Attualità » Primo piano Controlli della Polizia ad Assisi e Bastia Umbra, i risultati dell'operazione

E’ più che positivo il bilancio del piano di controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Perugia Francesco Messina, che hanno coinvolto anche i territori di Assisi e Bastia Umbra. Il personale del Commissariato unitamente agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, hanno effettuato posti di controllo nei punti nevralgici del territorio, con particolare attenzione agli svincoli delle principali arterie autostradali, alle aree circostanti i locali maggiormente frequentati dai giovani nonché lungo i percorsi cittadini più trafficati. Nel corso di questi servizi straordinari sono state fermate circa 450 autovetture e identificate più di 700 persone, di cui 70 sono risultati pregiudicati. Sono state elevate circa 20 contravvenzioni al Codice della Strada per varie irregolarità. Quattro autovetture risultate prive dei certificati assicurativi sono state sottoposte a sequestro amministrativo con il conseguente ritiro della patente per il conducente. Scattata anche una denuncia per un automobilista, un 40enne di Petrignano di nazionalità albanese, controllato a bordo della sua autovettura è stato trovato senza documenti al seguito, incluso il titolo di abilitazione alla guida. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo era già stato sanzionato in passato per guida senza patente e in considerazione della recidiva, per l’albanese è scattata la responsabilità penale ed è stato indagato in stato di libertà. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

19/10/2017 09:14:32 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Umbertide cambia chiede alla Regione spiegazioni sulla realizzazione della bretella ferroviaria di Pierantonio

Riceviamo e pubblichiamo Il progetto di riqualificazione della ex FCU prevede il trasporto merci? A quanto sembra no. Umbertide cambia torna quindi a chiedere alla Amministrazione comunale ed alla Regione Umbria il motivo di una spesa che supera i tre milione di euro per la realizzazione della bretella ferroviaria di collegamento tra l’area industriale di Pierantonio e la locale stazione, nelle intenzioni originarie destinata appunto a rispondere alle esigenze delle aziende. “Obiettivo condivisibile – affermano Faloci, Orazi e Conti – ma a quanto pare irraggiungibile, allora ed ora”. Per questo i Consiglieri della lista civica attraverso una interrogazione consiliare chiedono di aggiornare l’informazione sullo stato e la contabilità dei lavori posti in essere nonchè i diversi importi di compartecipazione alla spese dei vari enti e di spiegare con esattezza quale motivazione giustifica tanto e tale impegno di denaro pubblico. “Sarebbe infatti inaccettabile che da una parte si ristruttura una intera arteria ferroviaria senza pensare di utilizzarla per il trasporto delle merci e dall’altra si completi un’opera destinata proprio a questa finalità. Una soluzione – propone Umbertide cambia – potrebbe essere prevedere nell’ambito del progetto di ristrutturazione e rilancio della ferrovia umbra la delocalizzazione della officina meccanica ubicata ad Umbertide in zona industriale Pierantonio, in modo da riqualificare la struttura tecnica dimostrando nei fatti l’intenzione di puntare realmente al potenziamento della stessa”.   Umbertide cambia   di seguito il testo dell’interrogazione       Al Presidente del Consiglio Comunale   Al Sindaco del Comune di Umbertide     Umbertide li 19.10.2017     OGGETTO: INTERROGAZIONE UMBERTIDE CAMBIA SU BRETELLA FERROVIARIA PIERANTONIO     Si chiede una risposta orale e scritta, suffragata formalmente dal parere della Regione Umbria   Premesso che la Regione dell’Umbria ha avviato un percorso teoricamente teso alla riqualificazione infrastrutturale ed alla valorizzazione della ex FCU;   che presso la frazione Pierantonio del Comune di Umbertide si sta costruendo una bretella ferroviaria di collegamento tra l’area industriale e la locale stazione, nelle intenzioni originarie destinata al trasporto merci;   che l’opera, inserita nel PRUSST (Programmi di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio), ha un costo complessivo di oltre tre milioni di euro,   che la Regione Umbria ha concesso per l’intervento un contributo di euro 2.008.500 a valere sui fondi DOCUP Ob2 - “Programma regionale per la riqualificazione dell’offerta insediativa per le attività produttive”, ed un ulteriore finanziamento di euro 227.868,84 ex Legge 46/97;   che il Comune di Umbertide partecipa alla spesa con una somma pari a 76.000;   che nel progetto di ristrutturazione non vi è alcun riferimento ad un utilizzo dell’arteria ferroviaria umbra per il trasporto merci;   con la presente interrogazione si chiede:   di aggiornare l’informazione sullo stato e la contabilità dei lavori posti in essere, nonchè i diversi importi di compartecipazione alla spese dei vari enti;   di spiegare con esattezza quale motivazione giustifica tanto e tale impegno di denaro pubblico;   se si ritiene opportuno, al fine di motivare la realizzazione dell’infrastruttura, prevedere nell’ambito del progetto di ristrutturazione e rilancio della ferrovia umbra la delocalizzazione della officina meccanica ubicata ad Umbertide in zona industriale Pierantonio, in modo da riqualificare la struttura tecnica dimostrando nei fatti l’intenzione di puntare realmente al potenziamento della stessa.     Gruppo consiliare Umbertide cambia

19/10/2017 08:55:20 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy