Notizie » Politica Sinistra per Montone:''Distribuiti volantini contro l'associazione Uniti Per Montone''

Riceviamo e pubblichiamo Apprendiamo in questi minuti da moltissime segnalazioni dei nostri cittadini, che questa notte a Montone sono stati distribuiti volantini contro alcuni nostri concittadini e contro l'associazione Uniti Per Montone. Non vogliamo entrare nel merito in quanto come ci riferiscono,  già sono state informate le forze dell'ordine, ma a livello politico non possiamo non manifestare il nostro più vivo e fermo sdegno per quello che è successo, in quanto anche se con Uniti Per Montone la pensiamo diversamente su alcune proposte, per il futuro del nostro territorio, non possiamo accettare che il nostro territorio viva un clima politico così acceso e rovente. Per noi tutti i nostri cittadini sono uguali e li difenderemo sempre e comunque, per questo chiediamo da alleati dell'Amministrazione comunale di prendere immediatamente una posizione di forte condanna in merito, in quanto la politica è tutta un altra cosa. La politica non è offendere, la politica è misurarsi in termini di idee e proposte anche se molto diverse e tentare di trovare un punto di convergenza, se questo non è possibile se ne prende atto, ma con rispetto. Montone non merita questo clima politico veramente acceso e condanneremo sempre e comunque forti della nostra storia questi atteggiamenti sempre a fianco dei nostri cittadini. Infine lanciamo un appello a tutte le forze politiche presenti nel nostro territorio comunale e si ritorni a parlare di politica quella vera, dove c'è una maggioranza e un'opposizione. Facciamolo per il nostro territorio e per i nostri cittadini. Rinnoviamo nel contempo la nostra massima solidarietà a tutti i nostri cittadini coinvolti e all'associazione Uniti Per Montone. Sinistra Per Montone - Socialisti in Movimento Circolo Sandro Pertini Possibile Montone

11/07/2017 14:18:29 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Il Sindaco di Umbertide in visita ad AIMET

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide, 11 luglio 2017 – Il sindaco di Umbertide Marco Locchi ha fatto visita presso Aimet, azienda che da anni si occupa della fornitura di servizi energetici a privati, enti ed imprese, operante nel Centro Italia e soprattutto in Altotevere. Accompagnato dall’amministratore delegato Patrizio Nonnato e dal presidente Matteo Baldelli, il primo cittadino di Umbertide, città in cui Aimet ha la propria sede legale, ha avuto modo di apprezzare la dinamicità di un’azienda che nel tempo ha saputo trasformarsi ed ampliare i propri confini, non solo territoriali, uscendo dall’Altotevere e dall’Umbria fino ad abbracciare le Marche e l’Abruzzo, ma anche in termini di servizi, affiancando alla tradizionale vendita di gas naturale anche la vendita di energia elettrica, attraverso offerte personalizzate ed economicamente vantaggiose. Aimet si differenzia da molte delle aziende operanti nel vivace mercato dei servizi energetici grazie alla presenza di sportelli territoriali  - attivi ad Umbertide, Città di Castello, San Giustino, Montone e Corciano in Umbria e a San Benedetto del Tronto nelle Marche, dove da circa due anni Aimet ha aperto una nuova sede - , attraverso i quali è in grado di offrire assistenza e vicinanza ai clienti. La territorialità è infatti una delle carte vincenti di Aimet, azienda che da anni è impegnata a reinvestire parte degli utili prodotti nei territori in cui offre i propri servizi, come accade da quattro anni con il concorso per le scuole “Save Energy” attraverso il quale l’azienda non solo ha contribuito a sensibilizzare le giovani generazioni su temi rilevanti come lo sviluppo sostenibile e il risparmio energetico, ma ha anche messo sul piatto circa 20.000 euro di contributi per l’acquisto di materiale didattico. Aspetti che sono stati apprezzati dal sindaco di Umbertide Marco Locchi che si è complimentato con l’amministratore delegato Nonnato e il presidente Baldelli per l’attenzione che da sempre l’azienda riserva al territorio umbertidese e per l’alta qualità dei servizi offerti.  

11/07/2017 12:10:03 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Umbertide: premiato coach Serventi, il Sindaco:''Il nostro non è un addio ma un arrivederci''

“Questo è il momento più brutto dei nove anni trascorsi ad Umbertide perché oramai credevo che avrei terminato qui la mia carriera, ma è anche il più bello perché mi sta dimostrando ancora una volta il grande affetto che questa città ha saputo e sa ancora regalarmi”. Sono le parole di Lorenzo ''Lollo'' Serventi, oramai ex coach della Pallacanestro Femminile Umbertide che sabato mattina presso la Fa.Mo. è stato salutato dall'Amministrazione Comunale e dall'intera città di Umbertide. Dopo 210 partite ufficiali disputate con la Pfu in A1, le final four ed i play off, il primo giugno Lollo Serventi ha lasciato la città. Presente, oltre a Matteo Marsigliotti in rappresentanza della società sportiva e a tanti tifosi della Pfu, anche il sindaco Marco Locchi che ha consegnato al coach una targa per i nove anni di successo che hanno permesso di portare Umbertide ai più alti livelli sportivi, un sentito ringraziamento dell'Amministrazione Comunale e della città per un uomo che ha saputo instaurare con Umbertide e gli umbertidesi un forte e sincero legame di amicizia e rispetto. “Sono stati nove anni straordinari e il merito è soprattutto degli umbertidesi con i quali si è subito creato un feeling incredibile, che è stato e sarà per sempre unico – ha detto coach Serventi – Qui la gente aveva bisogno di sport e la pallacanestro non solo ha reso me una persona migliore ma credo che abbia fatto bene a questa città”. Serventi ha poi ricordato alcuni dei momenti salienti vissuti dentro e fuori dal parquet ad Umbertide, tra la commozione dei tanti tifosi che si sono ritrovati alla Fa.Mo. per salutare il coach. “Tutta la città di Umbertide ti ringrazia per quello che hai saputo fare per questa città – ha affermato il sindaco Marco Locchi – Non sappiamo cosa ci riserverà il futuro quindi il nostro non è un addio ma un arrivederci”. 

10/07/2017 13:49:33 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica M5S Umbertide: ''Pietramelina può solo chiudere''

Riceviamo e pubblichiamo  Il M5S di Umbertide apprende favorevolmente la notizia della chiusura delle indagini sulla maxi inchiesta sulla gestione dei rifiuti nella provincia di Perugia. Inchiesta che ha portato ad accusare diciassette persone e cinque aziende di innumerevoli reati, molti dei quali sarebbero stati perpetrati a Pietramelina. Più volte il M5S di Umbertide è intervenuto in Consiglio comunale perché l’Amministrazione prendesse una posizione dura ed intervenisse per difendere il territorio di Umbertide dall’attacco ambientale proveniente da Pietramelina. Ogni volta ci siamo trovati di fronte ad un muro di gomma, ma ci sentiamo in dovere di provarci ancora: visti i risultati delle indagini chiediamo al sindaco Locchi di intervenire perché l’impianto di compostaggio non venga riaperto. Infatti, secondo quanto scritto in trentadue pagine dal Procuratore Valentina Manuali sulla discarica di Pietramelina, “le verifiche di stabilità eseguite indicano un deficit delle resistenze in fase dinamica” e “per quanto riguarda l’argine a valle c’è un deficit anche in fase statica”. In poche parole, Secondo il P.M., la discarica di Pietramelina potrebbe crollare. Visto che l’impianto di compostaggio è proprio sopra la discarica ci chiediamo se è mai possibile che camion, ruspe e tonnellate e tonnellate di rifiuti possano tornare a gravare su quel sito. E non ci venga detto che se i tecnici danno il permesso allora vuole dire che va tutto bene. Già prima che la discarica aprisse la popolazione di Pierantonio aveva messo tutti in guardia per il rischio della stabilità di una discarica posta in quella zona. Anche allora i “grandi tecnici” avevano rassicurato tutti con le loro teorie. Ora basta! La misura è colma. Pietramelina deve chiudere definitivamente con gli impianti di smaltimento e trattamento dei rifiuti. Per questi motivi il M5S ha presentato un O.D.G. dove si chiede al sindaco di intervenire a difesa dei cittadini di Pierantonio chiedendo alla regione che l’impianto di compostaggio di Pietramelina non venga riaperto visto che, stando a quanto si legge, la frana della discarica potrebbe portare “conseguenze irreversibili per l’equilibrio dell’ecosistema” e “offesa alla pubblica incolumità”.

10/07/2017 13:40:04 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy