Cultura » Mostre Nuovo doppio successo per la scuola ''Novamusica'' di Sansepolcro

Riceviamo e pubblichiamo Un nuovo doppio successo per la scuola di musica Novamusica dopo che la settimana passata, il gruppo da camera "Sestetto Novamusica" di Sansepolcro si è aggiudicato il premio Internazionale ''Città di Bettona'', altri due allievi sono stati premiati nelle rispettive discipline. Il piccolo Giacomo Carbonaro di soli 11 anni ha infatti incantato la giuria del concorso Musicale Nazionale "Note nel Borgo dell'Angelo" 2017, presieduta dal Maestro Alfredo Santoloci direttore del conservatorio Santa Cecilia di Roma. Il giovane violinista, seguito dalla docente Laureta Cuku presso la sede Novamusica di Sansepolcro ha conseguito un punteggio molto elevato e invidiabile per la sua età, 94/100, vincendo dunque il premio. La IV edizione si è tenuta come di consueto nel bellissimo borgo di Boville Enrica in provincia di Frosinone il cui pubblico è stato letteralmente incantato dal virtuosismo del giovanissimo Giacomo. A lui e alla maestra vanno i complimenti di tutto il corpo docenti della scuola. Un altro riconoscimento è arrivato al cantante Filippo Foni della classe di canto con metodo Voice Craft del maestro Diego Rossi nella sede di Città di Castello che dopo alcuni mesi di lunga battaglia con bravissimi concorrenti ha vinto la seconda edizione di The Jack il talent show di Sansepolcro sbaragliando la concorrenza. Sulle sue doti canore hanno convenuto sia il pubblico, che ha presenziato alla serata conclusiva, che le due giurie, quella della stampa e quella degli esperti. Nella serata finale l'artista biturgense ha dato il meglio di sé in particolare con due brani: "Tra le mie parole", scritto per lui dalla brava Laura Polverini, e uno straordinario "Miserere"  interpretato assieme a Federico Savini. Filippo Foni durante il contest è stato seguito dalla bravissima Laura Polverini e dal tutor Lodovico Rossi. 

15/05/2017 20:50:42 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''DA UN SINDACO CI ASPETTIAMO MENO DENIGRAZIONE E PIU’ RISPOSTE CONCRETE''

Riceviamo e pubblichiamo “Rispetto. Ci vuole rispetto, egregio Sindaco, per i cittadini. Sbeffeggiare o svuotare l’impegno di chi ha partecipato ad una libera e spontanea manifestazione popolare, tradisce un atteggiamento sprezzante per la democrazia e sa anche di insulto morale. Morale, peggio ancora di quello materiale”. Così Umbertide cambia replica alle affermazioni del Sindaco di Umbertide avanzate circa la fiaccolata per la sicurezza di venerdi scorso, aggiungendo che “non è più arroganza del potere, ma solitudine del potere, quella stessa da Lei plasticamente rappresentata. Solo senza Giunta e senza partito. Solo e abbandonato dalla Sua stessa maggioranza, senza nemmeno il conforto delle duecento persone che Lei non ha voluto ascoltare e ringraziare per il contributo che hanno dato alla crescita democratica e alla qualità della vita della città. Non si preoccupi, ci pensiamo noi, al Suo posto, a ringraziarle”. “Piuttosto che denigrazione – aggiungono da Umbertide cambia – ci dica esattamente quali, tra le proposte avanzate sono già state realizzate: dotare le forze dell’ordine dei mezzi necessari alla tutela della cittadinanza, riconvertire le zone di degrado urbano, rafforzare le politiche di quartiere per favorire il controllo di vicinato, istituire il Consiglio cittadino delle comunità diverse dall’italiana come interfaccia di collaborazione con Forze dell’Ordine e Amministrazione, sottoscrivere quel Patto di cittadinanza con i gestori della Moschea che abbiamo portato in Consiglio Comunale e che aspettiamo da anni, dotare di risorse umane e strumenti la locale Stazione dei Carabinieri e costruire una nuova caserma, ripensare e potenziare il ruolo della polizia municipale, integrare le azioni di controllo e repressione con l’aliquota regionale del reparto Carabinieri prevenzione crimine Umbria-Marche, sottoscrivere con la Prefettura un patto per l’attuazione di misure di sicurezza urbana, anche al fine di favorire una sistematica verifica da parte delle Istituzioni delle presenze e combattere il lavoro nero. Su tutto ciò vorremmo confrontarci con l’Amministrazione e le altre forze politiche, consapevoli che l’impegno per la sicurezza deve essere una costante e non uno spot e che mai la partita sarà definitivamente vinta. Ma proprio per questo dobbiamo essere quanto mai liberi, forti, uniti e determinati”. Umbertide cambia      

15/05/2017 15:14:08 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy