di una piccola serie di eventi che nel corso di questi ultimi anni si sono susseguiti e che lasciavano intuire quanto Umbertide fosse ormai lontana dalla caratteristica di città tranquilla (la zona ex Fornace è stata protagonista di atti vandalici e occupata abusivamente, l'accoltellamento avvenuto la notte di capodanno, nel 2015 ci furono diversi arresti che evidenziavano l’esistenza di una rete di spaccio messa in piedi ad Umbertide ed in altri centri dell’Alto Tevere, senza dimenticarsi dei furti negli appartamenti). Oggi come allora si continua a parlare di incontri con Prefetto e Questore, nel frattempo? I presidi della Polizia municipale e delle forze dell'ordine che vediamo in questi giorni non debbono essere occasionali, legati all'attuale contingenza. Abbiamo un corpo di polizia locale, che venga dunque incrementata la sua presenza, si controlli sistematicamente ogni spazio di questo Comune. Serve a poco investire in telecamere se non seguono altre azioni tangibili; servono azioni preventive concrete, non azioni pensate come deterrenti che di deterrente non hanno nulla se non la possibilità di cercare di ricostruire un fatto dopo che è già avvenuto. Ci sia un monitoraggio costante del territorio sviluppando un’azione sinergica tra Polizia Municipale e carabinieri: controlli presso cantieri edili e verifiche relative a locazioni immobiliari, solo per citarne alcuni. Nello svolgimento delle mansioni d’ufficio della Polizia Municipale andrebbe affiancato un impiegato comunale ad un agente così che il maggior numero possibile di agenti sia presente sul territorio, bisogna rendere inoltre più efficiente il servizio di comunicazione con la polizia municipale per segnalazioni in tempo reale. Potenziare quindi il ruolo della nostra polizia municipale in quanto è l'organo locale di controllo chiamato a far rispettare la legalità, a salvaguardare la sicurezza della cittadinanza e del territorio, nell'attesa che arrivino rinforzi da altre parti e nell'attesa che si riesca ad ottenere una nuova caserma dei carabinieri. Una presenza costante del nostro corpo di polizia all'interno del territorio è già un deterrente per la criminalità, perché un paese senza controllo, non monitorato, dà spazio a qualsiasi azione di illegalità.

21/04/2017 10:33:50 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Raccordi Contemporary Dance: la giovane danza contemporanea va in scena al Teatro San Fedele di Montone

Riceviamo e pubblichiamo Sarà il Teatro San Fedele di Montone ad ospitare il prossimo 23 aprile, a partire dalle ore 18, Raccordi Contemporary Dance, rassegna dedicata alla giovane danza contemporanea italiana giunta alla VIII edizione, voluta ed organizzata dal Centro Studi Danza di Umbertide e Tree Events in collaborazione con l'Accademia dei Riuniti e, da quest'anno, con l'Associazione Culturale Residenze Instabili di Montone. Direzione artistica affidata, come di consueto, alla coreografa e docente internazionale Alessia Gatta, direzione tecnica a cura di Fabio Galeotti. Nata e cresciuta come piattaforma che vede protagonisti sul palcoscenico compagnie del panorama nazionale ed internazionale, Raccordi propone un punto di incontro tra le diverse strade (raccordi) che convergono nella direzione dell'arte, nello specifico della danza. Due le performance in scena Il Corpo - Esibizione degli allievi del laboratorio di sperimentazione e ricerca gestuale, volto a creare un connubio di tecnica, stile e creatività, tenuto da Alessia Gatta presso il CSD diretto da Maria Paola Fiorucci. Interpreti Letizia Bargelli, Sara Bonucci, Aurora Carlini, Chiara Fiorucci, Lucia Fonti, Giulia Giammarioli, Vanessa Mattei Scarpaccini, Maria Vittoria Pazzaglia, Eleonora Rossi, Lisa Sponticcia, coreografia di Alessia Gatta, disegno luci Fabio Galeotti. "Il corpo è cosciente. Il corpo è territorio del dire. Il corpo è luogo del fare". ÓSEMÁN - La poetica delle opere di Magritte e Chagall ispirano ÓSEMÁN, che in persiano vuol dire “il cielo”, uno spettacolo che nasce da una riflessione sulla luna blu, lo straordinario accadimento astronomico durante il quale si assiste al sorgere di due lune piene nell’arco di un solo mese. Alcuni incontri nella vita sono rari quanto la luna blu, e straordinaria è allo stesso modo la capacità degli esseri umani di provare un amore che sia puro ed incondizionato, frutto di una scelta libera, incurante delle rinunce o delle circostanze imposte dal destino. Un amore che per la maggior parte del tempo fluttua sulle nostre teste e che qualche volta, per caso, ci capita di vedere quando alziamo gli occhi al cielo. Un amore che è come una nuvola, che rincorriamo e tentiamo di afferrare o anche solo di toccare con un dito. E così in ÓSEMÁN, la danza diventa a tratti docile e a tratti irruente, proprio come la nostra corsa dietro alla nuvola che si adegua ai percorsi e a i mondi da attraversare; il suo linguaggio fatto di piccoli movimenti e gesti, minuziosi dettagli e sfumature che hanno dello straordinario diviene eloquente e coglie in una esperienza unica il romanticismo e il sapore amaro dell’oblio. ÓSEMÁN racconta un momento in cui l'amore ci chiama a danzare, pullulanti, caldi, violenti e audaci, sotto un cielo in tempesta. Coreografia e regia di Afshin Varjavandi, danzatori performer Luca Calderini, Mattia Maiotti, Jenny Mattaioli, Elia Pangaro, Debora Renzi, disegno luci di Fabio Galeotti, suono Nicola Fumo Frattegiani, fotografia Costanza Coloni, ringraziamenti centroDanza spazio performativo - LaMaMa Umbria International - LaMaMa etc. NY=. Costo del biglietto di ingresso euro 12 (ridotto euro 9 sotto i 18 anni, over 65 anni e allievi delle scuole di danza). Informazioni e prevendite: 075.9411317 - 340.0959352 - info@csdumbertide.com Ufficio stampa Centro Studi Danza Francesca Cecchini 328.2334319 – fracecchini72@libero.it  

21/04/2017 10:25:49 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Lions Club Umbertide: ''Sulla strada della solidarietà'' Auto e moto storiche, raccolta fondi pro terremoto

Riceviamo e pubblichiamo Cari amici, nell’ambito della IX Circoscrizione del Distretto 108L, il Lions Club di Umbertide, in Interclub con i Club di Città di Castello, Gubbio, Montone e Città di Castello Tiferno della zona A e Gualdo Tadino Nocera Umbra della zona D, organizza per Domenica 23 Aprile la manifestazione:  “Sulla strada della solidarietà” - Auto e moto storiche - raccolta fondi pro terremoto. Alla manifestazione hanno dato il patrocinio i Comuni di Umbertide, Gualdo Tadino e Montone, l’ Associazione Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria, l’Autocarrozzeria Grifo di Perugia, nonché alcuni prestigiosi Club di veicoli d’epoca, a due e quattro ruote, quali: Gubbio Motori, Vespa Club Gubbio, Auto Moto Storiche Alto Tevere, Vespa Club Umbertide, che parteciperanno con i loro associati. Sarà presente all’evento anche il Maserati Club Italia. L'iniziativa vuole essere un ulteriore contributo dei Club promotori alla raccolta fondi da destinare alla popolazione di Norcia, duramente colpita dai recenti eventi sismici. Con lo stesso spirito di solidarietà che ha contraddistinto il recentissimo e magnificamente riuscito LIONS DAY NORCIA, del 2 Aprile, a nome dei Presdenti dei Clubs organizzatori, oltre ad ivitarVi a partecipare, spero che l'evento possa essere di interesse ed avere spazio per essere pubblicato. La manifestazione, con le auto di oggi e di ieri, muoverà da Umbertide, nello spazio antistante la Rocca, per giungere a Gualdo Tadino dove è prevista, per chi lo vorrà, una visita guidata alla Rocca Flea. INSOMMA DA ROCCA a ROCCA!!! e FORZA NORCIA!!! Il tutto si concluderà con una conviviale, durante il quale saranno previsti dei momenti ludici per favorire gesti di generosità da parte dei partecipanti. Un caro saluto Raffaello Agea

20/04/2017 19:13:49 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy