Attualità » Primo piano “La Casa del Talento 2020”: il nuovo progetto di Michael Zurino

"La Casa del Talento 2020" è un progetto di formazione professionale, promosso da Michael Zurino, direttore di Artist Academy (www.artistacademy.eu) che nasce con l'obiettivo di concretizzare i sogni e le aspirazioni di giovani talenti che in questa "casa-accademia" possono trovare una vera e seria opportunità di crescita ed una più chiara visione del proprio futuro lavorativo. La sede della "Casa del Talento 2020" sarà ad Umbertide. L'arrivo in città di tanti studenti provenienti da ogni città d'Italia avrà una ricaduta positiva per le realtà ricettive ed anche una ricaduta per quanto riguarda il turismo locale. L' anno accademico partirà a gennaio per concludersi ad ottobre 2020. Due sessioni di Corsi Specialistici ed una Master Class conclusiva, ma comunque facoltativa, per acquisire gli strumenti operativi su come avviare un'attività, un'impresa, su come comunicare attraverso tutti i mezzi dell'era digitale, su come scoprire ed evidenziare le motivazioni e le skills personali. Tre le caratteristiche importanti della "Casa del Talento 2020": 1) Accessibilità ai corsi - l'intento è di rendere i corsi gratuiti, questo per favorire al massimo la partecipazione da parte degli studenti. La fascia di età prevista è dai 16 ai 40 anni; 2) Offerta Formativa - la scelta dei corsi in programma nasce da un'attenta analisi degli attuali orientamenti del mondo del lavoro e sono state scelte 11 figure professionali  per le quali verranno avviati altrettanti corsi di formazione: barman, make-up artist, cake designer, fotografo, videomaker, pizzaiolo, animatore turistico, sommelier, e-commerce e social media manager, europrogettazione, professione "green" . 3) Qualità della formazione: verranno invitati come relatori i migliori professionisti italiani che offriranno agli allievi la loro esperienza ed un livello di insegnamento di alto profilo. Partiamo con una prima proposta di anno accademico 2020 e con la volontà di garantire continuità e sostenibilità al progetto attraverso anche il coinvolgimento delle aziende che operano nei diversi ambiti di formazione previsti. Tutto questo sarà realizzabile anche grazie al sostegno di chi condividerà questo progetto e contribuirà alla sua realizzazione. Ci sono diverse possibilità per contribuire ed abbiamo previsto delle ricompense che ancora una volta sono in linea con la filosofia del progetto: ci sono alcuni prodotti realizzati dalla Cooperativa Re.Leg.Art. Onlus di Perugia (www.relegart.it) e prodotti da Altona Società Agricola di Umbertide che si caratterizza per l'utilizzo di prodotti naturali e a km0. Il link per sostenere il progetto è: http://sostieni.link/23271

07/10/2019 09:58:35 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Eletti i nuovi Consigli di Quartiere: tutti i nomi

Il Consiglio Comunale di Umbertide, nel corso della seduta del 30 settembre, ha eletto i nuovi Consigli di Quartiere. Gli organismi, che hanno il compito di promuovere la partecipazione e la consultazione dei cittadini, sono stati approvati all'unanimità e risultano così composti:   Consiglio di Quartiere 1 (zona Pineta Ranieri, via B. Boldrini, via S. Allende, Via A. Moro, via Gandhi e zona Pian d'Assino): Paolo Tosti, Silvano Poggioni, Diego Marchetti, Luigi Angeletti, Tiziana Righetti, Giulio Fonti, Ricki Conocchia, Catusa Sonaglia, Claudia Gabarrini.   Consiglio di Quartiere 2 (zona tra via Roma, via Garibaldi, via Martiri della Libertà, via Togliatti e zona San Benedetto): Estelia Nanni, Angelo Bruschi, Remo Cordelli, Giancarlo Cecchetti, Michael Zurino, Mariella Pascolini, Manuela Ubaldi, Luca Tognaccini, Giovanni Natale.   Consiglio di Quartiere 3 (zona dietro la stazione ferroviaria, zona Corvatto e zona Polgeto): Paolo Pucci, Adele Edith Margutti, Giuseppe Biadetti, Marta Diarena, Marco Castelletti, Nicola Monni, Tito Selvi, Carlo Procacci, Leonardo Ferrata.   Consiglio di Quartiere 4 (zona Fontanelle, zona Madonna del Giglio, centro storico e zona Petrelle): Girolamo Ponte, Andreina Giornelli, Stefano Migliorati, Giuliana Giovannoni, Barbara Orlandi, Michela Valdambrini, Michele Palazzini, Luigi D'Aversa, Luca Conigli.   Consiglio di Quartiere 5 (Pierantonio): Simonetta Verni, Maurizio Cecchetti, Marco Cavalierini, Angelo Mierla, Mirco Giammarioli, Susanna Susta, Massimo Vescarelli, Marcello Fiorucci, Gabriele Bellucci.   Consiglio di Quartiere 6 (Niccone, Molino Vitelli, Spedalicchio, vallata del Niccone): Mauro Sollevanti, Elena Galmacci, Marco Maestri, Giambattista Taburchi, Lino Arrighi, Gino Moretti, Andrea Censini, Gabriele Curti, Chiara De Chirico.   Consiglio di Quartiere 7 (Montecastelli, Verna, Banchetti, Calzolaro, Nestoro): Claudio Serpolini, Marco Melini, Lucia Carini, Donato Pirchi, Italo Pazzi, Maurizio Robellini, Federico Finocchi, Marta Angeloni, Vanda Nimbi.   Consiglio di Quartiere 8 (Preggio): Marco Mennini, Edoardo Benigni, David Bovari, Alfredo Franceschini, Gian Mario Alunni, Silvano Falomi, Diego Bovari, Mauro Peverini, Roberta Valentini.   Nel corso della seduta di insediamento ogni Consiglio di Quartiere provvederà all'elezione dei rispettivi presidente e segretario.      

01/10/2019 18:06:03 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Inaugurata la Nuova Fornace: ecco le tre modalità di accesso

Taglio del nastro per il complesso ‘Nuova fornace Umbertide social housing’, progetto abitativo di riqualificazione urbana che restituisce alla città una delle sue aree più belle e significative. Rilevata nel giugno 2017 dal fondo Uni Hs Abitare, gestito da Finint Sgr, che ha come principali sottoscrittori Cdp Investimenti Sgr spa (Cassa depositi e prestiti) attraverso il Fondo investimenti per l’abitare, l’intera area è stata oggetto di profonde opere di ristrutturazione. Venerdì 27 settembre si è svolto l’open day che ha permesso di visitare gli appartamenti di via della Draga, terminato con l’inaugurazione ufficiale della struttura e la consegna dei primi due immobili ai nuovi inquilini. “Siamo veramente contenti – ha commentato Laerte Grimani, presidente di Coop Umbria casa –, perché siamo riusciti a rendere questo luogo di nuovo accessibile e fruibile a tutti. Iniziamo questa esperienza di housing sociale, dove l’inquilino e proprietario partecipano attivamente alla vita di comunità. Adesso, chiunque fosse interessato può prenotare un alloggio con il nuovo bando”. Il complesso immobiliare Nuova fornace è composto da 14 edifici con parco condominiale e conta 56 alloggi, 6 case bottega, 16 residenze temporanee, 9 villette a schiera, 3 spazi commerciali e uno spazio direzionale. Al piano terra, a uso gratuito dei condomini, uno spazio sociale dove poter organizzare feste e incontri e uno spazio commerciale dedicato a Servizi locali urbani, locato a canoni calmierati. Tre modalità di accesso. Gli alloggi si rivolgono alle persone che sono nella cosiddetta ‘fascia grigia’, cioè che hanno un reddito troppo alto per accedere a un alloggio di edilizia residenziale pubblica ma non sufficiente per accedere a un alloggio su libero mercato. Tre le diverse modalità di accesso alle nuove case, tramite un bando attivo fino al 30 novembre 2019: ‘abito subito’, che prevede un contratto di affitto 4+4 anni, con una caparra del 10 per cento del valore dell’appartamento e prezzo bloccato, e, in caso di acquisto alla scadenza, il 50 per cento degli affitti e la caparra verranno scalati dal prezzo; ‘costo fisso’, che propone la sottoscrizione di un contratto di locazione con le spese condominiali in quota fissa e scontate per tutto il primo anno; infine ‘spazio al risparmio’, con uno sconto del 5 per cento per i primi due anni sui contratti di locazione degli appartamenti più grandi. Tutte le informazioni sul bando e le modalità di accesso sono sul sito www.nuovafornace.it, curato dal gestore socio-immobiliare Social housing coop net, associazione temporanea di imprese tra Abitare Toscana srl e Finabita spa, in collaborazione con Coop Umbria casa. Un nuovo modello di convivenza urbana, quindi, dove i residenti condividono luoghi e spazi e contribuiscono così alla creazione di una comunità sostenibile e solidale. Costruzione di comunità, ma anche un’importante operazione di rigenerazione urbana. “Oggi viene restituito un pezzo di territorio alla propria comunità – ha dichiarato Alessandro Villarini, assessore ai lavori pubblici del comune di Umbertide –, per questo è un giorno importante, significativo ed emozionante. La cittadinanza avrà l’opportunità di rendersi protagonista, insieme all’amministrazione, per il rilancio di questo pezzo importante del nostro comune. Credo che il senso di identità e appartenenza venga anche dalla capacità di vivere e condividere gli spazi e i luoghi pubblici e comuni. E questo è un aspetto a cui la nostra amministrazione dà molta importanza”.

30/09/2019 12:56:17 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Pubblicato l'avviso per la concessione della gestione di cinque Centri di Vita Associativa

Il Comune di Umbertide intende affidare la concessione del servizio di gestione dei Centri di Vita Associativa (CVA) di proprietà comunale situati a Calzolaro, Pierantonio, Pian d'Assino, Niccone e Spedalicchio. Con tale avviso il Comune intende promuovere e favorire lo sviluppo delle attività associative, culturali e ricreative in tutte le sue forme, tenuto conto dei valori ispiratori dell’associazionismo e la valenza sociale, di solidarietà educativa, etica e formativa che lo sviluppo delle attività sopra richiamate rappresentano per la collettività e soprattutto per i giovani. La gestione non deve avere finalità di lucro e comporta lo svolgimento delle attività finalizzate alla gestione ottimale della struttura di vita associativa, anche in riferimento alle esigenze di terzi e degli utenti. La concessione del servizio è di durata quinquennale e ciascun concorrente può presentare offerta per un solo lotto di quelli di cui all'avviso di concessione. Il sopralluogo è obbligatorio e dovrà essere effettuato entro le ore 17.00 del 17 ottobre. Per partecipare alla gara i soggetti interessati dovranno far pervenire l'offerta e tutta la documentazione richiesta all'Ufficio Protocollo entro e non oltre il 31 ottobre alle ore 17.00. L'avviso è pubblicato all’Albo Pretorio del Comune di Umbertide (sezione Avvisi pubblici) e nella sezione Amministrazione Trasparente sottosezione “Beni immobili e gestione patrimonio”. Ogni informazione in merito a tale procedura potrà essere chiesta in forma scritta all'indirizzo PEC comune.umbertide@postacert.umbria.it o alle mail g.violini@comune.umbertide.pg.it e s.boldrini@comune.umbertide.pg.it.    

30/09/2019 12:19:28 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile “So che puoi raccoglierlo”: l'esempio virtuoso di Marco Rossi

Cresce la sensibilità ambientale tra gli italiani che nell'ultimo periodo, complici anche gli innegabili cambiamenti climatici, sembrano aver sviluppato un'attenzione particolare al tema dell'ecologia. Quello che potremmo chiamare "effetto Greta Thunberg" (la sedicenne svedese che sciopera per combattere il cambiamento climatico) è arrivato fino a noi, contribuendo ad una vera svolta green per molti cittadini che stanno iniziando a modificare le proprie abitudini quotidiane. Dall’attenzione alla raccolta differenziata, agli elettrodomestici a basso consumo, passando per alimenti biologici e auto elettriche che fanno sperare in una presa di coscienza e cambiamento culturale a favore del nostro futuro. E qualcosa si muove anche a livello locale. Ne abbiamo avuto prova con la nascita, poco più di un mese fa, di una pagina facebook lanciata da un cittadino umbertidese particolarmente attento alle tematiche ecologiche: Marco Rossi. "So che puoi raccoglierlo" è il titolo della pagina, o meglio la community, lanciata online il 17 agosto scorso, che in pochissimo tempo, ha raccolto l'attenzione e le adesioni di oltre 3450 persone. Un risultato davvero inaspettato che ci siamo fatti raccontare dallo stesso Marco Rossi. «Proprio il 17 agosto ho preso l'importante decisione di smettere di fumare e come qualche ex fumatore ben saprà, uno dei primi effetti collaterali della dipendenza dalla nicotina è l'insonnia. Quindi non riuscendo a dormire ho deciso di andare a correre e dopo pochi metri mi sono reso conto che lungo la strada c'era una grossa quantità di rifiuti. Mi sono messo a raccoglierli e da lì mi è venuta l'idea di lanciare questa pagina su facebook. "So che puoi raccoglierlo", un monito a fare qualcosa di concreto per l'ambiente: iniziando a liberare dai rifiuti il territorio che viviamo quotidianamente.» Un'idea semplice, che presuppone la voglia dei cittadini di unirsi nel raccogliere i rifiuti che giacciono lungo le strade o addirittura nei pressi delle aeree verdi. Bottiglie di plastica, cartacce, confezioni di cibo, ma anche cartucce per la caccia e sacchetti pieni di spazzatura. Nelle sue passeggiate, armato del suo bastone da nordic walking, Marco fino ad ora ha trovato un po' di tutto e lo ha documentato, giorno per giorno, nei diversi video caricati online. «All'inizio ho anche pensato di rischiare di sembrare esibizionista, con questi video che pubblicavo, ma poi mi sono reso conto che le visualizzazioni crescevano e anche le persone interessate all'argomento. Sono convinto che iniziare a fare le cose, dare l'esempio, sia l'unico modo per far sì che le persone inizino ad "imitarci". Me ne sono accorto in un'occasione particolare, mentre ero in vacanza a Corfù. Camminavo lungo una via e ho iniziato a raccogliere alcuni rifiuti che erano per terra. Alcune persone sembravano "scioccate" dal mio comportamento, poi invece ho visto  che dietro di me altri avevano iniziato a fare lo stesso. É un comportamento contagioso ed è rincuorante pensare che in un certo senso siamo ancora in tempo per fare qualcosa, per riportare il luogo che viviamo in una condizione ottimale. Dopotutto ho calcolato che se durante una delle mie passeggiate raccolgo, per esempio circa 50 bottiglie, ci vorrà molto tempo prima che qualche maleducato riesca a gettarne altrettante. Soprattutto quello che mi ha fatto riflettere è che dopo molto tempo, i rifiuti di plastica si deteriorano, trasformandosi in microplastica, ancora più dannosa per l'ambiente e per la nostra salute, quindi diventa fondamentale raccoglierla quando ancora può essere riciclata». Di certo non a tutti sarebbe venuto in mente di uscire di casa per fare una bella raccolta di rifiuti ma può essere un modo davvero efficace di riportare il nostro bellissimo territorio ad un aspetto senza dubbio più "sano". «C'è gente che ancora butta la spazzatura dalla propria auto in corsa. Manca l'educazione ma manca anche una forma di educazione al riciclo, che dovrebbe iniziare già a livello scolastico. Sapere dove smaltire correttamente i rifiuti è una prima forma di cultura ecologica: io ad esempio ho scoperto da poco che un bicchiere rotto non va gettato nel contenitore blu (quello della plastica) ma nell'indifferenziata. Piccole cose che però fanno un enorme differenza. Per questo all'interno di "So che puoi raccoglierlo" pubblico contenuti anche informativi o esempi virtuosi di altre città. Sempre attraverso la pagina è nata l'idea di organizzare eventi pubblici per potersi ritrovare in determinate zone della nostra città e dare una bella ripulita. Non solo si potrebbero anche raccogliere segnalazioni su situazioni critiche e soprattutto denunciare eventuali "geni" di turno che abbandonano rifiuti». In fondo a pensarci bene Marco Rossi non ha fatto niente di speciale. Ciò che ha fatto lui potevamo farlo tutti ma siamo rimasti indifferenti fino a quando, un suo video online o la sua storia raccontata su un giornale locale, ha smosso le nostre coscienze. Complimenti Marco e buona "raccolta" a tutti. 

27/09/2019 18:44:22 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy