Notizie » Politica M5S Umbertide su nuovo regolamento di polizia urbana

Riceviamo e pubblichiamo    Nell'ultimo consiglio comunale del 2015 venne approvato all'unanimità un nostro ordine del giorno che prevedeva la stesura di un nuovo regolamento di polizia urbana poiché quello che era in vigore risaliva al 1931. Il regolamento corrente era lontano dalle esigenze attuali ed in forte contrasto con queste, basti pensare che veniva vietata persino la raccolta porta a porta, a meno che non fossero venuti a prendere i nostri secchi suonando una trombetta. Ci era apparso più che sensato richiedere un nuovo regolamento soprattutto in virtù delle diverse e complesse funzioni ad essa assegnate. Dopo un anno e mezzo dalla nostra proposta, nell'ultimo consiglio comunale è stato approvato (dalla sola maggioranza) il nuovo regolamento. Ogni nostro tentativo di intervenire sul documento è stato respinto, nonostante i vari passaggi in commissione (ben tre), ci siamo sempre trovati con un testo preconfezionato, già pronto. La solita amministrazione che predica bene e razzola male, sempre pronti a parlare di partecipazione durante le campagne elettorali, ma che poi è sorda a tutte le istanze. Pertanto sentire durante il consiglio l'Assessore Leonardi affermare che il regolamento è stato un atto di condivisione lascia veramente perplessi. Ci chiediamo se la stessa sorte di “non condivisione” spetterà al regolamento per contrastare il fenomeno di diffusione delle “slot machines” e “video poker”, che abbiamo depositato a gennaio e che fa seguito all'approvazione il 22 settembre scorso di un nostro ordine del giorno.  

29/05/2017 12:07:25 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica MANCINI (LN) SUL FUTURO DEL VECCHIO OSPEDALE A CITTA’ DI CASTELLO

Riceviamo e pubblichiamo “LA CITTA’ DELLA SALUTE E’ UN’OPPORTUNITA’ PER IL COMUNE. PORTA OCCUPAZIONE, RIVITALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO ED INCREMENTA L’ECONOMIA” “Impiegare il Lascito Mariani per riqualificare il vecchio ospedale e trasformare l’immobile nella Città della salute, è un’opportunità per Città di Castello: crea occupazione e rivitalizza il centro storico alleviando le “sofferenze” dei cittadini”. Esordisce così il consigliere regionale Lega Nord, Valerio Mancini, firmatario della proposta di risoluzione discussa ed approvata recentemente a Palazzo Cesaroni. “Se i consiglieri Lignani e Sassolini hanno delle proposte migliori ben vengano, ma rinunciare a priori a certe opportunità non porta vantaggio ai tifernati. Per volere delle sorelle Mariani, quel lascito deve essere investito per alleviare le sofferenze dei cittadini, ma queste possono non essere solo fisiche. Le sofferenze sono anche quelle che i tifernati vivono quotidianamente dovute ad una difficoltà economica e al degrado urbano, quindi la Lega Nord esprime soddisfazione per la direzione che la vicenda sta prendendo”. Facendo poi un excursus storico Mancini ricorda che “negli anni ci sono state tante proposte per quell’immobile, sicuramente appetibile per attività commerciali o poli studenteschi, ma un’incapacità gestionale in capo alle varie amministrazioni di sinistra che si sono succedute a Città di Castello o in Regione, hanno ostruito la rinascita dello stabile e con esso, dell’ economia di gran parte del centro storico. Per la Lega Nord, restituire un’anima al vecchio ospedale è una battaglia ben nota, lì abbiamo voluto presentare la lista elettorale alle amministrative tifernati, abbiamo affrontatola questione in Comune a fianco del capogruppo Marchetti, in Regione con il collega Fiorini, tanto che lo stesso sindaco Bacchetta ha riconosciuto pubblicamente il nostro operato attribuendoci la paternità dell’azione politica a Palazzo Cesaroni. Non è, infatti, un caso che la nostra proposta di risoluzione abbia svegliato le amministrazioni, rispolverando un tema addormentato da oltre 17 anni. La Regione aveva previsto finanziamenti per ristrutturare vecchi presidi di Gualdo e Gubbio, ma, guarda caso non aveva incluso Città di Castello. Basta amministrazioni addormentate e opposizioni poco costruttive, sul piatto ci sono i soldi del lascito Mariani e il finanziamento della Regione, occorre mettere in rete alcuni imprenditori e regalare alla città un nuovo inizio fatto di occupazione, rivitalizzazione del centro storico in termini urbani e di valore immobiliare. Se entro la fine dell’anno non vedremo il progetto terminato, sarà sicuramente l’ennesima prova dell’incapacità di governo e di mancanza di programmazione di questa Regione, come Lega Nord vigileremo affinchè il futuro del vecchio ospedale non abbia lo stesso ed increscioso epilogo dell’FCU, della piastra logistica, della E 78 e della Guinza”  

27/05/2017 15:23:04 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Differenziata ad Umbertide, arriva la raccolta domiciliare del verde

Riceviamo e pubblichiamo Gesenu Spa, in qualità di Gestore del servizio di igiene urbana, d’intesa con l’Amministrazione Comunale, comunica che al fine di migliorare la qualità del verde raccolto ed incrementare le quantità da avviare a recupero e valorizzazione sono state rimosse le attuali vasche adibite alla raccolta stradale presenti sul territorio per la raccolta del verde ed attivato al contempo un servizio domiciliare mirato per i cittadini che ne manifestino reale necessità di conferimento. Come previsto dall’Art. 17 del Regolamento Comunale per la Gestione dei rifiuti, i cittadini potranno quindi conferire i propri rifiuti derivanti da potature e/o sfalci da giardino, con le seguenti modalità: mediante proprio automezzo di trasporto potranno conferire gratuitamente, modeste quantità di rifiuto al Centro di Raccolta Comunale di Zona Industriale Madonna del Moro, nei seguenti orari di apertura: - Lunedì, Martedì e Venerdì dalle ore 15.00 alle 18.00 - Mercoledì dalle ore 8.00 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00 - Sabato e Domenica dalle ore 8.00 alle ore 12.00 per quantità maggiori è possibile attivare, a titolo gratuito, il ritiro domiciliare su prenotazione, contattando direttamente l’Ufficio Clienti Gest. Il servizio a domicilio è previsto nella misura massima di un intervento all’anno. Si ricorda ai cittadini che i rifiuti derivanti da potature e/o sfalci da giardino vanno sempre conferiti sfusi e non mediante sacchi di qualsiasi natura. Per informazioni e prenotazioni: "UFFICIO CLIENTI GEST" (da lun. a ven. 8,30-13,00 e 15,00-17,00, sabato 8,30-13,00) NUMERO VERDE 800.66.70.36 solo da rete fissa | Tel. 075.5917125 solo da rete mobile Fax 075/60.10.312 | Mail ufficioclienti@gestumbria.it  

27/05/2017 15:08:29 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy