Notizie » SLIDER Furti: arrestato membro della banda

E’ stato arrestato questa notte dai Carabinieri di Assisi un giovane albanese sospettato di fare parte di un sodalizio criminale dedito alla commissione di furti in appartamento. L’accusa è di ricettazione, porto di strumenti od oggetti atti ad offendere e possesso ingiustificato di chiavi alterate e di grimaldelli. Da settimane i Carabinieri sono impegnati in indagini serrate mirate a ricostruire i movimenti di una “banda” che imperversa in tutta la regione a bordo di macchine di alta cilindrata commettendo furti, e tutta una serie di altri reati di natura predatoria. Il giovane si trovava a bordo di una Bmw 330 XD rubata a Milano giorni addietro. Il tutto si è svolto nella zona industriale di Ospedalicchio appena fuori dal comune di Bastia, dove sono stati consumati furti anche in danno delle aziende del posto. L'auto era stata segnalata più volte dai cittadini e fuggita dai posti di controllo messi in atto dalle varie Forze di Polizia in Umbria. Gli accertamenti fatti dai Carabinieri in borghese hanno permesso di accertare che l’auto in uso al ragazzo era provento di furto e che al suo interno vi era una moltitudine di arnesi da scasso, pile, taglierini, ricetrasmittenti usate per intercettare le conversazioni delle Forze dell’Ordine, guanti ed un “mefisto”, verosimilmente usato in passato per evitare di essere ripreso dagli ”occhi” delle telecamere a circuito chiuso di case e degli esercizi commerciali. Ai suoi polsi sono scattate subito le manette per la ricettazione della macchina e per il possesso di arnesi da scasso. Per l'uomo si sono aperte le porte del carcere. L’accusa è di ricettazione, possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli, porto abusivo di arma e porto di strumenti atti ad offendere.

20/11/2014 12:15:44

Notizie » SLIDER Allarme furti: i provvedimenti dell'Amministrazione Comunale

Riceviamo e pubblichiamo dall'Amministrazione Comunale di Umbertide   L’Amministrazione Comunale di Umbertide, da sempre attenta alle problematiche della sicurezza tant’è che di recente è stato convocato ad Umbertide il tavolo delle forze di polizia, si ulteriormente attivata per rafforzare il sistema di sicurezza della città, dopo i furti verificatisi nei giorni scorsi. “Si tratta di un problema purtroppo diffuso, che sta interessando tutto il territorio del’Alta Valle del Tevere, di fronte al quale è necessario prendere tutti gli opportuni provvedimenti – hanno affermato il sindaco Marco Locchi e l’assessore con delega alla sicurezza Paolo Leonardi – Innanzitutto i sindaci dell’Alto Tevere hanno chiesto al Prefetto di Perugia la convocazione  immediata del Comitato per la  sicurezza del quale fanno parte tutte le forze di polizia; inoltre come Amministrazione Comunale abbiamo richiesto al consigliere provinciale Fratini e al Presidente della Provincia Mismetti un’ulteriore presenza delle guardie provinciali al fine di incrementare il pattugliamento sul territorio e a questo proposito domani, lunedì 17 novembre, si terrà un incontro per definire gli aspetti operativi, al quale seguirà un ulteriore incontro tra i Comuni dell’Anci e la Provincia di Perugia volto ad individuare le problematiche dei Comuni e le nuove misure che potranno essere messe a disposizione dall’ente provinciale. Entro la prossima settimana predisporremo inoltre uno specifico piano che garantisca una maggiore e continua presenza sul territorio dei vigili urbani, alla quale si integrerà la collaborazione già esistente con gli istituti di vigilanza privati nell’ambito del progetto “Mille occhi sulla città”. C’è poi da ricordare che il Comune è in attesa del finanziamento del progetto, che è già stato valutato positivamente dalla Regione dell’Umbria, per l’installazione di telecamere di videosorveglianza che consentiranno di monitorare 24 ore su 24 le principali vie di accesso alla città. L’Amministrazione Comunale sta quindi mettendo in atto tutte le misure necessarie per fronteggiare il problema che però riusciremo a combattere grazie alla collaborazione di tutti; per questo è indispensabile che ciascuno di noi svolga un ruolo di vigilanza sul territorio, segnalando immediatamente situazioni sospette al fine di favorire le forze di polizia nell’azione di prevenzione e contrasto del fenomeno dei furti”.

17/11/2014 10:28:22

Notizie » SLIDER L'on Giulietti querela per diffamazione un articolo di Umbertide Cambia

Questa mattina, durante la seduta del Consiglio Comunale, il consigliere Stefano Conti, ha informato l'assemblea di essere indagato per una querela sporta dall'onorevole Giampiero Giulietti, in qualità di ex sindaco di Umbertide, per un comunicato stampa di Umbertide Cambia pubblicato il 7 maggio scorso dal sito www.informazionelocale.it . A tal riguardo, anche al nostro direttore Giovanni Codovini è stato notificato un avviso di garanzia. Per completezza d'informazione, di seguito riportiamo l'intervento svolto stamani dal consigliere Conti: "Sono stato formalmente informato dalla Procura della Repubblica di Perugia, in qualità di indagato, di una querela per diffamazione che Giampiero Giulietti, in qualità di ex Sindaco di Umbertide, ha presentato in merito ad un articolo di Umbertide cambia, inerente le vicende relative all'affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, nel quale si evidenziano alcune contraddizioni dell’Amministrazione Comunale in ordine alla vicenda Gesenu-Sogepu. Articolo redatto in piena campagna elettorale, pubblicato, tra gli altri organi di stampa, in data 7 maggio sul sito di Informazione locale, il cui direttore Prof. Giovanni Codovini, peraltro magistrato onorario, è parimenti indagato. Articolo che pone delle domande di natura politica, rispetto al quale non è pervenuta alcuna riposta né richiesta di rettifica, come garantisce la legge sulla stampa e come di prassi solitamente avviene. Essendo stato io individuato, tra altri, quale possibile responsabile in qualità di componente della Lista elettorale Umbertide cambia, ed essendo sostanzialmente l'articolo stesso una espressione politica della Lista, è evidente come l'iniziativa giudiziaria di Giulietti si rivolga contro una parte politica, ora anche presente in Consiglio Comunale. Fatto, questo, che riteniamo molto grave e che rischia di condizionare pesantemente la normale dialettica politica ed istituzionale. Per questo abbiamo ritenuto necessario portare formalmente a conoscenza della vicenda politico / giudiziaria l'organo consiliare, oltre che la cittadinanza. La querela nei confronti delle affermazioni contenute in un comunicato stampa di una Lista elettorale non può infatti essere derubricata a fatto meramente personale. Trova piuttosto fondamento nella tutela della libertà di espressione politica e della libertà di stampa, diritti di natura costituzionale. Ci troviamo dunque “querelati” per aver espresso una critica riguardante una vicenda chiusa in modo definitivo sul piano giuridico dalla sentenza del Consiglio di Stato, ma che sul piano politico abbiamo e stiamo tuttora cercando di approfondire, distinguendo nettamente, noi, l'aspetto giudiziario da quello dell'opportunità e del merito. Umbertide cambia è nata infatti per contribuire a realizzare una buona amministrazione, fondata sulla verità, la trasparenza, il confronto e la partecipazione. Lontana da logiche di potere e di controllo. Questo atto mi spinge e spinge Umbertide cambia a continuare con determinazione, coraggio, serenità, senza alcun bavaglio e con maggior energia questa azione politica. D'altra parte, l’azione penale posta in essere ci offre la possibilità di rinnovare e specificare ulteriormente nel merito la definizione della vicenda, rimettendoci totalmente e con fiducia all’operato della Magistratura. Il Gruppo Umbertide cambia chiede che la presente comunicazione, consegnata al Presidente del Consiglio Dott. Giovanni Natale, sia diffusa a tutti i Consiglieri Comunali, auspicando la solidarietà dell'intero Consiglio, e posta a verbale".                                                                                                                              Stefano Conti                                                                                                        Consigliere Comunale Umbertide cambia

12/11/2014 15:54:53

Notizie » SLIDER Umbertide: il resoconto del Consiglio Comunale

E’ tornato a riunirsi ieri mattina il Consiglio Comunale di Umbertide. Dopo la discussione di ordini del giorno ed interpellanze, l’assise ha deliberato in merito alla dismissione della partecipazione del Comune in A.I.Met. - Azienda Intercomunale Metano Servizi Vendita srl per alienazione delle quote possedute. Come è stato illustrato dall’assessore Raffaella Violini, in considerazione delle attuali condizioni di finanza pubblica, la partecipazione del Comune di Umbertide, così come quella dei Comuni di San Giustino e Montone, non risulta strettamente necessaria al conseguimento delle finalità istituzionali dei suddetti Enti, pertanto si è deciso di procedere alla cessione delle quote in mano pubblica, pari al 60%, con un’unica vendita sul mercato mediante gara ad evidenza pubblica. In base alla perizia di stima, le quote possedute dal Comune di Umbertide, pari al 31,69%, sono risultate avere un valore pari a 808.146 euro. Il punto è stato approvato a maggioranza. Via libera del Consiglio Comunale anche all’affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani nell’ATI n. 1, illustrato dall’assessore Maria Chiara Ferrazzano. Con deliberazione n. 8 del 24 settembre 2014 l’assemblea dei rappresentanti dell’Ati n. 1 aveva disposto l’avvio delle procedure di gara per l’affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti e ieri mattina il consiglio comunale, a maggioranza, ha preso atto di suddetta deliberazione, conferendo incarico ai competenti organi ed uffici dell’Ati n. 1 a provvedere tutto quanto necessario al fine della celebrazione della gara per la selezione dell’affidatario del servizio. Nel corso della seduta di ieri il Consiglio Comunale ha inoltre provveduto a nominare i componenti della Commissione Pari Opportunità: la maggioranza ha proposto Elvira Lepri, Eleonora Giannelli, Elisa Boldrini, Giada Biccheri e Gessica Merli, l’opposizione Alessio Tardocchi, Barbara Castelletti e Silvia Orticagli. Tali membri, la cui nomina è stata approvata all’unanimità, vanno ad aggiungersi ai 13 componenti già nominati dalla Giunta comunale in base alle indicazioni pervenute dalle associazioni del territorio, vale a dire Marina Alessandro, Stefania Bagnini, Emanuela Becchetti, Muriel Coletti, Lucia Filippi, Elisa Minchielli, Barbara Mischianti, Ivana Mastriforti, Pamela Pippolini, Agnese Romeggini, Debora Simoncelli, Antonietta Norgiolini e Valentina Tosti. 

12/11/2014 14:58:05

Notizie » SLIDER 40 anni di metano a Umbertide

Era l'anno dell'austerity; delle domeniche  a piedi. E a Umbertide si rispondeva alla crisi petrolifera ed energetica con la costruzione del metanodotto. Così, A.I.Met. festeggia i 40 anni del metanodotto di Umbertide che fu inaugurato l’11 novembre del 1974 quando, con una breve ma significativa cerimonia in piazza Gramsci, venne acceso il terminale della conduttura messa in opera in meno di dieci mesi. Per l’occasione l’Azienda Intercomunale Metano ha realizzato un totem che è stato posizionato nel luogo esatto in cui avvenne l’inaugurazione, oltre a manifesti affissi su tutto il territorio comunale, con il fine di commemorare lo storico evento che ha avuto conseguenze significative sulla vita degli umbertidesi, sottolineando al contempo la presenza costante di A.I.Met. sul territorio così come ieri, oggi e anche domani. Da quarant’anni gli umbertidesi scaldano le loro case con il metano e da sempre A.I.Met. attraverso i suoi servizi offre convenienza economica, rapporto diretto con il cliente, sicurezza, affidabilità e tutela del territorio. L’azienda è infatti in contatto costante con la realtà in cui opera, attraverso uno sportello ad Umbertide - oltre che a San Giustino, Montone e Città di Castello e prossimi in fase di apertura - ma anche promuovendo eventi ed iniziative importanti per la comunità locale. Oggi A.I.Met., oltre al metano, si occupa anche della fornitura di energia elettrica e, a quarant’anni dall’inaugurazione del metanodotto, si conferma operatore di fiducia degli umbertidesi. “E' con queste caratteristiche e con la presenza sul territorio -ha dichiarato l'amministratore delegato di A.I.Met. ing. Patrizio Nonnato - che vogliamo continuare a caratterizzare la nostra società per il prossimo futuro”.

08/11/2014 19:06:00

Notizie » SLIDER 700mila euro per l'ospedale di Umbertide

L’ospedale di Umbertide sarà presto oggetto di una serie di interventi che contribuiranno a migliorare e potenziare i servizi offerti ai cittadini.  E’ quanto emerso dal recente incontro tra il sindaco Marco Locchi e il direttore generale della Usl Umbria 1 dott. Giuseppe Legato che si sono confrontati sugli investimenti futuri che riguarderanno la sanità umbertidese. L’azienda sanitaria ha infatti previsto lo stanziamento di risorse, per un importo complessivo pari a 700.000 euro, necessarie per la realizzazione di specifici interventi presso l’ospedale di Umbertide. Nello specifico sono stati stanziati 450.000 euro per l’adeguamento del reparto di Radiologia, che serviranno sia per la sistemazione dei locali ad esso adibiti che per l’ammodernamento dei macchinari; i lavori verranno effettuati entro il primo semestre del 2015. Sempre entro giugno 2015 verrà realizzata una scala di sicurezza antincendio per la quale la Usl Umbria 1 ha stanziato 100.000 euro. Inoltre sono previsti 150.000 euro per i lavori di manutenzione straordinaria necessari per consentire l’attivazione di 10 posti letto di Rsa, la Residenza sanitaria assistita che garantisce cure intermedie ed assistenza infermieristica a quei pazienti che non necessitano di un prolungamento del ricovero ospedaliero ma che non sono ancora pronti per tornare al domicilio in quanto stabili ma non guariti o clinicamente complessi. I lavori sono in corso e l’attivazione dei posti letto di Rsa è prevista entro la metà del mese di novembre. “E’ una buona notizia per il nostro ospedale – ha commentato il sindaco Locchi – Grazie anche all’interessamento dell’Amministrazione Comunale, la Usl Umbria 1 ha reperito risorse che consentiranno di migliorare i servizi sanitari offerti ai cittadini, nell’ottica di un ulteriore potenziamento dell’ospedale cittadino, punto di riferimento della sanità di Umbertide e di tutto l’Alto Tevere”.

06/11/2014 13:58:58

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy